logo-polimi
Loading...
Risorse bibliografiche
Risorsa bibliografica obbligatoria
Risorsa bibliografica facoltativa
Scheda Riassuntiva
Anno Accademico 2019/2020
Scuola Scuola di Architettura Urbanistica Ingegneria delle Costruzioni
Insegnamento 051545 - LABORATORIO DI PROGETTAZIONE ARCHITETTONICA
Docente Antonelli Stefano , Bottelli Alice , Caputo Paolo
Cfu 16.00 Tipo insegnamento Laboratorio

Corso di Studi Codice Piano di Studio preventivamente approvato Da (compreso) A (escluso) Nome Sezione Insegnamento
Arc - Urb - Cost (Mag.)(ord. 270) - MI (1195) ARCHITETTURA - AMBIENTE COSTRUITO - INTERNI - ARCHITECTURE - BUILT ENVIRONMENT - INTERIORSAC1AZZZZD051545 - LABORATORIO DI PROGETTAZIONE ARCHITETTONICA
AC2AZZZZD051545 - LABORATORIO DI PROGETTAZIONE ARCHITETTONICA

Obiettivi dell'insegnamento

All'interno dell'insegnamento si applicano metodologie avanzate per la descrizione e per l'interpretazione dei contesti fisici e dei prodotti - pratici e teorici - della cultura architettonica contemporanea, con l'obiettivo di sperimentare la trasformazione dell'ambiente costruito attraverso il progetto di architettura. I laboratori si basano sull'integrazione delle competenze specifiche, in materia di composizione architettonica, con altre provenienti dal settore degli studi urbani. In questo modo, si delineano i paradigmi adeguati a conoscere e comprendere, in prospettiva storica e alle diverse scale, lo spazio abitato nelle sue molteplici configurazioni: morfologiche e tipologiche, ecologiche e ambientali, economiche e sociali, antropologiche e culturali. Nei laboratori, le conoscenze integrate consentono di modulare le scelte operate dal progetto di architettura in rapporto alla complessità dei contesti urbani e territoriali in cui si applica. In questo quadro, le tecniche, gli strumenti e i metodi acquisiti nel campo della progettazione architettonica e urbana sono utilizzati per indagare rapporti complessi come quelli che si stabiliscono tra spazi aperti, spazi costruiti e di relazione, infrastrutture e paesaggio, patrimonio culturale e aree neglette o vulnerabili, strutture permanenti e temporanee, usi pubblici e destinazioni private. La finalità didattica consiste nel preparare gli studenti al compito di migliorare la qualità degli insediamenti umani, promuovendo l'uso consapevole delle risorse e misurando l'intrinseca fragilità dell'ambiente costruito.


Risultati di apprendimento attesi

Secondo i Descrittori di Dublino (DdD), il superamento dell’esame attesta l'acquisizione dei seguenti risultati:

DdD 1, conoscenza e comprensione:

- conoscenza degli elementi fondamentali della composizione architettonica e urbana e delle loto modalità di applicazione nel processo progettuale ai fini della trasformazione dei luoghi.

 

DdD 2, capacità di applicare conoscenza e comprensione:

- capacità di controllo degli aspetti compositivi del progetto e dei suoi connotati tipologici e funzionali, che regolano i rapporti qualitativi delle forme architettoniche dello spazio.

 

DdD 3 (autonomia di giudizio), 4 (abilità comunicative) e 5 (capacità di apprendimento):

- capacità di operare e di comunicare in autonomia le scelte progettuali effettuate (DdD 3, 4 e 5).

 


Argomenti trattati

Il progetto urbano e architettonico alle diverse scale. La dimensione paesaggistica nel rinnovo di vasti sistemi urbani. Il Laboratorio di progettazione, coordinato da Paolo Caputo, si avvale dei contributi delle seguenti discipline: Paolo Caputo Progettazione architettonica, Stefano Antonelli Caratteri morfologici e tipologici dell’architettura, Alice Bottelli Progettazione urbana.

Realtà complesse, densificate, molteplici, veloci, identitarie.

Spazi terzi, misurati, lenti, porosi, inclusivi.

Una duplice realtà fatta di dicotomie, capillari e macroscopiche. Il linguaggio contemporaneo e la misura delle attività umane perpetua una tensione costante tra istanze e restrizioni, tra sovraesposizione massmediologica e tutela della privacy.

Ciò che siamo, ciò che amiamo, ciò che immaginiamo.

Il laboratorio di progettazione architettonica indaga lo spazio di trasformazione dei luoghi urbani nella sua complessità. Accoglie le contraddizioni e la molteplice ricchezza delle diversificate modalità del vivere contemporaneo.

Il tema progettuale propone un provocatorio intervento tra densità, sostenibilità e utopia.

Una lettura della storia e dello sviluppo urbano, prefigurando una possibile espansione. Il tema è quello della progettazione dell’isolato urbano e della progettazione della torre.

Una ricerca volta alla sostenibilità sociale e ambientale, una attenzione indirizzata all’ottimizzazione dei sistemi costruttivi, alla valorizzazione degli elementi vegetazionali incentivando la biodiversità. Uno smart district in cui mobilità di relazioni, merci e prodotti siano in grado di descrivere con efficacia un immaginario collettivo.

Tra brulicante vitalità che reitera le relazioni al suolo e ieraticità degli elementi verticali che manifestano il loro essere iconico landmark urbano.

Il progetto dovrà manifestare tutta la ricchezza figurativa e funzionale, la flessibilità e la capacità di gestire le prossime modalità d’uso degli ambienti quotidiani e della città-paesaggio.

Il laboratorio si sviluppa in lezioni ex cathedra ed esercitazioni progettuali. Nella prima fase del laboratorio l’attività sarà svolta in gruppi di progettazione per verificare le attitudini al lavoro in team, al confronto ed alla interazione caratteristica della professione. Nella seconda fase del corso il lavoro sarà sviluppato singolarmente in modo che possano essere valorizzate le singole attitudini.

Fasi seminariali collegiali accompagneranno il passaggio alle diverse fasi di approfondimento progettuale.

 


Prerequisiti

Nessun prerequisito


Modalità di valutazione

Prova scritta: non sono previste prove scritte sulle tematiche trattate.

Esame orale: l'esame orale prevede la presentazione del progetto da parte di ciascuno studente. Possono essere previste domande di approfondimento sui temi specifici trattati.

Valutazione relazione tecnica: presentazione di una breve relazione esplicativa del progetto in fase di valutazione finale.

Valutazione elaborato di laboratorio: valutazione (di gruppo e individuale) delle attività sviluppate in sede di laboratorio progettuale. Lo stato di avanzamento del lavoro verrà valutato dal corpo docenti mediante seminari intermedi legati alle diverse fasi di sviluppo del progetto.

Presentazione orale: presentazione (di gruppo e individuale) delle attività sviluppate nell'ambito del corso di laboratorio. I seminari intermedi prevedono una presentazione degli elaborati progettuali da parte degli studenti.

Valutazione prova finale: presentazione e discussione individuale di un'attività svolta in modo autonomo dall'allievo come progetto di approfondimento di una delle tematiche sviluppate durante il lavoro di gruppo.

 


Bibliografia
Risorsa bibliografica obbligatoriaRem Koolhaas, Delirious New York: A Retroactive Manifesto for Manhattan, Editore: Oxford University Press, Anno edizione: 1978
Risorsa bibliografica facoltativaKevin Lynch, L'immagine della città, Editore: Marsilio, Anno edizione: 1964
Risorsa bibliografica facoltativaR. Burdett, D. Sudjic (a cura di), Living in the endless city, Editore: Phaidon Press, London, Anno edizione: 2011
Risorsa bibliografica facoltativaP. Caputo, Milano Santa Giulia. Dal piano alle residenze sociali, Editore: Abitare Segesta, Milano, Anno edizione: 2010
Risorsa bibliografica facoltativaRobert Venturi, Denise Scott Brown, Steven Izenour, Learning from Las Vegas, Editore: MIT Press, Anno edizione: 1972
Risorsa bibliografica facoltativaP. Caputo, L. Nava (a cura di), Deltrametropolis, Editore: Clup, Milano, Anno edizione: 2005
Risorsa bibliografica facoltativaA. Bonomi, A. Abruzzese, La città infinita, Editore: Bruno Mondadori, Milano, Anno edizione: 2004
Risorsa bibliografica facoltativaP. Caputo (a cura di), Politecnico Bovisa: progetti per l'area dei gasometri, Editore: Abitare Segesta Cataloghi, Milano, Anno edizione: 1999
Risorsa bibliografica facoltativaP. Caputo, Un progetto per La Spezia. L'area I.P. nel destino della città, Editore: Electa, Milano, Anno edizione: 1990
Risorsa bibliografica facoltativaP. Caputo (a cura di), Le architetture dello spazio pubblico. Forme del passato forme del presente, Editore: Electa, Milano, Anno edizione: 1997
Risorsa bibliografica facoltativaB. Zevi, Saper vedere l'architettura, Editore: Einaudi, Anno edizione: 2009
Risorsa bibliografica facoltativaM. Tafuri, La sfera e il labirinto. Avanguardie e architettura da Piranesi agli anni '70, Editore: Einaudi, Anno edizione: 1980
Risorsa bibliografica facoltativaM. Heiddeger, Corpo e spazio. Osservazioni su arte-scultura-spazio, Editore: Il Melangolo, Anno edizione: 2000
Risorsa bibliografica facoltativaI. Calvino, Le città invisibili, Editore: Einaudi, Anno edizione: 1972
Risorsa bibliografica facoltativaG. Debord, La società dello spettacolo, Editore: Baldini Castoldi Dalai, Milano, Anno edizione: 2013
Risorsa bibliografica facoltativaS.Settis, Architettura e democrazia, Editore: Einaudi, Anno edizione: 2017
Risorsa bibliografica facoltativaL. Mumford, Storia dell'utopia, Editore: Donzelli, Roma, Anno edizione: 2008
Risorsa bibliografica facoltativaMalcolm Eames, Tim Dixon, Miriam Hunt, Simon Lannon, Retrofitting Cities for Tomorrow's World, Editore: Wiley-Blackwell, Anno edizione: 2017

Forme didattiche
Tipo Forma Didattica Ore di attività svolte in aula
(hh:mm)
Ore di studio autonome
(hh:mm)
Lezione
58:00
62:50
Esercitazione
38:00
41:10
Laboratorio Informatico
0:00
0:00
Laboratorio Sperimentale
0:00
0:00
Laboratorio Di Progetto
96:00
104:00
Totale 192:00 208:00

Informazioni in lingua inglese a supporto dell'internazionalizzazione
Insegnamento erogato in lingua Italiano
Possibilità di sostenere l'esame in lingua inglese
Disponibilità di supporto didattico in lingua inglese

Note Docente
schedaincarico v. 1.6.5 / 1.6.5
Area Servizi ICT
11/08/2020