logo-polimi
Loading...
Risorse bibliografiche
Risorsa bibliografica obbligatoria
Risorsa bibliografica facoltativa
Scheda Riassuntiva
Anno Accademico 2019/2020
Scuola Scuola di Architettura Urbanistica Ingegneria delle Costruzioni
Insegnamento 054713 - LABORATORIO DI ARCHITETTURA DELLE COSTRUZIONI COMPLESSE I
Docente Boldrin Simone , Monestiroli Tomaso , Mpampatsikos Vassilis , Re Cecconi Fulvio
Cfu 20.00 Tipo insegnamento Laboratorio
Didattica innovativa L'insegnamento prevede  2.0  CFU erogati con Didattica Innovativa come segue:
  • Cotutela con mondo esterno

Corso di Studi Codice Piano di Studio preventivamente approvato Da (compreso) A (escluso) Nome Sezione Insegnamento
Arc - Urb - Cost (Mag.)(ord. 270) - MI (1017) ARCHITETTURA - ARCHITETTURA DELLE COSTRUZIONICOSAZZZZA054713 - LABORATORIO DI ARCHITETTURA DELLE COSTRUZIONI COMPLESSE I

Obiettivi dell'insegnamento

Il Laboratorio di architettura delle costruzioni complesse 1 è il luogo dell’elaborazione teorica e sperimentale del progetto di architettura, e rappresenta l’esperienza centrale del primo anno del corso di Laurea Magistrale.

Si fonda sull’insegnamento di più discipline coordinate fra loro (la composizione architettonica e urbana, le strutture, le tecnologie e la progettazione in ambiente BIM), che collaborano con il fine comune di affrontare la necessaria complessità del progetto di architettura: la sua definizione è il risultato sintetico del lavoro di Laboratorio.

Obiettivo dell’insegnamento è perciò consolidare le conoscenze teoriche, progettuali e tecniche dello studente, sperimentare la loro applicazione al progetto verificandone relazioni e influenze reciproche, accrescere le capacità critiche al fine di compiere scelte consapevoli e motivate. Tale approccio favorisce al contempo razionalità e immaginazione, capacità di comporre forma, funzione e costruzione in risultati unitari, portatori di nuove ragioni e significati. Tema centrale dell’insegnamento è l’approfondimento delle relazioni che intercorrono fra architettura e costruzione, fra aspetto espressivo e aspetto tecnico del progetto, coerentemente con la migliore tradizione delle scuole politecniche.

Il Laboratorio di laurea magistrale del primo anno è semestrale.


Risultati di apprendimento attesi

Attraverso il lavoro di Laboratorio, che, parallelamente alla elaborazione del progetto, comprende lezioni delle diverse discipline, workshop e seminari, lo studente sarà in grado di raggiungere i seguenti risultati:

- attitudine a considerare l’architettura una attività della conoscenza e di trasformazione della realtà;

- approfondimento disciplinare nei campi della composizione architettonica e urbana, delle strutture e delle tecnologie, comprese quelle BIM;

- capacità di applicare le conoscenze disciplinari al progetto di architettura e di portarle a sintesi capacità critica e attraverso autonomia di giudizio;

- capacità di previsione, di organizzazione, di ordinamento e di controllo, spaziale;

- capacità di rappresentare, di comunicare e di argomentare le scelte e i risultati di progetto.

 


Argomenti trattati

Il Laboratorio affronterà il tema della costruzione dei luoghi dell'accoglienza multiculturale: un luogo per più religioni e culture, più luoghi per diverse religioni e culture, più edifici che costruiscono un unico luogo.

Si tratta di uno o più edifici collettivi, fortemente rappresentativi, di cui occorre definire i caratteri spaziali, architettonici, espressivi e strutturali. Edifici in grado di costruire e di qualificare luoghi della città, grazie al loro significato e al loro valore urbano, che troveranno collocazione in contesti con caratteri diversi in diverse città italiane ed europee

Punto di partenza di questo percorso sarà la riflessione intorno al tema e alle ragioni che sottendono alle scelte di progetto: questioni insediative, urbane, compositive, tipologiche, spaziali, strutturali ed espressive, da trasporre nelle forme dell’architettura.

Coerentemente con la composizione del Laboratorio, speciale attenzione sarà dedicata alla questione dei rapporti che intercorrono fra le scelte costruttive e le scelte espressive – particolarmente evidenti negli edifici collettivi ad aula -, due temi legati da una relazione particolarmente feconda e passibile di diverse interpretazioni.

Il lavoro del laboratorio è incentrato fondamentalmente sull’elaborazione del progetto, cui sono affiancate lezioni e riflessioni teoriche, svolte anche attraverso la lettura e il commento collettivo di testi indicati durante il semestre.

Il lavoro sarà svolto a gruppi di 2/3 persone. Verranno realizzati modelli di studio in cartoncino o altro materiale concordato con i docenti del laboratorio.

Le diverse discipline presenti nel Laboratorio porteranno contributi specifici attraverso lezioni ex cathedra e collaborando attivamente alle attività progettuali

Saranno fornite basi per la gestione collaborativa delle informazioni del processo di costruzione utilizzando modelli digitali degli edifici (BIM).

Sono previsti inoltre studi analitici, seminari e un breve viaggio di studio.

 


Prerequisiti

Laurea triennale nelle classi previste per l’ammissione alla Laurea Magistrale


Modalità di valutazione

Durante il semestre saranno svolte alcune prove in itinere (soprattutto inerenti le integrazioni di strutture e tecnologia) che saranno tenute in considerazione per la votazione finale.

L’esame è incentrato sulla esposizione del progetto, esito del Laboratorio, e delle ragioni che hanno condotto alla sua definizione, argomentate attraverso le conoscenze teoriche acquisite nelle diverse discipline.

Il progetto si svolge generalmente per piccoli gruppi composti di due-tre persone; le altre attività analitiche sono svolte singolarmente. Durante il semestre sono previste revisioni collettive del lavoro.

L’esame si svolge per gruppi; la valutazione è sempre singola.

L’esame finale è un momento significativo di argomentazione critica e di discussione del progetto, durante il quale lo studente deve dimostrare:

- coerenza fra obiettivi del progetto e risultati raggiunti;

- consapevolezza del metodo di lavoro e delle scelte compiute, profondità di argomentazione;

- capacità di lettura e di interpretazione dei contesti di applicazione e delle logiche di trasformazione;

- capacità di stabilire corrette relazioni fra le diverse componenti del progetto, in relazione agli obiettivi e ai problemi affrontati, in particolare fra le scelte tecniche e strutturali e quelle formali ed espressive;

- qualità, completezza, adeguatezza ed efficacia della rappresentazione – elaborati grafici, modelli tridimensionali, modellazione BIM;

- capacità di comunicare con chiarezza percorso svolto, problemi affrontati e risultati ottenuti;

- conoscenze teoriche acquisite nelle diverse discipline che compongono il Laboratorio.

- continuità di applicazione e progresso di apprendimento.

 

La valutazione finale terrà conto del grado di consapevolezza delle scelte progettuali di ogni singolo studente, della qualità complessiva del progetto portato all'esame, dei risultati conseguiti nelle prove in itinere, della capacità espositiva dello studente, della conoscenza della bibliografia, dell'accuratezza della rappresentazione del progetto e della qualità del modello finale.


Bibliografia
Risorsa bibliografica obbligatoriaAdolf Loos, Parole nel Vuoto, Editore: Adelphi, Anno edizione: 1972
Risorsa bibliografica obbligatoriaAldo Rossi, L'architettura della città, Editore: città studi edizioni, Anno edizione: 1978, ISBN: 9788825172829
Risorsa bibliografica obbligatoriaAntonio Monestiroli, La metopa e il triglifo, Editore: Laterza, Anno edizione: 2008, ISBN: 9788842066521
Risorsa bibliografica obbligatoriaRenato Capozzi, L'architettura dell'ipostilo, Editore: AION, Anno edizione: 2016, ISBN: 9788898262441
Risorsa bibliografica obbligatoriaCarlo Moccia, Realismo e astrazione, Editore: AION, Anno edizione: 2015, ISBN: 9788898262236
Risorsa bibliografica obbligatoriaTomaso Monestiroli, La logica della Memoria. Maestri antichi e moderni. Una conversazione con gianugo Polesello, Editore: Maggioli editore, Anno edizione: 2010, ISBN: 9788838744491
Risorsa bibliografica obbligatoriaFrancesco Menegatti, Milano Verde - Un'idea per l'architettura e la città, Editore: Gangemi Editore, Anno edizione: 2016, ISBN: 9788849232158

Forme didattiche
Tipo Forma Didattica Ore di attività svolte in aula
(hh:mm)
Ore di studio autonome
(hh:mm)
Lezione
72:00
78:00
Esercitazione
48:00
52:00
Laboratorio Informatico
0:00
0:00
Laboratorio Sperimentale
0:00
0:00
Laboratorio Di Progetto
120:00
130:00
Totale 240:00 260:00

Informazioni in lingua inglese a supporto dell'internazionalizzazione
Insegnamento erogato in lingua Italiano

Note Docente
schedaincarico v. 1.6.5 / 1.6.5
Area Servizi ICT
30/11/2020