logo-polimi
Loading...
Risorse bibliografiche
Risorsa bibliografica obbligatoria
Risorsa bibliografica facoltativa
Scheda Riassuntiva
Anno Accademico 2018/2019
Scuola Scuola del Design
Insegnamento 099863 - ANTROPOLOGIA
Docente Cascitelli Leonardo
Cfu 6.00 Tipo insegnamento Monodisciplinare

Corso di Studi Codice Piano di Studio preventivamente approvato Da (compreso) A (escluso) Nome Sezione Insegnamento
Des (1 liv.)(ord. 270) - BV (1087) DESIGN DEGLI INTERNII1AZZZZ099863 - ANTROPOLOGIA
I2AZZZZ099863 - ANTROPOLOGIA
Des (1 liv.)(ord. 270) - BV (1153) DESIGN DEGLI INTERNI***ADESOGUS086756 - ANTROPOLOGIA DEL QUOTIDIANO

Obiettivi dell'insegnamento

L'insegnamento intende fornire elementi di studio sui nuovi ""modi di abitare"" e sui luoghi dell'esperienza umana. La lettura delle modifiche degli spazi del quotidiano nella casa e nella città viene affrontata attraversando periodi storici dal medioevo alla rivoluzione informatica e post industriale. Con il contributo della Nuova Storia, si vedrà come oggi si dissolvono le tradizionali dimensioni del pubblico e del privato.


Risultati di apprendimento attesi

Lo studente:
- conosce e comprende l'interazione utente-spazio, con particolare attenzione alla centralità dell’utente nel processo progettuale;
- sa applicare le metodologie e strumenti appresi per impostare, in sintonia con gli obiettivi di una specifica richiesta di progetto, un processo di ricerca a supporto dei processi progettuali;
- in autonomia sa valutare criticamente un contesto di applicazione progettuale ed è capace di restituire le analisi effettuate.


Argomenti trattati

Il Corso intende fornire elementi di studio sui nuovi "modi di abitare" e sui luoghi dell'esperienza umana. La lettura delle modifiche degli spazi del quotidiano nella casa e nella città viene affrontata attraversando periodi storici dal medioevo alla rivoluzione informatica e post industriale.


Con il contributo della Nuova Storia, si vedrà come oggi si dissolvono le tradizionali dimensioni del pubblico e del privato: la casa diviene "punto comunicante col mondo" e gli spazi urbani diventano "estensione del privato". 
Per la prima volta nella storia, la privacy non è più garantita dal muro o dalla serratura della porta di casa e vengono meno l'intimità e il segreto di famiglia. 
In città l'uso condiviso di cose e luoghi, lo scardinamento delle funzioni e dello zoning, la promiscuità di spazi e culture genera forme, gestioni e mentalità inedite.

Nascono nuove specie di spazi e nuovi nomi: semi-pubblico, semi-privato, spazi di relazione e spazi del sé, ma anche nonluoghi, iperluoghi e luoghi dell'attraversamento. 



Eppure, dentro le nostre case si ritrovano oggetti, abitudini, forme e arredi legati alla tradizione, in un gioco contraddittorio tra "la tartaruga della storia e la freccia della tecnologia", mentre in città tradizione e innovazione si aprono alla molteplicità degli usi. Nella città, quale luogo dell'esperienza umana, gli spazi e gli oggetti assumono conformazioni e relazioni inaspettate.

Verranno indagati i principi regolatori e le mentalità che hanno portato a tali modifiche di forma e di uso tra casa e città. 

Saranno proposti agli studenti degli esercizi finalizzati alla comprensione dei temi trattati (mappe, tavola autobiografica in relazione alle modifiche della casa e del contesto, casi di case, forma urbis, ecc.). 


Prerequisiti

Nessun pre-requisito richiesto per la frequenza di questo insegnamento


Modalità di valutazione

Oltre alle verifiche sulla bibliografia, verranno eseguite prove in itinere e di laboratorio, finalizzate all'avanzamento dei lavori e della valutazione finale. Per i non frequentanti dovrà essere concordata una bibliografia specifica.


Bibliografia
Risorsa bibliografica obbligatoriaIda Fare' (a cura di), Nuove specie di spazi, Editore: Liguori, Anno edizione: 2003
Risorsa bibliografica facoltativaAuge' M., Disneyland e altri nonluoghi, Editore: Bollati Boringhieri, Anno edizione: 1997
Risorsa bibliografica facoltativaFare' I. (a cura di), Il discorso dei luoghi, Editore: Liguori, Anno edizione: 1991

Forme didattiche
Tipo Forma Didattica Ore di attività svolte in aula
(hh:mm)
Ore di studio autonome
(hh:mm)
Lezione
43:00
86:00
Esercitazione
7:00
14:00
Laboratorio Informatico
0:00
0:00
Laboratorio Sperimentale
0:00
0:00
Laboratorio Di Progetto
0:00
0:00
Totale 50:00 100:00

Informazioni in lingua inglese a supporto dell'internazionalizzazione
Insegnamento erogato in lingua Italiano

Note Docente
schedaincarico v. 1.6.4 / 1.6.4
Area Servizi ICT
10/07/2020