logo-polimi
Loading...
Risorse bibliografiche
Risorsa bibliografica obbligatoria
Risorsa bibliografica facoltativa
Scheda Riassuntiva
Anno Accademico 2019/2020
Scuola Scuola di Architettura Urbanistica Ingegneria delle Costruzioni
Insegnamento 087217 - PROGETTAZIONE TECNOLOGICA ASSISTITA
Docente Arlati Ezio
Cfu 4.00 Tipo insegnamento Monodisciplinare

Corso di Studi Codice Piano di Studio preventivamente approvato Da (compreso) A (escluso) Nome Sezione Insegnamento
Arc - Urb - Cost (1 liv.)(ord. 270) - MI (1094) PROGETTAZIONE DELL'ARCHITETTURA***AZZZZ087217 - PROGETTAZIONE TECNOLOGICA ASSISTITA
Arc - Urb - Cost (Mag.)(ord. 270) - MI (1017) ARCHITETTURA - ARCHITETTURA DELLE COSTRUZIONI***AZZZZ087217 - PROGETTAZIONE TECNOLOGICA ASSISTITA
Arc - Urb - Cost (Mag.)(ord. 270) - MI (1195) ARCHITETTURA - AMBIENTE COSTRUITO - INTERNI - ARCHITECTURE - BUILT ENVIRONMENT - INTERIORS***AZZZZ087217 - PROGETTAZIONE TECNOLOGICA ASSISTITA
Arc - Urb - Cost (Mag.)(ord. 270) - MI (1217) ARCHITETTURA E DISEGNO URBANO - ARCHITECTURE AND URBAN DESIGN***AZZZZ087217 - PROGETTAZIONE TECNOLOGICA ASSISTITA

Obiettivi dell'insegnamento
 

Risultati di apprendimento attesi
 

Argomenti trattati

 

PROGETTAZIONE TECNOLOGICA ASSISTITA – PROGRAMMA DIDATTICO 2019 – 2020.

CODICE: 087217 (vedi schermata sotto)

 

PROGETTAZIONE TECNOLOGICA ASSISTITA

Prof. Ezio Arlati,

Contributi seminariali: Paolo Graziano, Michele Miucci, Salib Mina, Andrea Moscardi, Salvatore Viscuso

 

Modellazione BIM – Building Information Modelling di Architettura

Il Corso mira a far sperimentare agli studenti il rigoroso approccio analitico che fonda la rappresentazione di un edificio esistente, scelto quale esemplare di valore storico-architettonico anche monumentale, sui presupposti cognitivi della modellazione digitale attraverso il metodo BIM – Building Information Modelling. Ogni edificio, consegnatoci dalla sua storia costruttiva e conservativa, deve essere rilevato e analizzato attraverso l’individuazione della sua identità linguistica e tecnico-costruttiva, la sua partitura strutturale e la descrizione del suo stato di conservazione. Lo spunto innovativo su cui si fonda il Corso consiste nel concepire fin dall’origine la modellazione BIM dell’edificio nel suo stato di fatto come ‘Sistema Informativo’, cioè insieme di dati strutturati in una base di conoscenza finalizzata: 1) alla precisa descrizione dell’edificio nella sua peculiarità, 2) alle necessità degli interventi di conservazione o ai requisiti e prestazioni dei progetti di valorizzazione che seguiranno, consapevole dell’insieme di vincoli e risorse.

Il metodo BIM propone la rappresentazione dello stato di fatto e lo sviluppo del progetto di conservazione per mezzo della modellazione digitale puntuale di ognuno degli elementi architettonici e delle parti d’opera dell’edificio, integrate con le loro regole di interrelazione funzionale e spaziale, in forma di “oggetti 3D nativi, parametrici, interoperabili” su Standard Open Source IFC – Industry Foundation Classes di BuildingSMART International (ISO 16.739, 2013; U.E. 2106).

Una delle potenzialità più importanti delle applicazioni BIM agli edifici esistenti è data dalla possibilità di ricostruire – virtualmente, per mezzo delle tecnologie digitali – la natura completa dell’organismo edilizio e delle sue parti, allo stato di fatto presente ma anche nelle sue vicende storiche: un vero e proprio processo di “Riverse Architecture”, in cui la consistenza delle partiture costruttive potranno essere verificate con le simulazioni di comportamento operate sul modello digitale, ad esempio per verificarne la consistenza strutturale. Il procedimento cognitivo di ricostruzione virtuale degli elementi architettonici e delle parti d’opera offre agli studenti un’occasione di apprendimento efficace delle logiche costruttive, quindi delle ragioni tecnologiche che sostengono le scelte compositive dell’architettura. 

 Una parte delle comunicazioni e degli interventi di assistenza all’esercizio di progetto dei docenti saranno in lingua inglese, senza traduzione

English Abstract: 

Computer-Aided Architectural Design – BIM interoperable technologies applications

The main scope of the Course is to educate and train students in applying the innovative potentialities of B.I.M. - Building Information Modelling knowledge approach, method and technologies to the representation of existing buildings, specially the historical or monumental ones, because of: 1) their cultural importance in architecture’s and building industry history; 2) the potential increase of their social use and new values attribution; 3) the modelling technology challenge, confronting digital tools to match the peculiar individuality of each architectural episode.

The students will be accompanied to acquire the ability to discover and recognize the main constructive and technological details of the building to be inquired, orienting the representation characters to the fundamental scopes of enabling planned maintenance and conservation, restoration if necessary.

The proposed design theme will concern: “BIM Modelling of an exemplary architecture typical of historical buildings, the built body of which will be inquired in order to understand the thermal & energetic regime embedded in the original materials and building techniques, in order to understand the issues related to its planned conservation: the proposed application object is the the Certosa di Pavia, the Renaissance Monastery complex”.  The required homework will be the BIM – Building Information Modelling of some buildings of the Monastery complex, or their parts. Specific modelling environment and tools (3D, object oriented, parametric, interoperable on IFC - Industry Foundation Classes - BuildingSMART International Standard) will be proposed and trained by teachers.

A significant part of the teachers’ communications and assessment activity of the students’ assigned homework will be spoken in Italian and English, without full translation.


Prerequisiti
 

Modalità di valutazione

Il tema progettuale proposto dalla docenza è la “Modellazione BIM di un edificio di valore storico – architettonico esemplare quale la Certosa di Pavia, il cui corpo architettonico, specie l’involucro esterno e la partitura strutturale, sono indagati per comprenderne la consistenza dello stato di fatto in rapporto alla sua conservazione”; il modello deve essere capace di interpretare le sue caratteristiche o il suo assetto, attraverso le conformazioni dettagliate delle sue principali parti d’opera, quali l’involucro, la copertura, le aperture. Il modello BIM sarà sviluppato con il supporto di un Ambiente informatico e di strumenti software atti a rappresentare la base dati di riferimento, si cui operare valutazioni e simulazioni che ottimizzino i principali aspetti di rilevo e l’approccio di conservazione. I contenuti ed il carattere del modello architettonico elaborate dagli studenti dovranno avvalersi del metodo e delle tecnologie BIM, i cui fondamentali aspetti concettuali e applicativi saranno illustrati dalla docenza con lezioni dedicate attraverso una fase di ’training’. Si introdurrà un programma software di rappresentazione ed elaborazione per la modellazione digitale BIM con cui svolgere il tema di rilievo/modellazione assegnato, integrato da altri strumenti atti a formare una catena di progressivo arricchimento e trasferimento degli insiemi di dati impiegati nel modello digitale BIM, integrandoli nel Sistema Informativo orientato alla conservazione. Verrà illustrata e fatta praticare agli studenti la rete di connessioni che strutturano l’insieme dei dati generati in un modello digitale di architettura, quindi la loro migrazione attraverso formati diversi lungo il processo di conservazione, anche per la gestione e manutenzione degli edifici costruiti.

Verrà introdotta la conoscenza dell’interoperabilità su Standard IFC – Industry Foundation Classes che ha lo scopo di convertire i modelli progettuali digitali in un formato leggibile da gran numero di programmi software specialistici, quali la simulazione energetica, strutturale, acustica, di computo e programmazione dei lavori per gli interventi di manutenzione, conservazione programmata, eventualmente di restauro. Verrà indicata apposita bibliografia e documentazione. 

Bibliografia di riferimento:

Chuck Eastman, Paul Teicholz, Rafael Sacks, Katleen Liston: BIM Handbook. John Wiley & Sons Hoboken, 2008 

Peter Barnes, Nigel Davies: BIM in Principle and in Practice. Institution of Civil Engineers. Westminster London)

Republic of Finland, Senate Properties: BIM Requirements 2007, Volume 1 General Part, altri fino a Volume 9 MEP Analysis.

N B S – National BIM Report 2013. RIBA Enterprises LtD. National BIM Library )

Arlati E. Clarizia M. Gatto G, Graziano P, Miucci M. Roberti L. Vigani F, Modelli Digitali per l’Architettura Storica tra Tipologia e Peculiarità Individuale - Il caso della Chiesa della Certosa di Pavia, Editore: INGENIO E-BOOK 2017, Anno edizione: 2017, ISSN: 2307-8920

Arlati, E; Bigoni S; Clarizia M; Gatto G; Graziano P; Mansueto G; Roberti L. Developing resources’ potentials for service-critical public buildings. the case of Pavia. Editore: INGENIO E-BOOK 2017, Anno edizione: 2017, ISSN: 2307-8920

Arlati E, Barone A, Calda G, Cammarata A, Capri C, Folghera A, Gioacchini S, Santi M, Scansani A, Torri A, Torri M. ‘Al Servizio dei Pellegrini: modelli digitali del Santuario di Lourdes per la conservazione e la formazione. Sperimentare i Vantaggi della Modellazione sul Patrimonio Architettonico di Lourdes. Editore: INGENIO E-BOOK 2017, Anno edizione: 2017, ISSN: 2307-8920

Arlati E. De Stefani L. Iarossi M.P. Rilievo integrato e BIM del Chiostro Piccolo della Certosa di Pavia.  In R.P.R. Rilievo, Progetto, Riuso A cura di Capanna A. Meli G. Maggioli Editore 2017 ISBN 978_88_916_2483_3

Arlati, Ezio, ‘Che potenziale con il digitale’ Numero della rivista You Build 2018 “Speciale BIM Progetti, case history, e infrastrutture” ISSN 2532 – 5345

Arlati, Ezio, ‘Viaggio nel tempo con un BIT’ Numero della rivista You Build 2018 “Speciale BIM Progetti, case history, e infrastrutture” ISSN 2532 – 5345 

Arlati E, Viscuso S. La modellazione digitale nel processo di intervento edilizio. In: Appalti Pubblici Riserve, Varianti, e Strumenti di Precontenzioso - Tipologie e Contenuti, Anno 2018 Collana Norme & Tributi, Il Sole 24 Ore, Milan, Vol. 7, p. 183-202

Arlati E, Graziano P, Moscardi A, Tarantino s, Viscuso S. ‘, ‘Heritage BIM: the digital challenges for architectural heritage ‘augmented knowledge’ and conservation, i 3C.D.E. Conference Malaysia Conference, Kuala Lumpur 2019

Arlati Ezio, Tarantino Sergio, Viscuso Salvatore ‘A Methodological Framework to provide geometric and semantic Information to BEPS and FEA models of Historical Buildings’, 2019 I.G.I. Springer.  


Bibliografia
Risorsa bibliografica obbligatoriaChuck Eastman, Paul Teicholz, Rafael Sacks, Katleen Liston, BIM Handbook. , Editore: John Wiley & Sons Hoboken, Anno edizione: 2008
Risorsa bibliografica obbligatoriaPeter Barnes, Nigel Davies, BIM in Principle and in Practice. , Editore: Institution of Civil Engineers.Westminster London
Risorsa bibliografica obbligatoriaRepublic of Finland, Senate Properties, Aarto Kiviniemi, BIM Requirements 2007, Volume 1 General Part, altri fino a Volume 9 MEP Analysis. , Editore: Republic of Finland, Senate Properties:, Anno edizione: 2007
Risorsa bibliografica obbligatoriaArlati E. Clarizia M. Gatto G, Graziano P, Miucci M. Roberti L. Vigani F, Modelli Digitali per l'Architettura Storica tra Tipologia e Peculiarità Individuale - Il caso della Chiesa della Certosa di Pavia,, Editore: INGENIO E-BOOK 2017, Anno edizione: 2017, ISSN: 2307-8920
Risorsa bibliografica obbligatoriaArlati, E; Bigoni S; Clarizia M; Gatto G; Graziano P; Mansueto G; Roberti L., Developing resources' potentials for service-critical public buildings. the case of Pavia, Editore: INGENIO E-BOOK 2017, Anno edizione: 2017, ISSN: 2307-8920
Risorsa bibliografica obbligatoriaArlati E, Barone A, Calda G, Cammarata A, Capri C, Folghera A, Gioacchini S, Santi M, Scansani A, Torri A, Torri M., . 'Al Servizio dei Pellegrini: modelli digitali del Santuario di Lourdes per la conservazione e la formazione. Sperimentare i Vantaggi della Modellazione sul Patrimonio Architettonico di Lourdes., Editore: INGENIO E-BOOK 2017, Anno edizione: 2017
Risorsa bibliografica obbligatoriaArlati E. De Stefani L. Iarossi M.P., Rilievo integrato e BIM del Chiostro Piccolo della Certosa di Pavia. , Editore: In R.P.R. Rilievo, Progetto, Riuso A cura di Capanna A. Meli G. Maggioli Editore, Anno edizione: 2017, ISBN: 9788891624833
Risorsa bibliografica obbligatoriaArlati, Ezio, 'Che potenziale con il digitale' 532 - 5345 , Editore: Numero della rivista You Build 2018, Anno edizione: 2018, ISSN: 25325345
Risorsa bibliografica obbligatoriaArlati E, Viscuso S, La modellazione digitale nel processo di intervento edilizio. In: Appalti Pubblici Riserve, Varianti, e Strumenti di Precontenzioso - Tipologie e Contenuti Collana , Editore: Norme & Tributi, Il Sole 24 Ore, Milan, Vol. 7, p. 183-202, Anno edizione: 2018
Risorsa bibliografica obbligatoriaArlati E, Graziano P, Moscardi A, Tarantino s, Viscuso S, 'Heritage BIM: the digital challenges for architectural heritage 'augmented knowledge' and conservation, Editore: i 3C.D.E. Conference Malaysia Conference, Kuala Lumpur 2019 (attesa conferma), Anno edizione: 2019
Risorsa bibliografica obbligatoriaArlati Ezio, Tarantino Sergio, Viscuso Salvatore, A Methodological Framework to provide geometric and semantic Information to BEPS and FEA models of Historical Buildings', Editore: I.G.I. Springer., Anno edizione: 2019

Forme didattiche
Tipo Forma Didattica Ore di attività svolte in aula
(hh:mm)
Ore di studio autonome
(hh:mm)
Lezione
30:00
45:00
Esercitazione
10:00
15:00
Laboratorio Informatico
0:00
0:00
Laboratorio Sperimentale
0:00
0:00
Laboratorio Di Progetto
0:00
0:00
Totale 40:00 60:00

Informazioni in lingua inglese a supporto dell'internazionalizzazione
Insegnamento erogato in lingua Italiano
Disponibilità di materiale didattico/slides in lingua inglese
Disponibilità di libri di testo/bibliografia in lingua inglese
Possibilità di sostenere l'esame in lingua inglese
Disponibilità di supporto didattico in lingua inglese
schedaincarico v. 1.6.1 / 1.6.1
Area Servizi ICT
08/12/2019