logo-polimi
Loading...
Risorse bibliografiche
Risorsa bibliografica obbligatoria
Risorsa bibliografica facoltativa
Scheda Riassuntiva
Anno Accademico 2022/2023
Scuola Scuola di Architettura Urbanistica Ingegneria delle Costruzioni
Insegnamento 051610 - LABORATORIO DI PROGETTAZIONE ARCHITETTONICA
Docente Acito Maurizio , Burg Annegret Hedwig Elisabeth , Caja Michele Giovanni
Cfu 14.00 Tipo insegnamento Laboratorio

Corso di Studi Codice Piano di Studio preventivamente approvato Da (compreso) A (escluso) Nome Sezione Insegnamento
Arc - Urb - Cost (Mag.)(ord. 270) - MI (1217) ARCHITETTURA E DISEGNO URBANO - ARCHITECTURE AND URBAN DESIGNADUAZZZZA051610 - LABORATORIO DI PROGETTAZIONE ARCHITETTONICA

Obiettivi dell'insegnamento

Il Laboratorio propone agli allievi un’esperienza complessa, nella quale convergono operativamente le diverse componenti del progetto di architettura: da quelle contestuali, alle quelle tipologiche e funzionali, a quelle costruttive, espressive e formali. Al centro è la dimensione conoscitiva dell’impegno progettuale nel rapporto con la realtà. A tale scopo gli allievi sono guidati: in primo luogo a conoscere e interpretare il contesto di applicazione del progetto, orientarsi nel dibattito intorno alle alternative di intervento tese a governare le trasformazioni insediative in atto, stabilire specifiche correlazioni fra architettura e struttura insediativa; in secondo luogo a compiere una ricerca sperimentale intorno a tipologie e figure, correlando fra loro composizione architettonica, progettazione architettonica e caratteristiche tecniche dei manufatti. 
L’insegnamento ha come obbiettivo il progetto di un organismo architettonico sviluppato alle diverse scale, dal disegno alla scala urbana fino a quello di dettaglio, controllandone il processo di definizione formale in rapporto alle tecniche e ai materiali adottati, e al programma funzionale.
Nell’ambito del progetto, viene affrontata la concezione del sistema strutturale in presenza di azioni sismiche, che acquisisce particolare interesse in quanto richiede di individuare un efficace sistema di controvento e di organizzare, in generale, un sistema resistente tridimensionale, con caratteristiche di regolarità in pianta e in elevazione.


Risultati di apprendimento attesi

Lo studente:
- conosce e comprende le tecniche e gli strumenti del progetto di architettura;
- conosce e comprende i principi dell’ingegneria strutturale sismica;
- è in grado di compiere un’impostazione critica a tutte le scale necessarie di un progetto di architettura con gradi avanzati di specializzazione e approfondimento;
- è in grado di compiere un’analisi critica dei luoghi e dei contesti nello stretto rapporto fra edificio e città, storia e gusto, tecnica e funzione dell’architettura;
- è in grado di elaborare soluzioni progettuali coerenti con il luogo e il contesto, anche in ambiti urbani complessi;
- è in grado di applicare i principi dell’ingegneria strutturale sismica nel progetto di architettura.


Argomenti trattati

COMPOSIZIONE ARCHITETTONICA E PROGETTAZIONE URBANA

Tema centrale del Laboratorio è la ricostruzione critica delle città nel contesto europeo. Intendendo il principio ricostruttivo come punto di vista attraverso il quale indagare la città nella sua dimensione storica, ma secondo una prospettiva rivolta al suo futuro. La città, intesa come fenomeno costruito nel tempo, si propone come tessuto stratificato, il cui impianto permane nel tempo. La sovrapposizione di soglie storiche diviene lo strumento primo di indagine per evidenziare progetti, idee di città e realizzazione succedutesi, per quanto in forme frammentario, nel corso dei secoli.

Il tema di quest'anno riguarderà la ridensificazione di alcune aree poste all'interno del centro storico di una città all’interno del contesto europeo (p.e.: Amburgo, Lisbona). Le città e le aree saranno scelte, in condivisione con la Visiting Professor Annegret Burg, partendo dalla rilevanza urbanistica e architettonica dei temi e dalla disponibilità di materiali utili a realizzare un'esperienza progettuale complessa. Verranno affrontate questioni inerenti: la scala urbana, il rapporto tra vecchio e nuovo, la continuità con l’eredità della città storica, la scala tipologica e morfologica, i caratteri architettonici di un luogo.

Attraverso lezioni frontali ed esercitazioni di gruppo verranno illustrate le principali questioni teoriche e pratiche con cui confrontarsi durante l’elaborazione del progetto. Partendo da un confronto critico con diverse esperienze di città che hanno subito esperienze analoghe (analizzate attraverso lezioni monografiche), le aree e i temi del progetto si concentreranno su casi specifici, analizzati sia a scala urbana che architettonica.

Il processo di progettazione prevede lo sviluppo di un piano urbanistico generale di riorganizzazione dell'area, che tenga conto delle soglie storiche preesistenti e distinte, considerato dal punto di vista delle scelte compositive, tipologiche e costruttive. In seguito il progetto di un area, svolto in piccoli gruppi, verrà sviluppato sino alla scala architettonica attarverso elaborati grafici e modelli fisici. Le scale trattate sono le seguenti:

1:1000: Planimetria urbana di contesto (Schwarzplan) 

1:500:  Planivolumetrico di progetto / Attacco a terra (piani terra) di progetto all'interno del contesto consolidato

1:200: Sviluppo tipologico dei diversi edifici componenti il piano generale

1:100: Sviluppo architettonico di edifici selezionati all'interno del piano generale

1:50: Dettaglio di facciata e altre parti notevoli del singolo edificio

STRUTTURE E CRITERI DI PROGETTAZIONE ANTISISMICA

L'integrazionesi propone di fornire gli strumenti base, propri della meccanica delle strutture, per comprendere gli aspetti strutturali e costruttivi delle parti strutturali delle costruzioni. L’approccio proposto muove dal rapporto fra l’evoluzione delle tecniche costruttive e l’evoluzione delle conoscenze teorico-scientifiche. Allo scopo saranno proposti e discussi, dal punto di vista statico-tecnico, dei casi esemplari che hanno segnato la storia delle costruzioni. Il modulo si propone di fornire gli strumenti per comprendere gli aspetti strutturali e costruttivi del progetto, sulla base delle metodologie della Meccanica delle Strutture, con riferimento al funzionamento delle parti strutturali delle costruzioni in calcestruzzo armato, in acciaio e in legno.

I contenuti particolari affrontati sono:

Misura dell’affidabilità strutturale: metodi tensioni ammissibili e metodi semi-probabilistico agli stati limite.

Strutture in Acciaio: Cenni sul dimensionamento e verifica di elementi strutturali in flessione e/o a taglio in condizioni di SLU e di servizio (SLE). Tipologie di collegamenti.

Strutture Calcestruzzo armato: Cenni sul dimensionamento e verifica allo SLU di elementi strutturali soggetti ad azione assiale, flessione e presso-flessione retta e taglio.

Strutture in Legno: dimensionamento e verifica di elementi strutturali in flessione e/o a taglio in condizioni di SLU e di servizio (SLE). Tipologie di collegamenti.

Organizzazione didattica

Lezioni ed attività pratiche guidate. Applicazione al progetto di Laboratorio dei concetti acquisiti durante il corso, con la predisposizione dei seguenti Elaborati:

relazione descrittiva delle strutture e di dimensionamento dei principali elementi strutturali (fondazioni, solai, travi, pilastri, ecc.):

pianta fondazione (1:100 o 1/200);

carpenteria degli impalcati (1:100 o 1/200) e dettagli costruttivi tipologici (1:20);

Sezioni schematiche (1:100 o 1/200).

 


Obiettivi di sviluppo sostenibile - SDGs
Questo insegnamento contribuisce al raggiungimento dei seguenti Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell'Agenda ONU 2030:
  • SDG11 - SUSTAINABLE CITIES AND COMMUNITIES
  • SDG12 - RESPONSIBLE CONSUMPTION AND PRODUCTION

La sostenibilità e l'economia di uso del suolo sono i fondamenti attraverso cui intervenire secondo strategie di densificazione urbana del tessuto consolidato preesistente.


Prerequisiti

Nessun prerequisito


Modalità di valutazione

Specifiche esercitazioni verranno assegnate nella prima parte del semestre per mettere a punto una comune metodologia di approccio al progetto, alle tecniche compositive e rappresentative definite in base alle diverse scale del progetto, in relazione a possibili casi-studio assegnati. Ciascuna di queste esercitazioni, svolte in gruppo o singolarmente, verranno valutate e verranno a costituire un bagaglio comune preliminare al progetto, che verrà tenuta conto in fase d’esame.

Il progetto verrà studiato progressivamente durante le revisioni settimanali in base alle diverse discipline coinvolte, in particolare quella compositiva e quella strutturale. La valutazione finale terrà conto di entrambe le valutazioni, secondo la media ponderata data dai singoli docenti del laboratorio.

Nell'esame finale gli studenti dovranno dimostrare una buona comprensione dei principali argomenti trattati espressi nei propri disegni. Riferimenti bibliografici specifici saranno comunicati in occasione della presentazione dello Studio e durante le comunicazioni e le revisioni di gruppo.


Bibliografia
Risorsa bibliografica obbligatoriaMichele Caja, Ricostruzione critica come principio urbano e altri scritti, Editore: Aión Edizioni, Anno edizione: 2017, ISBN: 9788898262601
Risorsa bibliografica obbligatoriaMichele Caja, Progetti urbani. I. Berlino / Urban Projects. I Berlin, Editore: Aión Edizioni, Anno edizione: 2020, ISBN: 9788898262915
Risorsa bibliografica obbligatoriaMichele Caja, Neue Projekte in historischen Deutschen Städten / Nuovi progetti in centri storici tedeschi, Editore: Aión Edizioni, Anno edizione: 2019, ISSN: 17201721, Fascicolo: 23
Risorsa bibliografica obbligatoriaa cura di M. Caja, M. Landsberger, S. Malcovati, Tipologia Architettonica e morfologia urbana. Il dibattito italiano - antologia 1960-1980 (nuova edizione), Editore: Libraccio Editore, Anno edizione: 2012, ISBN: 9788897748113
Risorsa bibliografica obbligatoriaa cura di M. Caja, M. Landsberger, S. Malcovati, Tipo forma figura. Il dibattito internazionale 1970-1990. , Editore: Libraccio Editore, Anno edizione: 2016, ISBN: 9788897748809

Software utilizzato
Nessun software richiesto

Forme didattiche
Tipo Forma Didattica Ore di attività svolte in aula
(hh:mm)
Ore di studio autonome
(hh:mm)
Lezione
50:00
54:10
Esercitazione
34:00
36:50
Laboratorio Informatico
0:00
0:00
Laboratorio Sperimentale
0:00
0:00
Laboratorio Di Progetto
84:00
91:00
Totale 168:00 182:00

Informazioni in lingua inglese a supporto dell'internazionalizzazione
Insegnamento erogato in lingua Italiano
Disponibilità di materiale didattico/slides in lingua inglese
Disponibilità di libri di testo/bibliografia in lingua inglese
Possibilità di sostenere l'esame in lingua inglese
Disponibilità di supporto didattico in lingua inglese

Note Docente
schedaincarico v. 1.7.2 / 1.7.2
Area Servizi ICT
03/10/2022