logo-polimi
Loading...
Risorse bibliografiche
Risorsa bibliografica obbligatoria
Risorsa bibliografica facoltativa
Scheda Riassuntiva
Anno Accademico 2019/2020
Scuola Scuola di Architettura Urbanistica Ingegneria delle Costruzioni
Insegnamento 097304 - LABORATORIO DI PROGETTAZIONE ARCHITETTONICA 2
Docente Gresleri Jacopo , Kanyilmaz Alper , Lambruschi Alex
Cfu 16.00 Tipo insegnamento Laboratorio

Corso di Studi Codice Piano di Studio preventivamente approvato Da (compreso) A (escluso) Nome Sezione Insegnamento
Arc - Urb - Cost (1 liv.)(ord. 270) - MI (1094) PROGETTAZIONE DELL'ARCHITETTURAPCAAZZZZB097304 - LABORATORIO DI PROGETTAZIONE ARCHITETTONICA 2

Obiettivi dell'insegnamento

La forma didattica del laboratorio consente di mettere alla prova la capacità dello studente nell’applicare a temi concreti le conoscenze maturate all'interno degli insegnamenti.

Il Laboratorio di progettazione architettonica 2 propone un consolidamento delle conoscenze di base rafforzandone i fondamenti teorici e tecnici e dedicando particolare attenzione alle questioni dei rapporti che la progettazione deve costruire tra luoghi, forme, tipologie, tecniche costruttive e strutture. Il progetto si applica a organismi architettonici di media complessità, inseriti in specifici e caratteristici contesti urbani. I molteplici apporti interni al Laboratorio strutturano la complessità dell’esperienza progettuale evidenziando la necessità di porre relazioni articolate tra i diversi ambiti disciplinari presenti e i relativi livelli scalari edilizi e urbani, l’obiettivo è l’acquisizione della capacità di controllo del progetto, nella relazione tra oggetto architettonico e contesto urbano, tra forma e costruzione, tra caratteri tipologici e forme d’uso dello spazio abitato.


Risultati di apprendimento attesi

In un percorso scalare di approfondimento delle tematiche progettuali e di difficoltà di volta in volta crescenti, attraverso l’esperienza del Laboratorio lo studente acquisisce le capacità per affrontare il progetto come insieme complesso di contenuti formali (tipo-morfologici), ragioni d’uso (programma, destinazioni d’uso), componenti costruttive (tecniche, materiali), approfondendo in particolare i temi della composizione e della tipologia dell’architettura nella sua relazione con lo spazio e i caratteri della città. Inoltre, attraverso l'attività progettuale, apprende la capacità di gestire relazioni articolate tra i diversi ambiti coinvolti nel progetto e i relativi livelli scalari edilizi e urbani, comprendendo i concetti fondamentali dell’equilibrio, conoscendo le più comuni tipologie strutturali e il nesso “qualitativo” tra configurazioni tipologico-formali, tipologie strutturali e tecnologie costruttive.


Argomenti trattati

ABITARE LA CITTÀ ANTICA.

RESIDENZA COLLABORATIVA PER ANZIANI A BOLOGNA

 

Il Laboratorio di Progettazione Architettonica 2B_2019-20 si articola in lezioni (teoria, approfondimenti tematici, riferimenti progettuali) e attività in aula (svolgimento di esercitazioni e del tema di progetto). La frequenza e la partecipazione alle lezioni è necessaria all'apprendimento del metodo e degli strumenti critico-analitici indispensabili per lo sviluppo del progetto.

 

Tema

Il tema previsto per l'a.a. 2019-20 è la progettazione di un edificio residenziale collaborativo per anziani, con soluzioni abitative, servizi per la comunità (residenti e quartiere) e spazi pubblici, fortemente legati al contesto urbano della città di Bologna, i cui cittadini hanno ormai raggiunto la seconda età media più elevata del Paese.

Gli alloggi per anziani sono ormai una condizione di assoluta necessità nelle città europee, sia per la crescente percentuale di ultrasessantacinquenni, sia per le difficoltà economiche in cui versano le amministrazioni pubbliche, sempre più impossibilitate a fornire idonei servizi di welfare. La mancanza di strutture adeguate pone spesso il fenomeno al centro di episodi di privazione sociale, isolamento e perfino maltrattamenti. Un fenomeno, quello dell'invecchiamento, che richiede risposte anche abitative urgenti e appropriate.

In tutto il mondo si sperimentano nuove formule residenziali che si concentrano principalmente sul rapporto tra residenti e comunità di quartiere. La convivenza partecipativa sembra dare risposte interessanti in questa direzione, consentendo la formulazione di soluzioni tutt'altro che segreganti, in grado di fondere le esigenze di incontro sociale con quelle di accessibilità di alloggi e servizi. L'attenta gestione di queste nuove modalità abitative può costituire una risposta interessante, e abbraccia molte discipline mediante riuso e recupero di aree dismesse, rigenerazione urbana, collaborazione e condivisione fra residenti, pianificazione partecipativa delle aree di progetto.

 

 

A. ATTIVITÀ DIDATTICA

Lezioni

Nucleo teorico del Laboratorio, le lezioni saranno tenute con cadenza settimanale, finalizzando la seconda parte del corso prevalentemente a revisioni per l’elaborazione finale del progetto. Durante le lezioni verranno introdotti concetti relativi alla disciplina della PROGETTAZIONE ARCHITETTONICA ed esempi analizzati nei loro aspetti compositivi e distributivi. Scopo delle comunicazioni è fornire strumenti di lettura dei progetti e del contesto, che consentano allo studente di superare la superficiale osservazione iconografica, comprendendo i meccanismi sottostanti la realizzazione di un’opera di architettura, reinterpretandoli nello svolgimento del proprio progetto.

Nel modulo di STRUTTURE verranno svolte lezioni nell'ambito della progettazione strutturale, per mettere in grado lo studente di svolgere la scelta di schemi e di elementi compatibili ai progetti sviluppati.

Nel modulo di FISICA TECNICA E AMBIENTALE verranno forniti gli strumenti tecnici e disciplinari per integrare le scelte architettoniche rispetto alle caratteristiche ambientali dei siti, permettendo di ottenere un progetto che sfrutti al massimo le “energie” del territorio e procedere alla migliore progettazione di sostenibilità tecnica. L’esercizio di analisi e progettazione del ciclo delle acque, dell’analisi bioclimatica, della progettazione energetica e antincendio permetterà di ottenere un progetto sostenibile integrato con l’architettura, il paesaggio e gli aspetti strutturali.

 

 

B. ATTIVITÀ DI LABORATORIO

Esercitazioni

Nel corso dello svolgimento del Laboratorio, gli studenti saranno tenuti a svolgere alcune esercitazioni individualmente, che andranno crescendo in termini di complessità con il procedere degli argomenti introdotti durante le lezioni e dello svolgimento del lavoro in aula. Tali esercizi progettuali sono finalizzati a verificare le competenze acquisite e a svilupparne di nuove, conducendo progressivamente gli studenti alla comprensione della maggiore articolazione del progetto d'esame.

 

Letture

Le indicazioni bibliografiche riportate in calce al programma forniscono allo studente una importante, seppur parziale, base culturale e teorica per affrontare il corso. Si raccomanda la costante presenza alle lezioni poiché gli argomenti trattati non sono sempre recuperabili tramite i volumi consigliati. Alcune letture saranno anche affrontate collettivamente durante le ore di Laboratorio, fornendo un’opportunità di confronto e riflessione collegiale sui temi trattati.

 

Consegne intermedie

Durante le 26 settimane di corso verrà richiesto allo studente di rispettare alcune consegne intermedie, fondamentale verifica dello stato di avanzamento del progetto. Queste scadenze sono finalizzate a sviluppare nello studente le capacità di programmazione del lavoro, il rispetto dei tempi e l'impegno costante, consentendo inoltre di poter sostenere l’esame già alla prima sessione (giugno/luglio 2020). Il rispetto di tali consegne è ritenuto vincolante per l’ammissione agli esami.

 

Mid Term e Final Critic

Quando il progetto avrà ormai raggiunto un sufficiente livello di approfondimento, e al termine delle settimane di laboratorio (quando il progetto sarà pressoché ultimato) gli studenti saranno sottoposti rispettivamente a un Mid Term a un Final Critic con un docente esterno al Laboratorio. Il critic costituisce un importante momento di prova dello stato di avanzamento del proprio progetto e di approfondita discussione delle scelte operate, sviluppando nello studente le capacità espressive, comunicative e di critica, tanto nei confronti del lavoro altrui quanto del proprio. Pertanto, in tale occasione, è obbligatoria la presenza di tutti gli studenti. L'assenza al Critic comporterà una valutazione negativa in sede di esame.

Saranno, inoltre, organizzati interventi di discussione collegiale anche con la sezione A del medesimo Laboratorio, secondo un calendario che verrà comunicato tempestivamente agli studenti.

 

Progetto

Il tema del corso verrà sviluppato in piccoli gruppi mediante la formulazione di un progetto. Ogni gruppo dovrà elaborare disegni, modelli, schizzi ecc. secondo quanto verrà loro richiesto, per discuterne in forma collegiale o individuale a discrezione del docente. La molteplicità di input utili alla formulazione del progetto potrà comprendere anche altre forme di comunicazione ed espressione, a discrezione degli studenti e in relazione alle proprie competenze.

Il progetto sarà sviluppato in sinergia fra i tre moduli del Laboratorio, favorendo la presa di coscienza della complessità del pensiero architettonico mediante lo studio di alcuni degli aspetti che ne concorrono alla realizzazione (composizione, distribuzione, strutture e problematiche fisico-tecniche), stimolando nello studente la capacità di controllo di molteplici fattori tra loro interconnessi.


Prerequisiti

La successione della frequenza degli insegnamenti nel percorso formativo e l’ordine di verbalizzazione dei relativi esami deve seguire le precedenze indicate nel Regolamento del Corso di Studio.


Modalità di valutazione

C. MODALITÀ DI ESAME ED ELABORATI FINALI

L’esame finale verterà sulla discussione del percorso progettuale, dei temi affrontati, delle letture svolte e delle problematiche trattate durante le lezioni, mediante l'esibizione degli elaborati presentati in sede di valutazione e delle maquettes. La valutazione finale non sarà basata solo sull'analisi del progetto d'esame, ma terrà conto di molteplici parametri, tra cui la partecipazione attiva al Laboratorio, la frequentazione del corso, l'impegno profuso, il progresso riscontrato nell'arco dell'anno di corso, il livello di competenza raggiunto, l'eventuale approfondimento extra didattico ecc.

 

Elaborati richiesti

Il progetto d'esame sarà presentato dai gruppi di studenti in tutte le rappresentazioni necessarie a un suo completo approfondimento concettuale, secondo tecniche e modalità che verranno descritte e spiegate preventivamente nell'arco dello svolgimento del corso.

 

NB: la frequentazione del Laboratorio è obbligatoria. Non verranno ammessi all’esame coloro i quali risulteranno assenti a più di 1/3 delle ore previste per il corso: per questa ragione verranno registrate regolarmente le presenze. Il lavoro dovrà essere svolto in aula, nelle ore di Laboratorio, per cui agli studenti è caldamente richiesto di premunirsi di materiale da disegno (carta da spolvero, matite, colori, righe e squadre ecc.) e di tutto quanto necessario alla produzione di modelli di studio. Le revisioni riguarderanno solo maquettes e disegni su carta o stampati, non verranno svolte su disegni presentati a video.


Bibliografia
Risorsa bibliografica obbligatoriaHertzberger H., Lezioni di architettura, Editore: Laterza, Anno edizione: 1996
Risorsa bibliografica obbligatoriaCoronelli D., Architettura e struttura. Esempi di meccanica e concezione, Editore: Pàtron, Anno edizione: 2010
Risorsa bibliografica obbligatoriaGiacalone C., Nuovo manuale di progettazione incendi, Editore: Maggioli Editore, Anno edizione: 2013
Risorsa bibliografica obbligatoriaOglay V., Progettare con il clima. Un approccio bioclimatico al regionalismo architettonico, Editore: Franco Muzio, Anno edizione: 2013

Forme didattiche
Tipo Forma Didattica Ore di attività svolte in aula
(hh:mm)
Ore di studio autonome
(hh:mm)
Lezione
58:00
62:50
Esercitazione
38:00
41:10
Laboratorio Informatico
0:00
0:00
Laboratorio Sperimentale
0:00
0:00
Laboratorio Di Progetto
96:00
104:00
Totale 192:00 208:00

Informazioni in lingua inglese a supporto dell'internazionalizzazione
Insegnamento erogato in lingua Italiano
Possibilità di sostenere l'esame in lingua inglese
Disponibilità di supporto didattico in lingua inglese

Note Docente
La bibliografia sul tema è molto ampia. In relazione ai temi affrontati durante le lezioni verranno suggeriti altri testi di approfondimento. Un ulteriore elenco di riferimenti bibliografici sarà fornito nell'ambito del Laboratorio.
schedaincarico v. 1.6.5 / 1.6.5
Area Servizi ICT
11/08/2020