logo-polimi
Loading...
Risorse bibliografiche
Risorsa bibliografica obbligatoria
Risorsa bibliografica facoltativa
Scheda Riassuntiva
Anno Accademico 2019/2020
Scuola Scuola di Architettura Urbanistica Ingegneria delle Costruzioni
Insegnamento 095748 - LABORATORIO DI PROGETTAZIONE ARCHITETTONICA 1
Docente Banfi Fabrizio , Berlingieri Fabrizia , Frigerio Alessandro
Cfu 16.00 Tipo insegnamento Laboratorio

Corso di Studi Codice Piano di Studio preventivamente approvato Da (compreso) A (escluso) Nome Sezione Insegnamento
Arc - Urb - Cost (1 liv.)(ord. 270) - MI (1094) PROGETTAZIONE DELL'ARCHITETTURAMIAVECCHIERELLIZZZZA095748 - LABORATORIO DI PROGETTAZIONE ARCHITETTONICA 1

Obiettivi dell'insegnamento

La forma didattica del laboratorio si caratterizza in termini di sperimentazione degli strumenti e delle tecniche del progetto di architettura maturate nei corsi.

Il Laboratorio di progettazione architettonica 1 ha, infatti, l’obiettivo di introdurre gradualmente lo studente alla complessità del progetto mettendone a fuoco i fondamenti e le conoscenze teoriche, analitiche e strumentali, necessarie. Nel laboratorio lo studente si applica a esercizi compositivi e progettuali di base attraverso lo strumento della sua rappresentazione e della sua realizzazione attraverso la costruzione di modelli nelle scale necessarie.

Nel corso dell’anno vengono svolti differenti esercizi riguardanti inizialmente la lettura, l’interpretazione e la rappresentazione di architetture significative e, successivamente, lo sviluppo del progetto vero e proprio applicato a temi con contenuti funzionali semplici attraverso cui sia possibile affrontare anche la questione delle relazioni che il progetto necessariamente instaura con il luogo, la questione della destinazione d’uso e i temi della costruzione e della scelta dei materiali.


Risultati di apprendimento attesi

Il laboratorio garantisce allo studente l’acquisizione di capacità teoriche, analitiche e progettuali di base applicate a esercizi propedeutici e a un progetto conclusivo. La frequenza alle lezioni e lo studio della bibliografia rappresenta momento essenziale per il conseguimento di una capacità di giudizio e controllo della composizione.

I risultati attesi sono: conoscenza e comprensione degli strumenti di lettura e interpretazione dell’architettura attraverso lo studio, il ridisegno interpretativo e la costruzione di modelli; conoscenza e comprensione del ridisegno come strumento di conoscenza; conoscenza e comprensione delle regole della composizione architettonica; conoscenza e comprensione degli elementi che caratterizzano il rapporto dell’architettura con il luogo e lo spazio.


Argomenti trattati

titolo del laboratorio: Alcune forme di casa

Articolazione

Il Laboratorio, quale modello didattico collegiale, si sviluppa secondo quattro modalità di apprendimento: le lezioni a cura del corpo docente, le esercitazioni progettuali di gruppo o individuali, le attività di “active learning” e i seminari di didattica integrativa. Il lavoro di apprendimento della pratica del progetto si articola nell’arco dei due semestri attraverso l’elaborazione di quattro esercitazioni che gradualmente affrontano scale, temi e modelli dell’abitare.

I semestre:

ES01. Sull’abitare  (esercitazione individuale e di gruppo). Ricognizione fotografica e restituzione critica di esempi notevoli di interni indagando i caratteri dello spazio domestico attraverso dieci categorie. Le categorie individuate sono: (1) Struttura; (2) Sequenze; (3) Spazi di connessione; (4) Relazione interno/esterno; (5) Soglie; (6) Atmosfera; (7) Materia e Colore; (8) Tempi dell’abitare; (9) Privato e pubblico; (10) Spazi ibridi.

ES02. Architettura come Modificazione  (esercitazione di gruppo). Ridisegno di modelli abitativi premoderni di tipo misto e collettivo, con il progetto di uno spazio abitativo minimo che si inserisce nel contesto dato e ne offre una riscrittura semantica.

Lo scopo delle prime esercitazioni è quello di porre gli studenti a confronto con due importanti categorie di significato dello spazio domestico: carattere e relazione. Sempre nel primo semestre sono previsti momenti di discussione collegiale su testi di architettura considerati obbligatori e contenuti nella bibliografia, ed un ciclo di seminari di didattica integrativa sul tema Modelli e forme dell’abitare.

II semestre:

ES03. Prima e dopo i Manifesti  (esercitazione individuale). Ridisegno critico di architetture della casa realizzate e/o progettate dai maestri del Moderno, riconoscibili come esempi “minori”.

ES04. Alcune Forme di casa  (esercitazione individuale o max gruppi da 2). La seconda esercitazione verte sulla riflessione dei cambiamenti e della messa in crisi del modello della Casa Unifamiliare nella contemporaneità. Il tema è “la casa urbana” su lotto intercluso nella città di Milano. Gli studenti dovranno tentare un salto verso il futuro di questa tipologia evidenziando, con le proposte progettuali, le sue possibili trasformazioni.

A partire dal lavoro svolto nel comprendere forme e modelli dell’abitare, il secondo semestre concentra la riflessione sui metodi e gli strumenti del comporre attraverso due cicli di seminari che affrontano posizioni teoriche e pratiche progettuali contemporanee. Nel secondo semestre è prevista un’escursione progettuale e di studio dei modelli abitativi del moderno a Milano (attività di active learning) congiuntamente al sopralluogo sull’area di progetto.

Le esercitazioni sono restituite tramite schizzi a mano libera, disegni tecnici e modelli di studio. Per ogni esercitazione sarà indicata una bibliografia specifica ed attinente al lavoro.

Struttura del corso

La struttura del Laboratorio prevede l’apporto dei campi disciplinari della Composizione e Progettazione Architettonica e delle Tecniche di Rappresentazione. Tutte le discipline e i moduli di insegnamento correlati costituiscono parti fondanti del percorso formativo, contribuendo in maniera sostanziale ed unitaria all’organizzazione didattica del laboratorio stesso ed ai risultati attesi.


Prerequisiti
 

Modalità di valutazione

La valutazione degli studenti è effettuata attraverso le esercitazioni elaborate nel corso dell’anno e le attività di active learning. L’esame finale, in cui si prevede la presentazione dei progetti elaborati durante l'anno, terrà conto anche di una prova orale individuale. Il calendario delle prove e delle scadenze, le richieste di consegna, le indicazioni bibliografiche ed ogni altro materiale indispensabile per l’attività del corso verrà pubblicato sulla piattaforma “Beep”.

 

 


Bibliografia
Risorsa bibliografica obbligatoriaJames S. ACKERMAN, La Villa, Editore: Einaudi, Anno edizione: 2013
Risorsa bibliografica obbligatoriaGaston BACHELARD, La poetica dello spazio, Editore: Dedalo, Anno edizione: 2006
Risorsa bibliografica obbligatoriaAlberto Campo Baeza, Principia architectonica, Editore: Marinotti, Anno edizione: 2018
Risorsa bibliografica obbligatoriaAdriano Cornoldi, L' architettura della casa, Editore: Officina, Anno edizione: 1991
Risorsa bibliografica obbligatoriaKenneth FRAMPTON, Tettonica e architettura. Poetica della forma architettonica nel XIX e XX secolo, Editore: Skira, Anno edizione: 2002
Risorsa bibliografica obbligatoriaGiorgio GRASSI, La costruzione logica dell'architettura, Editore: Marsilio, Anno edizione: 1967
Risorsa bibliografica obbligatoriaMartin HEIDEGGER, Costruire, Abitare, Pensare, Editore: Mursia, Anno edizione: 1976
Note:

in Gianni VATTIMO (a cura di) Saggi e Discorsi

Risorsa bibliografica obbligatoriaFulvio IRACE (a cura di), Storie d'interni. L'architettura dello spazio domestico moderno, Editore: Carocci, Anno edizione: 2015
Risorsa bibliografica obbligatoriaLE CORBUSIER, Verso un'architettura, Editore: Longanesi, Anno edizione: 1973
Risorsa bibliografica obbligatoriaCarlos MARTI ARIS, Le variazioni dell'identità: il tipo in architettura, Editore: CittàStudi, Anno edizione: 1990
Risorsa bibliografica obbligatoriaFranco PURINI, Comporre l'architettura, Editore: Laterza, Anno edizione: 2000
Risorsa bibliografica obbligatoriaLudovico QUARONI, Progettare un edificio. Otto lezioni di Architettura, Editore: Kappa, Anno edizione: 1977
Risorsa bibliografica obbligatoriaErnesto N. ROGERS, Esperienza dell'architettura, Editore: Skira, Anno edizione: 1997
Risorsa bibliografica obbligatoriaHeinrich TESSENOV, Osservazioni elementari sul costruire, Editore: Franco Angeli Editore, Anno edizione: 2018
Risorsa bibliografica obbligatoriaBruno ZEVI, Saper vedere l'architettura, Editore: Einaudi, Anno edizione: 2009
Risorsa bibliografica obbligatoriaPeter ZUMTHOR, Pensare Architettura, Editore: Mondadori Electa, Anno edizione: 2003
Risorsa bibliografica obbligatoriaRandom Yee, Disegno architettonico: Metodi e strumenti di rappresentazione, Editore: Hoepli, Anno edizione: 2014

Forme didattiche
Tipo Forma Didattica Ore di attività svolte in aula
(hh:mm)
Ore di studio autonome
(hh:mm)
Lezione
58:00
62:50
Esercitazione
38:00
41:10
Laboratorio Informatico
0:00
0:00
Laboratorio Sperimentale
0:00
0:00
Laboratorio Di Progetto
96:00
104:00
Totale 192:00 208:00

Informazioni in lingua inglese a supporto dell'internazionalizzazione
Insegnamento erogato in lingua Italiano
Disponibilità di libri di testo/bibliografia in lingua inglese
Possibilità di sostenere l'esame in lingua inglese
Disponibilità di supporto didattico in lingua inglese

Note Docente
schedaincarico v. 1.6.5 / 1.6.5
Area Servizi ICT
12/07/2020