logo-polimi
Loading...
Risorse bibliografiche
Risorsa bibliografica obbligatoria
Risorsa bibliografica facoltativa
Scheda Riassuntiva
Anno Accademico 2013/2014
Scuola Scuola del Design
Insegnamento 082630 - LABORATORIO DI ELEMENTI VISIVI DEL PROGETTO
Docente Camocini Barbara , Oriani Sergio Michele , Vitale Giovanna
Cfu 10.00 Tipo insegnamento Laboratorio

Corso di Studi Codice Piano di Studio preventivamente approvato Da (compreso) A (escluso) Nome Sezione Insegnamento
Des (1 liv.)(ord. 270) - BV (1153) DESIGN DEGLI INTERNI***REINA VIRGINIAZZZZA082630 - LABORATORIO DI ELEMENTI VISIVI DEL PROGETTO

Programma dettagliato e risultati di apprendimento attesi

Le attività previste nel Laboratorio di Elementi Visivi del progetto sono finalizzate a guidare gli studenti alla lettura, alla comprensione e all’interpretazione del progetto degli interni, con particolare attenzione agli aspetti antropologici e percettivi legati all’abitante ed alla fruizione degli spazi. Diverse tecniche di rappresentazione saranno introdotte e commentate non solo orientate alla comunicazione finale del progetto ma anche da utilizzare come strumenti critici di analisi e sviluppo di concept.

Gli elaborati, realizzati individualmente ed in gruppo, saranno il punto di sintesi e di messa in coerenza dei materiali elaborati con i contributi delle diverse Discipline che concorrono alla conduzione del Laboratorio: lo studio degli interni, la fotografia e la grafica comunicativa. L'attività di analisi e restituzione si avvarrà del supporto dei Laboratori di Allestimento e di Fotografia e terminerà con un momento di esposizione collegiale in cui verranno restituite e messe a confronto le differenti attitudini alla ricerca dei Laboratori di tutte le sezioni del Corso di studi. L'esposizione seminariale intermedia consentirà di verificare e puntualizzare i temi trattati nel ciclo introduttivo delle lezioni e di mettere in comune le ulteriori acquisizioni di ciascun gruppo.

Culture visive, elementi di grafica, percezione e colore
L’attività del corso sarà introdotta attraverso alcuni momenti di sperimentazione individuale, propedeutica allo studio dello spazio interno, pensati con l'obiettivo di stimolare negli studenti la formazione di una consapevolezza fisica del proprio corpo in relazione allo spazio interno ed agli arredi.

Il corso sarà articolato attraverso esercitazioni e lezioni introduttive di approfondimento finalizzate allo sviluppo di una capacità di analisi degli interni nella loro consistenza materico-tecnologica (costruzione, materiali, tessitura, luce/ombra, temperatura e microclima, ecc.), articolazione formale (figura, geometria, misura, ordine, distribuzione, colore, decorazione, ecc.), funzionalità e fruizione (individuazione/localizzazione delle funzioni e loro distribuzione temporale; spazi d'ingombro, d'uso, di movimento, ecc.). Attraverso questo processo saranno rintracciate le matrici di origine del progetto e sviluppati gli spetti antropologico-percettivi riferiti all’abitante.

Finalità ultima del corso è l'elaborazione del progetto di un ambiente interno, accessibile e di dimensioni ridotte, attraverso il quale lo studente avrà l'opportunità di esercitare in maniera critica e personale le competenze acquisite. Il progetto sarà illustrato attraverso gli strumenti del disegno (manuale e informatico, bi e tridimensionale) e del modello (di studio e di restituzione finale) alle adeguate scale. Le tematiche saranno presentate facendo sempre riferimento alla cultura e all’arte contemporanea, al mondo dell’architettura e del design. Il Salone del Mobile sarà una importante occasione per introdurre alcune tematiche in merito all’identità degli interni e ai temi del dibattito contemporaneo nella disciplina del design.

Strumenti e tecniche per la progettazione grafica
Il modulo di “Strumenti e tecniche per la progettazione grafica” si propone di sollecitare la sensibilità progettuale dei partecipanti per quanto riguarda la comunicazione visiva. Come costruire una rappresentazione sensata? Come renderne partecipi gli altri? Gli incontri propongono una via articolata, attraverso racconti, esempi, spunti ed esperienze da seguire in aula, per approcciarsi al visual design. Si intende suggerire un metodo che aiuta il singolo progettista a immergersi nei fenomeni con i quali entra in contatto durante il laboratorio, a catturare quelle percezioni e quelle idee che stanno alla base e a restituire le esperienze compiute. Fornisce una base teorica e pratica sui temi fondamentali della percezione visiva e sugli elementi della composizione grafica, anche attraverso l’uso di software per il trattamento delle immagini e per l’impaginazione. (Elementi di grafica: Il campo grafico, l’architettura della pagina, i pesi percettivi, le gerarchie, l’equilibrio compositivo, i caratteri tipografici, il colore, lo schizzo, le gabbie grafiche. Elementi di tecnologia: Acquisizione delle funzionalità di base di un programma di impaginazione grafica.)

Produzione dell'immagine per il disegno industriale
Il corso prevede l’introduzione dei principi di tecnica fotografica, dalle fotocamere agli obiettivi; i formati, dall'analogico al digitale; nozioni di illuminazione con luce naturale e artificiale; analisi del linguaggio fotografico e delle sue utilizzazioni nei diversi generi; introduzione al foto-ritocco e alle tecniche di post-produzione attraverso l'uso di photoshop. Il modulo inizierà con esercitazioni di ripresa di oggetti elementari o di modelli tridimensionali elaborati dagli studenti, per concludersi con la realizzazione di immagini fotografiche relative al modello finale del proprio progetto.


Note Sulla Modalità di valutazione
 

Bibliografia
Risorsa bibliografica obbligatoriaAndrea Branzi, La casa calda. Esperienze del nuovo design italiano., Editore: Idea Books, Anno edizione: 1984
Risorsa bibliografica obbligatoriaGiovanna Vitale, Design di sistema per le istituzioni culturali. Il museo empatico, Editore: Zanichelli
Risorsa bibliografica obbligatoriaEttore Sottsass, Scritti 1946-2001, Editore: Neri Pozza, Anno edizione: 2002
Risorsa bibliografica obbligatoriaJunichiro Tanizaki, Libro d'ombra, Editore: Bompiani, Anno edizione: 1982

Mix Forme Didattiche
Tipo Forma Didattica Ore didattiche
lezione
58.0
esercitazione
32.0
laboratorio informatico
10.0
laboratorio sperimentale
5.0
progetto
0.0
laboratorio di progetto
15.0

Informazioni in lingua inglese a supporto dell'internazionalizzazione
Insegnamento erogato in lingua Italiano
Possibilità di sostenere l'esame in lingua inglese
Disponibilità di supporto didattico in lingua inglese

Note Docente
schedaincarico v. 1.6.5 / 1.6.5
Area Servizi ICT
20/09/2020