logo-polimi
Loading...
Risorse bibliografiche
Risorsa bibliografica obbligatoria
Risorsa bibliografica facoltativa
Scheda Riassuntiva
Anno Accademico 2020/2021
Scuola Scuola del Design
Insegnamento 056071 - NEW INTERIORS 1
Docente Bosoni Giampiero , Lecce Chiara , Levanti Giovanni
Cfu 15.00 Tipo insegnamento Laboratorio
Didattica innovativa L'insegnamento prevede  3.0  CFU erogati con Didattica Innovativa come segue:
  • Soft Skills

Corso di Studi Codice Piano di Studio preventivamente approvato Da (compreso) A (escluso) Nome Sezione Insegnamento
Des (Mag.)(ord. 270) - BV (1260) INTERIOR AND SPATIAL DESIGNIS1AZZZZA056071 - NEW INTERIORS 1

Obiettivi dell'insegnamento

Il laboratorio si pone come obiettivo la progettazione di uno spazio complesso, stabile o temporaneo, interno o esterno, stimolando lo studente a:

  • capire il briefing
  • analizzare il contesto
  • elaborare una ricerca
  • saper impostare risposte di progetto

 


Risultati di apprendimento attesi

Lo studente:
- conosce e comprende i processi, metodi e strumenti per interpretare in modo critico le tematiche del progetto connesso all'ambito dello Spatial Design;
- sa analizzare il contesto di riferimento ed elaborare progetti complessi di rifunzionalizzazione di spazi;
- in autonomia e in gruppo opera e comunica le scelte progettuali effettuate, sviluppando attitudini alla negoziazione, al teambuilding, all'assunzione di leadership e alla gestione del conflitto


Argomenti trattati

Open Neighborhood: Marchiondi Proximity

Intorno all’istituto Marchiondi, un nuovo spazio per l’arte pubblica, connettore sociale e culturale

 

Open Neighborhood: Marchiondi Proximity

Around the Marchiondi institute, a new space for public art, a social and cultural connector

 

Da alcuni anni il nostro Laboratorio di Progetto si propone di leggere, interpretare e rielaborare il valore specifico del Design degli Interni, sondando il vasto campo aperto della ricerca progettuale relativa ai caratteri più profondi e mutevoli dell’abitare, inteso in tutte le sue estensioni, che sono all’origine delle modificazioni urbane.

Tale percorso di ricerca ha avuto nel tempo una costante matrice nello sviluppo, in diverse forme, prospettive e luoghi, del concetto di rifunzionalizzazione degli spazi interni ed esterni, in un quadro che abbiamo definito di evoluzione genetica del metabolismo urbano. Una visione progettuale questa che si fonda sull’analisi e la lettura critica delle contemporanee – e prossime venture – condizioni dell’abitare nel fluire delle trasformazioni urbane.

In tal senso quest’anno il tema del Laboratorio sarà un progetto rivolto alla città, alla valorizzazione dei suoi spazi – interni ed esterni – in stato di abbandono e degrado sotto l’ottica della partecipazione e del dialogo con la comunità locale secondo gli approcci del co-design.  

Il soggetto di questo esercizio progettuale è lo storico complesso dell’Istituto Marchiondi, progettato da Vittoriano Vigano nel 1953-57, capolavoro della storia dell’architettura del XX secolo, posto sotto tutela dalla Sovraintendenza ai beni monumentali, ma che da decenni volge in stato di totale abbandono. Il tema di progetto parte dall’idea di “rigenerare” – e così rivalorizzare e rifunzionalizzare – il Marchiondi, accettando il suo affascinante stato di rovina “archeologica” e lavorare intorno a questo monumento, creando originali e stimolanti spazi di prossimità tra arte e fruizione sociale, con il fine di attivare nel quartiere di Baggio un nuovo polo culturale di livello internazionale.

 

Parole chiave: Archeologia del Moderno, Esporre l’arte, Museo di arte pubblica, Rigenerazione urbana, Spatial design, Prossimità culturale, Percorsi Esperienziali, Spazi esterni, Convivialità, Comunità, Educazione.

 

Possibili tracce: Archeologia del Moderno; Parco d’arte; Natura/Botanica; Arte/Infanzia; Spazio sociale e culturale; Musica e Cinema.

 


Prerequisiti

Non sono richiesti pre-requisiti per la frequenza dell'insegnamento.


Modalità di valutazione

Il lavoro (da svolgersi in gruppo) si articolerà in una fase di ricerca metaprogettuale (problem setting) volta ad analizzare la realtà urbana presa in causa, casi studio particolarmente significativi, volta inoltre ad individuare scenari innovativi per la fruizione degli spazi esterni e per la generazione di nuovi “comportamenti abitativi”.

Seguirà una fase di definizione del concept (problem solving) e la messa a punto del progetto in termini allestitivi e comunicativi.

 

Il Laboratorio prevede:

- una serie di lezioni ex cattedra tenute dai docenti del corso concentrate prevalentemente nella prima parte del semestre;

- seminari tematici con ospiti esterni;

- sopralluoghi area di progetto;

- verifiche in itinere;

- revisioni ai gruppi di lavoro sul tema di progetto;

- esame finale con consegna di tavole, book, modelli e video (maggiori specifiche verranno date nel corso del laboratorio);

- mostra finale.

 

Come tutti i Laboratori in genere anche per questo è prevista la frequenza obbligatoria

 


Bibliografia
Risorsa bibliografica obbligatoriaVittoriano Viganò, A come architettura, Editore: Electa, Anno edizione: 1992
Risorsa bibliografica obbligatoriaF. Graf e L. Tedeschi (a cura di), L'Istituto Marchiondi Spagliardi di Vittoriano Viganò, Editore: Mendrisio: Academy press., Anno edizione: 2009
Risorsa bibliografica obbligatoriaGiampiero Bosoni, Dal recupero alla rigenerazione / From Reclamation to Regeneration, // Lotus International, Editore: Lotus International, Anno edizione: 2019, Fascicolo: 169 (The New, Again)
Risorsa bibliografica obbligatoriaChiara Lecce, Open Neighbourhoods. Disclosing the hidden potentialities of urban interiors, Editore: The Hidden Interior, Interior Educators, Anno edizione: 2019, Fascicolo: issue 4, Jun https://interioreducators.co.uk/open-neighbourhoods-disclosing-the-hidden-potentialities-of-urban-interiors
Risorsa bibliografica obbligatoriaGiampiero Bosoni, Architetture parassite / Parasitic Architecture, Modi e luoghi di un nuovo bricolage genetico del metabolismo urbano // Lotus International , Editore: Lotus International, Anno edizione: 2008, Fascicolo: n. 133 (Viral Architecture)
Risorsa bibliografica obbligatoriaGiovanni Levanti, Pensiero inquieto e forma conclusa // in Viviana Trapani, Welcome to Design, riflessioni e percorsi di avvicinamento al progetto, Editore: Terra Ferma, Anno edizione: 2008
Risorsa bibliografica obbligatoriaIco Migliore, Time to Exhibit. Directing spatial design and new narrative pathways, Editore: Franco Angeli Editore, Anno edizione: 2019

Forme didattiche
Tipo Forma Didattica Ore di attività svolte in aula
(hh:mm)
Ore di studio autonome
(hh:mm)
Lezione
98:00
147:00
Esercitazione
20:00
30:00
Laboratorio Informatico
0:00
0:00
Laboratorio Sperimentale
10:00
15:00
Laboratorio Di Progetto
22:00
33:00
Totale 150:00 225:00

Informazioni in lingua inglese a supporto dell'internazionalizzazione
Insegnamento erogato in lingua Italiano
Disponibilità di materiale didattico/slides in lingua inglese
Disponibilità di libri di testo/bibliografia in lingua inglese
Possibilità di sostenere l'esame in lingua inglese
Disponibilità di supporto didattico in lingua inglese

Note Docente
Il presente programma è stato elaborato per poter essere erogato in modalità blended, nel rispetto dei protocolli di sicurezza relativi all'emergenza sanitaria COVID-19, disponibili a luglio 2020.
In caso di variazioni dei protocolli di sicurezza l'orario potrebbe subire variazioni: in particolare in caso di superamento dell'emergenza sanitaria, le lezioni potranno tornare ad essere in presenza.
Informazioni più dettagliate sulle modalità di erogazione e di accesso, nonché le indicazioni relative ai protocolli di sicurezza ed al distanziamento sociale, saranno disponibili sul sito di Ateneo e della Scuola. Maggiori dettagli sulla didattica saranno comunicati dai docenti nelle modalità previste.
 
schedaincarico v. 1.6.5 / 1.6.5
Area Servizi ICT
20/10/2020