logo-polimi
Loading...
Risorse bibliografiche
Risorsa bibliografica obbligatoria
Risorsa bibliografica facoltativa
Scheda Riassuntiva
Anno Accademico 2020/2021
Scuola Scuola di Architettura Urbanistica Ingegneria delle Costruzioni
Insegnamento 056409 - WORKSHOP DI TESI
Docente Brumana Raffaella , Grimoldi Alberto
Cfu 8.00 Tipo insegnamento Laboratorio
Didattica innovativa L'insegnamento prevede  1.0  CFU erogati con Didattica Innovativa come segue:
  • Soft Skills

Corso di Studi Codice Piano di Studio preventivamente approvato Da (compreso) A (escluso) Nome Sezione Insegnamento
Arc - Urb - Cost (Mag.)(ord. 270) - MI (1195) ARCHITETTURA - AMBIENTE COSTRUITO - INTERNI - ARCHITECTURE - BUILT ENVIRONMENT - INTERIORS***AZZZZ056409 - WORKSHOP DI TESI

Obiettivi dell'insegnamento

In questo insegnamento lo studente approfondisce tematiche caratterizzanti, e coerenti con i contenuti del corso di studi, attraverso esperienze transdisciplinari volte a far maturare conoscenza e comprensione sulle modalità di efficace valorizzazione del patrimonio edilizio, del paesaggio e dell'ambiente, intesi come risorse, con attenzione specifica alle problematiche della modificazione e rigenerazione dell’ambiente costruito e di tessuti urbani e insediativi consolidati.


Risultati di apprendimento attesi

Secondo i Descrittori di Dublino (DdD), il superamento dell’esame attesta l’acquisizione dei seguenti risultati.

DdD 2 capacità di applicare conoscenza e comprensione:

- capacità di applicare tecniche adeguate a trasformare, operando a diverse scale, lo spazio abitato nelle sue molteplici configurazioni: morfologiche e tipologiche, ecologiche e ambientali, economiche e sociali, antropologiche e culturali.

DdD 3 (autonomia di giudizio), 4 (abilità comunicative) e 5 (capacità di apprendimento):

- capacità di operare e comunicare in autonomia le scelte progettuali effettuate (DdD 3, 4 e 5).


Argomenti trattati

Innovazione e conoscenza per gli interventi sul patrimonio architettonico.

Raffaella Brumana, Alberto Grimoldi.

 

Il WS si offre come supporto agli studenti che intendono sviluppare competenze avanzate per la conoscenza degli edifici del passato – dal rilievo alla diagnostica - e tradurle in progetti innovativi.

La rassicurante e obsoleta sequenza dei rilievi tematici (metrico, del degrado dei materiali, dei dissesti, ecc., al più un incerto rilievo stratigrafico) fissa le condizioni di un momento definito, senza curarsi di confrontarle, dedica scarso spazio a come si sono in pratica costruiti, modificati e usati gli edifici del passato. Occorre invece connettere queste –e altre più raffinate – fasi analitiche, coglierne le interazioni, soprattutto introdurre un parametro essenziale a questo fine, il tempo. Così, il rassicurante e ordinato quadro si complica, gli edifici del passato si rivelano come un insieme di parti, e anche di durate diverse.

È la prospettiva multidisciplinare propria della storia della costruzione: il lavoro sui documenti e sugli edifici come fonti materiali serve ad orientare e verificare le molteplici analisi offerte dalle “scienze dure”, e a coordinarne i risultati con quelli delle “scienze umane”, come avviene nell’archeologia contemporanea.

Soprattutto orienta le scelte concrete, sia da un punto di vista edilizio, sia da quello dell’uso, incluso il controllo del clima interno e dell’illuminazione, raccogliendo e ordinando i dati che li concernono.

Tutte le tecniche avanzate di rilevamento sono un supporto necessario per questa pratica del progetto. Anche il BIM, superata la sua origine di meccanica traduzione digitale della progettazione per elementi, può essere ricondotto a schemi concettuali più solidi e meglio sedimentati, formatisi e affinatisi in quasi un secolo nello sviluppo parallelo delle scienze archeologiche e della fotogrammetria, nella sua continua evoluzione.

I temi – gli edifici  – potranno essere proposti dagli studenti, e a loro volta i docenti presenteranno casi a quali si dedicano nell’ambito della loro ricerca, in rapporto anche con Enti esterni.


Prerequisiti
 

Modalità di valutazione
 

Bibliografia

Forme didattiche
Tipo Forma Didattica Ore di attività svolte in aula
(hh:mm)
Ore di studio autonome
(hh:mm)
Lezione
29:00
31:25
Esercitazione
19:00
20:35
Laboratorio Informatico
0:00
0:00
Laboratorio Sperimentale
0:00
0:00
Laboratorio Di Progetto
48:00
52:00
Totale 96:00 104:00

Informazioni in lingua inglese a supporto dell'internazionalizzazione
Insegnamento erogato in lingua / Italiano / Inglese

Note Docente
schedaincarico v. 1.6.5 / 1.6.5
Area Servizi ICT
17/06/2021