logo-polimi
Loading...
Risorse bibliografiche
Risorsa bibliografica obbligatoria
Risorsa bibliografica facoltativa
Scheda Riassuntiva
Anno Accademico 2017/2018
Scuola Scuola di Architettura Urbanistica Ingegneria delle Costruzioni
Insegnamento 093350 - LABORATORIO DI RESTAURO ARCHITETTONICO
Docente Borgarino Maria Paola , Laviscio Raffaella , Oreni Daniela
Cfu 14.00 Tipo insegnamento Laboratorio

Corso di Studi Codice Piano di Studio preventivamente approvato Da (compreso) A (escluso) Nome Sezione Insegnamento
Arc - Urb - Cost (Mag.)(ord. 270) - MI (1136) ARCHITETTURAT12AZZZZB093350 - LABORATORIO DI RESTAURO ARCHITETTONICO

Programma dettagliato e risultati di apprendimento attesi

Presentazione

 

Il laboratorio si compone di tre moduli didattici fra loro integrati, che affrontano le tematiche del Restauro Architettonico (6 c.f.u), le Tecniche Costruttive dell’Edilizia Storica (4 c.f.u) e le Tecniche innovative del rilevamento (4 c.f.u); il corso propone quindi un percorso strutturato che accompagna lo studente in tutte le fasi di elaborazione di un progetto di architettura finalizzato ad una conservazione “sostenibile“ del patrimonio esistente.

In questo percorso, la lettura del manufatto e la riflessione sulla molteplicità dei valori che lo caratterizzano rivestono un ruolo essenziale, in quanto solo una corretta interpretazione delle peculiarità del bene, delle stratificazioni e delle criticità conservative che lo caratterizzano, anche considerando le specificità del contesto territoriale e ambientale, permette di definire correttamente le strategie di intervento, fondando un progetto che dovrà necessariamente contemperare la conservazione dei materiali e degli elementi architettonici con gli interventi necessari per inserire nuove funzioni e per adeguare il bene alle esigenze della contemporaneità.

A supporto della conoscenza e indagine degli aspetti geometrico-costruttivi dell'edificio, verranno in particolare impiegate tecniche avanzate di rilievo e di rappresentazione dell'architettura, sia manuali che digitali, alle differenti scale, sperimentando l'impiego integrato di strumentazioni diverse. La restituzione grafica di modelli bi-tridimensionali dello spazio passerà attraverso la conoscenza delle applicazioni della fotogrammetria moderna e di tutte quelle tecniche indispensabili, di volta in volta, per una rappresentazione coerente ed efficace del costruito e del progetto di conservazione.

L’attività didattica affianca lezioni ex cathedra allo sviluppo di un’esercitazione progettuale: le lezioni presentano i presupposti teorici e metodologici a fondamento del progetto di conservazione, forniscono allo studente un quadro diacronico delle posizioni critiche e una panoramica degli interventi più significativi realizzati in ambito nazionale ed internazionale; il progetto, che gli studenti saranno chiamati a svolgere in piccoli gruppi (4-5 studenti), lavorando su un caso studio proposto dalla docenza, costituisce invece il momento di verifica “sul campo” delle nozioni apprese in sede teorica.

  

Bibliografia

 

Le indicazioni bibliografiche riportate si intendono tese ad un primo inquadramento delle tematiche trattate nel laboratorio; per un approfondimento sui singoli temi si rimanda alle indicazioni bibliografiche che verranno fornite dalla docenza durante le lezioni.

 

-       Musso S., 2004, Recupero e restauro degli edifici storici. Guida pratica al rilievo e alla diagnostica, EPC Libri, Roma.

-       Carbonara G. (a cura di), 1996, Trattato di restauro architettonico, UTET, Torino.

-       Torsello P., Musso S., 2003, Tecniche di restauro architettonico, UTET, Torino.

-       ICOMOS-ISCS : Illustrated glossary on stone deterioration patterns.

-       Carbonara G., 2011, Architettura d'oggi e restauro: un confronto antico-nuovo, UTET, Torino.


Note Sulla Modalità di valutazione

Modalità di valutazione

 

L’esame orale prevede domande di carattere teorico e tecnico tese a verificare la padronanza da parte dello studente degli argomenti teorici presentati a lezione e la capacità di rielaborare personalmente le nozioni apprese, anche proponendo collegamenti fra argomenti diversi, trattati nel corso e/o in altri insegnamenti.

L’accesso al colloquio è subordinato alla valutazione positiva dell’esercitazione progettuale realizzata nel corso del semestre, che dovrà essere consegnata alla docenza prima della prova orale in formato cartaceo e digitale; oltre alle revisioni, sono previsti due momenti seminariali di presentazione dello stato di avanzamento del progetto e di discussione delle scelte.

La valutazione finale terrà conto, oltre che della valutazione riportata nell’esame orale, della valutazione del progetto e dei seminari.


Bibliografia

Mix Forme Didattiche
Tipo Forma Didattica Ore didattiche
lezione
66.0
esercitazione
46.0
laboratorio informatico
0.0
laboratorio sperimentale
0.0
progetto
0.0
laboratorio di progetto
73.0

Informazioni in lingua inglese a supporto dell'internazionalizzazione
Insegnamento erogato in lingua Italiano

Note Docente
schedaincarico v. 1.6.1 / 1.6.1
Area Servizi ICT
02/04/2020