logo-polimi
Loading...
Risorse bibliografiche
Risorsa bibliografica obbligatoria
Risorsa bibliografica facoltativa
Scheda Riassuntiva
Anno Accademico 2004/2005
Facoltà Scuola di Ingegneria Industriale
Insegnamento 070940 - MECCANICA DEI SOLIDI E DELLE STRUTTURE
Docente Losi Giancarlo
Cfu 5.00 Tipo insegnamento Monodisciplinare

Corso di Studi Codice Piano di Studio preventivamente approvato Da (compreso) A (escluso) Insegnamento
Ing Ind - Inf (1 liv.)(ord. 509) - PC (121) INGEGNERIA MECCANICA* AZZZZ070940 - MECCANICA DEI SOLIDI E DELLE STRUTTURE

Programma dettagliato e risultati di apprendimento attesi

Obiettivi e contenuti del corso

Il corso intende fornire le nozioni fondamentali della meccanica dei solidi. La trattazione teorica viene corredata dalla soluzione analitica di alcuni problemi strutturali significativi per l'ingegneria meccanica. Il metodo degli elementi finiti viene proposto ed utilizzato, con spirito critico, come strumento di uso corrente per la soluzione di problemi strutturali.

 

Descrizione degli argomenti trattati

 

Statica dei continui: Tensore degli sforzi di Cauchy. Sforzi principali. Componenti deviatoriche e idrostatica.

Rappresentazione di Mohr. Equazioni indefinite di equilibrio.

Cinematica dei continui: Ipotesi di piccoli spostamenti e piccole derivate del vettore spostamento. Il tensore di deformazione. Cenni sulle misure sperimentali degli allungamenti e delle deformazioni. Deformazioni e direzioni principali e circolo di Mohr. Componenti deviatoriche e volumetrica. Le equazioni di congruenza. Lavoro di deformazione e teorema dei lavori virtuali.

Legame costitutivo e limite elastico: Legame  elastico lineare. Costanti elastiche per materiali isotropi. Legame elastico per materiali ortotropi e trasversalmente isotropi. Potenziale elastico. Cenni di plasticita’ e viscoelasticita’.

Il problema elastico lineare: Le equazioni di Beltrami-Michell e di Navier-Stokes. Risoluzione dei problemi attraveso i potenziali degli sforzi. Funzioni potenziale di Beltrami e di Airy.

Soluzione analitica di alcuni problemi: La lastra rettangolare caricata nel suo piano. Il problema della torsione di un solido cilindrico. Taglio e torsione di travi con sezioni a parete sottile aperte e chiuse; determinazione del centro di taglio. Problemi piani e problemi assialsimmetrici. I dischi rotanti e i tubi di grosso spessore.. Foro ellittico in una lastra tesa: il fattore di concentrazione degli sforzi.  Meccanica della frattura: soluzione attraverso la funzione di Airy, fattore di intensita’ di sforzo.

Soluzione numerica di alcuni problemi elastici: Modellazione ad elementi finiti e soluzione numerica di problemi elastici piani. Confronto con l’eventuale soluzione in forma chiusa. Stima degli errori di discretizzazione.

 

 

 


Note Sulla Modalità di valutazione
Organizzazione del corso e modalità di verifica Il corso sara’ composto da lezioni ed esercitazioni applicative sugli argomenti trattati a lezione. Sono previste due prove in itinere. E’ prevista una esercitazione (a gruppi di tre o quattro studenti) sul metodo degli elementi finiti con il programma di calcolo FEAPpv, scritto da Robert Taylor (programma di pubblico dominio).. Il giudizio finale sara’ assegnato attraverso la media pesata delle due prove in itinere (40 % dalla prima prova e 60 % dalla seconda) e potra’ essere incrementato di uno o due punti in base al giudizio relativo alla esercitazione numerica.

Bibliografia

Testi consigliati

F. Beer, R. Johnston, Scienza delle Costruzioni, Mc Graw-Hill, Milano

L. Corradi: Meccanica delle Strutture, vol. 1 e 2, Mc Graw-Hill, Milano.

O.C. Zienkiewicz, R.L. Taylor: The finite element method, vol. 1, Mc Graw Hill, London.

 


Mix Forme Didattiche
Tipo Forma Didattica Ore didattiche
lezione
28.0
esercitazione
28.0
laboratorio informatico
0.0
laboratorio sperimentale
0.0
laboratorio di progetto
4.0

Informazioni in lingua inglese a supporto dell'internazionalizzazione
Insegnamento erogato in lingua Italiano
schedaincarico v. 1.6.5 / 1.6.5
Area Servizi ICT
25/02/2021