logo-polimi
Loading...
Risorse bibliografiche
Risorsa bibliografica obbligatoria
Risorsa bibliografica facoltativa
Scheda Riassuntiva
Anno Accademico 2013/2014
Scuola Scuola del Design
Insegnamento 083791 - LABORATORIO DI TEORIE E PRATICHE DEL PROGETTO
Docente Vitale Giovanna , Zurlo Francesco
Cfu 10.00 Tipo insegnamento Laboratorio

Corso di Studi Codice Piano di Studio preventivamente approvato Da (compreso) A (escluso) Nome Sezione Insegnamento
Des (1 liv.)(ord. 270) - BV (1156) DESIGN DEL PRODOTTO INDUSTRIALEARRGUZZETTI ERIKAZZZZA083791 - LABORATORIO DI TEORIE E PRATICHE DEL PROGETTO

Programma dettagliato e risultati di apprendimento attesi

ORIGINALE: imparare dai maestri

 

Il laboratorio ha l’obiettivo di esplorare percorsi concettuali e pratiche del progetto a partire dall’esperienza dei maestri del design, italiani e non, che si sono distinti per originalità dell’approccio, capacità di innovazione, qualità del progetto. Il corso limita il proprio campo di ricerca alle esigenze dell’abitare e a quelle tipologie di prodotto a bassa-media complessità - non sistemi - che consentono di riflettere (e acquisire competenze) sui percorsi che generano nuovi artefatti mediando tra bisogni, vincoli tecnici e opportunità.

Il laboratorio studierà il lavoro di alcuni maestri analizzando i loro artefatti e le ragioni della loro “esistenza” tecnica. Per fare questo lavoro saranno trasferite metodologie di ricerca e analisi critica (morfologica e tecnica) degli oggetti, con visite guidate a musei d’impresa, a studi-museo, a raccolte e collezioni. Il corso sarà inoltre integrato con testimonianze di professionisti, storici e tecnici che aiuteranno gli studenti a costruirsi un insieme di “perché” sulla “ragione” degli artefatti domestici.

Lo scopo didattico è duplice:

- da una parte imparare a “copiare” (in un’accezione positiva del termine) le opere dei maestri con un atteggiamento di riconoscimento e di adesione al programma originale di tali opere;

- dall’altra costruire un “repertorio” di soluzioni tecniche e formali che consenta al designer in formazione, di individuare soluzioni utilizzabili per la propria ricerca progettuale.

Ogni studente, alla fine del corso, avrà iniziato un percorso di comprensione delle ragioni della forma e individuato, all’interno dell’ampio raggio di opportunità che caratterizza ogni proposta innovativa, una prima seminale e personale forma espressiva. Non solo: l’insegnamento dei “maestri” è oggetto di “attualizzazione” rispetto a nuove tecnologie di trasformazione e produzione, nonché rispetto a nuove forme di interazione – potenziate da tecnologie dell’informazione e della comunicazione -  che caratterizzano il mondo degli oggetti oggi.

Particolare risalto, inoltre, sarà dato all’aspetto tecnico. Gli studenti dovranno approfondire alcune tecnologie proprie del settore del legno-arredo ed essere in grado di utilizzarle – in modo corretto e sostenibile – per le proprie ricerche progettuali. La ricerca per prototipi e modelli, inoltre, sarà un’altra importante richiesta del laboratorio.

Il corso è organizzato in fasi con processi di analisi/studio e sintesi progettuali. Gli studenti realizzeranno alcuni progetti nel corso del semestre a partire da brief e indicazioni specifiche date dai docenti.


Note Sulla Modalità di valutazione

Ogni studente è valutato a livello individuale.

Il risultato finale è la somma delle valutazioni che, in funzione delle fasi del laboratorio, saranno realizzate in itinere.


Bibliografia
Risorsa bibliografica obbligatoriaTomàs Maldonado, Disegno Industriale: un riesame, Editore: Feltrinelli, Anno edizione: 1989
Risorsa bibliografica obbligatoriaBruno Munari, Da cosa nasce cosa, Editore: Laterza, Anno edizione: 1998
Risorsa bibliografica obbligatoriaRob Thompson, Il manuale per il design dei prodotti industriali. Materiali, tecniche, processi produttivi, Editore: Zanichelli, Anno edizione: 2012
Risorsa bibliografica obbligatoriaAltri testi:
Note:

La bibliografia sarà integrata nel corso del semestre in funzione di obiettivi specifici.


Mix Forme Didattiche
Tipo Forma Didattica Ore didattiche
lezione
58.0
esercitazione
32.0
laboratorio informatico
0.0
laboratorio sperimentale
5.0
progetto
0.0
laboratorio di progetto
25.0

Informazioni in lingua inglese a supporto dell'internazionalizzazione
Insegnamento erogato in lingua Italiano
Disponibilità di libri di testo/bibliografia in lingua inglese
Possibilità di sostenere l'esame in lingua inglese
Disponibilità di supporto didattico in lingua inglese

Note Docente
schedaincarico v. 1.6.5 / 1.6.5
Area Servizi ICT
20/09/2020