logo-polimi
Loading...
Risorse bibliografiche
Risorsa bibliografica obbligatoria
Risorsa bibliografica facoltativa
Scheda Riassuntiva
Anno Accademico 2019/2020
Scuola Scuola del Design
Insegnamento 097373 - LABORATORIO DI ELEMENTI VISIVI DEL PROGETTO
Docente Maini Massimiliano , Pozzi Piero Francesco , Telli Francesca
Cfu 12.00 Tipo insegnamento Laboratorio

Corso di Studi Codice Piano di Studio preventivamente approvato Da (compreso) A (escluso) Nome Sezione Insegnamento
Des (1 liv.)(ord. 270) - BV (1087) DESIGN DEGLI INTERNII4AZZZZA097373 - LABORATORIO DI ELEMENTI VISIVI DEL PROGETTO

Obiettivi dell'insegnamento

Il laboratorio introduce e sviluppa in modo approfondito l'uso dei linguaggi visivi e dei relativi strumenti e tecniche finalizzati alla rappresentazione del progetto, attraverso lo sviluppo e l'interpretazione dei meccanismi percettivi e dei sistemi cromatici.
Obiettivo di questo nucleo formativo disciplinare è quello di integrare le abilità di comunicazione del progetto con la capacità di tradurre sul piano visivo elementi di analisi e di sintesi progettuale.


Risultati di apprendimento attesi

Lo studente:
- conosce e comprende i linguaggi visivi del progetto;
- applica strumenti e tecniche finalizzati alla rappresentazione morfologica, materica e funzionale del progetto;
- in autonomia e in gruppo sviluppa ed interpreta meccanismi percettivi e sistemi cromatici, condividendo e comunicando le scelte progettuali effettuate, sviluppando attitudini alla negoziazione, al teambuilding, all'assunzione di leadership e alla gestione del conflitto.


Argomenti trattati

Cultura Visiva per il Design

Il Laboratorio di Elementi Visivi del Progetto è un percorso teorico/progettuale di avvicinamento al Design di Interni.

L’obiettivo principale del corso è di riuscire a gestire le diverse componenti che intervengono in un progetto d’interni per tradurre adeguatamente la propria idea di spazio. In particolare gli studenti saranno invitati a:

- vedere/leggere lo spazio.

Acquisire consapevolezza dei caratteri di uno spazio interno, comprendere le dinamiche percettive di un ambiente, intuire il senso che il progettista vuole dare all’ambiente.

- comunicare/scrivere lo spazio.

Acquisire strumenti per la comunicazione del progetto, sperimentare strumenti e metodi di scrittura/rappresentazione di un progetto di interni.

 - interpretare/immaginare lo spazio.

Sviluppare e sostenere un pensiero critico/interpretativo rispetto al progetto sperimentando un approccio progettuale come momento conclusivo del percorso didattico.

Per arrivare alla fase progettuale gli studenti saranno accompagnati ad affrontare un percorso didattico in cui alle lezioni teoriche si affiancherà una serie di brevi esercitazioni pratiche condotte individualmente o in piccoli gruppi. I temi affrontati riguarderanno le caratteristiche percettive, formali e funzionali dello spazio (forma, luce, colore, clima, odore, decorazione, materiali, finiture, suono), le qualità espressive e di movimento dei corpi che abitano lo spazio (i cinque sensi, coreografie d’interni) e la rappresentazione bidimensionale/tridimensionale di un interno (schizzi, diagrammi, disegno tecnico, moodboard, colorboard, modelli…). L’attività di analisi e restituzione si avvarrà del supporto del Lab. di Allestimento e Lab. Immagine. 

Il laboratorio si concluderà con un’esposizione finale in cui verranno restituite e messe a confronto le differenti attitudini alla ricerca dei Laboratori di tutte le sezioni del Corso di studi di Interni.

Eventuali integrazioni bibliografiche saranno comunicate durante il corso.

 

Elementi Visivi per il Progetto

Il modulo si propone di fornire le basi per comprendere e produrre artefatti con intento comunicativo, pensati in modo particolare quali strumenti esplicativi del progetto d’interni (dalle prime fasi ideative al prodotto-progetto). Saranno presentati e commentati esempi significativi: una casistica di buone pratiche da cui attingere per sperimentare con formati, stili di rappresentazione e linguaggi, nonché sintassi comunicative.

Parte integrante del corso sarà dedicata all'avvicinamento strumentale dei principali software di elaborazione dell'immagine digitale e impaginazione.

Eventuali integrazioni bibliografiche saranno comunicate durante il corso

 

Elementi di Percezione Visiva

Per quanto riguarda il programma di "Produzione dell'immagine per il D.I." verranno trattati: principi di tecnica fotografica delle fotocamere, i formati nel digitale, dai sensori alle tipologie di files; gli obiettivi, dai grandangoli ai tele con riferimento alla profondità di campo; nozioni di illuminazione con luce naturale e artificiale, diretta e indiretta, i gradi K° e il bilanciamento del bianco con cenni alle nozioni base di Photoshop.

Verranno svolte esercitazioni di ripresa di oggetti elementari e modelli.
Inoltre si procederà all’analisi del linguaggio fotografico e delle sue utilizzazioni nei diversi generi con riferimenti agli autori più significativi delle diverse correnti espressive della storia della fotografia.

 

 


Prerequisiti

Non sono richiesti pre-requisiti per la frequenza dell'insegnamento.


Modalità di valutazione

Il corso prevede la frequenza obbligatoria.
Durante il semestre sono previste prove in itinere, la cui media concorrerà a determinare la valutazione conclusiva in fase di consuntivazione.


Bibliografia
Risorsa bibliografica obbligatoriaAndrea Branzi, Introduzione al design italiano - una modernità incompleta, Editore: Baldini Castoldi Dalai, Anno edizione: 2008
Risorsa bibliografica obbligatoriaRudolf Arnheim, Arte e percezione visiva, Editore: Feltrinelli, Anno edizione: 1996
Risorsa bibliografica obbligatoriaJosef Albers, Interazione del colore, Editore: Il Saggiatore, Anno edizione: 2009
Risorsa bibliografica obbligatoriaJorrit Tornquist, Colore e luce - teoria e pratica, Editore: Ikon, Anno edizione: 2005
Risorsa bibliografica obbligatoriaBruno Munari, Design e comunicazione visiva, Editore: Laterza, Anno edizione: 1991
Risorsa bibliografica obbligatoriaUgo Mulas, La fotografia, Editore: Einaudi, Anno edizione: 2007
Risorsa bibliografica obbligatoriaGiulio Bizzarri, Paolo Barbaro, Luigi Ghirri - Lezioni di fotografia, Editore: Quodlibet Compagnia Extra, Anno edizione: 2010
Risorsa bibliografica obbligatoriaMichael Langford, Nuovo trattato di fotografia avanzato, Editore: Il Castello, Anno edizione: 2011

Forme didattiche
Tipo Forma Didattica Ore di attività svolte in aula
(hh:mm)
Ore di studio autonome
(hh:mm)
Lezione
80:00
120:00
Esercitazione
20:00
30:00
Laboratorio Informatico
0:00
0:00
Laboratorio Sperimentale
6:00
9:00
Laboratorio Di Progetto
14:00
21:00
Totale 120:00 180:00

Informazioni in lingua inglese a supporto dell'internazionalizzazione
Insegnamento erogato in lingua Italiano

Note Docente
schedaincarico v. 1.6.1 / 1.6.1
Area Servizi ICT
20/01/2020