logo-polimi
Loading...
Risorse bibliografiche
Risorsa bibliografica obbligatoria
Risorsa bibliografica facoltativa
Scheda Riassuntiva
Anno Accademico 2019/2020
Scuola Scuola di Ingegneria Industriale e dell'Informazione
Insegnamento 099322 - SEGNALI PER LE COMUNICAZIONI
Docente Prati Claudio Maria
Cfu 10.00 Tipo insegnamento Monodisciplinare

Corso di Studi Codice Piano di Studio preventivamente approvato Da (compreso) A (escluso) Insegnamento
Ing Ind - Inf (1 liv.)(ord. 270) - MI (356) INGEGNERIA DELLE TELECOMUNICAZIONI*AZZZZ085782 - SEGNALI PER LE TELECOMUNICAZIONI
Ing Ind - Inf (1 liv.)(ord. 270) - MI (358) INGEGNERIA INFORMATICA*AZZZZ085782 - SEGNALI PER LE TELECOMUNICAZIONI
I1AAZZZZ099322 - SEGNALI PER LE COMUNICAZIONI
I1TAZZZZ099322 - SEGNALI PER LE COMUNICAZIONI
I3CAZZZZ099322 - SEGNALI PER LE COMUNICAZIONI
I3IAZZZZ099322 - SEGNALI PER LE COMUNICAZIONI
IC3AZZZZ099322 - SEGNALI PER LE COMUNICAZIONI
II3AZZZZ099322 - SEGNALI PER LE COMUNICAZIONI
IT1AZZZZ099322 - SEGNALI PER LE COMUNICAZIONI
Ing Ind - Inf (Mag.)(ord. 270) - MI (481) COMPUTER SCIENCE AND ENGINEERING - INGEGNERIA INFORMATICA*AZZZZ099322 - SEGNALI PER LE COMUNICAZIONI
085782 - SEGNALI PER LE TELECOMUNICAZIONI

Obiettivi dell'insegnamento

Presentare allo studente i concetti e gli strumenti di base per comprendere i fondamenti dei segnali utilizzati nei vari settori delle telecomunicazioni. Fornire gli strumenti adatti sia all'analisi che all'elaborazione dei segnali analogici e numerici. Si fornisce  quindi allo studente la conoscenza delle tecniche di analisi dei segnali continui e discreti, deterministici e casuali sia nel dominio del tempo che in quello della frequenza per arrivare sino alla teoria dell'informazione. 


Risultati di apprendimento attesi

Conoscenza e comprensione: conoscere le differenti tecniche per analizzare ed elaborare segnali tempo continui e tempo discreti, deterministici e casuali, sia nel tempo che nella frequenza. Comprendere le basi matematiche e fisiche sulle quali si fondala la derivazione delle tecniche di analisi ed elaborazione dei segnali. 

Capacità di applicare conoscenza e comprensione: rappresentare un segnale nel dominio della frequenza partendo dal tempo e viceversa. Selezionare la tecnica più adatta per analizzare, elaborare ed estrarre l'informazione richiesta da un segnale.

Capacità di apprendimento: Essere in grado di utilizzare le conoscenze e competenze apprese per formalizzare e risolvere problemi complessi.


Argomenti trattati

Segnali continui e discreti: lo scalino e l'impulso, esponenziali complessi, operazioni elementari sui segnali.

Sistemi Lineari Tempo-Invarianti continui e discreti: risposta all'impulso, convoluzione.

Rappresentazione dei segnali nel dominio della frequenza: trasformata di Fourier dei segnali tempo-continui, trasformata di Fourier di sequenze, serie di Fourier.

Dal tempo-continuo a quello discreto: il teorema del campionamento, energia e potenza di segnali campionati, conversione in banda-base tramite campionamento, campionamento in frequenza.

La trasformata discreta di Fourier (DFT): circolarita' nel tempo e in frequenza, proprieta', applicazioni pratiche.

Processi casuali continui e discreti: richiami su teoria della probabilità, variabili casuali, densità di probabilità e funzione di distribuzione. autocorrelazione, autocovarianza, coefficiente di correlazione e predicibilita', processi stazionari e processi ergodici. Densita' spettrale di potenza, processi attraverso sistemi LTI.

Codifica di sorgente: quantizzazione, codifica binaria, codifica di Hufman, misura dell'Informazione, sorgenti con e senza memoria, codifica con e senza perdita.


       

Attività di esercitazione e laboratorio informatico

Svolgimento di esercizi numerici alla lavagna con il coinvolgimento degli studenti. Svolgimento di esperimenti di analisi ed elaborazione dei segnali utilizzando il software Matlab.


Prerequisiti

Le conoscenze richieste sono principalmente quelle fornite dai corsi di base di calcolo matematico. Le basi di probabilità, sebbene consigliate, non sono obbligatorie in quanto richiamate nell'ambito dell'insegnamento.


Modalità di valutazione

La valutazione prevede una prova scritta su tutti gli argomenti dell'insegnamento. La prova scritta è strutturata nella forma di alcuni esercizi in cui viene richiesto allo studente

1 - di identificare la tecnica più adatta per risolvere il problema dato;

2 - di risolvere problemi numerici;

3 - di rispondere a domande di carattere teorico.

L'attività di laboratorio informatico non contribuisce alla valutazione dell'esame.

Non sono previste prove intermedie.


Bibliografia
Risorsa bibliografica obbligatoriaC. Prati, Segnali e sistemi per le telecomunicazioni, Editore: McGraw-Hill, Anno edizione: 2010, ISBN: 978-88-386-6383-3

Forme didattiche
Tipo Forma Didattica Ore di attività svolte in aula
(hh:mm)
Ore di studio autonome
(hh:mm)
Lezione
60:00
90:00
Esercitazione
30:00
45:00
Laboratorio Informatico
10:00
15:00
Laboratorio Sperimentale
0:00
0:00
Laboratorio Di Progetto
0:00
0:00
Totale 100:00 150:00

Informazioni in lingua inglese a supporto dell'internazionalizzazione
Insegnamento erogato in lingua Italiano
schedaincarico v. 1.6.1 / 1.6.1
Area Servizi ICT
04/04/2020