logo-polimi
Loading...
Risorse bibliografiche
Risorsa bibliografica obbligatoria
Risorsa bibliografica facoltativa
Scheda Riassuntiva
Anno Accademico 2023/2024
Scuola Scuola di Ingegneria Civile, Ambientale e Territoriale
Insegnamento 059159 - GEOTECNICA
Docente Sterpi Donatella Valeria
Cfu 7.00 Tipo insegnamento Monodisciplinare

Corso di Studi Codice Piano di Studio preventivamente approvato Da (compreso) A (escluso) Insegnamento
Ing - Civ (1 liv.)(ord. 270) - MI (346) INGEGNERIA PER L'AMBIENTE E IL TERRITORIO*AZZZZ059159 - GEOTECNICA

Obiettivi dell'insegnamento

L'insegnamento di Geotecnica, completato con il credito relativo alla Prova Finale (IAT-ICAR/07), ha lo scopo di introdurre gli allievi alle conoscenze di base della meccanica delle terre e all’applicazione di tale materia all’analisi di problemi geotecnici elementari, quali quelli inerenti all’interazione del terreno con l’acqua in regime di quiete o di filtrazione, agli scavi e alle strutture di sostegno, alla capacità portante e ai cedimenti delle opere di fondazione.

 


Risultati di apprendimento attesi

Lo studio degli argomenti di lezione e la partecipazione attiva alle esercitazioni portano lo studente:

  • a riconoscere e classificare le terre sulla base della loro natura e delle loro condizioni, a partire dall’interpretazione di dati di laboratorio e di sito (DdD-1 e DdD-2, ovvero Descrittori di Dublino 1 e 2)
  • a descrivere il moto dell'acqua nel terreno, stimandone velocità, portate e pressioni, e lo stato di sforzo in condizioni naturali e in presenza di sollecitazioni esterne (DdD-1 e DdD-2)
  • a interpretare il comportamento delle terre in condizioni di compressione edometrica, arrivando a stimare i parametri costitutivi per poi impostare e risolvere il calcolo dei cedimenti di consolidazione (DdD-1, DdD-2 e DdD-3)
  • a capire il comportamento meccanico delle terre e le leggi con cui viene modellato, interpretando criticamente i risultati di prove sperimentali convenzionali (DdD-1, DdD-3)
  • a riconoscere gli effetti tensionali conseguenti a interventi di scavo e costruzione, applicando teorie classiche per la previsione della stabilità delle opere (DdD-2, DdD-3)
  • a dimensionare e verificare semplici opere geotecniche nel rispetto dei criteri di sicurezza e ammissibilità (DdD-2, DdD-3)

Argomenti trattati

Gli argomenti trattati sono:

1) Identificazione e classificazione delle terre, relazioni fra le fasi, permeabilità, analisi granulometrica, analisi di stabilità dei filtri.

2) I terreni saturi e il principio degli sforzi efficaci, lo stato di sforzo geostatico.

3) Moti di filtrazione in regime confinato e non confinato, effetto del moto di filtrazione sullo stato tensionale. Permeabilità equivalente in direzione verticale e orizzontale. Risoluzione di un problema di flusso monodimensionale e bidimensionale, calcolo del fattore di sicurezza al sifonamento per una paratia.

4) Compressibilità dei terreni: modalità di esecuzione e interpretazione della prova edometrica, Teoria di consolidazione monodimensionale di Terzaghi. Analisi dei cedimenti e dei tempi di consolidazione.

5) Rigidezza e resistenza al taglio in condizioni drenate e non drenate: modalità di esecuzione e interpretazione delle prove di compressione triassiale e di taglio diretto. Analisi del percorso degli sforzi efficaci e totali. Legame elastico lineare e comportamento alla rottura.

6) Indagini in sito, cenni alla normativa in campo geotecnico, la redazione della relazione geotecnica.

7) Variazioni tensionali indotte da scavi e stabilità degli scavi a cielo aperto, cenni all’analisi di stabilità dei pendii.

8) Spinta delle terre sulle opere di sostegno e verifiche di stabilità, per muri di sostegno e paratie: approccio secondo la teoria di Rankine. Analisi di stabilità di un muro di sostegno secondo la teoria di Coulomb. Dimensionamento di muri e paratie.

9) Capacità portante e cedimenti di fondazioni superficiali. Dimensionamento di una fondazione superficiale. Cenni alla capacità portante di pali di fondazione.


Obiettivi di sviluppo sostenibile - SDGs
Questo insegnamento contribuisce al raggiungimento dei seguenti Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell'Agenda ONU 2030:
  • SDG9 - INDUSTRY, INNOVATION AND INFRASTRUCTURE
  • SDG11 - SUSTAINABLE CITIES AND COMMUNITIES
  • SDG13 - CLIMATE ACTION

L'insegnamento contribuisce a formare consapevolezza sul ruolo dell'ingegneria geotecnica nella progettazione e realizzazione di opere civili e infrastrutturali e sull'importanza dell'impiego di soluzioni innovative e sostenibili (SDG9 e SDG11). Inoltre gli argomenti trattati sono propedeutici alle discipline che trattano le opere di difesa del territorio dal rischio idraulico e idrogeologico (SDG13).


Prerequisiti

E' importante una buona padronanza degli argomenti dell'insegnamento Scienza delle Costruzioni, in particolare i concetti di sforzo e di deformazione, la rappresentazione dello stato di sforzo nel piano di Mohr, il modello costitutivo elastico lineare.


Modalità di valutazione

L’esame dell'insegnamento di Geotecnica consiste in una prova scritta e un colloquio. Contribuisce alla valutazione anche la relazione presentata nell'ambito della Prova Finale ICAR07.

 

 

 


Bibliografia
Risorsa bibliografica facoltativaR.F. Craig, Craig's Soil Mechanics, Editore: Spon Press, Anno edizione: 2004
Note:

Contiene numerosi esercizi


Software utilizzato
Nessun software richiesto

Forme didattiche
Tipo Forma Didattica Ore di attività svolte in aula
(hh:mm)
Ore di studio autonome
(hh:mm)
Lezione
45:30
68:15
Esercitazione
24:30
36:45
Laboratorio Informatico
0:00
0:00
Laboratorio Sperimentale
0:00
0:00
Laboratorio Di Progetto
0:00
0:00
Totale 70:00 105:00

Informazioni in lingua inglese a supporto dell'internazionalizzazione
Insegnamento erogato in lingua Italiano
Disponibilità di materiale didattico/slides in lingua inglese
Disponibilità di libri di testo/bibliografia in lingua inglese
Possibilità di sostenere l'esame in lingua inglese
Disponibilità di supporto didattico in lingua inglese
schedaincarico v. 1.8.3 / 1.8.3
Area Servizi ICT
04/03/2024