logo-polimi
Loading...
Risorse bibliografiche
Risorsa bibliografica obbligatoria
Risorsa bibliografica facoltativa
Scheda Riassuntiva
Anno Accademico 2018/2019
Scuola Scuola del Design
Insegnamento 051218 - STORIA DEL DESIGN E DELLA TECNICA
Docente Tonelli Maria Cristina
Cfu 6.00 Tipo insegnamento Monodisciplinare

Corso di Studi Codice Piano di Studio preventivamente approvato Da (compreso) A (escluso) Nome Sezione Insegnamento
Des (1 liv.)(ord. 270) - BV (1090) DESIGN DEL PRODOTTO INDUSTRIALEP3AZZZZ051218 - STORIA DEL DESIGN E DELLA TECNICA
P4AZZZZ051218 - STORIA DEL DESIGN E DELLA TECNICA
P5AZZZZ051218 - STORIA DEL DESIGN E DELLA TECNICA

Obiettivi dell'insegnamento

L'obiettivo dell'insegnamento è quello di fornire un quadro di lettura, critico e orientativo, sul design nazionale e internazionale, a partire dall’inizio del Novecento per arrivare alla stretta contemporaneità


Risultati di apprendimento attesi

Lo studente:
- conosce e comprende i fenomeni cuturali, storici, estetici e di diffusione del gusto e del loro impatto nel progetto;
- applica le conoscenze acquisiti al fine di rilevare gli elementi caratterizzanti di un prodotto quale specchio dei valori associati al marchio e al concetto di "made in Italy", anche per differenza con il contesto internazionale; - sa come orientarsi nella comprensione della genealogia, influenzata da dimensioni sociali, culturali e tecniche, degli artefatti prodotti industrialmente;
- sa analizzare autonomamente e in gruppo in maniera critica i contesti di riferimento.


Argomenti trattati

Il corso di Storia del design e della tecnica si propone di fornire allo studente un’informazione di tipo specifico sul design del Novecento e del primo decennio dell’attuale secolo. Sarà analizzata l’affermazione del design in Europa e negli Stati Uniti, la sua organizzazione, le sue modalità di rapporto con l’industria, per spiegare le diverse risposte dei vari paesi analizzati. Il tema del design italiano dal secondo dopoguerra sarà ovviamente affrontato in modo più analitico senza tralasciare una riflessione sulle conseguenze determinate dalla globalizzazione e dalla recente crisi economica. Il corso si propone non solo di garantire allo studente capacità di orientamento e un metodo che consenta successivi approfondimenti, ma anche di sviluppare nel discente un livello di capacità critica, utile in termini progettuali.

Il corso prevede da parte del docente lezioni frontali, in due incontri settimanali. Lo studente sarà chiamato a dimostrare la propria conoscenza dei contenuti di tali lezioni attraverso una prova scritta, prevista a conclusione del corso (I PROVA).

Il corso sarà integrato da due contributi degli studenti stessi, obbligatori, finalizzati a verificarne la capacità critico-analitica acquisita: uno dei due sarà un lavoro individuale (II PROVA), l’altro di gruppo (III PROVA).

Il primo dei due contributi (II PROVA) verte su una riflessione individuale dei prodotti presentati al Salone del Mobile che si terrà a Milano nell’aprile 2019; il secondo contributo (III PROVA) sarà un lavoro di gruppo sull’analisi di un’azienda del Made in Italy.


Prerequisiti

Nessun pre-requisito richiesto per la frequenza di questo insegnamento


Modalità di valutazione

La valutazione finale terrà conto dell’esito delle tre prove previste. Nello specifico l’esito della I prova contribuirà al voto finale per il 50%, mentre l’esito della II e della III prova contribuirà per il restante 50%. La media dei voti conseguiti nelle tre prove costituirà il voto finale dello studente.


Bibliografia
Risorsa bibliografica obbligatoriaJohn Heskett, Industrial design, Editore: Rusconi, Anno edizione: 1990
Risorsa bibliografica obbligatoriaStoria del disegno industriale, 1919-1990, Il dominio del design, Editore: Electa, Anno edizione: 1991
Note:

Saranno indicati contributi ivi presenti

Risorsa bibliografica obbligatoriaAndrea Branzi, Un museo del design italiano. Il design italiano 1964-1990, Editore: Electa, Anno edizione: 1996
Note:

Saranno indicati contributi ivi presenti

Risorsa bibliografica obbligatoriaM.Cristina Tonelli, Industrial design: latitudine e longitudine. Una prima lezione, Editore: FUP- Firenze University Press, Anno edizione: 2008

Forme didattiche
Tipo Forma Didattica Ore di attività svolte in aula
(hh:mm)
Ore di studio autonome
(hh:mm)
Lezione
43:00
86:00
Esercitazione
7:00
14:00
Laboratorio Informatico
0:00
0:00
Laboratorio Sperimentale
0:00
0:00
Laboratorio Di Progetto
0:00
0:00
Totale 50:00 100:00

Informazioni in lingua inglese a supporto dell'internazionalizzazione
Insegnamento erogato in lingua Italiano
Disponibilità di libri di testo/bibliografia in lingua inglese
Possibilità di sostenere l'esame in lingua inglese

Note Docente
È previsto l'obbligo di frequenza.
schedaincarico v. 1.6.1 / 1.6.1
Area Servizi ICT
27/01/2020