Politecnico di Milano
SchedaIncarico
 
Funzioni disponibili
Uscita

Risorse bibliografiche
Risorsa bibliografica obbligatoria
Risorsa bibliografica facoltativa
Scheda Riassuntiva
Anno Accademico 2016/2017
Scuola Scuola di Architettura Urbanistica Ingegneria delle Costruzioni
Insegnamento 099496 - LABORATORIO DI CONSERVAZIONE DELL'EDILIZIA STORICA
Docente Grisoni Michela Marisa , Redaelli Vito Mauro
Cfu 12.00 Tipo insegnamento Laboratorio

Corso di Studi Codice Piano di Studio preventivamente approvato Da (compreso) A (escluso) Nome Sezione Insegnamento
Arc - Urb - Cost (1 liv.)(ord. 270) - MI (1094) PROGETTAZIONE DELL'ARCHITETTURAPCAAZZZZA099496 - LABORATORIO DI CONSERVAZIONE DELL'EDILIZIA STORICA

Programma dettagliato e risultati di apprendimento attesi

Il laboratorio di Conservazione dell’edilizia storica si pone lo scopo di formare lo studente alla lettura e all'analisi del costruito, offrendo strumenti e metodi per affrontare il progetto di restauro, sia alla scala edilizia che a quella urbana, e di evidenziare le questioni che la cultura architettonica e urbana contemporanea solleva in merito alla ‘riattivazione del patrimonio’ dal punto di vista funzionale, sociale e paesaggistico. Il corso si strutturerà in lezioni ex cathedra, di introduzione allo studio della bibliografia, seminari tecnico-scientifici, di approfondimento di tematiche particolari, dialoghi con operatori della tutela e professionisti di varie discipline. Parte fondamentale dell'iter formativo sarà l'esercitazione applicativa condotta su un caso studio scelto con gli studenti tra una serie di proposte suggerite dalla docenza all’inizio del corso. Tra queste: il recupero delle aree militari dismesse (con riferimento al caso di Piacenza città) e la riattivazione dei piccoli borghi storici (con attenzione all’area dell’Appennino emiliano), ovvero temi che, mentre impongono la lettura del costruito alle diverse scale e rivelano la correlazione esistente tra i due insegnamenti del Laboratorio, ci obbligheranno anche ad uno stimolante ed aggiornato confronto con gli scenari prefigurati dalle politiche urbane, gli interessi degli operatori economici, gli incentivi garantiti dalla tutela istituzionale.

Nell’insegnamento di “Fondamenti di progettazione per l'edilizia storica” si introdurrà il tema della conservazione e della lettura multidisciplinare del costruito. A seguire si tratteranno gli aspetti relativi alla conoscenza dell’edificio, dai materiali alle tecniche impiegati nel cantiere edilizio preindustriale e moderno, dagli elementi costruttivi alla loro composizione nell’organismo architettonico. Quindi si proporranno i metodi di base per l’analisi in situ dello stato di conservazione e si illustreranno, anche attraverso la presentazione di casi studio, alcune tecniche per la conservazione dei materiali e delle strutture. Parallelamente, attraverso l’esercitazione sull’edificio, o su una porzione di esso, si chiederà allo studente, chiamato a lavorare in piccoli gruppi, di identificare gli elementi della costruzione, di rilevare, descrivere e riconoscere i materiali e il degrado, di individuare le priorità di intervento, ed eventualmente di approfondire le opzioni disponibili e praticabili per intervenire, a seconda del caso, sugli elementi della costruzione.

Il corso integrativo di “Progettazione Urbanistica” porterà gli studenti a ragionare sul progetto a partire dai temi disciplinari posti della conservazione/trasformazione dei luoghi della città europea che costituisce una delle sfide fondamentali del nostro tempo. Attraverso la comprensione delle “reti urbane” presenti nel luogo di progetto alle diverse scale; storicizzando l'ambiente-paesaggio attraverso la cartografia in serie storica; valutando le nuove attività umane immaginabili per generare uno sviluppo futuro dei luoghi nonché l’evoluzione della normativa urbanistica finalizzata al recupero e dei possibili finanziamenti nazionali ed europei per l’attivazione dei progetti. Questi ed altri saranno gli strumenti per consolidare una delle expertise richieste all’architetto-urbanista dalla società del nostro tempo: la capacità di riconoscere e conservare la matrice storica delle città e dei territori millenari europei elaborando nello stesso tempo un coerente programma di trasformazione funzionale dei luoghi/manufatti in base alle necessità materiali e simboliche del nostro tempo.

Alla fine del Laboratorio lo studente dovrà essere in grado di operare semplici valutazioni analitiche su edifici esistenti e/o su parti di città e riportarne la lettura in elaborati che restituiscano con precisione le qualità attuali e, almeno in parte, future dell'edificio e dei luoghi. Tale formazione costituisce una efficace base per affrontare i temi progettuali del restauro e della conservazione urbana di maggiore complessità (l’intervento di riuso, di rifunzionalizzazione, di consolidamento, ecc.), riservati al percorso della Laurea Magistrale.


Note Sulla Modalità di valutazione

L’ammissione all’esame è subordinata allo svolgimento e all’approvazione dell’elaborato prodotto nell’ambito dell’attività di laboratorio. L’esame consiste nella discussione degli elaborati e in una prova orale tesa ad accertare l’assimilazione dei contenuti delle lezioni e della bibliografia obbligatoria.


Bibliografia
Risorsa bibliografica obbligatoriaS. MUSSO, Recupero e restauro degli edifici storici: guida pratica al rilievo ed alla diagnostica, Editore: EPC Libri, Roma, Anno edizione: 2006
Risorsa bibliografica obbligatoriaG. CARBONARA (a cura di), Trattato di restauro architettonico, volume II, Editore: Utet, Torino, Anno edizione: 1996
Risorsa bibliografica obbligatoriaA. CAGNANA, Archeologia dei materiali da costruzione, Editore: Societ  Archeologica Padana, Mantova, Anno edizione: 2000
Note:

o Carocci, Mantova 2005

Risorsa bibliografica facoltativaJ.P. ADAM,, L'arte di costruire presso i romani. Materiali e tecniche, Editore: Longanesi, Milano, Anno edizione: 1988
Note:

Testo di supporto e approfondimento

Risorsa bibliografica facoltativaG.G. AMOROSO, Trattato di scienza della conservazione, Editore: Alinea editore, Firenze, Anno edizione: 2002
Note:

Testo di supporto e approfondimento

Risorsa bibliografica facoltativaP. CIMINO- G.M.MAI- V.REDAELLI (a cura di), Dizionario di storia urbana, Editore: Maggioli Editore, Milano, Anno edizione: 2010
Note:

Testo di supporto e approfondimento

Risorsa bibliografica facoltativaA. DECRI, Dispense di costruzione dell'edilizia storica, Editore: Cusl, Milano, Anno edizione: 2005
Note:

Testo di supporto e approfondimento

Risorsa bibliografica facoltativaG.M.MAI- V.REDAELLI (a cura di), Dizionario per il paesaggio, Editore: , Maggioli Editore, Milano, Anno edizione: 2010
Note:

Testo di supporto e approfondimento

Risorsa bibliografica facoltativaL. MARINO, Il rilievo per il restauro, Editore: Hoepli, Milano, Anno edizione: 1990
Note:

Testo di supporto e approfondimento

Risorsa bibliografica facoltativaU. MENICALI, I materiali dell¢Âedilizia storica, Editore: Nis, Roma, Anno edizione: 1992
Note:

Testo di supporto e approfondimento

Risorsa bibliografica facoltativa http://www.icvbc.cnr.it/didattica/petrografia/lezioni_petrografia.htm
Note:

Testo di approfondimento

Risorsa bibliografica facoltativaC. PEROGALLI, Monumenti e metodi di valorizzazione, Editore: Guerini Studio, Milano, Anno edizione: 1954
Note:

Testo di supporto e approfondimento

Risorsa bibliografica facoltativaG. DORFLES, Elogio della disarmonia, Editore: Garzanti, Milano, Anno edizione: 1986
Note:

Antologia

Risorsa bibliografica facoltativaH. JAMES, The Aspern papers, Editore: ed. it. con testo a fronte Marsilio, 1999, Anno edizione: 1888
Note:

Antologia

Risorsa bibliografica facoltativaR. MONEO, La solitudine degli edifici e altri scritti, Editore: Umberto Allemandi & C, Torino, Anno edizione: 1999
Note:

Antologia

Risorsa bibliografica facoltativaS. SETTIS, Se Venezia muore, Editore: Einaudi Editore, Torino, Anno edizione: 2014
Note:

Antologia


Mix Forme Didattiche
Tipo Forma Didattica Ore didattiche
lezione
56.0
esercitazione
39.0
laboratorio informatico
0.0
laboratorio sperimentale
0.0
progetto
0.0
laboratorio di progetto
62.0

Informazioni in lingua inglese a supporto dell'internazionalizzazione
Insegnamento erogato in lingua Italiano
Disponibilità di libri di testo/bibliografia in lingua inglese

Note Docente
16/12/2018 Area Servizi ICT v. 1.4.11 / 1.4.11