logo-polimi
Loading...
Risorse bibliografiche
Risorsa bibliografica obbligatoria
Risorsa bibliografica facoltativa
Scheda Riassuntiva
Anno Accademico 2017/2018
Scuola Scuola di Architettura Urbanistica Ingegneria delle Costruzioni
Insegnamento 051502 - LABORATORIO DI RESTAURO
Docente Oreni Daniela , Pertot Gianfranco
Cfu 10.00 Tipo insegnamento Laboratorio

Corso di Studi Codice Piano di Studio preventivamente approvato Da (compreso) A (escluso) Nome Sezione Insegnamento
Arc - Urb - Cost (Mag.)(ord. 270) - MI (1018) ARCHITETTURA - PROGETTAZIONE ARCHITETTONICAACPAZZZZC051502 - LABORATORIO DI RESTAURO
ASIAZZZZC051502 - LABORATORIO DI RESTAURO
Arc - Urb - Cost (Mag.)(ord. 270) - MI (1217) ARCHITETTURA E DISEGNO URBANO - ARCHITECTURE AND URBAN DESIGNADUAZZZZC051502 - LABORATORIO DI RESTAURO

Programma dettagliato e risultati di apprendimento attesi

Il Laboratorio si avvale dei contributi delle discipline di Restauro e di Rappresentazione della città e del territorio. Il tema centrale della didattica del Laboratorio verterà intorno alla acquisizione e all’applicazione di strumenti per la formazione di una conoscenza non astratta e non selettiva dei manufatti esistenti, tale da orientare positivamente e da favorire la gestione del progetto di conservazione e riuso, con particolare attenzione per gli aspetti legati alla lettura del manufatto, al contrasto del degrado e alla necessità di favorire l’adeguamento (statico, alle normative e impiantistico, con particolare riferimento all’uso razionale delle risorse nell’ambiente costruito e all’estensione delle possibilità di utenza). 

La docenza fornirà gli strumenti per osservare sia gli aspetti materiali, che gli indizi utili per una lettura diacronica (stratigrafica) degli edifici. Presenterà in proposito i risultati di ricerche e realizzazioni recenti e proporrà riflessioni e indicazioni sugli aspetti metodologici e teoretici delle varie fasi del progetto.

  •  Aspetto caratterizzante dell’attività del corso saranno le fasi di Esercitazione e di Laboratorio, che si svolgeranno su contesti esistenti, in luoghi sicuri individuati dalla docenza.

Le lezioni del modulo di Restauro toccheranno, fra gli altri, i seguenti punti:

  • Conoscenza storica: applicazione dei metodi di datazione e di conoscenza mutuati dall'archeologia, rilievo stratigrafico e analisi stratigrafica, programma di analisi.
  • Conoscenza metrica: il rilievo per la conservazione.
  • Conoscenza materiale e strutturale: riconoscimento, mappatura e interpretazione di materiali e quadro fessurativo.
  • Conoscenza dello stato di degrado: individuazione delle cause, riconoscimento delle manifestazioni del degrado, rilievo delle stesse.
  • Degrado e dissesto: conservazione e controllo. Analisi non distruttive, esempi di consolidamento, principali modellazioni e concezioni strutturali degli edifici, indicazioni utili all’impostazione dell’analisi dei dissesti e all’utilizzo della diagnostica strutturale nel suo complesso.
  • Progetto di riuso e di manutenzione (con riferimento, tra gli altri, alla contestualizzazione dei nuovi interventi, ai temi dell’accessibilità, adeguamento, sicurezza…)

I contenuti del modulo di Rappresentazione della città e del territorio riguarderanno l’approfondimento teorico e operativo del concetto di rappresentazione architettonica. Verranno affrontati i temi relativi al rilievo geometrico e tematico dell’architettura e del paewsaggio nel contesto urbano e territoriale nonché quelli della sua rappresentazione informatizzata, proponendo una riflessione critica sulle nozioni di “strumento” e di “tecnica".

Tutti gli argomenti trattati troveranno immediata applicazione pratica nell’esercitazione di laboratorio

Obiettivo del corso è formare nello studente una consapevolezza e un livello critico adeguati alla complessità della disciplina e del progetto di intervento sull’esistente, considerando il ruolo decisivo che nei processi di gestione dei mutamenti assumono lettura, interpretazione e intervento, nei confronti della conservazione dell’esistente medesimo e della sua trasmissione al futuro.

Lo studio della bibliografia consigliata è complementare e necessario allo svolgimento delle attività di esercitazione e di laboratorio e non va considerato come solo impegno conclusivo ai fini della verifica finale.

Nella sottostante sezione "Bibliografia" si trovano indicati i riferimenti principali, ma altre indicazioni più articolate saranno fornite nel corso delle lezioni.


Note Sulla Modalità di valutazione

La verifica dei risultati raggiunti dagli studenti sarà condotta:

  • durante il corso, mediante verifiche sui principali argomenti trattati e sulla bibliografia, e la discussione del progetto, il cui svolgimento sarà materia di continua revisione durante le esercitazioni e il Laboratorio;
  • a fine corso mediante un colloquio individuale di verifica del livello di apprendimento e di maturazione raggiunta in rapporto alle tematiche disciplinari.

Bibliografia
Risorsa bibliografica obbligatoriaG. Carbonara, Trattato di restauro architettonico, Editore: Utet, Torino, Anno edizione: 1996
Note:

In particolare i volumi 2,3 e 4

Risorsa bibliografica obbligatoriaV. Ugo, Fondamenti della rappresentazione architettonica, Editore: Esculapio, Bologna, Anno edizione: 1994
Risorsa bibliografica obbligatoriaA. Bellini, Tecniche della conservazione, Editore: Franco Angeli, Milano, Anno edizione: 1986
Note:

In particolare il capitolo "Teorie del restauro e conservazione architettonica" pp. 1-56

Risorsa bibliografica obbligatoriaS.F. Musso, La tecnica e le "tecniche del restauro", in S.F. Musso, Tecniche di restauro. Aggiornamento. PP. 1-32, Editore: UTET, Torino, Anno edizione: 2013, ISBN: 9788859808152

Mix Forme Didattiche
Tipo Forma Didattica Ore didattiche
lezione
66.0
esercitazione
46.0
laboratorio informatico
0.0
laboratorio sperimentale
0.0
progetto
0.0
laboratorio di progetto
73.0

Informazioni in lingua inglese a supporto dell'internazionalizzazione
Insegnamento erogato in lingua Italiano

Note Docente
schedaincarico v. 1.6.1 / 1.6.1
Area Servizi ICT
02/04/2020