logo-polimi
Loading...
Risorse bibliografiche
Risorsa bibliografica obbligatoria
Risorsa bibliografica facoltativa
Scheda Riassuntiva
Anno Accademico 2018/2019
Scuola Scuola di Ingegneria Industriale e dell'Informazione
Insegnamento 086211 - PRINCIPI DI PROGETTAZIONE E TECNOLOGIA MECCANICA
  • 086209 - TECNOLOGIA MECCANICA (INTEGRATO)
Docente Albertelli Paolo
Cfu 5.00 Tipo insegnamento Modulo Di Corso Strutturato

Corso di Studi Codice Piano di Studio preventivamente approvato Da (compreso) A (escluso) Insegnamento
Ing Ind - Inf (1 liv.)(ord. 270) - BV (352) INGEGNERIA ENERGETICAE1NAM086211 - PRINCIPI DI PROGETTAZIONE E TECNOLOGIA MECCANICA
E2NAZZZZ060047 - TECNOLOGIA MECCANICA I
E4NAZZZZ060047 - TECNOLOGIA MECCANICA I
086211 - PRINCIPI DI PROGETTAZIONE E TECNOLOGIA MECCANICA
E5NAZZZZ086211 - PRINCIPI DI PROGETTAZIONE E TECNOLOGIA MECCANICA

Obiettivi dell'insegnamento

Il modulo di Tecnologia Meccanica dell’insegnamento di Principi Progettazione e Tecnologia meccanica ha come obiettivo formativo lo sviluppo delle conoscenze relative ai principali processi produttivi primari e secondari di particolare interesse per l’ingegneria energetica. Parte fondante del corso sono i processi di fonderia, deformazione plastica e asportazione di truciolo in relazione ai loro principi di funzionamento, domini applicativi, modellistica, limiti tecnologici e difetti, aspetti economici e industriali.


Risultati di apprendimento attesi
  1. conoscenza di base dei principali processi di fonderia, asportazione di truciolo e deformazione plastica (DdD 1)
  2. Conoscenza e comprensione delle caratteristiche, dei parametri principali, dei limiti di utilizzo, delle tipiche difettosità e dei campi di applicazione industriale dei processi oggetto di studio (DdD 1)
  3. Capacità di stima e calcolo delle grandezze fisiche che caratterizzano i processi analizzati (forze, momenti, potenze, deformazioni, ritiri, ecc.), utili per la selezione del processo o delle risorse produttive. (DdD 2)
  4. Capacità di calcolo e selezione dei parametri di processo al fine di perseguire le specifiche di lavorazione rispettando i vincoli intrinseci del processo stesso e delle risorse produttive coinvolte (DdD 2)
  5. Caratterizzazione e selezione delle sequenze di processi per la realizzazione di componenti tipicamente utilizzati nel settore energetico (DdD3).
  6. Capacità di schematizzare e descrivere utensili, attrezzature e processi in maniera chiara ed utilizzando linguaggio tecnico adeguato (eventuale prova orale) (DdD 4)

Argomenti trattati

Introduzione al corso

Produzione di alberi di trasmissione di piccola e grande dimensione: produzione dei semilavorati: estrusione, fonderia in terra, forgiatura a caldo. Lavorazioni per asportazione di truciolo: tornitura, filettatura al tornio, foratura al tornio (cenni), rettifica in tondo.

Produzione di contenitori e recipienti di piccolo e grande spessore: produzione dei semilavorati: fonderia in forme permanenti, stampaggio e imbutitura della lamiera. Lavorazioni per asportazione di truciolo: fresatura. Operazioni di assemblaggio: saldatura ad arco (cenni), a fascio laser (cenni).

Produzione di tubazioni e raccordi di piccolo e grande spessore: produzione dei semilavorati: laminazione, trafilatura, profilatura, stampaggio a caldo. Processi di piegatura e deformazione (stiro-curvatura, ecc.).


Prerequisiti

Formazione ingegneristica di base relativa a: trasmissione del calore, metallurgia, meccanica del continuo (sforzi, deformazioni, legami costitutivi), caratterizzazione meccanica dei materiali, disegno tecnico.


Modalità di valutazione

La valutazione avviene mediante esame finale che potrà essere sostenuto esclusivamente all’interno degli appelli previsti. Non sono previste prove in itinere o prove intermedie.

L’esame consta di una prova scritta e di una orale che devono essere sostenute nello stesso appello; per essere ammessi all’orale è necessario riportare una votazione dello scritto di almeno 16/30.

Coloro che raggiungano una valutazione superiore al 18/30 possono, rinunciare alla parte orale dell’esame, registrando il voto ottenuto nella parte scritta.

Il docente ha comunque facoltà di richiedere, se lo ritiene necessario per la valutazione, il sostenimento della parte orale (verifica risultati apprendimento 1-6) dell’esame, in particolare, non potranno rinunciare a sostenere la parte orale dell’esame coloro che non abbiano raggiunto una votazione pari ad almeno 8/30 in un precedente appello d’esame all’interno della stessa sessione.

La prova scritta consiste nella risoluzione di un numero di esercizi, nei quali si attesta il raggiungimento dei risultati d’apprendimento 1-4, e nella risposta a domande teoriche o descrittive (risultati apprendimento 5) relative ai processi tecnologici analizzati.


Bibliografia
Risorsa bibliografica obbligatoriaM. Strano, lucidi annotati delle lezioni https://beep.metid.polimi.it
Risorsa bibliografica facoltativaSerope Kalpakjian, Steven R. Schmid, TECNOLOGIA MECCANICA, Editore: Prentice Hall, Anno edizione: 2008, ISBN: 9788871924625
Risorsa bibliografica facoltativaM. P. Groover, TECNOLOGIA MECCANICA, Editore: Città Studi, Anno edizione: 2014

Forme didattiche
Tipo Forma Didattica Ore di attività svolte in aula
(hh:mm)
Ore di studio autonome
(hh:mm)
Lezione
30:00
45:00
Esercitazione
20:00
30:00
Laboratorio Informatico
0:00
0:00
Laboratorio Sperimentale
0:00
0:00
Laboratorio Di Progetto
0:00
0:00
Totale 50:00 75:00

Informazioni in lingua inglese a supporto dell'internazionalizzazione
Insegnamento erogato in lingua Italiano
Disponibilità di libri di testo/bibliografia in lingua inglese
Possibilità di sostenere l'esame in lingua inglese
schedaincarico v. 1.6.5 / 1.6.5
Area Servizi ICT
20/10/2020