logo-polimi
Loading...
Risorse bibliografiche
Risorsa bibliografica obbligatoria
Risorsa bibliografica facoltativa
Scheda Riassuntiva
Anno Accademico 2019/2020
Scuola Scuola di Ingegneria Civile, Ambientale e Territoriale
Insegnamento 053392 - METODI DI ANALISI DI VULNERABILITÀ, RISCHIO E RESILIENZA
Docente Di Maio Francesco
Cfu 6.00 Tipo insegnamento Monodisciplinare

Corso di Studi Codice Piano di Studio preventivamente approvato Da (compreso) A (escluso) Insegnamento
Ing - Civ (1 liv.)(ord. 270) - LC (306) INGEGNERIA CIVILE PER LA MITIGAZIONE DEL RISCHIO*AZZZZ053392 - METODI DI ANALISI DI VULNERABILITÀ, RISCHIO E RESILIENZA

Obiettivi dell'insegnamento

Le installazioni industriali, gli insediamenti e le strutture civili sono soggette a rotture, guasti e cedimenti interni, ma anche ad eventi catastrofici esterni dovuti al territorio ed all’ambiente che li ospita. La valutazione e gestione del rischio che deriva dai pericoli associati richiedono un approccio sistematico e sistemico all’identificazione dei pericoli e delle vulnerabilità, al calcolo delle fragilità e delle conseguenze di scenari incidentali che possono potenzialmente impattare su sistemi, strutture e infrastrutture.

L'obiettivo di questo insegnamento è fornire agli studenti competenze sulle tecniche per l’identificazione dei pericoli e vulnerabilità, e sui metodi di analisi di rischio e resilienza di sistemi, strutture e infrastrutture collocati in territori e ambienti fragili ed esposti a pericoli naturali.


Risultati di apprendimento attesi

Lo studente conosce:

  • RAA 1 - i concetti di pericolo, vulnerabilità, fragilità, rischio e resilienza;
  • RAA 2 - i metodi per l’identificazione dei pericoli e delle vulnerabilità;
  • RAA 3 - la formulazione sistemica dell’analisi di rischio e di resilienza;
  • RAA 4 - le basi dell’approccio probabilistico all’analisi di rischio e resilienza.

Lo studente è in grado di:

  • RAA 5 - applicare i metodi per l’analisi probabilistica del rischio;
  • RAA 6 - valutare criticamente i risultati ottenuti dall’applicazione dei metodi appresi, anche in relazione alla confidenza con la quale possono essere utilizzati per prendere decisioni in merito a misure preventive, protettive, mitigative e reattive;
  • RAA 7 - comunicare i risultati della propria attività in modo tecnicamente corretto.

Argomenti trattati

Pericolo, vulnerabilità, fragilità, rischio e resilienza: definizioni qualitative e quantitative

Analisi di vulnerabilità: tecniche di identificazione e caratterizzazione dei pericoli naturali (curve di pericolo), tecniche per la caratterizzazione della risposta di sistemi, strutture e infrastrutture a sollecitazioni naturali (curve di fragilità)

Valutazione e gestione del rischio: curve e matrici di rischio, analisi del rischio come strumento a supporto della progettazione e gestione del territorio, identificazione delle sequenze incidentali e quantificazione delle loro probabilità mediante analisi strutturate (alberi di guasto ed evento, reti bayesiane, etc.) e metodi di simulazione

Analisi di resilienza: modelli e metodi di simulazione per l’analisi di resilienza

Le lezioni verranno supportate da esempi relativi ad analisi di rischio e resilienza di sistemi, strutture e infrastrutture esposti a pericoli naturali ed esercitazioni quantitative svolte dai partecipanti al corso.


Prerequisiti
 

Modalità di valutazione

La valutazione consiste in un esame scritto e uno orale.

L'esame scritto valuterà le capacità dello studente di applicare i metodi quantitativi di valutazione del rischio e della resilienza di sistemi, strutture e infrastrutture (RAA 5). Questa parte dell'esame funge da filtro per poter accedere all’esame finale.

L'esame orale consente di verificare la comprensione da parte dello studente dei concetti di pericolo, fragilità, vulnerabilità, rischio e resilienza, la conoscenza dei metodi di identificazione e caratterizzazione dei pericoli e fragilità, delle basi dell’approccio sistemico e probabilistico alla valutazione del rischio di sistemi, strutture e infrastrutture (RAA 1,2,3,4). Inoltre, verrà verificata la capacità dello studente di esprimere autonomamente, in modo chiaro e convincente, giudizi sulla confidenza nei risultati di un’analisi di rischio (RAA 6,7). Questa parte dell'esame contribuirà al 100% del voto finale.


Bibliografia
Risorsa bibliografica obbligatoriaE. Zio, Introduction to the basics of reliability and risk analysis, Editore: World scientific, Anno edizione: 2007
Risorsa bibliografica obbligatoriaE. Zio, Computational methods for reliability and risk analysis, Editore: World scientific, Anno edizione: 2009
Risorsa bibliografica obbligatoriaP. Baraldi, F. Cadini, E. Zio, Introduction to reliability and risk analysis: worked out problems, Editore: World Scientific, Anno edizione: 2011
Risorsa bibliografica obbligatoriaW Kroger and E. ZIo, Vulnerable Systems, Editore: Springer, Anno edizione: 2011

Forme didattiche
Tipo Forma Didattica Ore di attività svolte in aula
(hh:mm)
Ore di studio autonome
(hh:mm)
Lezione
39:00
58:30
Esercitazione
21:00
31:30
Laboratorio Informatico
0:00
0:00
Laboratorio Sperimentale
0:00
0:00
Laboratorio Di Progetto
0:00
0:00
Totale 60:00 90:00

Informazioni in lingua inglese a supporto dell'internazionalizzazione
Insegnamento erogato in lingua Italiano
Disponibilità di materiale didattico/slides in lingua inglese
Disponibilità di libri di testo/bibliografia in lingua inglese
Possibilità di sostenere l'esame in lingua inglese
Disponibilità di supporto didattico in lingua inglese

Note Docente
schedaincarico v. 1.6.5 / 1.6.5
Area Servizi ICT
11/08/2020