logo-polimi
Loading...
Risorse bibliografiche
Risorsa bibliografica obbligatoria
Risorsa bibliografica facoltativa
Scheda Riassuntiva
Anno Accademico 2017/2018
Scuola Scuola di Ingegneria Civile, Ambientale e Territoriale
Insegnamento 088641 - TECNICA ED ECONOMIA DEI TRASPORTI
Docente Maja Roberto
Cfu 10.00 Tipo insegnamento Monodisciplinare

Corso di Studi Codice Piano di Studio preventivamente approvato Da (compreso) A (escluso) Insegnamento
Ing - Civ (Mag.)(ord. 270) - MI (440) INGEGNERIA PER L'AMBIENTE E IL TERRITORIO*AZZZZ089914 - ECONOMIA DEI TRASPORTI
Ing - Civ (Mag.)(ord. 270) - MI (488) INGEGNERIA CIVILE - CIVIL ENGINEERING*AZZZZ088641 - TECNICA ED ECONOMIA DEI TRASPORTI
088608 - TECNICA ED ECONOMIA DEI TRASPORTI
Ing - Civ (Mag.)(ord. 270) - MI (489) INGEGNERIA PER L'AMBIENTE E IL TERRITORIO - ENVIRONMENTAL AND LAND PLANNING ENGINEERING*AZZZZ089914 - ECONOMIA DEI TRASPORTI

Programma dettagliato e risultati di apprendimento attesi

Premessa

Oltre a illustrare gli argomenti trattati durante il corso, nel seguito si fornisce anche un elenco dettagliato del materiale didattico disponibile per la preparazione dell’esame e di molta altra documentazione messa a disposizione per chi volesse approfondire la propria conoscenza, anche in previsione della futura attività professionale.

Alla fine del corso si fornirà un documento contenente le Linee Guida orientative per la preparazione dell’esame.

A molte lezioni parteciperanno anche tecnici esterni, la cui presenza è finalizzata a integrare la didattica teorica trasferendo agli studenti la propria esperienza pluri-decennale nella progettazione e nella gestione di sistemi e servizi di trasporto. Sono inoltre previsti seminari didattici aventi la stessa finalità e visite didattiche presso depositi, officine e sale operative.

L'erogazione del corso è svolta contestualmente per i seguenti insegnamenti e orientamenti:

  • Laurea Magistrale in Ingegneria Civile, Orientamenti Infrastrutture di Trasporto e Generale, 10 crediti,
  • Laurea Magistrale in Ingegneria per l’Ambiente e Territorio, Orientamenti Vari, 8 crediti.

 

Orientamento Infrastrutture di Trasporto - Orientamento Generale

Programma dettagliato dell'insegnamento - 10 CFU

 

Introduzione

  • Generalità, definizioni.
  • Ingegneria dei trasporti: competenze e attività.
  • Evoluzione tecnologica dei trasporti.
  • Componenti ed elementi di un sistema di trasporto.
  • Funzioni e requisiti.
  • Classificazione.
  • Indicatori e unità di misura.
  • Elementi descrittivi dei sistemi di trasporto: generalità, varie modalità di trasporto, incidentalità, inquinamento, consumi energetici.

Meccanica dei trasporti

Meccanica della locomozione terrestre.

  • Veicolo: caratteristiche generali, componenti.
  • Ruota stradale, ruota ferroviaria, accoppiamenti cinematici.
  • Equazione del moto.
  • Trasmissione: rapporto di trasmissione, potenza, rendimento, forza alle ruote.
  • Aderenza: limite di aderenza, coefficienti di aderenza stradali e ferroviari.
  • Caratteristica meccanica ideale e reale, forze dissipative, attrito, forze conservative, inerzia, massa equivalente.
  • Resistenze al moto: rotolamento, aerodinamica, accidentale, altimetrica.
  • Diagramma di trazione, velocità, fasi del moto:

Veicolo stradale.

  • Classificazione, caratteristiche generali e prestazioni, componenti.
  • Telaio, cassa, ruota, sospensioni, ammortizzatori.
  • Sterzo, manovra di sterzatura.
  • Pneumatico: componenti, comportamento statico, effetti della pressione, cedimento, scorrimento, aderenza.
  • Azioni trasversali, deriva e suoi effetti, effetto inerziale in ingresso e in uscita dalle curve.
  • Effetto delle sospensioni.
  • Ribaltamento e sbandamento (o slittamento trasversale); stabilità nei tratti di raccordo.

Sistemi di trasporto pubblico locale (TPL)

  • Generalità: caratteristiche, evoluzione, classificazione dei sistemi, classificazione dei servizi.
  • Sistemi a guida libera: autolinee, filovie, emissioni inquinanti, carburanti alternativi.
  • Sistemi a guida vincolata: tramvie, metropolitane, metropolitane leggere, funicolari.
  • Sistemi a guida mista: caratteristiche generali, ruolo funzionale, vantaggi, limiti, tendenze evolutive.
  • Servizi programmati: prestazioni, indicatori e loro relazioni.
  • Configurazione delle reti, stazioni e terminali di interscambio, servizi a orario cadenzato.
  • Servizi autoprodotti e non programmati: car pooling, car sharing, dial a raid.
  • Servizi complementari; informazione all'utenza.

Pianificazione e simulazione dei sistemi di trasporto

  • Pianificazione dei sistemi di trasporto: concetti generali, livello temporale, livello spaziale, redazione di un piano per fasi.
  • Simulazione delle reti di trasporto: impostazione del processo, interazioni tra i componenti di un sistema di trasporto.
  • Offerta: componenti dell’offerta, flusso di percorso e flusso di arco, teoria dei grafi, componenti funzionali di una rete, costi di trasporto, funzioni di costo.
  • Domanda: caratteristiche e componenti, matrici OD.
  • Analisi della domanda: metodi di analisi: concetti di stima, modellizzazione e aggiornamento; rilevamento aggregato e disaggregato.
  • Osservazione o stima diretta della domanda: aggregazione dei dati, tecniche di rilevamento, tipologia statistica, modalità di indagine. indagini RP, progettazione statistica. campionamento casuale semplice, numerosità del campione.
  • Modellizzazione della domanda: approcci descrittivo e comportamentale, formulazione generale del modello di domanda, formulazione a 4 fasi.
  • Teoria dell’utilità probabilistica: ipotesi e definizioni, formulazione dell’utilità casuale, utilità sistematica, attributi, residui aleatori, concetti di varianza e covarianza, probabilità di scelta, ipotesi e proprietà della variabile di Gumbel, funzione logsum, Logit multinomiale e binomiale, espressione della probabilità di scelta, effetti della varianza, problema dell’indipendenza dalle alternative irrilevanti, Logit gerarchico: struttura della probabilità, proprietà, matrice di dispersione, Probit: concetto generale e cenni.
  • Modellizzazione a 4 fasi: zonizzazione, criteri di dimensionamento delle zone, generazione: elementi determinanti, variabili esplicative, formulazione descrittiva, formulazione comportamentale, attributi, ruolo della variabile inclusiva logsum; distribuzione: elementi determinanti, variabili esplicative, ofrmulazione gravitazionale, formulazione comportamentale, attributi, ruolo della variabile inclusiva logsum; ripartizione modale: elementi determinanti, variabili esplicative, formulazione descrittiva, formulazione comportamentale, attributi, ruolo della variabile inclusiva logsum; scelta del percorso: elementi determinanti, variabili esplicative, modalità di scelta, specificazione del modello, utilità delle alternative, concetto di scelta deterministica e stocastica, problema della sovrapposizione dei percorsi, formulazione C-loigit; assegnazione: concetti di flussi di domanda, flussi di percorso, flussi di arco, classificazione e campi di applicazione dei modelli di assegnazione, assegnazione a reti non congestionate e a reti congestionate, condizioni di esistenza e unicità della soluzione, separabilità dei costi su reti urbane ed extraurbane.
  • Calibrazione dei modelli: calibrazione dei modelli descrittivi, calibrazione dei modelli comportamentali, massima verosimiglianza, condizioni di esistenza ed unicità, relazione tra matrice hessiana e matrice di incidenza, indagini SP: considerazioni generali, esempio di questionario, progettazione, piano fattoriale, riduzione di un piano fattoriale, problema della collinearità.
  • Aggiornamento di matrici: formulazione del problema, relazione tra flussi di traffico e flussi di domanda, molteplicità della soluzione, procedura della stima bayesiana.

Economia dei trasporti

  • Processi produttivi, funzione di produzione.
  • Costi fissi, variabili, totali, marginali, esterni; costi di trasporto.
  • Domanda, domanda di trasporto, curva di domanda.
  • Offerta, offerta di trasporto, funzione di costo.
  • Mercato concorrenziale, massimizzazione del profitto.
  • Mercato monopolistico, produzione, prezzo, ricavo, massimizzazione del profitto.
  • Elasticità della domanda e dell’offerta.
  • Equilibrio: definizioni, surplus, equilibrio con domanda rigida, dinamicità dell’equilibrio.
  • Equilibrio delle reti di trasporto: equilibrio spontaneo e regolato, principi di Wardrop, costi esterni, pedaggi di efficienza, efficienza ed equità.
  • Tariffe.

Economia aziendale

  • Azienda e impresa, fattori, processo produttivo, utile.
  • Bilancio dell'azienda: stato patrimoniale e conto economico. Ammortamento.
  • Produttività, efficacia, efficienza, unità di movimento e di traffico, indicatori, costi medi, parziali e marginali.
  • Analisi di variabilità dei costi; costi variabili, costanti, costanti a intervalli, viscosi.
  • Tariffazione: tariffe a valore e a costo. Tipologia tariffaria.

Elementi di trazione

  • Combustione interna ed esterna, classificazioni e definizioni.
  • Componenti di un motore, cicli e fasi, angoli di anticipo e ritardo.
  • Cicli termodinamici teorici e indicati, Otto e Diesel.
  • Potenza, coppia, rendimento, caratteristica meccanica.
  • Frizione: coppia trasferibile e dimensionamento, giunto idraulico.
  • Cambio: rapporti di trasmissione, trasmissione della potenza, elasticità, zone di funzionamento, definizione dei rapporti.
  • Differenziale.

 

Economia dei Trasporti - Ingegneria per l'Ambiente e il Territorio

Programma dettagliato dell'insegnamento -  8 CFU

Introduzione

  • Generalità, definizioni.
  • Ingegneria dei trasporti: competenze e attività.
  • Evoluzione tecnologica dei trasporti.
  • Componenti ed elementi di un sistema di trasporto.
  • Funzioni e requisiti.
  • Classificazione.
  • Indicatori e unità di misura.
  • Elementi descrittivi dei sistemi di trasporto: generalità, varie modalità di trasporto, incidentalità, inquinamento, consumi energetici.

Meccanica dei trasporti

Meccanica della locomozione terrestre.

  • Veicolo: caratteristiche generali, componenti.
  • Ruota stradale, ruota ferroviaria, accoppiamenti cinematici.
  • Equazione del moto.
  • Trasmissione: rapporto di trasmissione, potenza, rendimento, forza alle ruote.
  • Aderenza: limite di aderenza, coefficienti di aderenza stradali e ferroviari.
  • Caratteristica meccanica ideale e reale, forze dissipative, attrito, forze conservative, inerzia, massa equivalente.
  • Resistenze al moto: rotolamento, aerodinamica, accidentale, altimetrica.
  • Diagramma di trazione, velocità, fasi del moto.

Sistemi di trasporto pubblico locale (TPL)

  • Generalità: caratteristiche, evoluzione, classificazione dei sistemi, classificazione dei servizi.
  • Sistemi a guida libera: autolinee, filovie, emissioni inquinanti, carburanti alternativi.
  • Sistemi a guida vincolata: tramvie, metropolitane, metropolitane leggere.
  • Sistemi a guida mista: caratteristiche generali, ruolo funzionale, vantaggi, limiti, tendenze evolutive.
  • Servizi programmati: prestazioni, indicatori e loro relazioni. Servizi non programmati: car pooling, car sharing, dial a raid.

Pianificazione e simulazione dei sistemi di trasporto

  • Pianificazione dei sistemi di trasporto: concetti generali, livello temporale, livello spaziale, redazione di un piano per fasi.
  • Simulazione delle reti di trasporto: impostazione del processo, interazioni tra i componenti di un sistema di trasporto.
  • Offerta: componenti dell’offerta, flusso di percorso e flusso di arco, teoria dei grafi, componenti funzionali di una rete, costi di trasporto, funzioni di costo.
  • Domanda: caratteristiche e componenti, matrici OD.
  • Analisi della domanda: metodi di analisi: concetti di stima, modellizzazione e aggiornamento; rilevamento aggregato e disaggregato.
  • Osservazione o stima diretta della domanda: aggregazione dei dati, tecniche di rilevamento, tipologia statistica, modalità di indagine. indagini RP, progettazione statistica. campionamento casuale semplice, numerosità del campione.
  • Modellizzazione della domanda: approcci descrittivo e comportamentale, formulazione generale del modello di domanda, formulazione a 4 fasi.
  • Teoria dell’utilità probabilistica: ipotesi e definizioni, formulazione dell’utilità casuale, utilità sistematica, attributi, residui aleatori, concetti di varianza e covarianza, probabilità di scelta, ipotesi e proprietà della variabile di Gumbel, funzione logsum, Logit multinomiale e binomiale, espressione della probabilità di scelta, effetti della varianza, problema dell’indipendenza dalle alternative irrilevanti, Logit gerarchico: struttura della probabilità, proprietà, matrice di dispersione, Probit: concetto generale e cenni.
  • Modellizzazione a 4 fasi: zonizzazione, criteri di dimensionamento delle zone, generazione: elementi determinanti, variabili esplicative, formulazione descrittiva, formulazione comportamentale, attributi, ruolo della variabile inclusiva logsum; distribuzione: elementi determinanti, variabili esplicative, ofrmulazione gravitazionale, formulazione comportamentale, attributi, ruolo della variabile inclusiva logsum; ripartizione modale: elementi determinanti, variabili esplicative, formulazione descrittiva, formulazione comportamentale, attributi, ruolo della variabile inclusiva logsum; scelta del percorso: elementi determinanti, variabili esplicative, modalità di scelta, specificazione del modello, utilità delle alternative, concetto di scelta deterministica e stocastica, problema della sovrapposizione dei percorsi, formulazione C-loigit; assegnazione: concetti di flussi di domanda, flussi di percorso, flussi di arco, classificazione e campi di applicazione dei modelli di assegnazione, assegnazione a reti non congestionate e a reti congestionate, condizioni di esistenza e unicità della soluzione, separabilità dei costi su reti urbane ed extraurbane.
  • Calibrazione dei modelli: calibrazione dei modelli descrittivi, calibrazione dei modelli comportamentali, massima verosimiglianza, condizioni di esistenza ed unicità, relazione tra matrice hessiana e matrice di incidenza, indagini SP: considerazioni generali, esempio di questionario, progettazione, piano fattoriale, riduzione di un piano fattoriale, problema della collinearità.
  • Aggiornamento di matrici: formulazione del problema, relazione tra flussi di traffico e flussi di domanda, molteplicità della soluzione, procedura della stima bayesiana.

Economia dei trasporti

  • Processi produttivi, funzione di produzione.
  • Costi fissi, variabili, totali, marginali, esterni; costi di trasporto.
  • Domanda, domanda di trasporto, curva di domanda.
  • Offerta, offerta di trasporto, funzione di costo.
  • Equilibrio: definizioni, surplus, equilibrio con domanda rigida, dinamicità dell’equilibrio.
  • Equilibrio delle reti di trasporto: equilibrio spontaneo e regolato, principi di Wardrop, costi esterni, pedaggi di efficienza, efficienza ed equità.

Economia aziendale

  • Bilancio dell'azienda: stato patrimoniale e conto economico. Ammortamento.
  • Produttività, efficacia, efficienza, unità di movimento e di traffico, indicatori, costi medi, parziali e marginali.
  • Analisi di variabilità dei costi; costi variabili, costanti, costanti a intervalli, viscosi.
  • Tariffazione: tariffe a valore e a costo. Tipologia tariffaria.

 

Documenti didattici

Per la preparazione dell’esame non è disponibile un testo commerciale unico ed esaustivo, tuttavia sono messe a disposizione gratuitamente, sul sito Beep, le dispense e le presentazioni utilizzate durante le lezioni. Sono inoltre messi a disposizione alcuni testi la cui lettura è facoltativa, ma vivamente consigliata per migliorare la conoscenza della materia.

Le dispense disponibili coprono quasi completamente tutti gli argomenti trattati a lezione, circa il 90%. Per la preparazione di questi argomenti si può fare riferimento alle presentazioni. Le dispense mancanti sono comunque in corso di redazione. Durante il corso saranno messe a disposizione alcune delle dispense mancanti ed eventuali versioni migliorate delle presentazioni. La disponibilità di un nuovo documento sarà comunicata con messaggi e-mail collettivi. Si consiglia comunque di verificarne periodicamente la presenza sul sito del corso.

Dispense

  • Sistemi di trasporto
  • Modellizzazione e simulazione dei sistemi di trasporto
  • Sistemi di trasporto collettivo
  • Meccanica della locomozione
  • Meccanica del veicolo
  • Economia dei trasporti
  • Economia aziendale

Presentazioni

  • Sistemi di trasporto
  • Meccanica della locomozione
  • Trasporto Pubblico Locale 1 - Introduzione - Elementi generali
  • Trasporto Pubblico Locale 2 - Sistemi a guida libera
  • Trasporto Pubblico Locale 3a - Sistemi a guida vincolata - Caratteristiche generali
  • Trasporto Pubblico Locale 3b - Sistemi a guida vincolata
  • Trasporto Pubblico Locale 4 - Sistemi a guida mista
  • Trasporto Pubblico Locale 5a - Prestazioni - Servizi non programmati
  • Trasporto Pubblico Locale 5b - Servizi programmati
  • Trasporto Pubblico Locale - Seminario Realizzazione dei sistemi urbani
  • Meccanica del veicolo stradale
  • Trazione termica
  • Elementi di economia dei trasporti
  • Economia aziendale - Bilancio, tariffe
  • Pianificazione 1 - Introduzione
  • Pianificazione 2 - Offerta, Domanda
  • Pianificazione 3 - Modelli di utilità aleatoria
  • Pianificazione 4 - Modello a quattro fasi
  • Pianificazione 5 - Modello di assegnazione
  • Pianificazione 6 - Calibrazione dei modelli
  • Pianificazione 7 - Stima diretta della domanda
  • Pianificazione 8 - Aggiornamento di matrici
  • Intermodalità 1 - Parte 1 Unità di carico e di trasporto
  • Intermodalità 2 - Parte 2 Terminali

Letture facoltative disponibili sul sito Beep

  • Esempio di ripartizione modale per un progetto ferroviario
  • Esempio di impostazione di un modello di simulazione
  • Esempio di impostazione di un sistema informativo
  • Esempio di calibrazione di un modello
  • Esempio di aggiornamento di matrici
  • Modellizzazione delle reti
  • Conto Nazionale dei Trasporti
  • Piano Generale dei Trasporti e della Logistica
  • Piano Nazionale della Sicurezza Stradale
  • Evoluzione dei Trasporti: storia economica
  • Controllo dell'inquinamento da traffico
  • Mobilità e sostenibilità a Milano
  • Trasporti nell'area metropolitana di Milano
  • Alta Velocità Milano-Bologna
  • Greenways
  • Dispensa Sistemi di Trasporto

 

Esercitazione progettuale

L’esercitazione progettuale, il cui contenuto teorico viene illustrato nel corso delle lezioni, ha lo scopo di istruire gli allievi sugli aspetti pratici della Tecnica e dell'Economia dei Trasporti. Essa può essere svolta individualmente o in un gruppo composto al massimo di tre persone.

Il progetto riguarda la definizione e il dimensionamento di un servizio di trasporto collettivo ed è così articolato: definizione di un sistema di trasporto adatto a un’area territoriale data, dimensionamento di massima del sistema e organizzazione del servizio.

Ogni studente/gruppo deve individuare in piena libertà una città, un’area urbana o suburbana, un territorio più o meno vasto caratterizzato da un certo numero di comuni con una corrispondente densità demografica. Lo spunto di questa operazione può essere il proprio comune di residenza o qualunque altro ambito territoriale del quale si conoscano o si reperiscano le informazioni sufficienti e che si presti allo scopo e ai numeri dell’esercitazione.

Successivamente ogni studente/gruppo deve procedere autonomamente per sviluppare il lavoro dopo averlo impostato e discusso con il docente, mettendo in gioco tutto quanto visto nelle lezioni teoriche, nelle esercitazioni illustrate in aula e nella cospicua documentazione disponibile nel sito Beep.

Il presupposto del lavoro nel suo complesso è l’opportunità di familiarizzare gli studenti con gli aspetti pratici della disciplina e in particolare di metterli di fronte a uno scenario territoriale realistico, nel quale deve essere realizzato un sistema di trasporto collettivo.

Per lo svolgimento del progetto si fa riferimento alle tracce svolte a lezione, alle presentazioni proiettate in aula, alle schede e ai fogli di calcolo predisposti.

Il risultato atteso dalla prima parte è la definizione un sistema di trasporto collettivo urbano o suburbano caratterizzato dai seguenti elementi: percorso della linea e localizzazione delle fermate, da riportare su una cartografia adeguata, sistema di trasporto individuato in funzione delle valutazioni e delle analisi compiute sull’area considerata, in particolare delle caratteristiche urbanistiche e socio-economiche rilevate o ipotizzate, nonché di un valore verosimile della domanda massima da servire, caratteristiche e dimensioni dei veicoli, capienza dei treni circolanti in linea, potenzialità del sistema.

Le valutazioni devono essere svolte facendo riferimento a una mappa cartografica di qualunque tipo, per esempio una mappa stradale, la Carta Tecnica Regionale, la cartografia dell’IGM, una foto satellitare di Google, ecc., a condizione che sia adatta allo scopo. Eventuali tabelle di dati o ogni altra documentazione deve essere esplicitamente citata come dato del problema. L’eventuale disponibilità di dati relativi alla domanda di mobilità può agevolare la definizione della domanda da servire, e quindi delle caratteristiche del sistema.

La scelta del sistema si effettua mettendo in relazione le analisi e le valutazioni svolte in precedenza, con le caratteristiche e le prestazioni dei vari sistemi visti a lezione e/o individuati su qualunque tipo di documento tecnico, divulgativo o illustrativo si ritenga utile. Anche in questo caso le fonti considerate devono necessariamente essere citate.

Nella scelta del sistema è opportuno considerare il suo inserimento nell’ambito territoriale e urbanistico del caso-studio, la domanda da servire, le prestazioni e le caratteristiche e organizzative più adatte e ogni altro elemento si consideri utile.

È consigliabile individuare un sistema che non sia sovradimensionato rispetto alla domanda e alle caratteristiche del territorio.

Tutte le valutazioni e le scelte devono essere giustificate dal punto di vista urbanistico, territoriale, trasportistico, tecnologico. Si lascia assoluta libertà di scelta, ma le valutazioni svolte devono essere tecnicamente ed economicamente sostenibili, in base ai dati disponibili o ipotizzati.

Una volta individuato il sistema di trasporto se ne devono definire le caratteristiche tecniche e funzionali necessarie per il successivo dimensionamento e per l’organizzazione del servizio.

In particolare si quantificano la potenzialità in passeggeri/ora/direzione in relazione alla domanda da servire. Questo dato permetterà di definire il numero, le dimensioni e la capienza dei singoli veicoli nonché la composizione dei treni, nel caso in cui il sistema preveda la circolazione di convogli composti dall’unione di veicoli singoli, la velocità media commerciale e di servizio e la frequenza del servizio offerto.

L’esercitazione è necessaria per lo svolgimento dell’esame orale; la discussione della relativa relazione costituisce l’inizio del colloquio d’esame. Il testo dell’esercitazione svolta può essere consegnata direttamente all’esame, senza consegne anticipate.

L'esercitazione progettuale partirà alla prima lezione del corso descrivendo il lavoro da svolgere e dedicando le ore successive al suo sviluppo. In aula si fornirà ai vari gruppi il supporto necessario per valutare il lavoro svolto e per fornire indicazioni e chiarimenti per il suo proseguimento.

Il docente è disponibile in aula anche dopo le ore di lezione per fornire assistenza nella redazione dei progetti

 

 

Bibliografia disponibile per approfondimenti

  • Ricci S., "Tecnica ed Economia dei Trasporti", Hoepli, Milano, 2011
  • Beria P, Ponti M., “Introduzione ai sistemi di trasporto”, Pitagora Editrice, Bologna, 2007
  • Cantarella G.E., “Sistemi di trasporto: tecnica ed economia”, UTET, Torino, 2007
  • Cascetta E., “Modelli per i sistemi di trasporto”, UTET, Torino, 2006
  • Cicchitelli G., “Probabilità e statistica”, Rimini, 2003
  • Dalla Chiara B., Marigo D., Benzo G. "Interporti e terminali intermodali", Hoepli, Milano, 2002
  • Dalla Chiara B., "Sistemi di Trasporto Intermodali: Progettazione ed Esercizio", Egaf Edizioni, Forlì, 2009
  • De Luca M., “Tecnica ed economia dei trasporti”, Cluen, Napoli, 1989
  • Ferrari P., “Pianificazione dei trasporti”, Pitagora, Bologna, 2001
  • Genta G. “Meccanica dell’autoveicolo”, Levrotto & Bella, Torino, 2000
  • Giacosa D. “Motori endotermici”, Hoepli, Milano, 2000
  • Goodland R., Ledoc G., Neoclassical Economics and Principles of Sustainable Development, in “Ecological Modelling”, 38, 1987
  • Gorio L. “Tecnica ed economia dei trasporti”, Clup, Milano, 1976
  • ISTAT, “Annuario Statistico dei Trasporti”, 2001
  • ISTAT, “I servizi pubblici e di pubblica utilità: utilizzo e soddisfazione”
  • ISTAT, ACI, “Statistica degli incidenti stradali”
  • ISTAT, Ministero dei Trasporti e della Navigazione, “Statistiche del trasporto aereo e marittimo”
  • Liberatore M., “Sistemi di trasporto di massa e tecnologie innovative”, Masson, Milano, 1994
  • Lucchesi D. “Corso di tecnica automobilistica - L’autotelaio”, Hoepli, Milano, 1979
  • Maffii S., Ponti M., “Pianificazione dei trasporti e del territorio: effetti attesi ed effetti perversi”, TRT, Trasporti e Territorio, Milano
  • Mankiw N. Gregory, “Principi di economia”, Zanichelli
  • Marletto G., “Dispense del corso di sistemi di trasporto”, Politecnico di Milano - Facoltà di Ingegneria, A.A. 2002/2003
  • Maternini M., “Trasporti - Esercizio, economia”, Queriniana, Brescia, 1979
  • Ministero dei Trasporti e della Navigazione, “Conto nazionale dei trasporti”, Ist. Poligrafico, Roma, Varie annualità
  • Montella B., L’offerta di servizi: collettivi o individuali, purché sostenibili e integrati, Centro Studi Federtrasporto, “Città e trasporto - Politiche per la mobilità sostenibile”, Rapporto annuale, 2000, Sipi, Roma
  • Musso A., Piccioni C., “Lezioni di teoria dei sistemi di trasporto”, Edizioni Ingegneria 2000, Roma, 2007
  • Ogliari F., Muscolino G., “I trasporti in Italia dal 1800”, Arcipelago Edizioni, Milano, 2003
  • Orlandi A., “Meccanica dei trasporti”, Pitagora Editrice, Bologna, 1990
  • Orlandi A., “Trasporti aerei”, Pitagora Editrice, Bologna, 1995
  • Ortúzar J.de D., Willumsen L.G., Cherchi E., Meloni I. "Pianificazione dei sistemi di trasporto: modelli quantitativi, congestione e scelte di viaggio, politiche e decisioni sugli investimenti", Hoepli, Milano, 2004
  • Perticaroli F., “Sistemi elettrici per i trasporti”, 2° edizione, Casa Editrice Ambrosiana, Milano, 2001
  • Ponti M., “La tecnologia dei trasporti: note per una storia economica”, Trasporti e Trazione, 2/98, Milano, 1998
  • Ross S.M., “Probabilità e statistica per l’ingegneria e le scienze”, Apogeo, Milano, 2003
  • Stagni E., “Meccanica della locomozione”, Patron, Bologna, 1980
  • Stagni E. “Trazione endotermica - Motori”, Patron, Bologna 1976
  • Torrieri V., “Analisi del sistema dei trasporti”, Editore Falzea, Reggio Calabria, 1990
  • Vuchic V., "Urban Transit - Operation, Planning and Economics", John Wiley and Sons, 2005
  • Vuchic V., "Urban Transit - Systems and Technology", John Wiley and Sons, 2005
  • World Commission on Environment and Development, “Our Common Future”, Oxford University Press, Oxford and New York, 1987
  • Zambrini G. "Questioni di trasporti e infrastrutture - Teorie, concetti e ragionamenti per una buona politica dei trasporti", Marsilio, Venezia, 2011  

Note Sulla Modalità di valutazione

La verifica avviene durante un colloquio che si svolge negli appelli previsti dopo la fine del corso. L'ammissione al colloquio è subordinata all'esecuzione, alla consegna e alla discussione del progetto.


Bibliografia

Mix Forme Didattiche
Tipo Forma Didattica Ore didattiche
lezione
78.0
esercitazione
10.0
laboratorio informatico
0.0
laboratorio sperimentale
0.0
progetto
0.0
laboratorio di progetto
12.0

Informazioni in lingua inglese a supporto dell'internazionalizzazione
Insegnamento erogato in lingua Italiano
Disponibilità di materiale didattico/slides in lingua inglese
Disponibilità di libri di testo/bibliografia in lingua inglese
Possibilità di sostenere l'esame in lingua inglese
Disponibilità di supporto didattico in lingua inglese

Note Docente
Il docente è sempre disponibile per il ricevimento, previo appuntamento.
schedaincarico v. 1.6.2 / 1.6.2
Area Servizi ICT
04/06/2020