logo-polimi
Loading...
Risorse bibliografiche
Risorsa bibliografica obbligatoria
Risorsa bibliografica facoltativa
Scheda Riassuntiva
Anno Accademico 2017/2018
Scuola Scuola del Design
Insegnamento 051217 - STUDI SULL'UTENTE
Docente Figiani Maurizio
Cfu 6.00 Tipo insegnamento Monodisciplinare

Corso di Studi Codice Piano di Studio preventivamente approvato Da (compreso) A (escluso) Nome Sezione Insegnamento
Des (1 liv.)(ord. 270) - BV (1090) DESIGN DEL PRODOTTO INDUSTRIALEP1AZZZZ051217 - STUDI SULL'UTENTE
P2AZZZZ051217 - STUDI SULL'UTENTE
Des (1 liv.)(ord. 270) - BV (1156) DESIGN DEL PRODOTTO INDUSTRIALENDVAGROSSO086785 - ANTROPOLOGIA CULTURALE
PROAGROSSO086785 - ANTROPOLOGIA CULTURALE

Programma dettagliato e risultati di apprendimento attesi

Per sviluppare ipotesi di innovazione coerenti e condivise, appare imprescindibile acquisire la capacità di “com-prendere” persone, gruppi, comportamenti, giungere a cogliere lo stato d’animo, immedesimarsi con coloro i quali utilizzano spazi, oggetti, segni (utenti/utente): le idee, le visioni di cambiamento, devono “in qualche misura” risultare congruenti con i bisogni di individui; le caratteristiche fisiche e intangibili di un prodotto sono componenti concrete che necessariamente rispondono a necessità; il valore di scambio di una prestazione, una merce è determinato dalla capacità del bene di soddisfare esigenze. 

Il progetto assume valore nella misura in cui è in grado di proiettare (pro-gettare) nella dimensione futura idee per una (riconosciuta) migliore esperienza quotidiana delle persone.

Nell'intento di fornire un contributo di conoscenza riferito all'ambito di ricerca in cui le discipline sociali e progettuali si connettono e si sovrappongono, il corso propone una serie di temi di approfondimento, allo scopo di conoscere metodi e tecniche, strumenti ed elementi utili all’analisi di comportamenti di persone, partecipi di una determinata comunità: una dotazione minima che consenta all’analista/ricercatore di “accedere” a situazioni complesse; cogliere fattori caratteristici dei fenomeni sociali; interpretare e quindi esplicitare, nella dimensione presente, le motivazioni, i valori riferibili alle modalità d’interazione tra persone, artefatti, contesti.

Le tematiche, oggetto di indagine e studio, sono articolate in relazione alle seguenti, diverse aree d'esplorazione:
- la centralità dell’uomo, un approccio interdisciplinare; ergonomia e progetto;
- com-prendere le motivazioni di persone/utenti in specifici contesti; etnografia e antropologia culturale;
- la dimensione emozionale e culturale, la comunicazione analogica non verbale; psicologia;
- persone ed empatia, fonti di ispirazione per il progetto; human-centered design, experience design, design thinking, lean startup;
- il contesto attuale e le possibili linee di sviluppo socio-economico;
- strumenti di elaborazione dei significati, di definizione di visioni e idee riguardo il futuro; le pratiche narrative.

Nel corso del semestre verranno organizzati alcuni incontri con professionisti, seminari di discussione, allo scopo di introdurre gli studenti alle tamatiche del corso e fornire una chiave interpretativa dei testi.

Risultati di apprendimento attesi:
- conoscenza di metodi e tecniche della ricerca sociale
- comprensione di alcuni aspetti connessi alla comunicazione non verbale
- apprendimento di strumenti operativi formalizzati nelle pratiche del design
- cognizione dele dinamiche di cambiamento socio-economico
- capacità di interpratazione dei fenomeni e conseguente elaborazione  

 


Note Sulla Modalità di valutazione

Il corso non prevede frequenza obbligatoria: si sollecita comunque gli studenti, per quanto possibile, a una partecipazione attiva, in considerazione di quanto sia rilevante, anche in questo ambito della ricerca progettuale (studi sull'utente), l'immergersi nelle situazioni, confrontarsi con esperienze dirette, incontrare persone.

Al fine di verificare la conoscenza approfondita degli argomenti trattati, le modalità d'esame prevedono per tutti gli studenti una prova scritta, . 

Ai frequentanti, oltre la bibliografia obbligatoria, in accordo con la docenza, sulla scorta delle esperienze (d’incontro) sviluppate, viene proposta l’elaborazione di un breve testo: lo scritto, oltre che descrittivo di contesti e situazioni, deve pervenire alla definizione del “tipo ideale" (persona/personaggio - protagonista); la narrazione deve far emergere, gli schemi d’interazione, i significati, le motivazioni, i valori sottesi alle consuetudini (solo in apparenza banali), superando l’opacità del quotidiano.

Per Gli studenti non frequantanti, la prova scritta verterà su tutta la bibliografia (obbligatoria e facoltativa). 


Bibliografia
Risorsa bibliografica obbligatoriaD. Miller, Per un'antropologia delle cose, Editore: Ledizioni, Milano, Anno edizione: 2013
Risorsa bibliografica obbligatoriaS. Morganti, Le voci del silenzio. L'ascolto nella comunicazione interpersonale, Editore: FrancoAngeli, Milano, Anno edizione: 2000
Risorsa bibliografica obbligatoriaS. Pizzocaro, M. Figiani a cura di, Argomenti di ergonomia. Un glossario Vol. 1, , Editore: FrancoAngeli, Milano, Anno edizione: 2009
Risorsa bibliografica obbligatoriaS. Pizzocaro, Introduzione agli studi sugli utenti. Conoscere gli utenti tra ricerca e design dei prodotti, Editore: Unicopli, Milano, Anno edizione: 2015
Risorsa bibliografica obbligatoriaB. Poggio, Mi racconti una storia? Il metodo narrativo nelle scienze sociali, Editore: Carocci, Roma, Anno edizione: 2004
Risorsa bibliografica obbligatoriaS. Stefanizzi, Il ragionamento sociologico - Questioni metodologiche ed esempi di ricerca, Editore: McGraw-Hill Education, Milano, Anno edizione: 2012
Risorsa bibliografica obbligatoriaDesign Thinking & Lean Startup - Un nuovo paradigma di innovazione http://docplayer.it/4915096-Design-thinking-lean-startup-un-nuovo-paradigma-di-innovazione-ereport.html
Note:

a cura di I. Ameglio, I. Cassarino e C. Panetta per The Doers

Risorsa bibliografica facoltativaA. Cancellieri, Hotel house, Editore: Professionaldreamers, Trento, Anno edizione: 2013 http://www.professionaldreamers.net/_prowp/wp-content/uploads/978-88-908130-0-9.pdf
Risorsa bibliografica facoltativaM. Kouprie & F.S. Visser, A framework for empathy in design: stepping into and out of the user's life, Editore: Taylor&Francis, Anno edizione: 2009, Fascicolo: Journal of Engineering Design, Vol. 20, No. 5
Risorsa bibliografica facoltativaE. Ries, Partire leggeri. Il metodo Lean Startup: innovazione senza sprechi per nuovi business di successo, Editore: Rizzoli Etas, Milano, Anno edizione: 2012
Risorsa bibliografica facoltativaThe Field Guide to Human-Centered Design by IDEO.org http://www.designkit.org/resources/1

Mix Forme Didattiche
Tipo Forma Didattica Ore didattiche
lezione
43.0
esercitazione
7.0
laboratorio informatico
0.0
laboratorio sperimentale
0.0
progetto
0.0
laboratorio di progetto
0.0

Informazioni in lingua inglese a supporto dell'internazionalizzazione
Insegnamento erogato in lingua Italiano

Note Docente
schedaincarico v. 1.6.5 / 1.6.5
Area Servizi ICT
25/02/2021