logo-polimi
Loading...
Risorse bibliografiche
Risorsa bibliografica obbligatoria
Risorsa bibliografica facoltativa
Scheda Riassuntiva
Anno Accademico 2019/2020
Scuola Scuola di Ingegneria Industriale e dell'Informazione
Insegnamento 088694 - IMPIANTI INDUSTRIALI E GESTIONE DELLA PRODUZIONE
Docente Pozzetti Alessandro
Cfu 9.00 Tipo insegnamento Monodisciplinare

Corso di Studi Codice Piano di Studio preventivamente approvato Da (compreso) A (escluso) Insegnamento
Ing Ind - Inf (1 liv.)(ord. 270) - MI (355) INGEGNERIA DELL'AUTOMAZIONE*AZZZZ088694 - IMPIANTI INDUSTRIALI E GESTIONE DELLA PRODUZIONE

Obiettivi dell'insegnamento

L'insegnamento ha l'obiettivo di fornire agli studenti una conoscenza di base delle problematiche, dei criteri e dei metodi di progettazione e gestione dei sistemi di produzione industriale, con riferimento ai diversi contesti produttivi, alle prestazioni richieste (flessibilità, produttività, servizio al cliente) e alle implicazioni in termini di costi da sostenere.


Risultati di apprendimento attesi

L'insegnamento contribuisce allo sviluppo della capacità di:

  • conoscere e comprendere la terminologia, le variabili di contesto, le problematiche, le decisioni tipiche, i principi ingegneristici, i criteri e le metodologie per la progettazione e gestione dei sistemi produttivi;
  • applicare le conoscenze acquisite per l'analisi e la risoluzione di problemi di progettazione e gestione dei sistemi produttivi, valutando contestualmente e quantitativamente, per quanto possibile, gli aspetti tecnici, economici e gestionali delle possibili soluzioni;
  • apprendere, lavorando autonomamente in piccoli gruppi con l'assistenza di un tutor, come riapplicare le conoscenze acquisite a contesti produttivi più articolati e complessi rispetto agli esempi utilizzati nelle lezioni e nelle esercitazioni per la spiegazione dei concetti e delle metodologie risolutive.

Argomenti trattati
  • I metodi di rappresentazione dei sistemi produttivi.
  • Le linee di classificazione dei sistemi produttivi; il modello di Wortmann.
  • L'analisi e la valutazione dei costi nella progettazione e gestione dei sistemi produttivi: costi reali e costi figurativi; costi rilevanti per le decisioni; modalità di calcolo dei principali costi.
  • La configurazione a reparti (job shop, assembly shop): caratteristiche generali; esempi; vantaggi e svantaggi; determinazione e valutazione tecnico-economica delle risorse necessarie (macchine, operatori).
  • La configurazione a celle: caratteristiche generali; esempi; vantaggi e svantaggi; group technology e metodi per la formazione delle celle; determinazione e valutazione tecnico-economica delle risorse necessarie (macchine, operatori).
  • La configurazione in linea: caratteristiche generali; esempi; vantaggi e svantaggi; obiettivi, vincoli e metodi per il bilanciamento di una linea; determinazione e valutazione tecnico-economica delle risorse necessarie (macchine, operatori).
  • La configurazione a posti fissi: caratteristiche generali; esempi; vantaggi e svantaggi; determinazione e valutazione tecnico-economica del numero di postazioni di lavoro.
  • Gli impianti di processo: caratteristiche generali e specificità degli impianti di processo; esempi; dimensionamento e valutazione tecnico-economica di un impianto di processo a flusso continuo; dimensionamento e valutazione tecnico-economica di un impianto di processo a flusso discontinuo.
  • Le prestazioni dei sistemi produttivi: obiettivi e requisiti di un sistema di valutazione delle prestazioni; definizione di produttività totale di un impianto industriale e di produttività dei singoli fattori (manodopera, macchine, materiali); disaggregazione della produttività nei suoi elementi costitutivi: utilizzazione e rendimento; calcolo della produttività; OEE (Overall Equipment Effectiveness); definizione di flessibilità; dimensioni della flessibilità (flessibilità di mix, di volume, di piano, di prodotto); definizione e calcolo dell'affidabilità, del tasso di guasto e della disponibilità delle macchine e dei sistemi produttivi.
  • La gestione delle scorte: obiettivi, input e output del processo di pianificazione delle scorte; tipologie e funzioni delle scorte nei sistemi produttivi e logistici; classificazione dei modelli di gestione delle scorte; modello lotto economico – punto di riordino; modello a intervallo fisso di riordino; dimensionamento delle scorte di sicurezza.
  • Il processo di pianificazione della produzione: l'approccio gerarchico; le fasi; cenni alla pianificazione di lungo periodo.
  • La programmazione aggregata della produzione: obiettivi, vincoli, leve decisionali; esempi di modelli per la programmazione aggregata della produzione.
  • L'elaborazione del piano principale di produzione: obiettivi, vincoli, leve decisionali; le modalità di elaborazione del piano principale di produzione; il calcolo di PAB (Projected Available Balance) e ATP (Available To Promise); la verifica della capacità produttiva (Rough Cut Capacity Planning).
  • La pianificazione dei fabbisogni: obiettivi, vincoli, leve decisionali; confronto tra gestione push e gestione pull; la procedura MRP (Material Requirements Planning); le criticità nell'applicazione dei sistemi MRP; la gestione della capacità produttiva (CRP – Capacity Requirements Planning).
  • La programmazione operativa: obiettivi, vincoli, leve decisionali; criteri di elaborazione del programma operativo di produzione.
  • Il controllo avanzamento della produzione: funzioni e informazioni raccolte.

Prerequisiti

Sono richieste conoscenze di base di analisi matematica, economia e organizzazione aziendale, calcolo delle probabilità e statistica.


Modalità di valutazione

L'esame consiste in una prova scritta sui contenuti delle lezioni e delle esercitazioni. In particolare, la prova d'esame comprende tre domande a risposta aperta sul programma svolto durante le lezioni e un esercizio numerico che richiede l'applicazione delle conoscenze acquisite durante le lezioni e le esercitazioni.

Complessivamente, in sede di esame lo studente deve dimostrare:

  • di conoscere e di aver compreso la terminologia, i concetti, le problematiche, i criteri e le metodologie;
  • di saperli esporre con competenza e chiarezza, evidenziando eventuali specificità, ipotesi, vantaggi, svantaggi, campo di applicazione, criticità di impiego;
  • di essere in grado di applicare le conoscenze acquisite nella risoluzione quantitativa di un problema di progettazione e/o gestione di un sistema di produzione industriale.

 


Bibliografia
Risorsa bibliografica facoltativaAlberto Portioli Staudacher, Alessandro Pozzetti, Progettazione dei sistemi produttivi, Editore: Hoepli, ISBN: 8820331985
Risorsa bibliografica facoltativaArmando Brandolese, Alessandro Pozzetti, Andrea Sianesi, Gestione della produzione industriale : principi, metodologie, applicazioni e misure di prestazione, Editore: Hoepli, ISBN: 8820319020
Risorsa bibliografica facoltativaMarco Garetti, Design and Management of Production Systems: tutorials and case studies, Editore: FrancoAngeli, ISBN: 978-88-568-3450-5

Forme didattiche
Tipo Forma Didattica Ore di attività svolte in aula
(hh:mm)
Ore di studio autonome
(hh:mm)
Lezione
58:30
87:45
Esercitazione
31:30
47:15
Laboratorio Informatico
0:00
0:00
Laboratorio Sperimentale
0:00
0:00
Laboratorio Di Progetto
0:00
0:00
Totale 90:00 135:00

Informazioni in lingua inglese a supporto dell'internazionalizzazione
Insegnamento erogato in lingua Italiano
schedaincarico v. 1.6.5 / 1.6.5
Area Servizi ICT
25/11/2020