logo-polimi
Loading...
Risorse bibliografiche
Risorsa bibliografica obbligatoria
Risorsa bibliografica facoltativa
Scheda Riassuntiva
Anno Accademico 2016/2017
Scuola Scuola del Design
Insegnamento 097808 - HISTORY OF DESIGN
Docente Dell'Acqua Bellavitis Arturo
Cfu 6.00 Tipo insegnamento Monodisciplinare

Corso di Studi Codice Piano di Studio preventivamente approvato Da (compreso) A (escluso) Nome Sezione Insegnamento
Des (Mag.)(ord. 270) - BV (1092) DESIGN DEGLI INTERNI - INTERIOR DESIGN***AZZZZ097808 - HISTORY OF DESIGN
Des (Mag.)(ord. 270) - BV (1097) DESIGN FOR THE FASHION SYSTEM - DESIGN PER IL SISTEMA MODA***AZZZZ097808 - HISTORY OF DESIGN
Des (Mag.)(ord. 270) - BV (1160) DESIGN DEL PRODOTTO PER L'INNOVAZIONE***AZZZZ097808 - HISTORY OF DESIGN
Des (Mag.)(ord. 270) - BV (1162) DESIGN DELLA COMUNICAZIONE***AZZZZ097808 - HISTORY OF DESIGN

Programma dettagliato e risultati di apprendimento attesi

Corso in inglese rivolto specificamente ma non esclusivamente agli studenti FIT ed Exchange di diversa provenienza.

Al pari della moda, anche il design è stato spesso documentato come fenomeno di costume, come fattore economico e come contributo al celebrato italian look, il quale è stato rappresentato tanto da designer quanto da stilisti, da artigiani ed industriali, ma soprattutto da prodotti - o per meglio dire immagini di prodotti- alla moda.

Osservazioni di matrice sociologica, confermano ulteriormente come i confini tra il settore moda ed il settore design siano di per sé sottili e, talvolta, inesistenti:

la moltitudine dei cosiddetti "oggetti per la persona", da indossare o portare con sé (abiti, calzature, borse, orologi, occhiali, accessori ... ), è strettamente interconnessa all'universo dei prodotti con cui la persona è in relazione (alimentari, cosmetici, oggetti per la casa, mezzi di trasporto ... ), in quanto tali settori merceologici sembrano essere influenzati dai medesimi meccanismi di consumo. L'abbigliamento e la sfera dell'abitare, infatti, sono considerati gli ambiti maggiormente investiti dal fenomeno di estetizzazione dei consumi, espressione utilizzata per designare l'attuale ricerca di prodotti e occasioni d'acquisto in cui siano amplificati i fattori simbolici e le componenti immateriali ed emozionali, al fine di coinvolgere e soddisfare la complessa sfera dei sensi.

Il corso opererà sia attraverso lezioni ex cathedra con materiale visivo tracciando una storia del design e della moda con una focalizzazione sull'esperienza italiana.

Specifici approfondimenti verranno svolti attraverso visite a mostre e luoghi chiave della realtà milanese, come ad esempio il Cimitero Monumentale, villa Necchi, il museo dell'arredo, il Triennale Design Museum e la XXI Triennale, il Salone del Mobile, allo scopo di contestualizzare l'esperienza degli studenti stranieri nel mondo del Design e della Moda milanese.


Note Sulla Modalità di valutazione

Presenza, impegno, ricerca, qualità degli elaborati e conoscenza della bibliografia


Bibliografia
Risorsa bibliografica obbligatoriaGiovanni Conti, Design e Moda. Progetti, corpi, simboli, Editore: Giunti/Editori Compositori, Firenze/Bologna, Anno edizione: 2014

Mix Forme Didattiche
Tipo Forma Didattica Ore didattiche
lezione
43.0
esercitazione
7.0
laboratorio informatico
0.0
laboratorio sperimentale
0.0
progetto
0.0
laboratorio di progetto
0.0

Informazioni in lingua inglese a supporto dell'internazionalizzazione
Insegnamento erogato in lingua Inglese

Note Docente
schedaincarico v. 1.6.5 / 1.6.5
Area Servizi ICT
02/12/2020