logo-polimi
Loading...
Risorse bibliografiche
Risorsa bibliografica obbligatoria
Risorsa bibliografica facoltativa
Scheda Riassuntiva
Anno Accademico 2020/2021
Scuola Scuola di Architettura Urbanistica Ingegneria delle Costruzioni
Insegnamento 056164 - WORKSHOP DI TESI
Docente Da Silva Ferreira De Carvalho Antonio , Sabatinelli Stefania
Cfu 8.00 Tipo insegnamento Laboratorio
Didattica innovativa L'insegnamento prevede  1.0  CFU erogati con Didattica Innovativa come segue:
  • Soft Skills

Corso di Studi Codice Piano di Studio preventivamente approvato Da (compreso) A (escluso) Nome Sezione Insegnamento
Arc - Urb - Cost (Mag.)(ord. 270) - MI (1195) ARCHITETTURA - AMBIENTE COSTRUITO - INTERNI - ARCHITECTURE - BUILT ENVIRONMENT - INTERIORS***AZZZZ056164 - WORKSHOP DI TESI

Obiettivi dell'insegnamento


In questo insegnamento lo studente approfondisce tematiche caratterizzanti, e coerenti con i contenuti del corso di studi, attraverso esperienze transdisciplinari volte a far maturare conoscenza e comprensione sulle modalità di efficace valorizzazione del patrimonio edilizio, del paesaggio e dell'ambiente, intesi come risorse, con attenzione specifica alle problematiche della modificazione e rigenerazione dell’ambiente costruito e di tessuti urbani e insediativi consolidati.

In this Studio, the student explores into the topics that characterize and are coherent with the contents of the study course through transdisciplinary experiences. This experience aims at developing knowledge and understanding on how to effectively enhance the building heritage, the landscape and the environment as resources, with specific attention to the problems of the modification and regeneration of the built environment and of consolidated urban and settlement systems.

 


Risultati di apprendimento attesi

 

Secondo i Descrittori di Dublino (DdD), il superamento dell’esame attesta l’acquisizione dei seguenti risultati.
DdD 2 capacità di applicare conoscenza e comprensione:
- capacità di applicare tecniche adeguate a trasformare, operando a diverse scale, lo spazio abitato nelle sue molteplici configurazioni: morfologiche e tipologiche, ecologiche e ambientali, economiche e sociali, antropologiche e culturali.
DdD 3 (autonomia di giudizio), 4 (abilità comunicative) e 5 (capacità di apprendimento):
- capacità di operare e comunicare in autonomia le scelte progettuali effettuate (DdD 3, 4 e 5).

According to the Dublin Descriptors (DdD), passing the exam certifies the acquisition of the following results:
DdD 2 ability to apply knowledge and understanding
- ability to apply appropriate techniques to transform, operating at different scales, the inhabited space in its multiple configurations: morphological and typological, ecological and environmental, economic and social, anthropological and cultural.
DdD 3 (autonomy of judgment), 4 (communication skills) and 5 (learning ability)
- ability to operate and communicate independently the design choices made (DdD 3, 4 and 5).


Argomenti trattati

Forms, uses and spaces for contemporary dwelling

Gianluca Brunetti (architecture technology), Antonio Carvalho (urban and architecture design), Giovanni Di Luzio (structures), Roberto Rizzi (interiors architecture), Stefania Sabatinelli (urban sociology), Paola Savoldi (urban planning)

The three Thesis Workshops coordinated in this cluster aim at deepening the factors that contribute to comprehend ongoing changes, discuss implications, provide conceptual, analytical and design tools to interpret those changes, in order to develop both policy and design proposals, to tackle the fragility of contemporary dwelling.

Within this general scenario, three thematic paths will be developed, intertwined and open to various forms of collaboration and feedback.

The articulation in three different, but mutually confronted, working paths, will allow to unfold in-depth analyses that benefit from different disciplines, hence with a wide array of concepts and analytical and design instruments. In fact, the complex ongoing changes and their implications need multi-dimensional e multi-disciplinary views. In particular, the proposed cluster brings together competences in Architecture Design e Interiors, Urban Planning and Policies, Urban Sociology, Architecture Technology and Structures.

With this common framework, thus, the following, more specific pathways will unfold:

Temporary and Sustainable Hospitality
Gian Luca Brunetti, Giovanni Di Luzio

Future housing: designing for older people, designing for all
Antonio Carvalho, Stefania Sabatinelli

“Dwelling is being at home everywhere” *
Paola Savoldi, Roberto Rizzi

The Thesis Workshops welcome students both in the Italian and English track. Materials and working modalities will be organized in such a way that access and participation will be guaranteed in the two languages.

//////////////////////////////////////////////////////

Future housing: designing for older people, designing for all
Antonio Carvalho, Stefania Sabatinelli

Improved life conditions and medical knowledge produce to longer life expectancy, but longer life years come with gradual or abrupt losses of physical/mental autonomy. This generates specific policy and design needs, to ensure the better possible life quality and the higher possible autonomy degree. Designing for older people’s dwelling implies to assume a universal design perspective and, therefore, designing for everybody. Moreover, it means to be work at different scales: from the urban and neighbourhood scale (eg. natural occurring retirement community), to the scale of the building and its surroundings (eg. shared services, accessibility) to the scale of the dwelling. The dwelling scale, in turn, may take many different forms (from the collective structure, to the shared living, to the private dwelling) and differentiated degrees of assistance (from the 24h-assistance health residential house to the independent dwelling). Social analysis and architecture design can work jointly with the aim to pursue the most adequate spatial features to meet the combinations of resources and needs that are specific of each of these cases. Avoid the age stigma and the ghettoization of specific profiles and favour the possibility that different generations meet in the city are essential objectives. The development of innovative architecture proposals for the dwelling of older people is, therefore, the challenge of this Thesis Workshop: designing a community urban space, buildings with new meeting spaces, flats for independence but against loneliness... in brief: designing for the future.

 

///////////////////////////////////////

Forme, usi e spazi per l’abitare contemporaneo
Gianluca Brunetti (tecnologia dell’architettura), Antonio Carvalho (progettazione architettonica e urbana), Roberto Rizzi (architettura degli interni), Stefania Sabatinelli (sociologia urbana), Paola Savoldi (pianificazione urbanistica)

I Workshop di Tesi coordinati in questo cluster si propongono di approfondire i fattori che contribuiscono a spiegare i cambiamenti in atto, discuterne le implicazioni, fornire strumenti per interpretare tali cambiamenti al fine di sviluppare proposte in termini sia policy sia di progetto per affrontare il tema della fragilità dell’abitare contemporaneo.

A partire da questo quadro generale, saranno sviluppati tre percorsi tematici, tra loro intrecciati e aperti a varie forme di collaborazione e contaminazione.

L’articolazione in tre distinte linee di lavoro ricomposte in uno spazio di confronto condiviso consentirà di sviluppare percorsi di approfondimento che beneficiano di diversi contributi disciplinari, ampliando il ventaglio della strumentazione concettuale, analitica e progettuale. La complessità dei cambiamenti in atto e delle loro implicazioni, infatti, richiede sguardi multi-dimensionali e multi-disciplinari. In particolare, nel coordinamento proposto si confronteranno competenze dalla Progettazione architettonica e dell’Architettura degli interni, dalla pianificazione e delle politiche urbane, della sociologia urbana e della tecnologia dell’architettura.

 

L’abitare del futuro: progettare per gli anziani, progettare per tutti
Antonio Carvalho, Stefania Sabatinelli

L’allungamento della vita è legato al miglioramento delle condizioni di vita e delle conoscenze mediche, ma si accompagna a graduali o repentini processi di perdita di autonomia, fisica e/o mentale. Si generano dunque specifiche esigenze sia di policy sia progettuali, per garantire la migliore qualità della vita e il maggior livello di indipendenza possibili. Progettare l’abitare degli anziani implica assumere un orizzonte di design universale e, dunque, progettare per tutti. Significa, inoltre, lavorare a scale diverse: dalla scala urbana e di quartiere (es. natural occurring retirement community), a quella dell’edificio e del suo intorno (es. servizi condivisi, accessibilità) a quella dell’abitare. Questa si declina poi in molte e diverse forme (dalla struttura collettiva, all’abitare condiviso, alla singola abitazione) e con diversi gradi di assistenza (dalla residenza sanitaria con assistenza h24 all’abitazione indipendente). L’analisi sociale e il disegno architettonico possono operare in modo integrato e congiunto al fine di realizzare le condizioni spaziali più adeguate alle specifiche combinazioni di risorse e bisogni proprie di ciascuno di questi casi. Evitare lo stigma dell’età e la ghettizzazione di specifici profili e favorire il confronto generazionale in città sono obiettivi essenziali. Lo sviluppo di proposte architettoniche innovative sull’abitare della grande età è, dunque, la sfida di questo workshop: disegnare lo spazio urbano di comunità, disegnare edifici con nuovi spazi d’incontro, disegnare appartamenti per l’indipendenza ma contro la solitudine... in breve: disegnare per il futuro.


Prerequisiti
 

Modalità di valutazione
 

Bibliografia

Forme didattiche
Tipo Forma Didattica Ore di attività svolte in aula
(hh:mm)
Ore di studio autonome
(hh:mm)
Lezione
29:00
31:25
Esercitazione
19:00
20:35
Laboratorio Informatico
0:00
0:00
Laboratorio Sperimentale
0:00
0:00
Laboratorio Di Progetto
48:00
52:00
Totale 96:00 104:00

Informazioni in lingua inglese a supporto dell'internazionalizzazione
Insegnamento erogato in lingua / Italiano / Inglese
Disponibilità di materiale didattico/slides in lingua inglese
Disponibilità di libri di testo/bibliografia in lingua inglese
Possibilità di sostenere l'esame in lingua inglese
Disponibilità di supporto didattico in lingua inglese

Note Docente
schedaincarico v. 1.6.5 / 1.6.5
Area Servizi ICT
30/11/2020