logo-polimi
Loading...
Risorse bibliografiche
Risorsa bibliografica obbligatoria
Risorsa bibliografica facoltativa
Scheda Riassuntiva
Anno Accademico 2015/2016
Scuola Scuola di Architettura e Società
Insegnamento 093366 - LABORATORIO DI PROGETTAZIONE DEGLI INTERNI I
Docente Baiardi Liala , Basso Peressut Gian Luca , Sacchetti Matteo
Cfu 14.00 Tipo insegnamento Laboratorio

Corso di Studi Codice Piano di Studio preventivamente approvato Da (compreso) A (escluso) Nome Sezione Insegnamento
Arc - Urb - Cost (Mag.)(ord. 270) - MI (1136) ARCHITETTURAD12AZZZZA093366 - LABORATORIO DI PROGETTAZIONE DEGLI INTERNI I

Programma dettagliato e risultati di apprendimento attesi

Il Laboratorio è caratterizzante il Piano di Studi di Architettura degli Interni. Il PdS mira alla preparazione di una figura di progettista attento al rapporto fra l'architettura come costruzione e la forma, la proporzione, la misura, l'organizzazione e l'attrezzatura dei suoi spazi interni attraverso un ampio spettro problematico. L'orientamento si propone in continuità culturale e didattica con l'insegnamento di maestri come Gio Ponti, Franco Albini, Carlo De Carli, Vittoriano Viganò che in questa Facoltà insegnarono una progettazione integrale, attenta alla dimensione umana dell'architettura, alla scala urbana come a quella dello spazio abitato, alla costruzione dell'edificio come a quella del dettaglio architettonico, dell'arredo e dell'allestimento. Oggi il concetto di interiorità si applica, oltre che alla tradizionale sfera del domestico, anche a quella pubblica (edifici a destinazione culturale o commerciale, luoghi della mobilità e del loisir): qui il tema della "dimensione umana dell'architettura" si dilata e si approfondisce in un contemporaneo contesto collettivo. Lo spazio abitato, i luoghi del lavoro, i luoghi pubblici della città, l'allestimento, la scenografia, la museografia sono, alcuni degli argomenti affrontati nelle attività didattiche dei corsi del PdS. L'esperienza conclusiva della Tesi di Laurea aspira alla sintesi dei differenti apporti disciplinari tale da ribadire l'integrità dell'Architettura e della formazione di un architetto.

Il Laboratorio di Interni affronta le problematiche degli spazi espositivi per l'arte contemporanea, in particolare le gallerie d'arte e le kunsthallen, spazi per l'esposizione temporanea dell'arte contemporanea, dove si possono verificare le più recenti tendenze (site-specific art, environmental art, ecc.) con conseguenti riflessioni progettuali sull'organizzazione degli spazi e delle forme dell'architettura in relazione alle due arti. Nello specifico si conferma l'importanza di un continuo aggiornamento dei saperi nel campo progettuale dell'architettura e degli interni, dagli aspetti contestuali, tipologici a quelli spaziali, materici, strutturali, tecnologici, di progettazione esecutiva, fino agli allestimenti espositivi.

 

Il tema progettuale assegnato è quello di una “Casa d’arte” (Kunsthaus) o Galleria per l’esposizione di opere d’arte contemporanea. L’intervento riguarda un lotto a Milano. Il progetto dovrà affrontare criticamente il rapporto con il contesto urbano ed edilizio in cui si inserisce e dal punto di vista del programma il progetto dovrà prevedere:

-un piano interrato contenente: una biblioteca specializzata con terminali per ricerca informatizzata, una piccola sala conferenze (50 posti), bagni per il pubblico, deposito accessibile da montacarichi, impianti tecnici (climatizzazione, riscaldamento), scala principale, un ascensore per il pubblico, scala di sicurezza.

-piano terra contenente: ingresso e atrio, banco biglietteria con vendita cataloghi e guardaroba, piccolo caffè, hall espositiva, bagni per il pubblico, montacarichi, scala principale, un ascensore per il pubblico, scala di sicurezza. Il resto del piano terra è destinato a un “giardino delle sculture” all’aperto di cui dovrà essere definito il disegno a terra e l’eventuale presenza di verde, acqua, arredi esterni e opere esposte.

-tre piani superiori contenenti gli spazi espositivi, flessibili e allestibili per mostre temporanee, illuminati naturalmente e artificialmente e di cui una parte va prevista completamente oscurabile per le installazioni multimediali o le opere particolarmente delicate. Vanno anche previsti spazi per gli uffici con relativi bagni riservati, montacarichi, scala principale, un ascensore per il pubblico, scala di sicurezza.

Il progetto affronterà anche l’organizzazione di una mostra dedicata all’arte americana della seconda metà del Novecento, per la quale saranno selezionate opere di artisti, individuando un “tema guida” e studiando il loro allestimento negli spazi espositivi interni ed esterni. Il progetto sarà definito in scala 1:100 per le tutte le piante, sezioni e prospetti, con approfondimenti di dettaglio degli interni in scala 1:50, 1:20 o altro, in particolare per gli allestimenti. Dovranno essere altresì elaborate visualizzazioni statiche e/o dinamiche degli spazi interni, un plastico d’assieme dell’edificio (scala 1:200 o 1:100) e un plastico di dettaglio di uno spazio interno allestito (1:50 o 1:20). Ogni 4/5 settimane verrà fatto un seminario di verifica collettivo con valutazione sullo stato di avanzamento del progetto.


Note Sulla Modalità di valutazione

Corso teorico ed esercitazioni. L'esame consiste nella presentazione degli elaborati di progetto con relativa discussione.


Bibliografia
Risorsa bibliografica obbligatoriaLuca Basso Peressut, Musei. Architetture (1990-2000), Editore: Federico Motta, Anno edizione: 1999
Risorsa bibliografica obbligatoriaAA.VV., Gallerie d'Arte, Editore: Motta Architettura, Anno edizione: 2009
Risorsa bibliografica obbligatoriaGermano Celant, Artmix. Flussi tra arte, architettura, cinema, design, moda, musica e televisione, Editore: Feltrinelli, Anno edizione: 2008
Risorsa bibliografica obbligatoriaDavid Dernie, Exhibition Design, Editore: Laurence King, Anno edizione: 2006

Mix Forme Didattiche
Tipo Forma Didattica Ore didattiche
lezione
65.0
esercitazione
46.0
laboratorio di progetto
72.0

Informazioni in lingua inglese a supporto dell'internazionalizzazione
Insegnamento erogato in lingua Italiano
Disponibilità di materiale didattico/slides in lingua inglese
Disponibilità di libri di testo/bibliografia in lingua inglese
Possibilità di sostenere l'esame in lingua inglese
Disponibilità di supporto didattico in lingua inglese
schedaincarico v. 1.6.1 / 1.6.1
Area Servizi ICT
08/12/2019