logo-polimi
Loading...
Risorse bibliografiche
Risorsa bibliografica obbligatoria
Risorsa bibliografica facoltativa
Scheda Riassuntiva
Anno Accademico 2018/2019
Scuola Scuola del Design
Insegnamento 097349 - STORIA DEL DESIGN E DELL'ARCHITETTURA
Docente Neri Gabriele
Cfu 6.00 Tipo insegnamento Monodisciplinare

Corso di Studi Codice Piano di Studio preventivamente approvato Da (compreso) A (escluso) Nome Sezione Insegnamento
Des (1 liv.)(ord. 270) - BV (1088) DESIGN DELLA COMUNICAZIONEC1AZZZZ097349 - STORIA DEL DESIGN E DELL'ARCHITETTURA
C2AZZZZ097349 - STORIA DEL DESIGN E DELL'ARCHITETTURA
C3AZZZZ097349 - STORIA DEL DESIGN E DELL'ARCHITETTURA
Des (1 liv.)(ord. 270) - BV (1154) DESIGN DELLA COMUNICAZIONE***AZZZ082558 - STORIA DELLE ARTI, DEL DESIGN, DELL'ARCHITETTURA

Obiettivi dell'insegnamento

L'insegnamento intende presentare agli studenti le vicende del design a partire dalla fine del XVIII secolo/inizio XIX secolo, con l'obiettivo di fornire un nucleo di conoscenze utili ai corsi degli anni successivi e di sviluppare nello studente un livello di
capacità critica ed analitica, funzionale agli obiettivi di un percorso progettuale.


Risultati di apprendimento attesi

Lo studente:
- conosce e comprende i fenomeni culturali, storici, estetici e di diffusione del gusto e del loro impatto nel progetto;
- sa individuare elementi di significato e simbolici corrispondenti a specifici contesti di riferimento per il progetto che si andrà a sviluppare;
- sa analizzare autonomamente e in maniera critica i contesti di riferimento;
- sa come orientarsi nell'approfondimento critico di specifici argomenti.

 


Argomenti trattati

Attraverso lezioni ex-cathedra e visite guidate, il corso ripercorre la storia della cultura del progetto moderno tra l’inizio del XIX secolo e la fine del Novecento. Procedendo dagli scenari della rivoluzione industriale fino agli orizzonti della postmodernità, tale percorso focalizza l’attenzione sugli episodi più significativi della storia del design, dell’architettura e delle arti applicate, secondo tagli trasversali e approfondimenti mirati a restituirne i legami con il relativo contesto socio-culturale, economico e politico, nonché con il presente. L’obiettivo del corso è infatti quello di far acquisire agli studenti dei primi anni della Facoltà del Design un solido e ampio bagaglio di conoscenze utili ad affrontare i laboratori di progettazione e i corsi teorici degli anni successivi.

Tra gli argomenti principali trattati durante il corso vi sono: la rivoluzione industriale e i suoi effetti sulla cultura del progetto in Europa; il processo di meccanizzazione e di industrializzazione negli Stati Uniti e le sue ricadute su architettura e design; l’opera d’arte totale dalle Arts & Crafts all’Art Nouveau e il problema dell’ornamento; il rapporto conflittuale tra produzione artigianale e industriale; l’influenza del progresso tecnologico rispetto alle modalità di progettazione e i relativi risultati; la rivoluzione delle Avanguardie; architettura e design nella Repubblica di Weimar (con particolare attenzione all'esperienza del Bauhaus); la diffusione del razionalismo; i rapporti tra progetto e politica in Italia e in Germania negli anni Trenta; architettura e design in Italia dopo il 1945; lo sviluppo della corporate image nel XX secolo; le strategie di comunicazione mediatica utilizzate da architetti e designer nel XX secolo; continuità e crisi del progetto moderno nel secondo dopoguerra; la cultura del Postmoderno; etc. Approfondimenti specifici riguarderanno l’opera di figure come Le Corbusier, Mies van der Rohe, Frank Lloyd Wright, Alvar Aalto, ecc.

Nella seconda parte del corso, un gruppo di lezioni sarà dedicato alle peculiarità del contesto italiano dopo la seconda guerra mondiale, in maniera da osservare la nascita e lo sviluppo del “sistema” del design in Italia dopo il 1945, a partire da un’analisi dei suoi protagonisti (Castiglioni, Ponti, Nizzoli, Colombini, Rosselli, Zanuso, Mollino, Magistretti, Aulenti, Sottsass, Mendini, ecc.), delle aziende e delle trasformazioni economiche e sociali. In relazione a questi temi saranno organizzate specifiche visite guidate.

I volumi indicati in bibliografia, in italiano e inglese, permettono di orientarsi tra i temi trattati durante il corso; specifici testi verranno forniti ogni settimana per approfondire gli argomenti delle relative lezioni. Maggiori indicazioni saranno fornite durante le prime lezioni. Tutti i materiali del corso (pdf delle lezioni, bibliografie, avvisi, approfondimenti, ecc.) saranno caricati sul sito beep.metid.polimi.it


Prerequisiti

Non sono richiesti pre-requisiti per la frequenza dell'insegnamento.


Modalità di valutazione

L'esame finale è costituito da una prova scritta, nella quale lo studente dovrà dimostrare la conoscenza degli argomenti trattati durante il corso e della relativa bibliografia. Indicazioni specifiche sulla bibliografia obbligatoria richiesta all'esame saranno fornite durante il corso. Allo studente sarà inoltre richiesto di portare all'esame una ricerca personale, le cui modalità saranno discusse durante il corso. Lo svolgimento di tale elaborato sarà oggetto di specifiche revisioni concordate con la docenza.


Bibliografia
Risorsa bibliografica obbligatoriaWilliam Curtis, Storia dell'architettura moderna dal Novecento, Editore: Phaidon, Anno edizione: 2006
Risorsa bibliografica obbligatoriaWilliam Curtis, Modern architecture since 1900, Editore: Phaidon, Anno edizione: 1996
Risorsa bibliografica facoltativaRenato De Fusco, Storia del Design, Editore: Laterza, Anno edizione: 2010
Risorsa bibliografica facoltativaKenneth Frampton, Storia dell'architettura moderna, Editore: Zanichelli, Anno edizione: 2008
Risorsa bibliografica facoltativaKenneth Frampton, Modern Architecture: A Critical History, Editore: Thames & Hudson, Anno edizione: 2007
Risorsa bibliografica facoltativaSigfried Giedion, L'era della meccanizzazione, Editore: Feltrinelli, Anno edizione: 1967
Note:

English edition: S. Giedion, Mechanization Takes Command. A Contribution to Anonymous History, Norton & Co., New York 1969 (first edition 1948).

Risorsa bibliografica facoltativaJohn Heskett, Industrial design, Editore: Ruconi, Anno edizione: 1990
Note:

Note: Available also in English

Risorsa bibliografica facoltativaFulvio Irace (a cura di), Storie d'interni, Editore: Carocci, Anno edizione: 2015
Risorsa bibliografica facoltativaVanni Pasca, Lucia Pietroni, Christopher Dresser. Il primo industrial designer, Editore: Lupetti, Anno edizione: 2001
Risorsa bibliografica obbligatoriaMaurizio Vitta, Il progetto della bellezza. Il design fra arte e tecnica 1851-2001, Editore: Einaudi, Anno edizione: 2001
Risorsa bibliografica facoltativaG. Lees-Maffei and K. Fallan (eds.), Made in Italy. Rethinking a century of Italian design, Editore: Bloomsbury, Anno edizione: 2014

Forme didattiche
Tipo Forma Didattica Ore di attività svolte in aula
(hh:mm)
Ore di studio autonome
(hh:mm)
Lezione
43:00
86:00
Esercitazione
7:00
14:00
Laboratorio Informatico
0:00
0:00
Laboratorio Sperimentale
0:00
0:00
Laboratorio Di Progetto
0:00
0:00
Totale 50:00 100:00

Informazioni in lingua inglese a supporto dell'internazionalizzazione
Insegnamento erogato in lingua Italiano
Disponibilità di libri di testo/bibliografia in lingua inglese
Possibilità di sostenere l'esame in lingua inglese
Disponibilità di supporto didattico in lingua inglese

Note Docente
schedaincarico v. 1.6.4 / 1.6.4
Area Servizi ICT
10/07/2020