logo-polimi
Loading...
Risorse bibliografiche
Risorsa bibliografica obbligatoria
Risorsa bibliografica facoltativa
Scheda Riassuntiva
Anno Accademico 2018/2019
Scuola Scuola di Architettura Urbanistica Ingegneria delle Costruzioni
Insegnamento 099745 - RESTAURO ARCHITETTONICO + LABORATORIO DI RESTAURO
Docente Bardi Tiziana , Rosina Elisabetta
Cfu 9.00 Tipo insegnamento Laboratorio

Corso di Studi Codice Piano di Studio preventivamente approvato Da (compreso) A (escluso) Nome Sezione Insegnamento
Arc - Urb - Cost (Quinq.)(ord. 270) - LC (1144) INGEGNERIA EDILE - ARCHITETTURAEQ2AK099745 - RESTAURO ARCHITETTONICO + LABORATORIO DI RESTAURO

Obiettivi dell'insegnamento

Corso di Restauro Architettonico

Il principale obiettivo del corso è di raggiungere la consapevolezza dell’intervento rispettoso sull’ambiente costruito storico e di valorizzare il suo potenziale senza perderne le peculiarità, e quindi si identifica con la conoscenza e capacità di comprensione.

Il corso permette di apprendere le basi della storia e delle teorie del restauro di manufatti e siti storici, con la finalità di raggiungere una conoscenza critica in merito all’intervento di restauro, e quindi un’autonomia di giudizio. Gli ulteriori obiettivi del corso riguardano l’apprendimento di metodologie e tecniche di consolidamento e conservazione degli edifici storici. Nel corso sarà illustrato l’intero processo dell’intervento di conservazione, costituito dalle fasi di analisi storica (documentaria e con metodi di conoscenza e datazione dell’edificio di derivazione archeologica) e rilievo, inclusivo di mappature di materiali e degrado, progetto di conservazione, miglioramento strutturale ed energetico (se necessari), risanamento e riuso secondo le attuali normative vigenti, stesura delle linee guida per il programma di conservazione e manutenzione. Gli obiettivi descritti sono finalizzati alla tramissione dei saperi, anche artigianali, delle tecniche di conservazione, nella visione della conservazione come un continuo processo di conoscenza e cura dell’ambiente costruito storico, stimolando la capacità di apprendere degli studenti anche attraverso il saper fare manuale.

 

Laboratorio di Restauro

Il principale obiettivo è di incrementare la comprensione dell’intervento di conservazione dell’ambiente costruito e la sua valorizzazione.

Il laboratorio è finalizzato a coltivare e sviluppare le capacità di apprendimento e le conoscenze tecniche e scientifiche di intervento, avendo come oggetto delle esercitazioni un caso di studi reale.

Infatti, il laboratorio permette di sviluppare le capacità di analisi basate sulla ricerca storica, il rilievo di geometrie e strutture, materiali, degradi per mezzo dell’analisi a vista diretta e delle tecniche diagnostiche.


Risultati di apprendimento attesi

Corso di Restauro Architettonico

Capire i diversi scopi dell’intervento sul costruito storico;

Fare propria la metodologia di sviluppo delle analisi e rilievi richiesti del tessuto storico;

Organizzare le priorità di intervento nel progetto di conservazione;

Aquisire la conoscenza delle diverse prospettive nel passato e al presente riguardo il restauro in Italia e all’estero, con riferimento agli studiosi, professionisti e casi di studio presentati a lezione;

Acquisire consapevolezza critica sulle necessità e opportunità della conservazione e i miglioramenti necessari per l’utilizzo e valorizzazione di tessuti ed edifice storici;

Conoscere e saper applicare le normative per il miglioramento strutturale e di efficienza energetica degli edifice storici in Italia e in Europa.

 

Laboratorio di restauro

Gli studenti, in piccolo gruppi, frequenteranno le esercitazioni di rilievo e analisi su uno o più edifici di archeologia industrial a Lecco e Milano..

I professori e gli assistenti guideranno le esercitazioni in situ e forniranno le istruzioni e informazioni per ottenere i dati necessari al successive progetto.

Saranno anche dedicate lezioni su argomenti specifici, tecnico scientifici, relativi ai casi di studio ed alle tecniche da apprendere.

Le esercitazioni e le revisioni dei rilievi e mappature, (sia in situ sia in classe) stimoleranno il raggiungimento di un punto di vista personale, che condurrà le scelte progettuali.

L’applicazione dei criteri della conservazione in un progetto complesso, come richiede l’intervento su di un edificio e sito storico, permetterà di migliorare le capacità di consapevolezza e giudizio, oltre a quelle di comunicare efficacemente idee, problematiche e soluzioni.

I risultati attesi sono lo sviluppo della necessaria sensibilità per conservare, gestire e restaurare fabbriche storiche, e proporre soluzioni strategiche che tengano in considerazione il potenziale dei casi di studio, soprattutto in relazione all’ambiente circostante e all’ambito cittadino.

Particolare attenzione sarà prestata agli aspetti della rappresentazione grafica della presentazione orale del progetto, in modo da consentire di migliorare le capacità di comunicazione grazie all’incontro, confronto ed efficace presentazione del progetto finale con gli attori portatori di interesse (proprietari, pubblica amministrazione, amministratori, popolazione locale, ecc).


Argomenti trattati

 

Corso di Restauro Architettonico

I contenuti del corso saranno trasmessi mediante lezioni frontali, proiezione di video, discussioni in aula, visite, seminari e verteranno su:

 

Sviluppo ed evoluzione dei concetti fondamentali del Restauro;

Dibattito attuale sulla conservazione e sul restauro, casi di studio, confrono tra studiosi e professionisti in Italia e in Europa;

Il codice vigente in Italia, con confronti e riferimenti alle principali norme e leggi internazionali;

Metodologie del progetto di conservazione;

Applicazione del rilievo geometrico, strutturale e dei materiali, e applicazione di metodi di datazione mutuati dall’archeologica per la valutazione dell’evoluzione storica dell’edificio;

Tecniche e materiali storici (con particolare riferimento ai casi di studio), loro caratterizzazione;

La mappatura del degrado, finalità e metodi;

La diagnostica: sviluppo del piano della diagnostica e risultati attesi, tecniche diagnostiche, strumenti e costi;

Interventi di restauro e consolidamento di strutture e materiali delle fabbriche storiche;

Scopi e strategie per la scelta del nuovo uso, nell’ottica della valorizzazione di insediamenti storici e in una più ampia prospettiva sistemica a livello urbano;

Criteri per l’intervento conservativo, necesario al nuovo uso, su edifici storici

Rapporto tra aggiunte nuove e edificato storico.

 

Laboratorio di Restauro

Le analisi e rilievi seguono metodi e procedure rigorosamente scientifici, che portano al progetto dell’intervento di conservazione e valorizzazione.

Speciale attenzione verrà dedicata agli aspetti strutturali, diagnostici, di sostenibilità ambientale ed economica, e alla comunicazione (orale, grafica e scritta) del progetto.

Le attività didattiche includono la trasmissione delle informazioni relative a particolari tecniche di conservazione sui casi di studio, visite e incontri con professionisti.

Le esercitazioni in situ sono 4-6 e saranno dedicate al rilievo geometrico o integrazione di uno già esistente, mappatura di materiali e degradi, diagnostica.

Le revisioni saranno frequenti (circa 2-3 al mese, in dipendenza delle fasi di documentazione e progettazione). Informazioni dettagliate e revisioni del metodo di comunicazione degli aspetti tecnici saranno fornite in modo da gradualmente sviluppare e migliorare le abilità degli studenti.

 


Prerequisiti

Aver superato gli esami con precedenza al corso


Modalità di valutazione

Corso di Restauro Architettonico

 

La valutazione finale dell’apprendimento raggiunto singolarmente dagli student sarà basata sui risultati di tutte le attività condotte nel corso (incluse le visite, seminari e incontri con esperti) e nel laboratorio e sulla verifica dello studio della bibliografia .

Per verificare il raggiungimento dei risultati attesi, con riferimento ai 5 descrittori di Dublino, il professore erogherà un esame scritto al termine delle lezioni di storia del restauro (circa a metà semestre per i frequentanti, e un secondo per tutti, entro la conclusione delle lezioni) e un esame orale finale (per chi non supera l’esame scritto, vuole migliorare il voto dello scritto o preferisce l’esame orale).

L’esame scritto consta in una circa una quindicina di domande aperte, la valutazione sarà in trentesimi.

Gli argomenti delle domande saranno quelli trattati a lezione, ma si considereranno soddisfacenti solo le risposte basate sia sugli appunti e slides delle lezioni sia sullo studio approfondito della bibliografia. Inoltre, sarà tenuta in considerazione il livello di completezza e accuratezza delle informazioni riportate, incluso il lessico specifico della disciplina, così come la capacità dello studente di sviluppare e articolare le risposte in modo critico e consapevole a partire dalle nozioni acquisite, dimostrando di aver acquisito le necessarie capacità per collegare i vari aspetti trattati per il progetto di architettura sul costruito storico.

Analogamente l’esame orale verterà sui temi affrontati durante le lezioni, visite, seminari e incontri con professionisti e saranno mirate ad evidenziare la capacità dello studente ad elaborare un pensiero critico rispetto alla materia trattata, non dimenticando quanto appreso fino a quel momento negli altri corsi.

Il voto dell’esame scritto o orale costituisce il 60% della valutazione finale, che include il voto di laboratorio (40%). Condizione necessaria per l'ammissibilità all'esame del corso di Restauro architettonico è il conseguimento del voto di laboratorio.

 

 

Laboratorio di restauro

Il voto finale del laboratorio di restauro sarà la media delle valutazioni conseguite con la consegna intermedia (rilievo e mappature dei materiali e degradi), la consegna finale e la presentazione del progetto di conservazione e riuso dei casi di studio (un edificio industriale in area lecchese e milanese).

La presentazione dei progetti, documenti tecnici e loro consegna finale avverrà davanti ad una giuria, composta dai professori, assistenti e tutors oltre agli attori portatori di interesse (proprietà, pubbliche amministrazioni, associazioni, enti preposti alla tutela, ecc).

La frequenza è obbligatoria per essere ammessi alla presentazione finale e quindi alla valutazione di laboratorio.

Per verificare il raggiungimento dei risultati di apprendimento attesi, definiti in accordo con i 5 descrittori di Dublino, l'esame finale consisterà in una prova d'esame che verterà sui temi affrontati durante le lezioni e su quesiti inerenti all’attività progettuale sviluppata durante il laboratorio.

I criteri di valutazione per la parte progettuale sono: corretta applicazione del protocollo del restauro al manufatto di studio, chiara corrispondenza tra soluzioni architettoniche, tecnologiche e strutturali con gli aspetti morfologici e tipologici; accuratezza grafica nella rappresentazione; completezza di informazioni negli elaborati progettuali; buona capacità di sintesi e di comunicazione (grafica, scritta e verbale) del progetto.


Bibliografia
Risorsa bibliografica obbligatoriaG. Carbonara, Trattato di restauro architettonico, Editore: utet
Risorsa bibliografica obbligatoriaS. Musso, Tecniche di restauro , Editore: Utet, Torino, Anno edizione: 2013
Risorsa bibliografica obbligatoriaA. Bellini, et al., Che cos'è il Restauro? Nove studiosi a confronto, , Editore: Marsilio ed. Venezia, Anno edizione: 2005

Forme didattiche
Tipo Forma Didattica Ore di attività svolte in aula
(hh:mm)
Ore di studio autonome
(hh:mm)
Lezione
32:00
34:40
Esercitazione
22:00
23:49
Laboratorio Informatico
0:00
0:00
Laboratorio Sperimentale
0:00
0:00
Laboratorio Di Progetto
54:00
58:30
Totale 108:00 116:59

Informazioni in lingua inglese a supporto dell'internazionalizzazione
Insegnamento erogato in lingua Italiano
Disponibilità di materiale didattico/slides in lingua inglese
Disponibilità di libri di testo/bibliografia in lingua inglese
Possibilità di sostenere l'esame in lingua inglese
Disponibilità di supporto didattico in lingua inglese
schedaincarico v. 1.6.4 / 1.6.4
Area Servizi ICT
10/07/2020