logo-polimi
Loading...
Risorse bibliografiche
Risorsa bibliografica obbligatoria
Risorsa bibliografica facoltativa
Scheda Riassuntiva
Anno Accademico 2020/2021
Scuola Scuola di Architettura Urbanistica Ingegneria delle Costruzioni
Insegnamento 056040 - CI URBANISTICA
Docente Clerici Maria Antonietta , Petrillo Agostino
Cfu 8.00 Tipo insegnamento Corso Integrato
Didattica innovativa L'insegnamento prevede  1.0  CFU erogati con Didattica Innovativa come segue:
  • Soft Skills

Corso di Studi Codice Piano di Studio preventivamente approvato Da (compreso) A (escluso) Nome Sezione Insegnamento
Arc - Urb - Cost (Mag.)(ord. 270) - MI (1195) ARCHITETTURA - AMBIENTE COSTRUITO - INTERNI - ARCHITECTURE - BUILT ENVIRONMENT - INTERIORSAC2AZZZZ056040 - CI URBANISTICA

Obiettivi dell'insegnamento

Il corso integrato propone la conoscenza avanzata degli strumenti di progettazione urbana, di pianificazione urbanistica e delle politiche pubbliche, anche di scala sovranazionale, utili per governare lo sviluppo, la trasformazione e la riqualificazione di contesti urbani e territoriali, diversi per  estensione e localizzazione geografica (regioni metropolitane, intermedie, rurali) a fronte di sfide quali la sostenibilità ambientale, l’invecchiamento della popolazione, l’inclusione sociale, la transizione verso la circular economy e la mitigazione dei rischi.


Risultati di apprendimento attesi
  • Sviluppare la capacità di condurre analisi e interpretazioni di contesti urbani e regionali;
  • Acquisire definizioni di base, tecniche e strumenti della pianificazione urbana e spaziale;
  • Acquisire la comprensione di una serie di dinamiche socio-economiche rilevanti alla scala urbana e regionale, con una particolare attenzione alle disparità e alle disuguaglianze;
  • Acquisire la comprensione di una serie di politiche territoriali che governano le dinamiche spaziali, economiche e sociali;
  • Riconoscere e interpretare le dimensioni ambientali, economiche e sociali dei progetti di trasformazione urbana e territoriale.

Argomenti trattati

Il Corso integrato si occupa dello sviluppo territoriale squilibrato e dell’opposizione urbano/rurale, dedicando particolare attenzione alle politiche che a scala europea, nazionale e regionale si confrontano con queste problematiche, cruciali ai fini della coesione economica, sociale e territoriale. La globalizzazione ha rafforzato la centralità delle aree metropolitane, che guidano l’innovazione in molti campi e catalizzano investimenti a scapito delle regioni rurali, forse connotate da una migliore “qualità della vita”, ma spesso colpite da dinamiche di declino demografico ed economico, difficilmente contrastabili. Forti di una maggior capacità di recupero a fronte dello shock della crisi economica del 2008, le regioni urbane hanno migliorato ulteriormente il proprio vantaggio rispetto alle altre, anche se le buone performance economiche in aggregato nascondono crescenti diseguaglianze sociali. Resta ancora da capire, inoltre, quali possano essere le reali possibilità di sviluppo per i contesti periferici a fronte del new green deal e della circular economy, destinati a ristrutturare in profondità l’economia europea e mondiale. La pandemia di Covid-19 ha duramente colpito le aree più densamente urbanizzate, ma è difficile pensare che essa possa favorire uno stabile ritorno al rurale e ai piccoli borghi, capace di invertire durevolmente le spinte alla polarizzazione nelle grandi città e nei loro intorni territoriali. Tuttavia, la pandemia è destinata ad amplificare i divari socioeconomici esistenti – già piuttosto marcati – a scala europea ed italiana. Le politiche di coesione UE, attualmente fondate su un approccio place-based, sono uno strumento prioritario per la riduzione dei divari territoriali e per la promozione di uno sviluppo policentrico, equo e sostenibile. In questo quadro generale, verrà riservata una specifica attenzione alle traiettorie evolutive delle città medie e piccole che si qualificano come “cerniere” fra urbano e rurale, categorie di città per le quali i fondi europei sono una risorsa preziosa per implementare percorsi creativi di sviluppo locale. I contesti minori hanno bisogno di sguardi ad hoc e pongono specifiche sfide alla pianificazione urbana, che il Corso metterà in evidenza. Sono anche un importante campo d’intervento per l’architetto, che con i suoi progetti può contribuire a riconoscere e a valorizzare i variegati patrimoni locali (beni culturali, attività tradizionali, paesaggi...), contemperando competitività, sostenibilità e coesione. Una particolare attenzione sarà dedicata anche al concetto di coesione sociale visto alla luce delle dinamiche di periferizzazione e di creazione di nuove disuguaglianze.

Il Corso integra i moduli didattici di Progettazione urbana (prof.ssa M.A. Clerici, 4 cfu) e di Sociologia urbana (prof. A. Petrillo, 4 cfu); prevede lezioni e un’esercitazione, condotta in piccoli gruppi di lavoro (max 3 studenti), su casi studio italiani.

Argomenti trattati nel modulo di Progettazione urbana:

  1. gli scenari dell’urbanizzazione e il ruolo specifico delle città medie e piccole nella rete urbana;
  2. il policentrismo come mezzo per favorire la coesione territoriale, a diverse scale;
  3. aree rurali, aree interne e inner peripheries nelle politiche dell’UE e dell’Italia;
  4. le politiche di coesione dell’UE: struttura, evoluzione, impatti.

Argomenti trattati nel modulo di Sociologia urbana:

  1. le periferie europee. Cenni di una storia urbana e sociale;
  2. la Zwischenstadt. Il dibattito tedesco sulle “terre di mezzo” e la “città diffusa” in Europa;
  3. il “villagisme” e le nostalgie del borgo;
  4. periferie interne, periferie sociali, nuova periferia.

 


Prerequisiti
 

Modalità di valutazione

Per gli studenti frequentanti, la valutazione del Corso avverrà attraverso prove scritte in itinere, con domande aperte sugli argomenti trattati e sulla bibliografia di riferimento. È previsto, inoltre, un seminario conclusivo nel corso del quale verranno presentati e discussi i risultati dell’esercitazione. La valutazione complessiva terrà conto dei seguenti aspetti: (i) conoscenza e capacità di comprensione degli argomenti teorici e loro applicazione a casi concreti attraverso l’esercitazione; (ii) capacità critica e abilità comunicativa dello studente. Gli studenti non frequentanti sosterranno una prova scritta con domande aperte sulla base di una bibliografia preventivamente concordata con la docenza. Rispetto alla bibliografia d'esame, sotto indicata, verranno indicate dalla docenza le parti specifiche da studiare.

 


Bibliografia
Risorsa bibliografica obbligatoriaBorghi Enrico, Piccole Italie. Le aree interne e la questione territoriale, Editore: Donzelli, Roma, Anno edizione: 2017, ISBN: 9788868435851
Risorsa bibliografica obbligatoriaCiapetti Lorenzo, Lo sviluppo locale. Capacità e risorse di città e territori, Editore: il Mulino, Bologna, Anno edizione: 2010, ISBN: 9788815138705
Risorsa bibliografica obbligatoriaContato Annalisa, Policentrismo reticolare. Teorie, approcci e modelli per lo sviluppo territoriale, Editore: Franco Angeli, Milano, Anno edizione: 2019, ISBN: 9788891787583
Risorsa bibliografica obbligatoriaPetrillo Agostino, La periferia nuova. Disuguaglianze, spazi, città, Editore: Franco Angeli, Milano, Anno edizione: 2018, ISBN: 9788891768483
Risorsa bibliografica obbligatoriaPetrillo Agostino, Periferie, povertà urbana, esclusione: il dibattito in Francia e Germania, in: Fregolent Laura (a cura di), Periferia e periferie, pp.125-156, Editore: Aracne, Roma, Anno edizione: 2008, ISBN: 9788854817722

Forme didattiche
Tipo Forma Didattica Ore di attività svolte in aula
(hh:mm)
Ore di studio autonome
(hh:mm)
Lezione
29:00
31:25
Esercitazione
19:00
20:35
Laboratorio Informatico
0:00
0:00
Laboratorio Sperimentale
0:00
0:00
Laboratorio Di Progetto
48:00
52:00
Totale 96:00 104:00

Informazioni in lingua inglese a supporto dell'internazionalizzazione
Insegnamento erogato in lingua Italiano
Disponibilità di materiale didattico/slides in lingua inglese
Disponibilità di libri di testo/bibliografia in lingua inglese
Possibilità di sostenere l'esame in lingua inglese

Note Docente
schedaincarico v. 1.6.5 / 1.6.5
Area Servizi ICT
03/12/2020