logo-polimi
Loading...
Risorse bibliografiche
Risorsa bibliografica obbligatoria
Risorsa bibliografica facoltativa
Scheda Riassuntiva
Anno Accademico 2018/2019
Scuola Scuola del Design
Insegnamento 097349 - STORIA DEL DESIGN E DELL'ARCHITETTURA
Docente Tonelli Maria Cristina
Cfu 6.00 Tipo insegnamento Monodisciplinare

Corso di Studi Codice Piano di Studio preventivamente approvato Da (compreso) A (escluso) Nome Sezione Insegnamento
Des (1 liv.)(ord. 270) - BV (1090) DESIGN DEL PRODOTTO INDUSTRIALEP1AZZZZ097349 - STORIA DEL DESIGN E DELL'ARCHITETTURA
P2AZZZZ097349 - STORIA DEL DESIGN E DELL'ARCHITETTURA

Obiettivi dell'insegnamento

L'insegnamento intende presentare agli studenti le vicende del design a partire dalla fine del XVIII secolo/inizio XIX secolo, con l'obiettivo di fornire un nucleo di conoscenze utili ai corsi degli anni successivi e di sviluppare nello studente un livello di
capacità critica ed analitica, funzionale agli obiettivi di un percorso progettuale.


Risultati di apprendimento attesi

Lo studente:
- conosce e comprende i fenomeni culturali, storici, estetici e di diffusione del gusto e del loro impatto nel progetto;
- sa individuare elementi di significato e simbolici corrispondenti a specifici contesti di riferimento per il progetto che si andrà a sviluppare;
- sa analizzare autonomamente e in maniera critica i contesti di riferimento;
- sa come orientarsi nell'approfondimento critico di specifici argomenti.


Argomenti trattati

Il corso di Storia del design e dell’architettura intende presentare le modalità con le quali la disciplina del progetto per il prodotto industriale si è organizzata, metodologicamente e culturalmente, in rapporto alle trasformazioni del contesto politico, economico, sociale e culturale, alle tendenze artistico-architettoniche, alle innovazioni tecniche e tecnologiche nel periodo che va dalla metà del Settecento all’inizio del Novecento, in Europa e negli Stati Uniti.

Il corso prevede da parte del docente lezioni frontali, in due incontri settimanali. Lo studente sarà chiamato a dimostrare la propria conoscenza dei contenuti di tali lezioni attraverso una prova scritta, prevista a conclusione del corso (I PROVA).

Il corso sarà integrato da due contributi degli studenti stessi, obbligatori, finalizzati a verificarne la capacità critico-analitica acquisita: uno dei due sarà un lavoro individuale (II PROVA), l’altro di gruppo (III PROVA).

I due contributi obbligatori richiesti allo studente intendono renderlo consapevole dell’utilità della conoscenza storica come strumento istruttivo al progetto e avranno come denominatore comune il concetto di “continuità”.

Il primo contributo (II Prova, “A m'arcord”) ha come obiettivo l’acquisizione da parte dello studente del concetto di cambiamento nel tempo riferita al proprio palcoscenico e a quello della vita della sua famiglia.

Il secondo contributo (III PROVA, “Il valore della continuità”) verte sull’analisi di una tipologia di oggetto presente sul mercato occidentale (Europa e Stati Uniti) già durante l’Ottocento per individuare le variazioni che essa ha subito in chiave di miglioramento (formale e d’uso) fino ad oggi.

 

 


Prerequisiti

Non sono richiesti pre-requisiti per la frequenza dell'insegnamento.


Modalità di valutazione

La valutazione finale terrà conto dell’esito delle tre prove previste. Nello specifico l’esito della I prova contribuirà al voto finale per il 50%, mentre l’esito della II e della III prova contribuirà per il restante 50%. La media dei voti conseguiti nelle tre prove costituirà il voto finale dello studente.


Bibliografia
Risorsa bibliografica obbligatoriaStoria del disegno industriale, 1750-1850, L'età della rivoluzione industriale, Editore: Electa, Anno edizione: 1989
Note:

Saranno indicati alcuni contributi ivi presenti

Risorsa bibliografica obbligatoriaStoria del disegno industriale, 1851-1918, Il grande emporio del mondo, Editore: Electa, Anno edizione: 1990
Note:

Saranno indicati alcuni contributi ivi presenti

Risorsa bibliografica obbligatoriaStefano Battilossi, Le rivoluzioni industriali, Editore: Carocci, Anno edizione: 2002
Risorsa bibliografica obbligatoriaM. Cristina Tonelli, Industrial Design:latitudine e longitudine. Una prima lezione, Editore: FUP- Firenze University Press, Anno edizione: 2008
Risorsa bibliografica obbligatoriaJohn Heskett, Industrial design, Editore: Rusconi, Anno edizione: 1990
Note:

Saranno indicati i capitoli utili


Forme didattiche
Tipo Forma Didattica Ore di attività svolte in aula
(hh:mm)
Ore di studio autonome
(hh:mm)
Lezione
43:00
86:00
Esercitazione
7:00
14:00
Laboratorio Informatico
0:00
0:00
Laboratorio Sperimentale
0:00
0:00
Laboratorio Di Progetto
0:00
0:00
Totale 50:00 100:00

Informazioni in lingua inglese a supporto dell'internazionalizzazione
Insegnamento erogato in lingua Italiano
Disponibilità di libri di testo/bibliografia in lingua inglese
Possibilità di sostenere l'esame in lingua inglese

Note Docente
È previsto l'obbligo di frequenza.
schedaincarico v. 1.6.1 / 1.6.1
Area Servizi ICT
27/01/2020