logo-polimi
Loading...
Risorse bibliografiche
Risorsa bibliografica obbligatoria
Risorsa bibliografica facoltativa
Scheda Riassuntiva
Anno Accademico 2022/2023
Scuola Scuola di Architettura Urbanistica Ingegneria delle Costruzioni
Insegnamento 055537 - LABORATORIO DI PROGETTAZIONE ARCHITETTONICA 1
Docente Adami Andrea , Ferrari Massimo
Cfu 12.00 Tipo insegnamento Laboratorio

Corso di Studi Codice Piano di Studio preventivamente approvato Da (compreso) A (escluso) Nome Sezione Insegnamento
Arc - Urb - Cost (1 liv.)(ord. 270) - MI (1094) PROGETTAZIONE DELL'ARCHITETTURAMNALESOZZZZA055537 - LABORATORIO DI PROGETTAZIONE ARCHITETTONICA 1

Obiettivi dell'insegnamento

Il Laboratorio di progettazione architettonica del primo anno, con durata annuale, prevede:

una fase preliminare di acquisizione dei fondamenti della composizione architettonica e della rappresentazione di architettura attraverso casi studio o esercizi di variazioni compositive, un successivo progetto di un manufatto alla scala architettonica e con un programma funzionale semplice.

Il processo del progetto di architettura è verificato attraverso le diverse fasi e scale, per acquisirne la complessità e l’articolazione.

Gli strumenti del laboratorio sono quelli dello schizzo a mano libera, del disegno architettonico, della costruzione di modelli di lavoro, con le tecniche e alle scale opportune.

Lezioni teoriche su temi ed esempi di composizione e su contributi e aspetti dell’integrazione disciplinare corredano necessariamente il programma del laboratorio.

Il raggiungimento degli obiettivi di insegnamento è verificato attraverso l’esame e una esposizione pubblica degli esiti progettuali degli studenti.


Risultati di apprendimento attesi

Con il laboratorio annuale di primo anno lo studente acquisisce capacità teoriche, analitiche e progettuali di base, oltre a elementi di giudizio e di controllo sui caratteri e sulla qualità degli spazi e dei volumi nelle diverse fasi di progetto, dalla idea iniziale alla sua definizione formale.


Argomenti trattati

ARGOMENTI GENERALI

Argomento centrale del corso è la definizione del progetto d’architettura come sintesi di un percorso di conoscenza, interpretazione e rappresentazione della realtà. La consapevolezza della necessità di una teoria, di una visione generale che possa essere condivisa, di un metodo trasmissibile, di un metodo consolidato e condiviso di rappresentazione, di una prassi di analisi e di studio, di una verifica dell’adeguatezza dei risultati, guida il percorso progettuale attraverso continui approfondimenti, confronti con modelli conosciuti e possibilità di nuove interpretazioni attraverso il progetto.

Il confronto e la verifica sono i due termini entro i quali il progetto procede nella sua definizione in un processo che trae ragioni dalla conoscenza del tema che affronta e che ne spinge l’interpretazione verso nuovi caratteri di condivisione e adeguatezza.

Lo studio degli esempi, la loro conoscenza, evidenzia le relazioni e il rapporto complesso nella storia passata con il tema, con la tipologia, con la costruzione, nella definizione di un valore che sempre determina la qualità del caso di studio. La critica come strumento della verifica guida ogni scelta, nella costante precisazione degli obiettivi e nella ricerca di una significante corrispondenza tra l’idea e la sua rappresentazione.

CONTENUTI DELL'INSEGNAMENTO

Il Laboratorio, in accordo con la sezione A, sceglie come tema unico di lavoro da svolgere durante il corso dell’anno il tema dell’abitare a partire dalla definizione dello spazio minimo della casa. L’abitare nell’accezione più ampia del termine sarà preso a pretesto per indagare i principi base della composizione architettonica e gli elementi dell’architettura ad essi correlati come il muro, il tetto, il pilastro ecc...

Nella prima parte dell’anno, in stretta relazione con l’integrazione di Tecniche della rappresentazione, saranno studiati e approfonditi analiticamente alcuni edifici emblematici legati al tema dell’abitare scelti per il loro carattere esemplare tra le architetture del Novecento e fino alla nostra contemporaneità. Lo studio dello spazio minimo della casa porterà alla definizione ideale di composizioni diverse più vicine all’idea di quartiere all’interno del territorio di Mantova scelto come luogo in cui individuare l’area di progetto per permettere nel secondo semestre di affrontare un primo approccio all’analisi urbana. Non mancheranno approfondimenti sui metodi e sulle convenzioni della rappresentazione, da quelle tradizionali a quelli più recenti. Particolare attenzione durante l’anno verrà data alla lettura di libri teorici, organizzati secondo una bibliografia ragionata che amplierà la Bibliografia del corso indicata e che diventerà patrimonio comune del laboratorio permettendo il confronto consapevole durante i seminari di approfondimento dei diversi temi trattati anche attraverso interventi di alcuni docenti o ricercatori di altre Scuole di Architettura.

 


Obiettivi di sviluppo sostenibile - SDGs
Questo insegnamento contribuisce al raggiungimento dei seguenti Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell'Agenda ONU 2030:
  • SDG11 - SUSTAINABLE CITIES AND COMMUNITIES

Prerequisiti
 

Modalità di valutazione

La valutazione finale consisterà nella discussione sui contenuti del laboratorio (lezioni, seminari, esercitazioni) e sulla verifica dell'esercizio progettuale proposto secondo gli approfondimenti richiesti delle due discipline afferenti al laboratorio. Durante l’anno saranno proposti alcuni esercizi con lo scopo di affinare le proprie capacità di rappresentazione, interpretazione e progettazione dell’architettura.

 


Bibliografia
Risorsa bibliografica obbligatoriaLe Corbusier, Verso un'architettura, Editore: Longanesi, Anno edizione: 2003
Note:

prima edizione in lingua originale 1923

Risorsa bibliografica obbligatoriaAdolf Loos, Parole nel vuoto, Editore: Adelphi, Anno edizione: 1972
Risorsa bibliografica obbligatoriaHeinrich Tessenow, Osservazioni elementari sul costruire, Editore: Franco Angeli Editore, Anno edizione: 1974
Risorsa bibliografica obbligatoriaAldo Rossi, L'architettura della città, Editore: Quodlibet, Anno edizione: 2011
Note:

prima edizione Marsilio, 1966

Risorsa bibliografica obbligatoriaErnesto N. Rogers, Il senso della storia, continuita' e discontinuita', Editore: Unicopli, Anno edizione: 1999
Risorsa bibliografica obbligatoriaCarlos Martì Arìs, Le variazioni dell'identità - Il tipo in architettura, Editore: Città Studi, Anno edizione: 1996
Risorsa bibliografica obbligatoriaAntonio Monestiroli, La Metopa e il Triglifo, Editore: Laterza, Anno edizione: 2008
Risorsa bibliografica obbligatoriaSerena Maffioletti (a cura di), Il pentagramma di Rogers. Lezioni universitarie di Ernesto N. Rogers, Editore: Il Poligrafo, Anno edizione: 2009
Risorsa bibliografica facoltativaBruno Munari, Da cosa nasce cosa. Appunti per una metodologia progettuale, Editore: Laterza, Anno edizione: 2010
Note:

prima edizione 1981

Risorsa bibliografica facoltativaDiego Maestri, Mario Docci, La scienza del Disegno, Editore: CittàStudiEdizioni, Anno edizione: 2011
Risorsa bibliografica facoltativaArie Gottfried (edizione italiana a cura di), Disegno Architettonico, Metodi e strumenti di rappresentazione, Editore: Hoepli, Anno edizione: 2014

Software utilizzato
Nessun software richiesto

Forme didattiche
Tipo Forma Didattica Ore di attività svolte in aula
(hh:mm)
Ore di studio autonome
(hh:mm)
Lezione
43:00
46:35
Esercitazione
29:00
31:25
Laboratorio Informatico
0:00
0:00
Laboratorio Sperimentale
0:00
0:00
Laboratorio Di Progetto
72:00
78:00
Totale 144:00 156:00

Informazioni in lingua inglese a supporto dell'internazionalizzazione
Insegnamento erogato in lingua Italiano
Disponibilità di libri di testo/bibliografia in lingua inglese
Possibilità di sostenere l'esame in lingua inglese
Disponibilità di supporto didattico in lingua inglese

Note Docente
schedaincarico v. 1.8.0 / 1.8.0
Area Servizi ICT
07/02/2023