logo-polimi
Loading...
Risorse bibliografiche
Risorsa bibliografica obbligatoria
Risorsa bibliografica facoltativa
Scheda Riassuntiva
Anno Accademico 2019/2020
Scuola Scuola del Design
Insegnamento 099412 - LABORATORIO DI DESIGN DEL PRODOTTO INDUSTRIALE
Docente Boni Roberto Domenico , Crea Nicola
Cfu 12.00 Tipo insegnamento Laboratorio

Corso di Studi Codice Piano di Studio preventivamente approvato Da (compreso) A (escluso) Nome Sezione Insegnamento
Des (1 liv.)(ord. 270) - BV (1090) DESIGN DEL PRODOTTO INDUSTRIALEP2AZZZZA099412 - LABORATORIO DI DESIGN DEL PRODOTTO INDUSTRIALE

Obiettivi dell'insegnamento

Il Laboratorio si propone di introdurre gli allievi del secondo anno alle problematiche nodali del design di prodotto, attraverso alcune esercitazioni brevi sui temi della gestione della forma e dell'individuazione dell'utente e una esercitazione progettuale completa su un prodotto industriale di media complessità.


Risultati di apprendimento attesi

Lo studente:
- conosce e comprende le ragioni della forma, le necessità dell’utenza, specifiche tecniche a supporto della progettazione;
- sa operare su progetti di media complessità trovando soluzioni a problemi progettuali; - conosce e sa applicare metodologie di sviluppo prodotto relative agli artefatti a media-bassa complessità;
- in autonomia e in gruppo opera e comunica le scelte effettuate per visualizzare le idee e comunicare il progetto, sviluppando attitudini alla negoziazione, al teambuilding, all'assunzione di leadership e alla gestione del conflitto


Argomenti trattati

Il laboratorio ha la finalità di sviluppare negli studenti le competenze per gestire a 360° un processo progettuale di prodotto all’interno del contesto contemporaneo della cultura materiale contemporanea attraverso interazioni significative e valori sociali e culturali che vanno oltre la dimensione oggettuale (grazie -ma non solo- all’uso delle tecnologie).

Verrà stimolata una forte impronta di critical practice per usare in modo critico e consapevole l’immaginario (anche) tecnico-tecnologico come stimolo alla analisi della complessità sistemica dei prodotti, intesa come la risultante di vincoli tecnologici, materiali, funzioni, prestazioni ma anche significati, valori, identità, espressività, comportamenti, relazioni e soprattiutto all’innovazione di archetipi, significati e comportamenti socialmente e culturalmente condivisibili.


In particolare l'ambito scelto è il tableware, analizzato e riprogettato attraverso il concetto di "discomfort" per mettere in discussione l'idea stessa e i preconcetti su comfort e discomfort nel progetto della forma, funzione e uso degli oggetti da tavola. Il progetto finale includerà, nello scenario di riferimento, elementi hard (tecnologie, materiali, sistemi di produzione, prestazioni, elementi configurativo-formali, architettura di prodotto) e soft (elementi strategico- comunicativi, simbolici…). L’innovazione della soluzione verrà valutata come la capacità non solo di collocare il prodotto in un adeguato contesto culturale e d’uso ma anche nel saper prefigurare e configurare nuovi contesti culturali e nello sviluppare tutte le caratteristiche tecniche, estetiche, funzionali e prestazionali dei concept progettati.


Particolare attenzione verrà rivolta alla natura processuale del design trasferendo agli studenti una pluralità sia di possibili approcci di design contemporaneo che di strumenti e metodi di progetto attraverso un processo sviluppato in tre fasi (analisi-concept-sviluppo): da quelli più tradizionali quali il problem solving o la ricerca etnografica dello human centred design, a quello più critico e curatoriale di un designer sperimentatore e auto-produttore; o quello visionario della design fiction…


Parallelamente al processo e al prodotto verrà prestata particolare attenzione alla capacità di comunicazione e narrazione del progetto attraverso strumenti quali disegni tecnici, tavole ed elaborati grafici, modelli e prototipi fisici e digitali, per i quali verranno svolte specifiche lezioni ed esercitazioni.

Indicazioni bibliografiche verranno fornite in aula dalla docenza durante tutto il corso.


Prerequisiti

Per accedere alla frequenza del Laboratorio di 2° anno è richiesto il superamento di tutti  i Laboratori di 1° anno.


Modalità di valutazione

Il positivo superamento delle esercitazioni e il corretto svolgimento del progetto finale determinano il voto del laboratorio.


Bibliografia

Forme didattiche
Tipo Forma Didattica Ore di attività svolte in aula
(hh:mm)
Ore di studio autonome
(hh:mm)
Lezione
80:00
120:00
Esercitazione
20:00
30:00
Laboratorio Informatico
0:00
0:00
Laboratorio Sperimentale
6:00
9:00
Laboratorio Di Progetto
14:00
21:00
Totale 120:00 180:00

Informazioni in lingua inglese a supporto dell'internazionalizzazione
Insegnamento erogato in lingua Italiano
Disponibilità di libri di testo/bibliografia in lingua inglese

Note Docente
schedaincarico v. 1.6.1 / 1.6.1
Area Servizi ICT
28/02/2020