logo-polimi
Loading...
Risorse bibliografiche
Risorsa bibliografica obbligatoria
Risorsa bibliografica facoltativa
Scheda Riassuntiva
Anno Accademico 2004/2005
Facoltà Scuola di Architettura e Società
Insegnamento 070656 - CI PRINCIPI DI PROGETTAZIONE ESECUTIVA
  • 070657 - TECNOLOGIA DELL'ARCHITETTURA
Docente Faroldi Emilio
Cfu 4.00 Tipo insegnamento Modulo Di Corso Strutturato

Corso di Studi Codice Piano di Studio preventivamente approvato Da (compreso) A (escluso) Nome Sezione Insegnamento
Arc - Urb - Cost (1 liv.)(ord. 509) - MI (1105) SCIENZE DELL'ARCHITETTURA***ACONROY ANTONIOA070656 - CI PRINCIPI DI PROGETTAZIONE ESECUTIVA

Programma dettagliato e risultati di apprendimento attesi

Il corso, articolato nei moduli integrati di “Tecnologia dell’architettura” e “Progettazione di sistemi costruttivi”, affronta le problematiche teoriche e applicative della progettazione esecutiva con l’obiettivo di consolidare negli studenti la capacità di governare le diverse fasi dell’iter progettuale all’interno del processo edilizio (“sequenza organizzata di fasi che portano dal rilevamento delle esigenze della committenza-utenza, al loro soddisfacimento in un bene edilizio, attraverso la programmazione, la progettazione, la produzione e la gestione del bene stesso…” rif.“Processo edilizio”, norma UNI 10723 “Processo edilizio. Classificazione e definizione delle fasi processuali degli interventi edilizi di nuova costruzione”). La rilevante complessificazione degli iter processuali e delle competenze/ metodiche per il controllo della qualità degli interventi richiede infatti un significativo aggiornamento dei contenuti disciplinari e operativi del progetto, anche con riferimento alla nuova legislazione nazionale sui lavoripubblici, che ha ridefinito le attività di programmazione e i contenuti tecnici della progettazione alla scala preliminare, definitiva ed esecutiva. L’attività didattica prevede lezioni ex cathedra e seminari, con la presentazione di casi studio e paradigmi esemplificativi, sui seguenti temi:

- struttura e fasi del processo edilizio; ruoli e competenze degli operatori coinvolti;

- articolazione del processo di produzione progettuale; strumenti e metodi di governo del processo (obiettivi, contenuti tecnici, elaborazioni grafiche);

- compatibilità ambientale e valutazione del rapporto tempi, costi e qualità (controllo e validazione del progetto in “sistema qualità”);

- vincoli (legislativi, normativi, procedurali, di contesto, ambientali, morfotipologici e tecnologici); risorse (immobiliari, finanziarie, ambientali);obiettivi (esigenze e bisogni da soddisfare); strumenti (legislativi, normativi, regolamentari, procedurali, metodologici);

- competenze per il coordinamento del progetto (integrazione disciplinare di apporti specialistici);

- sistemi e subsistemi tecnologici; approcci metaprogettuali e prestazionali; rapporto tra variabili tecniche, esiti architettonici e ciclo di vita dell’edificio.

Tali attività sono integrate da una esercitazione didattica a carattere progettuale riferita alla redazione di relazioni ed elaborati grafici che simulano, pur nei limiti dell’esperienza didattica, la processualità operativa e i livelli di approfondimento tecnico normalmente richiesti per l’elaborazione di un progetto edilizio (documento preliminare di progetto; progetto preliminare, con approfondimenti parziali alle scale definitiva ed esecutiva). Particolare attenzione è rivolta al controllo dell’iter processuale, agli aspetti di inserimento ambientale dell’intervento, all’adeguatezza delle opzioni tecno-tipologiche ed alla verifica dell’assentibilità del progetto stesso


Note Sulla Modalità di valutazione
La frequenza non è obbligatoria, anche se fortemente consigliata in quanto la verifica dell’apprendimento si sviluppa in progress, con il monitoraggio delle competenze e delle abilità acquisite relativamente ai segenti aspetti: - inquadramento del livello della progettazione esecutiva in rapporto alle diverse fasi del processo edilizio, con capacità di determinare in modo sistematico le informazioni di base necessarie lo sviluppo del progetto stesso; - definizione dei contenuti del progetto in funzione dei dati di ingresso da acquisire ed elaborare (obiettivi e vincoli) e dei dati di uscita da produrre, con capacità di individuare quantità, qualità e livelli di definizione degli elaborati da sviluppare; - pianificazione dell’attività di progettazione, anche in considerazione degli opportuni momenti di controllo e verifica della qualità del progetto. La verifica finale dell’apprendimento dei contenuti delle lezioni, dei seminari e della bibliografia avviene attraverso una prova d’esame conclusiva, individuale ed obbligatoria, nella quale vengono valutati anche gli esiti dell’attività progettuale. Lo studente che intende rinunciare alla valutazione conseguita nella prova d’esame è tenuto a segnalarlo al docente in tale occasione.

Bibliografia

Sinopoli N., La tecnologia invisibile. Il processo di produzione dell’architettura e le sue regie, F. Angeli,Milano, 1997

Baldi C., Guida tecnico-operativa all’applicazione del regolamento sui lavori pubblici. D.P.R. 21 dicembre 1999, n. 554,Maggioli,Milano, 2000

Faroldi E. (a cura di), Progetto Costruzione Ambiente. Dieci lezioni di architettura, Libreria CLUP,Milano, 2003


Mix Forme Didattiche
Tipo Forma Didattica Ore didattiche
lezione
22.0
esercitazione
27.0

Informazioni in lingua inglese a supporto dell'internazionalizzazione
Insegnamento erogato in lingua Italiano
schedaincarico v. 1.6.5 / 1.6.5
Area Servizi ICT
24/10/2020