Politecnico di Milano
SchedaIncarico
 
Funzioni disponibili
Uscita

Risorse bibliografiche
Risorsa bibliografica obbligatoria
Risorsa bibliografica facoltativa
Scheda Riassuntiva
Anno Accademico 2018/2019
Scuola Scuola del Design
Insegnamento 052892 - LABORATORIO DI METAPROGETTO
Docente Fantoni Marco , Lavizzari Francesca , Penati Antonella Valeria
Cfu 12.00 Tipo insegnamento Laboratorio
Didattica innovativa L'insegnamento prevede  2.0  CFU erogati con Didattica Innovativa come segue:
  • Blended Learning & Flipped Classroom
  • MOOC

Corso di Studi Codice Piano di Studio preventivamente approvato Da (compreso) A (escluso) Nome Sezione Insegnamento
Des (1 liv.)(ord. 270) - BV (1090) DESIGN DEL PRODOTTO INDUSTRIALEP3AZZZZA052892 - LABORATORIO DI METAPROGETTO

Obiettivi dell'insegnamento

Il Laboratorio prevede un percorso metodologico di ricerca con analisi, definizione degli obiettivi, generazione del concept e suo sviluppo fino ad arrivare ad un progetto definito in tutte le sue componenti principali. Tale approccio consente l'acquisizione da parte degli studenti di conoscenze specifiche e di strumenti per l'attività metaprogettuale. Sono previste lezioni teoriche e attività pratiche propedeutiche allo sviluppo di un concept di progetto, concernenti l'osservazione e l'interpretazione della relazione artefatto-utente-contesto e l'esplorazione di nuove opportunità progettuali.
Nello svolgimento delle attività di Laboratorio saranno impiegate modalità innovative di conduzione della didattica, in particolare saranno utilizzati MOOC.


Risultati di apprendimento attesi

Lo studente:
- conosce e comprende metodologie e strumenti per impostare, in sintonia con gli obiettivi di una specifica richiesta di progetto, un processo di ricerca a supporto dei processi progettuali;
- sa definire concept di progetto e contestualizzare il progetto in un quadro di riferimento, culturale, economico e sociale;
- in autonomia e in gruppo imposta il processo di ricerca a sostegno del progetto, opera scelte progettuali e comunica il progetto, sviluppando attitudini alla negoziazione, al teambuilding, all'assunzione di leadership e alla gestione del conflitto


Argomenti trattati

Il Laboratorio di Metaprogetto propone un percorso metodologico che conduce lo studente all'acquisizione di conoscenze propedeutiche al progetto, all'apprendimento e all'applicazione di tecniche e metodi di lettura e interpretazione del sistema dei prodotti, del contesto in cui si inseriscono e degli scenari evolutivi d'uso e consumo.

In particolare il Laboratorio si propone di far sperimentare allo studente il complesso percorso di ricerca che precede la fase progettuale e che comprende l'analisi dell'utente e dei suoi bisogni, dell'identità aziendale sia sotto il profilo strategico sia sotto il profilo tecnologico-produttivo; l'analisi del sistema distributivo e del settore merceologico di appartenenza, l'analisi del contesto culturale in cui si colloca l'attività di progetto; e gli scenari di consumo e di innovazione sociale che aprono a nuovi scenari di progetto.

Lo studente è invitato ad assumere una sequenza di punti di vista differenti, con il fine di prefigurare i possibili sviluppi di un prodotto scelto, rispetto al quale si chiede la comprensione delle dinamiche di mercato, delle valenze tipologico-formali, degli aspetti tecnologico-produttivi e distributivi, dell'immagine percepita.

Il Laboratorio assume come ambito di progetto la cultura della salute e della cura indagandone luoghi, modi riti e comportamenti che influenzano lo sviluppo di nuovi prodotti. La tematica specifica oggetto di progettazione per l'anno accademico 2018-19 è il farmaco e gli errori terapeutici.
Il Laboratorio è articolato in lezioni e seminari di inquadramento teorico e in una parte laboratoriale finalizzata all'elaborazione di un progetto e di un modello e si conclude con la mostra espositiva dei lavori svolti.

I principali temi trattati nelle lezioni:

la cultura del progetto in una logica sistemica; l'identità psicologica, culturale, economica, dell'utente; la lettura dell'identità aziendale e l'individuazione di specifiche strategie progettuali; la cultura della salute e della cura e i nuovi scenari di uso e consumo dei prodotti farmacologici; l'evoluzione tipologica dei prodotti e le nuove linee di innovazione; il sistema-prodotto.

La ricerca progettuale condurrà lo studente alla presentazione di una proposta progettuale sviluppata dal concept sino alla realizzazione del modello.

La giornata laboratoriale è suddivisa tra la parte teorica (che occupa in genere la mattinata) e la parte laboratoriale (il pomeriggio) durante la quale gli studenti lavorano alla elaborazione della ricerca e dello sviluppo progettuale in aula.

Di seguito vengono indicati i primi riferimenti bibliografici. All'inizio del corso verrà fornita la bibliografia completa.


Prerequisiti

Per accedere alla frequenza del Laboratorio di 2° anno è richiesto il superamento di tutti  i Laboratori di 1° anno.


Modalità di valutazione

Durante il semestre sono previste prove in itinere, che concorrono a determinare la valutazione finale nella quale lo studente dovrà presentare l'intero percorso di ricerca progettuale e gli esiti progettuali a cui è pervenuto. 

Verranno valutate ad ogni tappa di restituzione del progetto la capacità di analisi e di sintesi progettuale; l'approfondimento degli aspetti di ricerca; la coerenza metodologica del percorso seguito; gli elementi di innovazione progettuale; la capacità di comunicazione verbale e visiva.

La frequenza al laboratorio è obbligatoria. L'esame consiste nella valutazione dell'intero percorso progettuale compiuto dallo studente all'interno del Laboratorio. Non sono previste modalità d'esame sostitutive per non frequentanti.


Bibliografia
Risorsa bibliografica obbligatoriaAndrea, Branzi ( a cura di),, Capire il design, , Editore: Giunti, Firenze, Anno edizione: 2008
Risorsa bibliografica obbligatoriaAntonella, Penati (a cura di), E' il design una narrazione?, Editore: Mimesis Edizioni, Anno edizione: 2013
Risorsa bibliografica obbligatoriaAntonella, Penati (a cura di), Il design costruisce mondi, Editore: Mimesis edizioni, Anno edizione: 2013
Risorsa bibliografica obbligatoriaantonella, penati (a cura di), Il design vive di oggetti-discorso , Editore: Mimesis Edizioni, Anno edizione: 2013
Risorsa bibliografica obbligatoriaEleonora Fiorani, Il mondo degli oggetti, Editore: Lupetti, Milano, Anno edizione: 2001
Risorsa bibliografica obbligatoriaSilvia Pizzocaro ( a cura di), Artefatti concreti. Temi di fondamento per il design di prodotto, Editore: Edizioni Unicopli, Anno edizione: 2016, ISBN: 978-88-400-1881-2

Forme didattiche
Tipo Forma Didattica Ore di attività svolte in aula
(hh:mm)
Ore di studio autonome
(hh:mm)
Lezione
80:00
120:00
Esercitazione
20:00
30:00
Laboratorio Informatico
0:00
0:00
Laboratorio Sperimentale
6:00
9:00
Laboratorio Di Progetto
14:00
21:00
Totale 120:00 180:00

Informazioni in lingua inglese a supporto dell'internazionalizzazione
Insegnamento erogato in lingua Italiano

Note Docente
19/04/2019 Area Servizi ICT v. 1.4.11 / 1.4.11