logo-polimi
Loading...
Risorse bibliografiche
Risorsa bibliografica obbligatoria
Risorsa bibliografica facoltativa
Scheda Riassuntiva
Anno Accademico 2019/2020
Scuola Scuola di Architettura Urbanistica Ingegneria delle Costruzioni
Insegnamento 051610 - LABORATORIO DI PROGETTAZIONE ARCHITETTONICA
Docente Ferrari Massimo , Galloni Giuseppe , Tinazzi Claudia
Cfu 14.00 Tipo insegnamento Laboratorio

Corso di Studi Codice Piano di Studio preventivamente approvato Da (compreso) A (escluso) Nome Sezione Insegnamento
Arc - Urb - Cost (Mag.)(ord. 270) - MI (1217) ARCHITETTURA E DISEGNO URBANO - ARCHITECTURE AND URBAN DESIGNADUAZZZZD051610 - LABORATORIO DI PROGETTAZIONE ARCHITETTONICA

Obiettivi dell'insegnamento

Il Laboratorio propone agli allievi un’esperienza complessa, nella quale convergono operativamente le diverse componenti del progetto di architettura: da quelle contestuali, alle quelle tipologiche e funzionali, a quelle costruttive, espressive e formali. Al centro è la dimensione conoscitiva dell’impegno progettuale nel rapporto con la realtà. A tale scopo gli allievi sono guidati: in primo luogo a conoscere e interpretare il contesto di applicazione del progetto, orientarsi nel dibattito intorno alle alternative di intervento tese a governare le trasformazioni insediative in atto, stabilire specifiche correlazioni fra architettura e struttura insediativa; in secondo luogo a compiere una ricerca sperimentale intorno a tipologie e figure, correlando fra loro composizione architettonica, progettazione architettonica e caratteristiche tecniche dei manufatti. 

L’insegnamento ha come obbiettivo il progetto di un organismo architettonico sviluppato alle diverse scale, dal disegno alla scala urbana fino a quello di dettaglio, controllandone il processo di definizione formale in rapporto alle tecniche e ai materiali adottati, e al programma funzionale.

Nell’ambito del progetto, viene affrontata la concezione del sistema strutturale in presenza di azioni sismiche, che acquisisce particolare interesse in quanto richiede di individuare un efficace sistema di controvento e di organizzare, in generale, un sistema resistente tridimensionale, con caratteristiche di regolarità in pianta e in elevazione.


Risultati di apprendimento attesi

Lo studente:

- conosce e comprende le tecniche e gli strumenti del progetto di architettura;

- conosce e comprende i principi dell’ingegneria strutturale sismica;

- è in grado di compiere un’impostazione critica a tutte le scale necessarie di un progetto di architettura con gradi avanzati di specializzazione e approfondimento;

- è in grado di compiere un’analisi critica dei luoghi e dei contesti nello stretto rapporto fra edificio e città, storia e gusto, tecnica e funzione dell’architettura;

- è in grado di elaborare soluzioni progettuali coerenti con il luogo e il contesto, anche in ambiti urbani complessi;

- è in grado di applicare i principi dell’ingegneria strutturale sismica nel progetto di architettura.


Argomenti trattati

Obbiettivi generali

Argomento centrale del corso è la definizione del progetto d’architettura come sintesi di un percorso di conoscenza, interpretazione e rappresentazione della realtà.

La consapevolezza della necessità di una teoria, di una visione generale che possa essere condivisa, di un metodo trasmissibile, di una prassi di analisi e di studio, di una verifica dell’adeguatezza dei risultati, guida il percorso progettuale attraverso continui approfondimenti, confronti con modelli conosciuti e possibilità di nuove interpretazioni attraverso il progetto.

Il confronto e la verifica sono i due termini entro i quali il progetto procede nella sua definizione, in un processo che trae ragioni dalla conoscenza del tema che affronta e che ne spinge l’interpretazione verso nuovi caratteri di condivisione e adeguatezza.

Lo studio degli esempi, la loro conoscenza, evidenzia le relazioni e il rapporto complesso nella storia con il tema, con la tipologia, con la costruzione, nella definizione di un valore che sempre determina la qualità del caso di studio. La critica come strumento della verifica guida ogni scelta, nella costante precisazione degli obiettivi e nella ricerca di una significante corrispondenza tra l’idea e la sua rappresentazione.

 

Contenuti dell’insegnamento

Tema del laboratorio è il progetto per l’ampliamento di un edificio museale esistente.

A partire da alcuni esempi concreti, individuati tra le più interessanti realtà museali italiane che necessitano di una effettiva esigenza di nuovi spazi, il laboratorio intende discutere sulla possibilità di dialogo, attraverso il progetto, tra un nuovo edificio e un’architettura preesistente, a prescindere dalla sua datazione originaria, per la definizione di un nuovo unicum; una nuova composizione che, nella libertà delle scelte contemporanee, sia capace di conoscere e interpretare il progetto precedente.L’addizione diventa pretesto per la conoscenza della fabbrica originale, il riconoscimento del suo valore, la possibilità di completare in una successione coerente un progetto che trova la sua completezza nell’adeguatezza a epoche differenti.

Il tema propone nella sua complessità, comunque adeguata ad un laboratorio di laurea magistrale, di affrontare con consequenzialità scelte consapevoli rispetto all’impianto urbano, alla composizione delle parti, al sistema costruttivo, fino alle qualità spaziali e di allestimento museale. Lo studente sarà quindi chiamato, in relazione all'integrazione di STRUTTURE E CRITERI DI PROGETTAZIONE ANTISISMICA a confrontarsi con le diverse discipline che concorrono alla definizione del tema in un’auspicata multidisciplinarietà capace di legare gli aspetti tecnico costruttivi con quelli delle arti figurative.

In stretta relazione con l’integrazione di PROGETTAZIONE ARCHITETTONICA verranno individuati alcuni casi studio tra le architetture del novecento, italiane e straniere, per il loro carattere emblematico capaci di essere modello e guida al progetto. Particolare attenzione durante l’anno verrà data alla lettura di libri, organizzati secondo una bibliografia ragionata, disciplinare e non, che diventerà patrimonio comune del laboratorio e che permetterà il confronto consapevole durante i seminari di approfondimento dei diversi temi trattati.

Le attività di analisi, critica e progetto definiscono il lavoro principale all’interno del laboratorio per il quale è richiesta la frequenza costante e obbligatoria. L'attività del laboratorio si svolge in aula durante una giornata e mezza con cadenza settimanale, ed è articolata in lezioni teoriche, discussioni collettive ed esercitazioni con revisioni collettive periodiche del progetto. Le lezioni sono impostate ad inquadrare gli aspetti disciplinari dell'architettura, approfondendo il tema proposto e ricercando relazioni con le altre discipline


Prerequisiti
 

Modalità di valutazione

La valutazione finale consiste nell’esame singolare rivolto alla verifica della consapevolezza rispetto ai temi proposti all’interno del laboratorio e alla discussione collettiva del progetto elaborato durante l'anno. Sarà ulteriore oggetto di valutazione lo studio e la comprensione della bibliografia proposta.


Bibliografia
Risorsa bibliografica obbligatoriaErnesto N. Rogers, Esperienza dell'architettura, Editore: Skira, Anno edizione: 1997
Note:

prima edizione 1958

Risorsa bibliografica obbligatoriaAldo Rossi, Scritti scelti sull'architettura e la citta' 1956-1972, Editore: Quodlibet Abitare, Anno edizione: 2012
Note:

prima edizione 1975 a cura di Rosaldo Bonicalzi

Risorsa bibliografica obbligatoriaAldo Rossi, Autobiografia scientifica, Editore: Il Saggiatore, Anno edizione: 2011
Note:

prima edizione Pratiche Editrice 1990

Risorsa bibliografica obbligatoriaGiovanni Pinna, Lanfranco Binni, Musei, Editore: Garzanti, Anno edizione: 1980
Risorsa bibliografica obbligatoriaSergio Polano, Mostrare. L'allestimento in Italia dagli anni Venti agli anni Ottanta, Editore: Lybra immagine, Anno edizione: 2000
Risorsa bibliografica obbligatoriaEzio Bonfanti, Marco Porta, Citta' museo e architettura: Il gruppo BBPR nella cultura architettonica italiana 1932-1970, Editore: Hoepli, Anno edizione: 2009
Risorsa bibliografica obbligatoriaMassimo Ferrari, Per un'idea di museo. 15 progetti di laurea per Milano e Siracusa, Editore: Mup Editore, Anno edizione: 2014

Forme didattiche
Tipo Forma Didattica Ore di attività svolte in aula
(hh:mm)
Ore di studio autonome
(hh:mm)
Lezione
50:00
54:10
Esercitazione
34:00
36:50
Laboratorio Informatico
0:00
0:00
Laboratorio Sperimentale
0:00
0:00
Laboratorio Di Progetto
84:00
91:00
Totale 168:00 182:00

Informazioni in lingua inglese a supporto dell'internazionalizzazione
Insegnamento erogato in lingua Italiano
Disponibilità di libri di testo/bibliografia in lingua inglese
Possibilità di sostenere l'esame in lingua inglese

Note Docente
schedaincarico v. 1.6.5 / 1.6.5
Area Servizi ICT
25/02/2021