logo-polimi
Loading...
Risorse bibliografiche
Risorsa bibliografica obbligatoria
Risorsa bibliografica facoltativa
Scheda Riassuntiva
Anno Accademico 2016/2017
Scuola Scuola del Design
Insegnamento 099996 - LABORATORIO DI SINTESI FINALE
Docente Fassi Davide , Galluzzo Laura , Meroni Anna , Zhu Xiaocun
Cfu 18.00 Tipo insegnamento Laboratorio

Corso di Studi Codice Piano di Studio preventivamente approvato Da (compreso) A (escluso) Nome Sezione Insegnamento
Des (Mag.)(ord. 270) - BV (1092) DESIGN DEGLI INTERNI - INTERIOR DESIGNI_2AZZZZA099996 - LABORATORIO DI SINTESI FINALE

Programma dettagliato e risultati di apprendimento attesi

LABORATORIO DI SINTESI FINALE, Laurea Magistrale in Interior Design

Proff. Davide Fassi, Anna Meroni, Zhu Xiaocun, Laura Galluzzo

 

“ARNOLD (Art in NoLo social District)”

English version

//////intro

NoLo - North Loreto is an area in Milan including Pasteur and Rovereto neighbourhood (viale Brianza – via Padova – Via Giacosa), divided by Viale Monza and west boundaried by Stazione Centrale (via Sammartini/via Ferrante Aporti). The name was given almost by chance by La Tigre, a communication agency based in NoLo, in 2012 to give a name to an urban space with a weak identity due to the strong one by Via Padova. On February 2016, the magazine “D di Repubblica” published an article about NoLo, highlighting the actual urban transformation. This is done by several art galleries and ateliers, the reuse of the indoor public market in viale Monza as a food court, the birth of a spontaneous group of citizens both online and offline: NoLo social district, “Comitato di quartiere Crespi”, YoLo in NoLo, the Associazione Città del Sole for the development of the proximate Parco Trotter ecc.

Media interest on NoLo has been both from national tv channel (Rai1) and from newspaper (Corriere della Sera, Huffington Post, Il Giorno etc). At the same time the neighbourhood started lots of initiatives: a pic-nic in the park in via Sammartini, the neighbourhood weekly breakfast on the street at via delle Leghe, dancing session in Piazza Morbegno, cineforum at Cinema Beltrade, etc. The risk to be a gentrification act is high, but the difference between NoLo and other areas in Milan affected by it (Zona Tortona, Lambrate, Navigli) is the social activities that are creating best practices and preserving the popular soul this area had even before being called NoLo.

This area is open to design solutions both for interiors and outdoor spaces. Leftover spaces, the public market, residual areas, green parks and corners, sidewalks etc are a fertile soil to host micro-design outputs such as services, actions, functions to support existing and/or new initiatives.

 /////////Rassegna stampa / Press release

http://d.repubblica.it/attualita/2016/02/09/news/loreto_quartiere_multietnico_milano_giovani_creativi_galleristi_musicisti_designer-2957897/

http://www.vice.com/it/read/abbiamo-chiesto-a-chi-ci-vive-se-via-padova-la-nuova-isola-654

http://www.huffingtonpost.it/giovanni-semi/nolo-il-quartiere-milanese-a-nord-di-loreto-diventa-yolo-ma-ne-ha-davvero-bisogno_b_9298974.html

http://www.mitomorrow.it/2016/03/22/nolo-lalba-di-una-nuova-loreto/

http://www.milanocittastato.it/featured/il-boom-di-nolo-diventera-la-soho-di-milano/

http://www.thewaymagazine.it/society/nolo-nord-di-loreto-arte-in-esplosione-a-milano/

http://www.ilgiornale.it/news/milano/altro-che-bancarelle-ora-si-cena-mercato-1211748.html

http://milano.corriere.it/notizie/cronaca/16_maggio_15/tra-spazi-innovativi-iniziative-nuova-citta-nolo-01019cca-19fe-11e6-9602-cdda3c4dfb23.shtml

“Il vicino di casa questo sconosciuto”, Il Giorno - Milano, 24/04/2016 

////////Facebook:

Yolo In NoLo: https://www.facebook.com/yoloinnolo/?fref=ts

NoLo: https://www.facebook.com/NoLoMilano/?fref=ts

makingNoLo: https://www.facebook.com/makingNoLo/?fref=ts

Nolo Social District – Nord Loreto, Milano (gruppo chiuso): https://www.facebook.com/groups/399245670266336/?fref=ts

Crespi Comitato: https://www.facebook.com/crespi.comitato

 //////////Media

https://www.mixcloud.com/POP_UP/pop_up-osteria-crespi-20052016-nolo-sos-new-social-district/, puntata di POP up@Osteria Crespi su radio Popolare, 20/05/2016

///////////I luoghi dell’arte e della creatività / Art and creativity locations

https://www.google.com/maps/d/viewer?mid=1d39o65EhMlTZNjH-VV60SKeJkFM

////////what

This Final Design Studio would like to investigate, imagine, experimenting and prototyping spatial solutions to support conventional and unconventional arts places (galleries, atelier, public/semi-public) in NoLo (North Loreto) neighbourhood in Milan so to highlight a renewed perception and feeling of this area by adding value to the emerging qualities.

The design process will focus on public spaces, both indoor and outdoor, by establishing connections and relationships with the local communities: art galleries, exhibition spaces, building courtyards, local artists, shops, associations, informal groups, neighbourhood committees.

The focus of the Studio resonates with the most advanced fields of research and experimentation that the European Commission is now fostering through research and innovation programs. In particular: 1) how “public spaces” both shape, and are shaped, by cultural activity, among which art stands, and how this can bring about integration of people, including at the political and economic levels; 2) how co-creation of public goods (services, spaces, strategies) can actually become a way for engaging citizens and stakeholders of all kinds in shaping the European identity.

This Final Design Studio will be, thus, the chance to integrate interior design, urban space design and service design, by giving the students the chance to approach the projects in an holistic way: form the needs research to the design opportunities, from the preliminary proposals to the technical executive ones, from the understanding of the personas to their involvement in the prototyping activities, from concept to the final settings.

The Studio is characterised by the continuous relation with the stakeholders and the citizens through on-field co-design processes, by the integration of the service perspective and by the effort of prototyping the ideas. It can be linked up to the discipline of landscape design, intended as design of complex urban landscapes where design for social innovation and participatory design play a crucial role.

Lectures and studio activities will be held in English and Italian. 

////////partnerships

This design studio is in collaboration with: NoLo – Social District, “an enlarged social street, a group of citiznes aiming at creating connections among people who live in NoLo who wants to know and help each other, and with DESIS Network – Design for social innovation and sustainability www.desis-network.org

///////topic and phases

The Final Design Studio will be divided in 3 phases and it will end with an exhibition/event in NoLo at the end of the semseter. 

Phase 1: October 6th- 21st, 2016

This phase aims at getting to know the area through an on-field research so to map ou the existing system of indoor and outdoor art-related spaces. These places are potentially to be used to host events connected with arts. The map will be eased by some activities:

  • “Sketchmob”, by representing the spaces through freehand drawings during a one day “flashmob”action (in collaboration with http://www.sketchmob.it/)
  • Experiential maps, by telling the neighbourhood through map of experiences (not only geographical) reltated to the Situationist approach.
  • Video-interview, by knowing NoLo through the people who live it, using the video as main tool (In collaboration woth ImagisLab, Design department, Politecnico di Milano)

 Phase 2: October 27th- Decemebr 2nd, 2016

Indoor spaces

This phase aims to design ‘spatial devices’ (settings, hosting-areas,…) for the installation of artistic activities in indoor or urban interior spaces..

  • 10 places and 10 artists will be introduced by the teachers to work with in order to co-design the spatial solutions.

 Phase 3: December 15th 2016- January 27th 2017

Outdoor spaces

This phase aims to design solutions for the open/public space to support an art-related event to be held in NoLo in May/June. At the same time, a final exhibiton/event will have to be designed.

The work could focus on (but not be limited on):

  • the creation and visualization of paths, wayfinding systems and orientation devices;
  • the highlighting through specific spatial designs of hot spots in NoLo (art galleries, shops, venues for events);
  • the design of temporary installations to host specific art interventions and their audience;
  • the design of multi-purpose, temporary, infrastructures to host the initiatives and art interventions;
  • the integration/mix of some of the above mentioned designs

Students who would like to further develop the output of the Design Studio, could ask the professor to tutor them in the thesis work and/or to do an internship. Both of them will be focused on the event to be done in Spring/Summer 2017.

 

Testo in italiano

////////intro

NoLo - North of Loreto è un’area della città di Milano che comprende i quartieri di Pasteur e Rovereto (viale Brianza – via Padova – Via Giacosa), toccando ad ovest le vie che si affacciano sul perimetro della Stazione Centrale (via Sammartini/via Ferrante Aporti). E’ un acronimo che è stato creato, un po’ per caso, all’inizio del 2016 dall’agenzia pubblicitaria Le Tigre, per dare un nome ad una porzione di spazio urbano con un identità poco visibile e affetta dalla vicina via Padova. Nel febbraio 2016 D di Repubblica pubblica un articolo su NoLo evidenziando il fenomeno di trasformazione urbana che include non solo l’apertura di diverse gallerie d’arte, la trasformazione del Mercato comunale in food-court, ma anche l’aggregazione spontanea degli abitanti intorno a diverse realtà online e offline: NoLo Social district, il Comitato di quartiere Crespi, YoLo in Nolo, NoLo, l’Associazione Città del Sole per la valorizzazione dell’adiacente Parco Trotter, ecc.

L’attenzione dei media (da Rai1 al Corriere della Sera, dall’Huffington Post a il Giorno) si è accompagnata ad una intensa attività di collaborazione e incontro fra gli abitanti: il pic-nic nel parco di via Sammartini, il brunch al Parco Trotter, le colazioni sui marciapiedi di via delle Leghe il sabato mattina, la pizzica in piazza Morbegno, il cineforum al Cinema Beltrade per citarne alcune. Il rischio di essere l’ennesima vittima di un fenomeno di gentrificazione è alto, ma la differenza rispetto ad altre zona della città che si sono trasformate negli ultimi decenni (Zona Tortona, Lambrate, Navigli) è proprio da ricercare nelle attività sociali in atto che stanno generando delle buone pratiche e preservando il carattere popolare che la zona aveva ancor prima di chiamarsi NoLo.

L’area si presta ad interventi di tipo spaziali sia in luoghi indoor che outdoor. Negozi sfitti, il mercato comunale, spazi residuali, aree verdi, marciapiedi sono ricettori di soluzioni di micro-progettualità che possono ospitare servizi, azioni, funzioni a supporto di iniziative nuove o esistenti. 

/////////Rassegna stampa / Press release

http://d.repubblica.it/attualita/2016/02/09/news/loreto_quartiere_multietnico_milano_giovani_creativi_galleristi_musicisti_designer-2957897/

http://www.vice.com/it/read/abbiamo-chiesto-a-chi-ci-vive-se-via-padova-la-nuova-isola-654

http://www.huffingtonpost.it/giovanni-semi/nolo-il-quartiere-milanese-a-nord-di-loreto-diventa-yolo-ma-ne-ha-davvero-bisogno_b_9298974.html

http://www.mitomorrow.it/2016/03/22/nolo-lalba-di-una-nuova-loreto/

http://www.milanocittastato.it/featured/il-boom-di-nolo-diventera-la-soho-di-milano/

http://www.thewaymagazine.it/society/nolo-nord-di-loreto-arte-in-esplosione-a-milano/

http://www.ilgiornale.it/news/milano/altro-che-bancarelle-ora-si-cena-mercato-1211748.html

http://milano.corriere.it/notizie/cronaca/16_maggio_15/tra-spazi-innovativi-iniziative-nuova-citta-nolo-01019cca-19fe-11e6-9602-cdda3c4dfb23.shtml

“Il vicino di casa questo sconosciuto”, Il Giorno - Milano, 24/04/2016

 

////////Facebook:

Yolo In NoLo: https://www.facebook.com/yoloinnolo/?fref=ts

NoLo: https://www.facebook.com/NoLoMilano/?fref=ts

makingNoLo: https://www.facebook.com/makingNoLo/?fref=ts

Nolo Social District – Nord Loreto, Milano (gruppo chiuso): https://www.facebook.com/groups/399245670266336/?fref=ts

Crespi Comitato: https://www.facebook.com/crespi.comitato

//////////Media

https://www.mixcloud.com/POP_UP/pop_up-osteria-crespi-20052016-nolo-sos-new-social-district/, puntata di POP up@Osteria Crespi su radio Popolare, 20/05/2016

 ///////////I luoghi dell’arte e della creatività / Art and creativity locations

https://www.google.com/maps/d/viewer?mid=1d39o65EhMlTZNjH-VV60SKeJkFM

 ////////cosa

Il Laboratorio di Sintesi Finale vuole indagare, immaginare, sperimentare e, ove possibile, realizzare, soluzioni spaziali in supporto ai luoghi dell’arte convenzionali (gallerie, atelier) e non convenzionali (spazi pubblici e semi-privati) nel quartiere di NoLo (North of Loreto) a Milano al fine di evidenziare una percezione rinnovata di quest’area valorizzandone le qualità emergenti.

Il lavoro sarà focalizzato sugli spazi pubblici o aperti al pubblico, indoor e outdoor, entrando in diretto contatto con le comunità che lo vivono: gallerie d’arte, spazi per mostre, cortili di condomini, artisti locali e non, negozi, associazioni, gruppi spontanei, comitati di quartiere.

L'obiettivo del Laboratorio si riallaccia agli ambiti di ricerca e di sperimentazione più avanzati che la Commissione europea sta promuovendo attraverso programmi di ricerca e innovazione. In particolare: 1) come gli "spazi pubblici" diano forma e siano modellati da e per le attività culturali, tra cui l'arte, e come questo possa portare all’integrazione delle persone, anche a livello politico ed economico; 2) come la co-creazione di beni pubblici (servizi, spazi, strategie) in realtà possa diventare un modo per coinvolgere i cittadini e le parti interessate di tutti i tipi nella formazione dell'identità europea.

Il Laboratorio sarà l’occasione di integrare la progettazione di interni, degli spazi urbani e dei servizi, permettendo agli studenti di sperimentare il progetto in modo olistico: dalla ricerca dei bisogni all’individuazione delle opportunità, dalla progettazione di massima a quella esecutiva, dalla individuazione dei principali attori al loro coinvolgimento nelle attività di prototipazione, dal concept alla “messa in scena” finale.

Il corso si contraddistingue per la costante relazione di confronto con le comunità interessate e con i cittadini attraverso processi di co-design svolti sul campo, per l’attenzione alla dimensione del progetto anche dei servizi e per la prototipazione delle soluzioni individuate.

Il corso si inserisce nella tematica del landscape design intesa come progettazioni di paesaggi urbani complessi con una forte attenzione al ruolo del design per l’innovazione sociale e alle attività di co-progettazione con i soggetti coinvolti.

Le lezioni e le sessioni laboratoriali saranno tenute in lingua italiana e inglese

//////////collaborazioni

Il laboratorio si avvale della collaborazione di NoLo – Social District, “una social street allargata, un gruppo che ha come obiettivo creare connessioni tra le persone che vivono a NoLo e hanno voglia di conoscersi e aiutarsi” e di DESIS Network - Design for social innovation and sustainability www.desis-network.org

//////////temi e fasi

Il Laboratorio sarà diviso in tre fasi che si concluderanno con una mostra evento nel quartiere di NoLo alla fine del semestre.

Prima fase: 6-21 Ottobre 2016

Conoscenza del quartiere attraverso un’indagine sul campo al fine di rilevare il sistema degli spazi dell’arte esistenti, indoor e outdoor, luoghi potenzialmente utilizzabili per ospitare eventi legate all’arte ponendo l’attenzione su le risorse da valorizzare. La restituzione sarà aiutata da alcune attività previste:

  • Sketchmob, restituendo lo spazio anche attraverso il disegno a mano libera in una attività “flashmob” di una giornata (in collaborazione con http://www.sketchmob.it/)
  • Mappe esperienziali, raccontando il quartiere attraverso delle mappe non solo toponomastiche ma esperienziali, con un approccio situazionista.
  • Videointerviste, conoscendo NoLo attraverso le persone che lo vivono con lo strumento audiovisivo (in collaborazione con ImagisLab del dipartimento di Design del Politecnico di Milano)

 

Seconda Fase_Progetto 1: 27 Ottobre- 2 Dicembre 2016

Spazio interno

Progettazione di strutture a supporto (allestimenti, wayfinding, aree di sosta) delle attività artistiche insediabili in interni, inclusi gli interni urbani.

  • Individuati 10 luoghi (5 gallerie+ 5 spazi privati – cortili, negozi esistenti ecc.) e 10 artisti, si terranno delle attività di co-creazione per la definizione del progetto.

 

Terza Fase_Progetto 2: 15 Dicembre 2016 – 27 Gennaio 2017

Spazio esterno

Progettare soluzioni per gli spazi esterni/pubblici a supporto di un evento legato all’arte diffusa nel quartiere , da tenerse a Maggio Giugno). Parallelamente organizzare la mostra/evento finale del Laboratorio di Sintesi Finale.

  • la creazione e la visualizzazione di percorsi, sistemi wayfinding e dispositivi di orientamento;
  • la messa in evidenza, attraverso progetti spaziali specifici, dei punti caldi a NoLo (gallerie d'arte, negozi, sedi di eventi);
  • la progettazione di installazioni temporanee per ospitare interventi artistici specifici e il loro pubblico;
  • la progettazione di infrastrutture multifunzionali e temporanee per ospitare le iniziative e gli interventi d'arte;
  • l'integrazione / combinazione di alcuni dei progetti suddetti.

 

Ci sarà la possibilità di proseguire la tematica sviluppata in percorsi di tesi nel secondo semestre al fine di supportare, con gli output realizzati, una possibile 3 giorni di evento legato all’arte nel quartiere da tenersi nel mese di primavera/estate 2017.

 


Note Sulla Modalità di valutazione

The final evaluation will include the results of each phase (as mentioned above), the active participation and interaction and the output and presentation of the final project. 

La valutazione finale  terrà conto dei risultati ottenuti nelle fasi del laboratorio sopra indicate, della parteciapzione attiva al corso e dei contenuti e presentazione del lavoro finale.  


Bibliografia
Risorsa bibliografica facoltativaDavide Fassi, Temporary Urban Solutions, Editore: Maggioli Editore, Anno edizione: 2012
Risorsa bibliografica obbligatoriaAnna Meroni, Daniela Sangiorgi, Design for services, Editore: Gower Publishing, Anno edizione: 2011

Mix Forme Didattiche
Tipo Forma Didattica Ore didattiche
lezione
120.0
esercitazione
30.0
laboratorio informatico
0.0
laboratorio sperimentale
9.0
progetto
0.0
laboratorio di progetto
21.0

Informazioni in lingua inglese a supporto dell'internazionalizzazione
Insegnamento erogato in lingua / Italiano / Inglese
Disponibilità di materiale didattico/slides in lingua inglese
Disponibilità di libri di testo/bibliografia in lingua inglese
Possibilità di sostenere l'esame in lingua inglese
Disponibilità di supporto didattico in lingua inglese

Note Docente
A more complete bibliography will be given during the Design Studio Una ulteriore bibliografia sarà fornita durante il Laboratorio
schedaincarico v. 1.6.1 / 1.6.1
Area Servizi ICT
02/04/2020