logo-polimi
Loading...
Risorse bibliografiche
Risorsa bibliografica obbligatoria
Risorsa bibliografica facoltativa
Scheda Riassuntiva
Anno Accademico 2018/2019
Scuola Scuola di Ingegneria Industriale e dell'Informazione
Insegnamento 089626 - TECNOLOGIE E PROCESSI DELL'INDUSTRIA PETROLIFERA
Docente Moscatelli Davide
Cfu 10.00 Tipo insegnamento Monodisciplinare

Corso di Studi Codice Piano di Studio preventivamente approvato Da (compreso) A (escluso) Insegnamento
Ing Ind - Inf (1 liv.)(ord. 270) - MI (347) INGEGNERIA CHIMICA*AZZZZ089626 - TECNOLOGIE E PROCESSI DELL'INDUSTRIA PETROLIFERA
Ing Ind - Inf (Mag.)(ord. 270) - MI (422) INGEGNERIA DELLA PREVENZIONE E DELLA SICUREZZA NELL'INDUSTRIA DI PROCESSO*AZZZZ089626 - TECNOLOGIE E PROCESSI DELL'INDUSTRIA PETROLIFERA
Ing Ind - Inf (Mag.)(ord. 270) - MI (472) CHEMICAL ENGINEERING - INGEGNERIA CHIMICA*AZZZZ089626 - TECNOLOGIE E PROCESSI DELL'INDUSTRIA PETROLIFERA

Obiettivi dell'insegnamento

Questo insegnamento si propone di approfondire le tematiche relative alle tecnologie e ai processi dell'industria petrolifera. Il corso è diviso in una prima parte dove si affronterà il downstream del petrolio che comprende l'insieme dei processi di trasformazione del petrolio (raffinazione) allo scopo di ottenere i prodotti derivati destinati al commercio, alla distribuzione e alla vendita. Nella seconda parte del corso si illustra l'upstream, che comprende i processi operativi da cui ha origine l'attività di produzione del petrolio, che comprendono l'esplorazione, la perforazione e l'estrazione del greggio.

Le tematiche affrontate nel corso sono di grande interesse sia per l'ingegneria chimica, che per l'ingegneria della prevenzione e della sicurezza. La prima parte del corso infatti tratta tutte le operazioni di raffineria, che ha rappresentato l'industria trainante dell'ingegneria chimica nello scorso secolo. I processi di raffineria vengono illustrati nella loro completezza riportando agli studenti tutte le analogie con i corsi fondamentali di termodinamica, cinetica, fenomeni di trasporto, impianti, catalisi e chimica industriale. In parallelo, particolare attenzione per ogni singolo processo viene data agli aspetti di sicurezza industriale (di primaria importanza in una raffineria) e di prevenzione.

Se da un lato il downstream viene utilizzato come Esempio dello sviluppo dell'ingegneria chimica e della prevenzione e sicurezza (si tratta di processi ormai ben consolidati), dall'altro l'upstream dà la possibilità di trattare argomenti di grande interesse, per entrambi i corsi di ingeneria, ancora in fase di grande sviluppo che occupano un numero considerevole di ingegneri. L'evoluzione dell'ingegneria dei processi di esplorazione e perforazione sarà dettagliata insieme ad una overview su tutti i processi di estrazione del greggio, anche assistita, che guardano sempre più all'ottimizzazione dello sfruttamento delle risorse energetiche con particolare attenzione alla sicurezza e alla continua riduzione dell'impatto ambientale.


Risultati di apprendimento attesi

A seguito del superamento dell'esame, lo studente:

- conosce i processi e le tecnologie dell'industria petrolifera

- è in grado di applicare i concetti fondamentali quali termodinaica, cinetica chimica, fenomeni di trasporto, catalisi, impianti chimici all'indistria petrolifera

- è in grado di discutere le tematiche fondamentali inerenti la ricerca e sfruttamento di giacimenti e il loro sfruttamento


Argomenti trattati

1. Downstream

Dopo un veloce cenno al petrolio come fonte energetica, a dati statistici, alla chimica fisica del petrolio, alle caratteristiche e ai prodotti ottenibili, si passa ad illustrare i processi di raffinazione illustrando i tipi di raffinerie e la sequenza delle operazioni di raffinazione, ad un'analisi dello schema di lavorazione in relazione al tipo di grezzo e alla domanda di mercato. Si illustreranno poi i processi di raffineria: trattamenti primari; dissalatura; distillazione del grezzo: l'unità atmosferica, l'unità sotto vuoto; i pocessi termici: visbreaking e coking; i processi catalitici: reforming, isomerizzazione, cracking catalitico a letto fluido, a letto mobile, a letto trascinato; l'alchilazione e la polimerizzazione; l'hydrotreating e la desolforazione; le lavorazioni a lubrificanti; la produzione di idrogeno; le unità di trattamento gas; l'abbattimento gas acidi; il recupero dello Zolfo e i processi di depurazione.

Alla fine di questa prima parte di corso (indicativamente 45 ore) sono previste due uscite didattiche: la prima in raffineria e la seconda in un impianto di lavorazione di prodotti petroliferi (lubificanti, polimeri, etc...). Le uscite didattiche hanno l'importante obiettivo di vedere sul campo quanto presentato a lezione, oltre che portare futuri ingegneri a confrontarsi con la realtà degli impianti di produzione.

2. Upstream

La seconda parte di corso (indicatiamente 45 ore)  sarà divisa nei tre processi di esplorazione, perforazione ed estrazione. Le prime due tematiche verranno trattate sia con lezioni frontali che con seminari tenuti da esperti nel campo, che porteranno esperienze lavorative personali. L'obiettivo è quello di portare agli studenti esempi pratici di processi di esplorazione e perforazione per i quali non si possono organizzare uscite didattiche. Per i processi di estrazione le lezioni frontali e i seminari a tema (ottimizzazione della produzione, trasporto greggio, diminuzione della produzione di acqua, etc...) verranno affiancate da facoltativi esperimenti di laboratorio sulla produzione assistita di greggio.

Gli argomenti di questa seconda parte di corso saranno anche oggetto di proposte di tesi di tirocinio e laurea magistrale, nonchè di tesi di Dottorato di Ricerca.


Prerequisiti

Sono prerequisiti le conoscenze base della termodinamica e della cinetica chimica


Modalità di valutazione

Il corso è sviluppato in un semestre ed articolato in lezioni frontali, seminari didattici, esercitazioni in laboratorio ed uscite didattiche.

L'esame consisterà in una relazone finale nella quale saranno valutate le capacità di applicare le conoscenze apprese ad un problema reale. Inoltre la relazione dovrà contenere un report sulle attività sperimentali svolte in laboratorio. La relazione sarà seguita da un colloquio orale sugli argomenti sviluppati durante il corso nel quale si valuterà la conoscenza dei processi e delle tecnologie dell'industria petrolifera, la capacità di applicare a tali processi i concetti fondamentali quali la termodinaica, la cinetica chimica, i fenomeni di trasporto e la catalisi.

 


Bibliografia
Risorsa bibliografica facoltativaB.E.Poling, J.M.Prausnitz, J.P.O'Connell, The Properties of Gases and Liquids, Editore: McGraw-Hill Co. Inc. (US), Anno edizione: 2001, ISBN: 0-07-118971-8
Risorsa bibliografica facoltativaJ.H. Gary, G.E. Handwerk, Petroleum Refining. Technology and Economics, Editore: Marcel Dekker Inc. (US), Anno edizione: 2001, ISBN: 0-8247-0482-7
Risorsa bibliografica facoltativaD.S.J. Jones, and P.R. Pujadò, Handbook of Petroleum Processing, Editore: Spinger (NL), Anno edizione: 2006, ISBN: 1-4020-2819-9
Risorsa bibliografica facoltativaR.A. Meyers, Handbook of Petroleum Refining Processes, Editore: McGraw-Hill Co. Inc. (US), Anno edizione: 2003, ISBN: 0071391096
Risorsa bibliografica facoltativaD.W. Green and R.H. Perry, Perry's Chemical Engineers' Handbook, Editore: McGraw-Hill Co. Inc. (US), Anno edizione: 2007, ISBN: 0071422943

Forme didattiche
Tipo Forma Didattica Ore di attività svolte in aula
(hh:mm)
Ore di studio autonome
(hh:mm)
Lezione
65:00
97:30
Esercitazione
11:00
16:30
Laboratorio Informatico
0:00
0:00
Laboratorio Sperimentale
12:00
18:00
Laboratorio Di Progetto
12:00
18:00
Totale 100:00 150:00

Informazioni in lingua inglese a supporto dell'internazionalizzazione
Insegnamento erogato in lingua Italiano
Disponibilità di materiale didattico/slides in lingua inglese
Disponibilità di libri di testo/bibliografia in lingua inglese
Possibilità di sostenere l'esame in lingua inglese
Disponibilità di supporto didattico in lingua inglese
schedaincarico v. 1.6.1 / 1.6.1
Area Servizi ICT
08/12/2019