logo-polimi
Loading...
Risorse bibliografiche
Risorsa bibliografica obbligatoria
Risorsa bibliografica facoltativa
Scheda Riassuntiva
Anno Accademico 2018/2019
Scuola Scuola di Architettura Urbanistica Ingegneria delle Costruzioni
Insegnamento 099378 - LABORATORIO DI URBANISTICA 3
Docente Bozzuto Paolo , Cognetti De Martiis Francesca
Cfu 12.00 Tipo insegnamento Laboratorio

Corso di Studi Codice Piano di Studio preventivamente approvato Da (compreso) A (escluso) Nome Sezione Insegnamento
Arc - Urb - Cost (1 liv.)(ord. 270) - MI (1093) URBANISTICA: CITTA' AMBIENTE PAESAGGIO***AZZZZB099378 - LABORATORIO DI URBANISTICA 3

Obiettivi dell'insegnamento

Il Laboratorio intende fornire agli studenti gli strumenti culturali e le capacità tecniche utili a operare nel campo della progettazione urbana, proponendo un approccio alla trasformazione della città contemporanea mirato a integrare la costruzione delle politiche pubbliche con la modificazione degli spazi urbani e periurbani, conferendo quindi una particolare rilevanza, oltre alle configurazioni spaziali finali, al disegno, nelle diverse fasi temporali, dello sviluppo del progetto e all’arena degli attori coinvolgibili,.


Risultati di apprendimento attesi

Al termine del Laboratorio gli studenti dovranno aver acquisito maggior consapevolezza e dimestichezza nell’elaborazione di un progetto urbano , confrontandosi con temi e questioni emergenti nella città contemporanea, configurando nuovi assetti coerenti con le emergenti o latenti domande sociali, economiche e ambientali.

Gli studenti avranno la possibilità, anche sulla base delle conoscenze maturate all’interno dei corsi frequentati nei semestri precedenti, di sviluppare:

- la capacità di concettualizzare e interpretare criticamente le dinamiche urbane attraverso differenti scale geografiche, e di comprenderne i nessi con le forme e le pratiche di costruzione del progetto urbanistico;

- la capacità di formulare quadri interpretativi, con maggiore profondità e chiarezza rispetto alla necessità di giungere alla definizione di obiettivi e azioni progettuali (utilizzando differenti fonti informative);

- la capacità di comprendere, interpretare e declinare nel progetto urbanistico nuove domande sociali;

- una maggior competenza nell’interloquire con i soggetti e operatori coinvolti nei processi di trasformazione urbana e territoriale (decisori, amministratori pubblici, professionisti, operatori privati, cittadini, etc.);

- la capacità di utilizzare differenti forme di rappresentazione sia nella definizione del quadro interpretativo, sia nelle fasi progettuali.


Argomenti trattati

Progettare nella città contemporanea significa intervenire in ambiti fortemente antropizzati, in cui le contrapposizioni classiche che distinguono la natura dall’artificio, il centro dalla periferia, la storia dalla contemporaneità spesso perdono rilevanza di fronte a un complesso palinsesto di segni, fenomeni e stratificazioni. In questo contesto sfuggente e, talvolta, contraddittorio si inserisce la figura del progettista che ha come primo compito quello di saper osservare la città e il territorio attraverso una “ricerca paziente” e un dialogo profondo, investigando problematiche e potenzialità, per poi tramutarle in occasioni di progetto urbano.

Il progetto in questa prospettiva è inteso come esito complesso di processi di interazione sociale e di partecipazione, nei quali il progettista è chiamato a confrontarsi con una molteplicità di soggetti, orientamenti e visioni.

L’esperienza proposta agli studenti si basa su un'attenta fase di lettura dei contesti adottati come casi studio, svolta sia attraverso l’osservazione dei loro caratteri fisici e morfologici (letture cartografiche, sopralluoghi e rilievi), sia attraverso la ricerca di documentazioni pertinenti (piani, progetti e documenti inerenti le politiche urbane), sia infine mediante l’ascolto degli attori locali (interviste, osservazione partecipante, ecc.). Questa fase di studio consentirà di individuare criticità e potenzialità dei contesti osservati e sarà propedeutica alla formulazione del progetto di trasformazione, attraverso la definizione di obiettivi generali, strategie d’intervento e specifiche azioni.

Il progetto riguarderà la configurazione dello spazio, l’interazione con gli abitanti, l’interazione con gli attori a vario titolo coinvolti nell’esperienza progettuale e i tempi della trasformazione ipotizzata; vedrà una forte e costitutiva interazione tra la dimensione delle trasformazioni fisiche e dei supporti materiali, e quella delle politiche urbane relative ad azioni immateriali, meccanismi organizzativi e forme di coinvolgimento delle comunità locali.

 

La struttura didattica del Laboratorio prevede un calendario di lezioni svolte dai due docenti, lezioni in forma seminariale con esperti invitati a tenere specifiche comunicazioni e una continua attività di progettazione svolta in aula dagli studenti con il supporto dei docenti e dei tutor del Laboratorio.

Sia le lezioni, sia l’attività di progettazione in aula sono fondamentali, è pertanto richiesta la presenza continuativa degli studenti nelle giornate di Laboratorio. Tale presenza sarà regolarmente verificata e rilevata dai docenti.

L’attività di progettazione sarà svolta dagli studenti in gruppi di lavoro che dovranno essere formati entro il termine della prima giornata di lezione.

 

 


Prerequisiti

Nessun prerequisito richiesto


Modalità di valutazione

L’esame consisterà nella valutazione (di gruppo) degli elaborati progettuali finali e nella presentazione orale di tali elaborati da parte dei componenti di ogni gruppo: ogni singolo studente dovrà presentare uno specifico aspetto del progetto elaborato e tale presentazione avrà il valore di prova orale.


Bibliografia
Risorsa bibliografica obbligatoriaFrancesca Cognetti, What forms of participation today? Forms, pressures, competences, in Cognetti F., Cellamare C., (a cura di) (2014), Practices of reappropriation, Editore: Planum Publisher, Roma-Milano, Anno edizione: 2014
Risorsa bibliografica obbligatoriaFrancesca Cognetti, "Praticare l'interazione in una prospettiva progettuale", in A. Cancellieri, G. Scandurra (a c. di), Tracce urbane. Alla ricerca della cittÂÃ', Editore: Franco Angeli, Milano, Anno edizione: 2012
Risorsa bibliografica obbligatoriaBozzuto P., Costa A., Fabian L., Pellegrini P., Storie del futuro. Gli scenari nella progettazione del territorio, Editore: Officina Edizioni, Roma, Anno edizione: 2008
Risorsa bibliografica obbligatoriaPaolo Bozzuto, "Popolazioni digitali: il possibile ruolo delle comunit Â online nella costruzione di politiche urbane", in: Balducci A., Fedeli V., Pasqui G. (a c. di), In movimento. Confini, popolazioni e politiche nel territorio milanese, Editore: Franco Angeli, Milano, Anno edizione: 2008

Forme didattiche
Tipo Forma Didattica Ore di attività svolte in aula
(hh:mm)
Ore di studio autonome
(hh:mm)
Lezione
43:00
46:34
Esercitazione
29:00
31:25
Laboratorio Informatico
0:00
0:00
Laboratorio Sperimentale
0:00
0:00
Laboratorio Di Progetto
72:00
78:00
Totale 144:00 155:59

Informazioni in lingua inglese a supporto dell'internazionalizzazione
Insegnamento erogato in lingua Italiano
Disponibilità di materiale didattico/slides in lingua inglese
Disponibilità di libri di testo/bibliografia in lingua inglese
Disponibilità di supporto didattico in lingua inglese

Note Docente
schedaincarico v. 1.6.1 / 1.6.1
Area Servizi ICT
28/02/2020