logo-polimi
Loading...
Risorse bibliografiche
Risorsa bibliografica obbligatoria
Risorsa bibliografica facoltativa
Scheda Riassuntiva
Anno Accademico 2018/2019
Scuola Scuola di Architettura Urbanistica Ingegneria delle Costruzioni
Insegnamento 095968 - LABORATORIO DI URBANISTICA
Docente Galuzzi Paolo , Solero Elena
Cfu 12.00 Tipo insegnamento Laboratorio

Corso di Studi Codice Piano di Studio preventivamente approvato Da (compreso) A (escluso) Nome Sezione Insegnamento
Arc - Urb - Cost (1 liv.)(ord. 270) - MI (1094) PROGETTAZIONE DELL'ARCHITETTURAMIACONTARTESEDELOGU095968 - LABORATORIO DI URBANISTICA

Obiettivi dell'insegnamento

La forma didattica del laboratorio consente di mettere alla prova la capacità dello studente nell’applicare a temi concreti le conoscenze maturate all'interno degli insegnamenti.

Il laboratorio di Urbanistica introduce alla progettazione e pianificazione urbanistica attraverso gli elementi fondamentali della disciplina, cioè l’analisi della città e del territorio alle diverse scale di relazione dei fenomeni insediativi; la conoscenza delle teorie e di significative esperienze di progettazione urbana e pianificazione spaziale del Novecento; la comprensione degli strumenti urbanistici di tipo regolativo e progettuale. Ulteriori approfondimenti sono dedicati alla conoscenza delle dinamiche di trasformazione territoriale degli ultimi decenni e ai temi più significativi della città contemporanea (sostenibilità ambientale, pratiche dell'abitare, welfare materiale, mobilità urbana, spazio pubblico, rigenerazione e riuso, reti digitali). Attraverso un’attività propedeutica di tipo tecnico, l'obiettivo del laboratorio è quello di sviluppare l'attitudine progettuale per la tematizzazione e la definizione di uno spazio urbano, sperimentando le tecniche di comunicazione e rappresentazione appropriate.

 


Risultati di apprendimento attesi

A seguito del superamento dell’esame, lo studente conosce concetti, principi e metodi fondamentali dell’urbanistica. Lo studente inoltre è in grado di applicare la conoscenza acquisita all’individuazione dei problemi di carattere urbanistico e alla ricerca autonoma di appropriate soluzioni progettuali con attenzione al contesto sociale e materiale di ciascun intervento. L’apprendimento è sufficiente per un corretto impiego della terminologia urbanistica e per comunicare in modo chiaro e comprensibile, anche a un pubblico non specialistico, le analisi e le scelte progettuali effettuate.


Argomenti trattati

Il percorso progettuale degli studenti, organizzato per piccoli gruppi (max 3-4 persone), vuole introdurre e approfondire gli aspetti dell’analisi urbana e urbanistica alle varie scale e condurre a operazioni di descrizione e interpretazione dei contesti urbani studiati, con finalità orientate allo sviluppo di ipotesi progettuali a diverse scale di definizione: esplorando e verificando nuovi assetti urbanistici, ambientali e di paesaggio, ricercando la corretta articolazione degli spazi e delle attrezzature pubbliche e collettive (strade, piazze, percorsi ciclopedonali, verde e servizi), sperimentando quantità, mix di funzioni e tipi insediativi pertinenti.
L’ambito urbano oggetto di intervento progettuale riguarderà contesti specifici scelti all’interno degli Ambiti di Rinnovamento Urbano (ARU) del nuovo PGT di Milano, preferibilmente collocati in contesti in cui ricadono alcune delle aree selezionate nella corrente edizione del progetto Riformare Milano.
Il Laboratorio, che si compone di due moduli strettamente integrati, intende avvicinare lo studente del primo anno alle nozioni base dei saperi e delle pratiche dell’urbanistica contemporanea, cogliendone al meglio le possibilità operative, nella lettura, interpretazione e progettazione semplice di tessuti insediativi urbani.
Il percorso formativo si compone di:

  • lezioni di base sulla formazione e sviluppo della città europea (antica, moderna e contemporanea), il cui obiettivo è di avvicinare gli studenti alla conoscenza e comprensione dei temi e delle questioni rilevanti dell’urbanistica nelle diverse epoche;
  • lezioni sulla pianificazione di Milano, dalla sua formazione moderna ottocentesca al PGT approvato nel 2012;
  • lezioni a carattere maggiormente tecnico affinchè gli studenti imparino ad utilizzare i materiali di tipo cartografico e a prendere confidenza con gli aspetti quantitativi - dimensionali e qualitativi del fare urbanistica;
  • lezioni su componenti tecniche semplici del progetto urbanistico (indici, rapporti di copertura e parametri, orientamenti morfologici, dotazioni urbanistiche;
  • esercitazioni in aula per apprendere la lettura e descrizione dei materiali urbani, attraverso la restituzione di cartografie tematiche di sintesi del rilievo diretto ed interpretazione delle basi cartografiche;
  • una fase progettuale relativa ad aree unitarie o ambiti non contigui da riordinare come parti compiute di città, in cui imparare a disporre, comporre e distribuire edifici, spazi di socialità, infrastrutture, servizi, aree pubbliche e altre dotazioni urbanistiche e ambientali;
  • offerta di itinerari guidati in alcuni quartieri milanesi esemplari, che avranno come esito l’approfondimento e la restituzione attraverso schedatura di alcuni casi studio significativi.

Al fine di articolare maggiormente l’offerta didattica, l’insegnamento integrativo sarà finalizzato ad approfondire gli aspetti di lettura e interpretazione di ambienti insediativi e di paesaggi urbani, approfondendo le pratiche di trasformazione e modificazione dello spazio abitabile del territorio contemporaneo. Il percorso di progettazione proposto agli studenti sarà quindi unitario e tenderà a caratterizzarsi come un processo di attività costantemente guidate e assistite durante l'intero semestre. Due terzi delle ore a disposizione saranno dedicate ad attività pratiche in aula e ai necessari sopralluoghi; un terzo sarà dedicato a comunicazioni generali, presentazioni di casi e riferimenti, istruzioni sul lavoro in aula, seminari collettivi di discussione e confronto dei lavori degli studenti.
Le attività del laboratorio si articolano sostanzialmente in tre operazioni: 1) osservare e interpretare alla scala generale; 2) rilevare e interpretare alla scala urbana e di isolato 3) indirizzare e regolare scenari progettuali di insieme. Le prime due operazioni offrono metodi, riferimenti e materiali per indagini dirette e documentarie, interpretazioni cartografiche alle varie scale, ricognizioni fotografiche ed interviste, finalizzate alla restituzione di un'interpretazione articolata e argomentata del contesto studiato, a scala generale e urbana. La terza operazione consiste nella definizione di uno o più scenari progettuali riferiti all’ambito di studio, sperimentando l’applicazione di elementari principi urbanistici e compositivi. In particolare, verrà approfondito il rapporto tra risorse ambientali e scelte localizzative e dimensionali degli insediamenti urbani; le relazioni tra i quadri di pianificazione generale e attuativa e i progetti urbani; le coerenze morfologiche e funzionali tra scelte progettuali e contesto; il disegno e la costruzione delle città e dello spazio collettivo.
Le lezioni saranno disponibili sul sito web/BeeP del Laboratorio, dove gli studenti potranno trovare link a materiali vari (lezioni, bibliografie, letture, video, cartografia, legende per le tavole, riferimenti ed esempi concreti di elaborati, progetti ecc.).
Tutte le prove previste sono obbligatorie e tutte le attività che esse comportano - salvo gli indispensabili sopralluoghi e rilievi dei contesti per i quali si prevede una progettazione specifica - si dovranno svolgere in aula.

Scale e livelli di approfondimento delle elaborazioni
Per il carattere di base dell’insegnamento, il percorso progettuale attraverserà un ampio spettro di scale del progetto urbanistico, verificando di volta in volta quelle più opportune ad argomentare le singole elaborazioni. Particolare l'attenzione sarà posta alla restituzione di quadri interpretativi e strutturali di livello locale (1:10.000, 1:5.000), di letture urbane di insieme alla scala di quartiere o di isolato (1:2.000), di indicazioni di dettaglio per assetti e materiali specifici (1:1.000, 1:500, 1:200).]


Prerequisiti
 

Modalità di valutazione

L’attività di Laboratorio prevede esercitazioni essenzialmente di gruppo relative all'indagine, lettura, interpretazione dei tessuti urbani e alla definizione di un semplice scenario progettuale (Masterplan) relativamente ad una porzione di territorio urbano.¿
L’elenco dei materiali da produrre e le scadenze intermedie vengono forniti fin dall’inizio del corso, al fine di stimolare gli studenti anche verso gli aspetti di gestione ed organizzazione del proprio lavoro, soprattutto in aula.¿
Durante il Laboratorio sono previsti due/tre momenti di presentazione orale degli elaborati di esercitazione realizzati in gruppo, in cui gli studenti illustrano lo stato di avanzamento delle proprie elaborazioni, dando conto delle conoscenze acquisite, della capacità di applicarle negli elaborati analitici e progettuali con autonomia di giudizio e efficacia comunicativa.
Ai fini delle valutazioni intermedie che concorreranno alla valutazione complessiva finale, sono comunque previste tre consegne obbligatorie - riferite a ciascuna operazione, più una monografia facoltativa relativa ad un approfondimento di una questione specifica affrontata nel corso delle lezioni, in base alla quale lo studente può personalizzare il suo voto finale rispetto a quello conseguito nel lavoro di gruppo.
L’esame finale consiste in una prova duplice: nella Valutazione complessiva degli elaborati di gruppo e in un contestuale esame orale individuale che terrà conto della partecipazione fattiva al corso e del grado di maturazione acquisito dallo studente e del livello di apprendimento complessivo conseguito durante il semestre.


Bibliografia
Risorsa bibliografica obbligatoriaOliva Federico, L'urbanistica di Milano, Editore: Hoepli, Anno edizione: 2002, ISBN: 978-8820330729
Risorsa bibliografica obbligatoriaGiuseppe Campos Venuti, Citt  senza cultura. Intervista sull'urbanistica, Editore: Laterza, Anno edizione: 2010, ISBN: 9788842092643

Forme didattiche
Tipo Forma Didattica Ore di attività svolte in aula
(hh:mm)
Ore di studio autonome
(hh:mm)
Lezione
43:00
46:34
Esercitazione
29:00
31:25
Laboratorio Informatico
0:00
0:00
Laboratorio Sperimentale
0:00
0:00
Laboratorio Di Progetto
72:00
78:00
Totale 144:00 155:59

Informazioni in lingua inglese a supporto dell'internazionalizzazione
Insegnamento erogato in lingua Italiano

Note Docente
schedaincarico v. 1.6.1 / 1.6.1
Area Servizi ICT
02/04/2020