logo-polimi
Loading...
Risorse bibliografiche
Risorsa bibliografica obbligatoria
Risorsa bibliografica facoltativa
Scheda Riassuntiva
Anno Accademico 2014/2015
Scuola Scuola del Design
Insegnamento 095246 - MATERIALI PER IL DESIGN DEGLI INTERNI
Docente De Nardo Luigi , Ratti Andrea , Rink Sugar Marta Elisabeth
Cfu 10.00 Tipo insegnamento Corso Integrato

Corso di Studi Codice Piano di Studio preventivamente approvato Da (compreso) A (escluso) Nome Sezione Insegnamento
Des (1 liv.)(ord. 270) - BV (1153) DESIGN DEGLI INTERNI***FARINAZZZZA095246 - MATERIALI PER IL DESIGN DEGLI INTERNI

Programma dettagliato e risultati di apprendimento attesi

Obiettivo del corso è far comprendere le modalità attraverso le quali i materiali impiegati per la realizzazione di un edificio ne condizionano il funzionamento. Partendo da un concetto di scomposizione funzionale, saranno analizzate le relazioni che esistono tra il sistema dei requisiti e il sistema di prestazioni dell'edificio in relazione alle tecnologie e alla tipologia di componenti utilizzati.

Nel modulo di "Tecnologia dell'architettura" sarà affrontato lo studio dell'edificio, delle sue parti costituenti, degli spazi interni con particolare attenzione al ruolo dei materiali strutturali e di finitura nella progettazione per il soddisfacimento dei requisiti essenziali (resistenza meccanica e stabilità; sicurezza in caso di incendio; igiene, salute e ambiente; sicurezza nell'impiego; protezione contro il rumore; risparmi energetico e ritenzione di calore).

Nei moduli di "Proprietà generali dei materiali e materie plastiche" e “Applicazioni dei materiali nel design” saranno forniti gli elementi di base relativi alle proprietà generali dei materiali e alle principali classi di materiali di interesse per il design degli interni, con un maggiore approfondimento riguardo al comportamento dei materiali polimerici. Le nozioni fornite saranno utilizzate per mettere a confronto le diverse classi di materiali al fine di evidenziare gli aspetti distintivi e critici.

Programma dettagliato e obiettivi

Tecnologia dell’architettura
Il modulo si pone l’obiettivo di fornire conoscenze e strumenti per comprendere il funzionamento dell’edificio da un punto di vista tecnologico e costruttivo.
A tale scopo l’apporto didattico è articolato attraverso lezioni che affrontano il tema dei principi di funzionamento delle diverse parti d’opera e dei requisiti delle costruzioni.
La descrizione dei principi di funzionamento delle diverse parti d’opera dell’edificio approfondisce i seguenti argomenti:
•    Il concetto di scomposizione funzionale dell’edificio nelle sue principali parti d’opera
•    La concezione strutturale di un edificio
•    L’interfaccia edificio terreno e le principali tipologie di fondazione continue e puntiformi
•    Le principali soluzioni di strutture in elevazione
•    Le strutture di solaio gettate in opera e prefabbricate
•    I sistemi di chiusura esterna verticale: soluzioni di muratura e facciate continue
•    I sistemi di copertura piana e a falde inclinate
•    Le soluzioni di partizione interna 
•    I sistemi di finitura: soluzione di rivestimento e finitura verticale per pareti e controsoffitti, pacchetti di pavimentazione

Il sistema degli impianti tecnologici

La trattazione dei requisiti delle costruzioni approfondisce invece in modo particolare i temi di seguito indicati e i relativi riferimenti normativi:
•    I requisiti essenziali delle costruzioni: Direttiva 89/106 e suoi recepimenti
•     I principali riferimenti normativi su prestazioni, materiali e metodologie costruttive
•    Il comportamento termico dell’edificio: concetti di resistenza, inerzia e comfort termico
•    Il comportamento acustico degli edifici: concetti di fonoisolamento, fonoassorbimento, tempi di riverberazione
•    Il comportamento al fuoco: concetti di reazione e resistenza al fuoco
•    Igiene edilizia: indoor air quality, emissione di sostanze nociva da materiali e prodotti da costruzione e finitura

Proprietà generali dei materiali e materie plastiche

In questa parte del corso verranno prima descritte le principali proprietà dei materiali con riferimento alle principali classi di materiali, con lo scopo di poter effettuare una selezione appropriata dei materiali in modo da soddisfare i requisiti di un manufatto/prodotto/componente.

Successivamente saranno trattati i seguenti punti riguardanti i materiali polimerici:
- Introduzione storica.
- Vantaggi e svantaggi dei materiali polimerici a confronto con i materiali più tradizionali. 
- Struttura dei polimeri: dalla struttura chimica all’organizzazione nello stato solido.
- Proprietà ottiche dei materiali polimerici: quali polimeri ci si aspetta trasparenti e perché?
- Polimeri amorfi: proprietà generali, alcuni esempi di polimeri amorfi vetrosi con le loro principali caratteristiche e settori applicativi. Elastomeri o gomme: cenni alle proprietà e settori applicativi.
- Polimeri semicristallini: proprietà generali, alcuni esempi con le loro principali caratteristiche e settori applicativi.
- Copolimeri e miscele di polimeri: perché si fanno e quali vantaggi si ottengono.
- Durante il corso, in aula verranno svolti alcuni esercizi che riguardano la trasparenza e le proprietà meccaniche e che saranno l’oggetto di una delle domande delle verifiche.

Applicazioni dei materiali nel design

Il modulo introduce i principali legami chimici, la microstruttura e la classificazione dei materiali. Le caratteristiche tecniche dei materiali sono quindi messe in relazione alle proprietà intrinseche e alle lavorazioni a cui sono stati sottoposti i materiali. Infine, sono introdotti alcuni aspetti di durabilità e sostenibilità nella scelta dei materiali per il design degli interni

Il modulo si occupa di introdurre pertanto:

- Struttura e classificazione dei materiali. L’indagine rivolta alla microstruttura dei materiali consente di comprendere come le proprietà dei materiali siano strettamente correlate alla loro struttura.
In funzione della tipologia degli elementi coinvolti e delle caratteristiche dei legami, si può osservare l’universo dei materiali organizzato in classi con caratteristiche riconducibili a parametri omogenei: questa lettura ordinata delle proprietà consente di impostare più facilmente il problema della scelta.

- Principali materiali metallici, ceramici, legno, materiali lapidei
e leganti, con particolare riferimento alle proprietà fisiche, chimiche, meccaniche. Le classi sono introdotte con specifici esempi applicativi

- Tecnologie di lavorazione dei materiali.
Si osservano alcuni esempi riferiti a specifici manufatti e riscontriamo l’analogia delle sequenze ordinate che si ripropongono per i materiali di tutte le classi diverse
 Viene quindi fornito uno schema ordinato e  sequenziale delle tecnologie di lavorazione, percorribile per tutti i materiali.


Note Sulla Modalità di valutazione

La valutazione avverrà sulla base della conoscenza dei contenuti trattati nelle lezioni e inclusi nella bibliografia.

Durante il semestre sono previste prove in itinere, la cui media concorre a determinare la valutazione conclusiva in fase di consuntivazione.


Bibliografia
Risorsa bibliografica obbligatoriaS. Comandini, A. Dal Fiume, A. Ratti, Architettura sostenibile, Editore: Pitagora, Bologna, Anno edizione: 1998
Risorsa bibliografica obbligatoriaEdward Allen, "Come funzionano gli edifici", Editore: Edizioni Dedalo, Bari, Anno edizione: 1983
Risorsa bibliografica obbligatoriacura di B. Del Curto e C. Marano, "Materiali per il Design: introduzione ai materiali e alle loro proprietà" (selezione di capitoli), Editore: CEAS- Milano, Anno edizione: 2008
Risorsa bibliografica obbligatoriaC. Amerio, G. Canavesio, Tecniche ed elementi costruttivi, Editore: SEI, Anno edizione: 2006
Risorsa bibliografica obbligatoriaC. Amerio, G. Canavesio, Materiali per l'edilizia, Editore: SEI, Anno edizione: 2005
Risorsa bibliografica obbligatoriaC. Amerio C., G. Sillitti, Elementi di impianti tecnici, Editore: SEI, Anno edizione: 2006

Mix Forme Didattiche
Tipo Forma Didattica Ore didattiche
lezione
73.0
esercitazione
22.0
laboratorio informatico
0.0
laboratorio sperimentale
5.0
progetto
0.0
laboratorio di progetto
0.0

Informazioni in lingua inglese a supporto dell'internazionalizzazione
Insegnamento erogato in lingua Italiano
Disponibilità di libri di testo/bibliografia in lingua inglese
Possibilità di sostenere l'esame in lingua inglese

Note Docente
schedaincarico v. 1.6.1 / 1.6.1
Area Servizi ICT
19/11/2019