logo-polimi
Loading...
Risorse bibliografiche
Risorsa bibliografica obbligatoria
Risorsa bibliografica facoltativa
Scheda Riassuntiva
Anno Accademico 2015/2016
Scuola Scuola di Architettura e Società
Insegnamento 093041 - INTERNI PER L'ABITARE TEMPORANEO
Docente Butti Rossella
Cfu 4.00 Tipo insegnamento Monodisciplinare

Corso di Studi Codice Piano di Studio preventivamente approvato Da (compreso) A (escluso) Nome Sezione Insegnamento
Arc - Urb - Cost (1 liv.)(ord. 270) - MI (1145) SCIENZE DELL'ARCHITETTURA***AZZZZ093041 - INTERNI PER L'ABITARE TEMPORANEO
Arc - Urb - Cost (1 liv.)(ord. 270) - MI (1147) ARCHITETTURA E PRODUZIONE EDILIZIA***AZZZZ093041 - INTERNI PER L'ABITARE TEMPORANEO
EMIAZZZZ093041 - INTERNI PER L'ABITARE TEMPORANEO
Arc - Urb - Cost (1 liv.)(ord. 270) - MI (1150) ARCHITETTURA AMBIENTALEAMIAZZZZ093041 - INTERNI PER L'ABITARE TEMPORANEO

Programma dettagliato e risultati di apprendimento attesi

PROGRAMMA

Studiare l’andamento degli eventi umani dimostra che la sedentarietá non ha mai costituito per lunghi periodi un tratto distintivo delle societá poché il bisogno ed desiderio di miglioramento della propria condizione, o di scoperta ed esplorazione del nuovo, ha sempre indotto alla mobilitá. L’era piú recente, epoca della globalizzazione e della comunicazione virtuale, con la sua possibilitá di viaggiare in tempo reale a scopo di lavoro o conoscenza, raggiungendo virtualmente ogni luogo del globo senza la necessitá di muoversi fisicamente, sembrerebbe dover avere un’incidenza esiziale sulla volontá e sull’esigenza di spostarsi materialmente. Si scopre invece che la richiesta di luoghi per la residenza temporanea non conosce flessioni, ed anzi la natura di tale bisogno va differenziandosi e sfaccettandosi in un elevatissimo numero di declinazioni, implementato dalla facilitá di accesso a mezzi di trasporto a corto e lungo raggio e dalla maggiore conoscenza di luoghi di interesse personale (a scopo lavorativo, di diporto, di studio, di guarigione, ...) a cui l’utilizzo di molteplici fonti di informazione, fra le quali spicca la possibilitá di avvalersi del circuito virtuale, da’ accesso.

Il soggiorno temporaneo e’ inoltre oggetto di studio  per quanto riguarda necessitá particolari, come nel caso di specifiche strutture, principalmente a carattere sanitario-residenziali per utenze definite (RSA, hospice, ...), o di residenze d’emergenza in casi di catastrofe e crisi.

L’abitare temporaneo si trasforma dunque di volta in volta in necessitá, in desiderio di sperimentazione ed in passatempo e si differenzia, oltre che per la sua sconfinata gamma di esigenze, anche per quanto riguarda la durata del tempo di utilizzo, che talora puó esser misurata in ore ed in altri casi in mesi.

Il corso si propone anche di mostrare come l’architettura degli interni, in stretta relazione con l’uomo e con il mondo delle cose, non si ponga in alcun modo come complemento alla progettazione ed alla composizione, come ció “che viene dopo”, ma come “ció che nasce insieme”: un progetto integrato nel quale tutti gli elementi concorrono alla definizione dello spazio e del suo possibile uso.

La progettazione degli spazi per l’abitare temporaneo, dunque, in una societá sempre piú attenta all’estetica e ormai caratterizzata dalla globalizzazione e dalla stratificazione multiculturale, offre ed impone nuove riflessioni circa l’architettura in generale e l’architettura degli interni nello specifico. Tali  riflessioni sono legate, in primo luogo, all’utente: al suo modo – talvolta innovativo- di utilizzo degli spazi, alle sue esigenze ed alle sue caratteristiche.

Alle ragioni estetiche e compositive si affiancano (e si addizionano) poi quelle relative alle tecnologie dei materiali e dei sistemi, a metodi sempre piú raffinati di gestione dell’illuminazione e della gamma cromatica, alle necessitá via via maggiormente impellenti di controllo dell’inquinamento indoor e dell’ecosostenibilitá. L’offerta architettonica relativa agli interni si distingue dunque, oggi come in passato, per l’attenzione puntuale al dettaglio, sia esso particolare “grafico” o scelta biocompatibile.

 

Il corso si articolerà in lezioni ex cathedra ed in attività seminariali

Le lezioni indagheranno alcuni aspetti della disciplina presentando casi – scelti fra i piú interessanti esempi contemporanei di interni per l’abitare temporaneo - che possano costituirsi come fonte di riferimento progettuale, ma anche di metodo, indagati attraverso una lettura tematica che vuole essere al tempo stesso mezzo operativo e evidenziazione degli elementi fondanti il progetto.

A latere, al fine di arricchire la capacità critica nei confronti delle realizzazioni contemporanee, e di comprendere appieno il cambiamento epocale, saranno illustrati alcuni esempi di interni progettati da maestri dell’architettura moderna

 

Durante il semestre del corso gli studenti che lo desidereranno, divisi in gruppi, avranno poi l’opportunitá di affrontare il tema della progettazione degli interni temporanei esercitandosi in aula su temi concreti.

Gli elaborati prodotti saranno discussi e valutati ad intervalli costanti.

 

I testi bibliografici, integrati dalle dispense del corso, saranno assegnati dal docente allo studente a seconda del percorso formativo scelto all’interno del corso di Interni per l’Abitare Temporaneo

 

RISULTATI DI APPRENDIMENTO PREVISTI

Il corso mira a generare nello studente, opportunamente esercitato sul tema specifico, la capacitá di sviluppare autonomamente un progetto di interni per l’abitare temporaneo, controllandone consapevolmente ogni singolo aspetto.

E’ subordinata a ció la necessitá di maturare nello studente una buona conoscenza relativamente al tema dell’architettura degli Interni per l’Abitare Temporaneo, sviluppandone la capacitá di lettura critica e di valutazione tanto degli aspetti estetici quanto di quelli funzionali.


Note Sulla Modalità di valutazione

La valutazione finale dello studente tiene conto di alcuni parametri quali: l'impegno nello studio; la puntualitá; la motivazione espressa rispetto alle tematiche trattate; la capacità propositiva; la perizia nella gestione degli elaborati e nella presentazione delle proprie idee; la competenza nell'elaborazione delle proposte progettuali; il livello tecnico di rappresentazione; la comunicazione del progetto; la coerenza metodologica tra assunti iniziali e svolgimento del lavoro; la preparazione in termini di cultura generale già posseduta e, soprattutto, di arricchimento durante l'arco del semestre.

L'esame si compone di una parte scritta e di un orale.

La prova scritta è costituita da un ex-tempore da svolgersi individualmente. Questo propone un tema volto ad evidenziare la capacità dello studente di elaborare una risposta progettuale personale, coerente e completa.

La prova orale, anch'essa individuale, è svolta attraverso domande di carattere teorico. Queste verificheranno la preparazione circa gli argomenti del corso e mireranno a rilevare la capacità degli studenti a stabilire collegamenti fra i diversi argomenti spiegati e, eventualmente, fra questi e quelli appresi in precedenza.

Occasionalmente, nel caso di appelli eccezionalmente affollati, la preparazione relativa agli argomenti illustrati durante il corso potrà essere proposta anche in forma scritta, e sarà composta da domande di carattere teorico a risposta multipla.


Bibliografia
Risorsa bibliografica obbligatoriaAlain CORBIN, L'invenzione del tempo libero, Editore: Laterza, Anno edizione: 1996, ISBN: 9788842050483
Risorsa bibliografica obbligatoriaKarl MANG, Storia del Mobile Moderno, Editore: Laterza, Anno edizione: 1987, ISBN: 88-420-2086-9
Risorsa bibliografica obbligatoriaGio Ponti, Amate l'Architettura, Editore: Rizzoli, Anno edizione: 2008, ISBN: 978-88-17-02775-5
Risorsa bibliografica obbligatoriaAppunti relativi alle lezioni
Note:

reperibili durante il corso


Mix Forme Didattiche
Tipo Forma Didattica Ore didattiche
lezione
19.0
esercitazione
23.0

Informazioni in lingua inglese a supporto dell'internazionalizzazione
Insegnamento erogato in lingua Italiano
Possibilità di sostenere l'esame in lingua inglese
schedaincarico v. 1.6.5 / 1.6.5
Area Servizi ICT
03/12/2020