logo-polimi
Loading...
Risorse bibliografiche
Risorsa bibliografica obbligatoria
Risorsa bibliografica facoltativa
Scheda Riassuntiva
Anno Accademico 2014/2015
Scuola Scuola di Architettura e Società
Insegnamento 095957 - FONDAMENTI DELLA RAPPRESENTAZIONE
Docente Comi Claudio Umberto
Cfu 8.00 Tipo insegnamento Monodisciplinare

Corso di Studi Codice Piano di Studio preventivamente approvato Da (compreso) A (escluso) Nome Sezione Insegnamento
Arc - Urb - Cost (1 liv.)(ord. 270) - MI (1094) PROGETTAZIONE DELL'ARCHITETTURAMIAMILONE SILVIARADICE ALESSANDRO095957 - FONDAMENTI DELLA RAPPRESENTAZIONE

Programma comune

Il corso intende sviluppare i fondamenti teorici e operativi della rappresentazione grafica per l’architettura nelle varie espressioni dimensionali e di contesto; approfondire le relazioni fra spazio, figura, misura, modello; operare sulle connessioni fra strutture geometriche e dispositivi grafici; evidenziare il ruolo dei principi e dei procedimenti proiettivi nella generazione di immagini e modelli analogici e digitali, nella percezione visiva e nei dispositivi ottici, con riferimento al loro impiego nel rilievo e nel progetto.

La valutazione è finalizzata alla verifica dei seguenti obiettivi formativi:

•prova orale: conoscenza e comprensione; capacità di formulare giudizi; abilità comunicative;

•valutazione degli elaborati: capacità di applicare conoscenza e comprensione; capacità di formulare giudizi; capacità di apprendimento; abilità comunicative.

Richiedendosi agli studenti la collaborazione, in piccoli gruppi di lavoro, su aspetti specifici (misurazioni, realizzazione delle maquette, organizzazione del lavoro), sarà anche verificata l’attitudine e la capacità di operare in team.

 


Programma dettagliato e risultati di apprendimento attesi

Questo corso di Fondamenti della rappresentazione in quanto esperienza basilare e propedeutica alla formazione dell’allievo architetto intende fornire le basi concettuali e pratiche del “disegno” utile alla lettura, interpretazione e descrizione dello spazio architettonico. Considerando dunque il disegno come strumento e linguaggio del progetto, il corso affronterà i fondamenti teorici e si propone di sviluppare quelli operativi della rappresentazione grafica nelle varie espressioni dimensionali e di contesto di quanto rappresentato. Assunta dunque la condizione che da tale esperienza formativa conseguano le conoscenze teoriche utili al proseguo degli studi ed una adeguata conoscenza dei procedimenti geometrici di descrizione dello spazio, con le indispensabili abilità grafiche atte a descriverne i caratteri formali e dimensionali, attraverso enunciazioni teoriche ed esperienze applicative lo studente sarà guidato nella produzione di elaborati in cui si confronti con le questioni fondanti il disegno inteso quale mezzo atto a descrivere il manufatto architettonico sia quando questo già esista, ovvero attraverso le pratiche del rilievo, sia mediante il progetto, cioè quando da un’idea l’edificio deve giungere alla cantierizzazione. Pertanto una particolare attenzione sarà posta nelle lezioni ex cathedra, e dunque altrettanta attenzione e partecipazione è richiesta allo studente, ai metodi proiettivi attraverso i quali da una visione ideoplastica si possa ottenere una raffigurazione ideografica. Ciò in primo luogo mediante le regole di proiettività e prospettività proprie della geometria proiettiva e descrittiva ed, in subordine a ciò, attraverso la modellazione digitale quale momento di confronto tra tecniche analogiche e pratiche info-grafiche. Altresì saranno le pratiche geometrico-strumentali con l’opportuno corollario di metodiche e codici grafici ad istruire un’esperienza assistita di descrizione conforme e intellegibile di un semplice edificio. Esperienza applicativa questa in cui lo studente possa maturare la consapevolezza che laddove il disegno conseguente ai presupposti prospettici descrive lo spazio riconducendolo al piano, la materialità stessa del manufatto edile e la sua funzione abitativa ne impongono un pensiero, ed un controllo, nelle tre dimensioni; per tale ragione allo studente sarà anche richiesta la realizzazione di modelli fisico tridimensionali atti a comprendere la materialità, in architettura, degli spazi e della loro conformazione.
Concludo informando che la bibliografia di seguito indicata è consigliata, anche se materiali didattici ed altre indicazioni bibliografiche saranno comunque fornite durante le attività del corso.


Note Sulla Modalità di valutazione

La valutazione finale sarà individuale e si svolgerà basandosi sull’esame degli elaborati svolti con una prova orale atta alla verifica dell’effettiva acquisizione dei contenuti teorici e della bibliografia. Prevedendo il corso diverse esercitazioni, al termine di ciascuna e con scadenze preordinate, queste saranno valutate e dunque lo studente avrà modo di conoscere il proprio livellodi apprendimento ed eventuali aspetti teorici e pratici da approfondire. La valutazione, nel suo insieme, è dunque finalizzata alla verifica dei seguenti obiettivi formativi: - conoscenza e comprensione dei temi trattati mediante la capacità di formulare ed argomentarne presupposti e applicazioni in riferimento agli elaborati prodotti; elaborati che dovranno rispondere a criteri di ordine, intelligibilità ed efficacia Essendo previsti piccoli gruppi di lavoro per alcune esercitazioni: (ricerca iconografica, realizzazione delle maquette, organizzazione del lavoro), sarà così verificata anche l’attitudine e la capacità di operare in team


Bibliografia
Risorsa bibliografica facoltativaDocci Mario, Maestri Diego, Gaiani Marco, Scienza del Disegno, Editore: Città Studi Edizioni, Anno edizione: 2011, ISBN: 9788825173673
Risorsa bibliografica facoltativaDocci Mario - Maestri, Diego, Manuale di rilevamento architettonico e urbano, Editore: Laterza, Anno edizione: 2012, ISBN: 9788842090687
Risorsa bibliografica facoltativaClaudio Umberto Comi, La pratica del modello, Editore: Maggioli_politecnica, Anno edizione: 2008, ISBN: 8838743223

Mix Forme Didattiche
Tipo Forma Didattica Ore didattiche
lezione
60.0
esercitazione
20.0

Informazioni in lingua inglese a supporto dell'internazionalizzazione
Insegnamento erogato in lingua Italiano

Note Docente
schedaincarico v. 1.6.5 / 1.6.5
Area Servizi ICT
05/12/2020