logo-polimi
Loading...
Risorse bibliografiche
Risorsa bibliografica obbligatoria
Risorsa bibliografica facoltativa
Scheda Riassuntiva
Anno Accademico 2014/2015
Scuola Scuola del Design
Insegnamento 082630 - LABORATORIO DI ELEMENTI VISIVI DEL PROGETTO
Docente Andriani Antonia Sabina , Gunetti Luciana , Ricco' Dina
Cfu 10.00 Tipo insegnamento Laboratorio

Corso di Studi Codice Piano di Studio preventivamente approvato Da (compreso) A (escluso) Nome Sezione Insegnamento
Des (1 liv.)(ord. 270) - BV (1154) DESIGN DELLA COMUNICAZIONE***AEDALLIA082630 - LABORATORIO DI ELEMENTI VISIVI DEL PROGETTO

Programma dettagliato e risultati di apprendimento attesi

Il laboratorio si propone di guidare gli studenti nello studio e nella comprensione degli elementi visivi, e più in generale percettivi, di base del progetto.

Il laboratorio è composto da tre moduli disciplinari:

- Culture visive, elementi di grafica e percezione e colore

- Produzione dell’immagine per il disegno industriale

- Strumenti e tecniche per la progettazione grafica

nei quali verranno affrontati in stretta relazione gli aspetti percettivi, formali, tecnici e strumentali del progetto, su un tema comune itinerante che sarà presentato agli studenti all’avvio del laboratorio. 

Le attività didattiche prevedono lezioni, esercitazioni ed ex-tempore, ognuna rivolta allo studio e alla sperimentazione dei concetti fondamentali alla base dei processi di configurazione, intendendo con essa la resa, non solo visiva, ma più in generale percepibile, di un’idea.

Gli studenti saranno quindi invitati a sperimentare soluzioni e tecniche (grafiche e fotografiche, analogiche e digitali), in cui l’attività di “sperimentazione” e l’”esperimento” sono intesi – in accordo con Lupton e Phillips (2008) – come l’esplorazione e lo studio di qualità sensoriali, di una forma, di un materiale, di una tecnica, di un processo, ecc., in una via metodica ancora aperta. Lo sperimentare consente, isolando alcune delle variabili, di poterne meglio controllare altre e di capire il comportamento, percettivo e semantico.

La sequenza degli aspetti percettivo/configurativi posti dalle esercitazioni – di cui saranno esplicitati obiettivi e regole (come è per un brief di progetto) – inizierà con la raccolta e la manipolazione di immagini fotografiche, a colori e in bianco e nero, in direzione di esercitazioni che richiedono soluzioni progressivamente più astratte.

Nello specifico le esercitazioni prenderanno in considerazione i seguenti aspetti:

1. lo studio e la sperimentazione delle relazioni fra figura e scrittura;

2. le trasformazioni morfologiche, nelle varianti di forma, di alternanza figura/sfondo, di iconicità/astrazione, per la verifica della riconoscibilità e della leggibilità di un oggetto rappresentato;

3. lo studio delle interazioni del colore con le varianti di forma/texture, di dimensione della campitura, delle potenzialità cinetiche.

Per ogni concetto/esercitazione verrà proposta l’applicazione su formati, dimensioni, proporzioni, differenti (formato cartolina, formato segnalibro, formato pieghevole, formato locandina, formato libro, formato flip ebook, ecc.).

 

Bibliografia

AA.VV., “Laboratorio di Basic Design”, in L'ambiente dell'apprendimento: Web design e processi cognitivi, a cura di G. Anceschi, M. Botta e A.M. Garito, McGraw-Hill, Milano, 2006, pp. 55-118.

Albers J., Interazione del colore, Pratiche editrice, Milano, 1997 (1971 ed. or. ingl.).

Anceschi G., L'oggetto della raffigurazione, EtasLibri, Milano, 1993.

Bucchetti V. (a cura di), Culture visive. Contributi per il design della comunicazione, Poli.Design edizioni, Milano, 2007.

Kanizsa G., Grammatica del vedere. Saggi su percezione e Gestalt, Il mulino, Bologna, 1980.

Lupton E.; Phillips J.C., Graphic design. The new basics, Princeton Architectural Press, New York, 2008.

Lupton E.; Caratteri, testo, gabbia. Guida critica alla progettazione grafica, Zanichelli, Bologna, 2010.

Riccò D., Sinestesie per il design. Le interazioni sensoriali nell'epoca dei multimedia, Etas, Milano, 1999 (II ed. 2013).

Una bibliografia più estesa e specifica sarà indicata in concomitanza alla presentazione di ogni esercitazione.


Note Sulla Modalità di valutazione

Le valutazioni saranno formate sulla base degli elaborati realizzati, della partecipazione attiva al laboratorio, della conoscenza dei contenuti trattati nelle lezioni e inclusi nella bibliografia. Durante il semestre sono previste prove in itinere, la cui media concorre a determinare la valutazione conclusiva in fase di consuntivazione.


Bibliografia
Risorsa bibliografica obbligatoriaG. Anceschi, M. Botta e A.M. Garito (a cura di), "Laboratorio di Basic Design", in L'ambiente dell'apprendimento: Web design e processi cognitivi, Editore: McGraw-Hill, Milano, 2006, pp. 55-118.
Risorsa bibliografica obbligatoriaBucchetti, V. (a cura di), Culture visive. Contributi per il design della comunicazione, Editore: Poli.Design edizioni, Milano, Anno edizione: 2007

Mix Forme Didattiche
Tipo Forma Didattica Ore didattiche
lezione
58.0
esercitazione
32.0
laboratorio informatico
10.0
laboratorio sperimentale
5.0
progetto
0.0
laboratorio di progetto
15.0

Informazioni in lingua inglese a supporto dell'internazionalizzazione
Insegnamento erogato in lingua Italiano
Disponibilità di libri di testo/bibliografia in lingua inglese

Note Docente
schedaincarico v. 1.6.2 / 1.6.2
Area Servizi ICT
04/06/2020