logo-polimi
Loading...
Risorse bibliografiche
Risorsa bibliografica obbligatoria
Risorsa bibliografica facoltativa
Scheda Riassuntiva
Anno Accademico 2015/2016
Scuola Scuola del Design
Insegnamento 097363 - LABORATORIO DEL DISEGNO
Docente Rossi Michela , Zanella Giulio
Cfu 12.00 Tipo insegnamento Laboratorio

Corso di Studi Codice Piano di Studio preventivamente approvato Da (compreso) A (escluso) Nome Sezione Insegnamento
Des (1 liv.)(ord. 270) - BV (1087) DESIGN DEGLI INTERNII5 AZZZZA097363 - LABORATORIO DEL DISEGNO
Des (1 liv.)(ord. 270) - BV (1153) DESIGN DEGLI INTERNI***QUACHZZZZA082635 - LABORATORIO DEL DISEGNO

Programma dettagliato e risultati di apprendimento attesi

Il Disegno è il linguaggio grafico alla base delle arti formali e di tutte le discipline progettuali, perchè consente di visualizzare la concezione, la costruzione e la percezione della realtà, ma anche di dare forma alle idee che ne precedono le trasformazioni operate dal progetto.
Nella sua accezione di “rappresentazione”, come in quella più profonda di “intenzione”, esso è strumento essenziale e permanente della cultura e della professione del designer e non solo una componente fondante della didattica di base, capace di esprimere in modo essenziale ma esatto l’essenza formale della realtà tridimensionale sul foglio di carta.

La capacità di sintesi e discretizzazione favorita dall’esercizio del disegno manuale mantiene il disegno una disciplina indispensabile anche nel mondo digitale, che attraverso la modellazione virtuale ha impresso importanti trasformazioni nella rappresentazione e nel progetto stesso. Proprio gli ultimi sviluppi digitali ne sottolineano il ruolo di complemento irrinunciabile del progetto e non di premessa arcaica o di espressione virtuosa fine a sé stessa.

Il Disegno è lo strumento di lavoro e ragionamento del designer, che deve esprimere la chiarezza e il rigore del processo mentale del progetto: al progettista si chiede un “buon disegno” e non un “bel disegno”. Saper disegnare significa quindi avere la capacità di organizzare il segno con intelligenza; richiede prima di tutto capacità di osservazione e di controllo delle proprietà geometriche delle forme (misura e proporzioni), indipendentemente dagli strumenti e dalle tecniche, analogiche o digitali, applicate e dalle dimensioni geometriche della rappresentazione (in 2 o 3 dimensioni).

Il laboratorio del Disegno accompagna gli allievi verso l'acquisizione del concetto di spazio, abituando al controllo visivo della misura e degli elementi formali della sua costruzione artificiale, attraverso la conoscenza delle regole di agregazione e scomposizione delle forme, dei fondamenti scientifici della rappresentazione e dei codici del disegno tecnico. Il programma integra la conoscenza di base dei principi della Geometria Descrittiva, dei codici del disegno tecnico e delle principali tecniche del disegno e del colore, in particolare di quello a mano libera, per aiutare gli allievi a sviluppare in autonomia modi grafici personali, ma rigorosi. Esso si completa nel modulo didattico dedicato alla costruzione di modelli analogici, che costituiscono la base della stretta relazione tra il disegno bidimensionale e la modellazione nell’intero processo progettuale e sono un elemento fondamentale per il controllo cognitivo degli strumenti più sofisticati della rappresentazione digitale, che offrono nuove potenzialità al progetto senza sostituire il ruolo cognitivo e progettuale della mano e dell’osservazione diretta.

Gli allievi sono incoraggiati a sviluppare tecniche diverse della grafica bidimensionale e della modellazione analogica con particolare riferimento agli interni architettonici e alla rappresentazione dei capolavori dell'architettura contemporanea, coordinando i contenuti delle esercitazioni con il corso di "Storia del'architettura e del Design" 

Argomenti principali:

Elementi del disegno 
- il disegno come linguaggio: disegno, progetto, geometria 
- metodi di rappresentazione e disegno tecnico 
- le strutture elementari del disegno (dello spazio e delle forme): moduli, griglie, assi
- le regole del disegno: gruppi, simmetrie, aggregazioni
- forme e proporzioni nel piano e nello spazio
- strutture dello spazio: forme superfici, volumi.

Fondamenti della geometria descrittiva
- Le proiezioni, cenni storici sullo sviluppo della teoria della rappresentazione 
- I metodi di rappresentazione scientifica
- proiezioni ortogonali
- prospettive parallele
- proiezioni centrali
- applicazioni specifiche

Strumenti e tecniche della rappresentazione

le tecniche della rappresentazione analogica
- strumenti e tecniche del disegno monocromatico (matita, inchiostro, ....)
- strumenti e tecniche del disegno a colori (pastello, acquerello, acrilico, ...)
- strumenti e tecniche della grafica digitale (grafica vettoriale e grafica raster, programmi e formati principali)
- norme grafiche del disegno tecnico, quotatura degli elaborati
- impaginazione, scelta del supporto e degli strumenti/metodi


Note Sulla Modalità di valutazione

Durante il semestre sono previste prove in itinere, la cui media concorre a determinare la valutazione conclusiva in fase di consuntivazione. Un elevato numero di assenze durante la didattica, la mancata elaborazione o l'incompletezza delle esercitazioni in corso d’anno e dell'elaborato finale pregiudicano il superamento del laboratorio. La valutazione finale, definita in modo collegiale dai docenti del corso, terrà conto in modo complessivo:

1) del risultato dell'esercitazione finale comune

2) della partecipazione al laboratorio e del profitto generale

3) di tutte le esercitazioni richieste e consegnate durante l'anno.

 

Sono indispensabili alla valutazione positiva (superamento esame):

a) corretta applicazione delle regole del disegno codificato

b) corretto uso del segno e delle convenzioni del disegno tecnico

c) rispetto di tempi e modalità di consegna degli elaborati e dei modelli

 

Sono importanti per una buona valutazione:

a) regolarità della frequenza e impegno nell'applicazione

b) progressione del risultato, recupero di debiti formativi

c) qualità ed efficacia degli elaborati grafici e dei modelli. 


Bibliografia
Risorsa bibliografica obbligatoriaAAVV (a cura li M. Rossi), Geometria spazio colore. Ricerche per la rappresentazione e il progetto, Editore: Maggioli Editore, Anno edizione: 2013, ISBN: 978883876191
Risorsa bibliografica obbligatoriaUdrd Design Representation, Realtà, simulazione e progetto. Il ruolo del modello, Editore: Maggioli Editore, Anno edizione: 2011, ISBN: 9788838760632
Risorsa bibliografica facoltativaRiccardo Migliari, Geometria Descrittiva, Editore: Città Studi, Anno edizione: 2009
Risorsa bibliografica facoltativaMichela Rossi, Il segno e la forma, Editore: Mattioli 1886, Anno edizione: 2006
Risorsa bibliografica facoltativaMario Docci, Teoria e pratica del Disegno, Editore: Laterza, Anno edizione: 1987

Mix Forme Didattiche
Tipo Forma Didattica Ore didattiche
lezione
80.0
esercitazione
20.0
laboratorio informatico
0.0
laboratorio sperimentale
6.0
progetto
0.0
laboratorio di progetto
14.0

Informazioni in lingua inglese a supporto dell'internazionalizzazione
Insegnamento erogato in lingua Italiano
Disponibilità di materiale didattico/slides in lingua inglese
Disponibilità di libri di testo/bibliografia in lingua inglese

Note Docente
schedaincarico v. 1.6.5 / 1.6.5
Area Servizi ICT
24/10/2020