logo-polimi
Loading...
Risorse bibliografiche
Risorsa bibliografica obbligatoria
Risorsa bibliografica facoltativa
Scheda Riassuntiva
Anno Accademico 2020/2021
Scuola Scuola del Design
Insegnamento 056395 - TECNICHE DI NARRAZIONE
Docente Pinardi Davide
Cfu 6.00 Tipo insegnamento Monodisciplinare

Corso di Studi Codice Piano di Studio preventivamente approvato Da (compreso) A (escluso) Nome Sezione Insegnamento
Des (1 liv.)(ord. 270) - BV (1087) DESIGN DEGLI INTERNI***AZZZZ056394 - TECNICHE DI NARRAZIONE
Des (1 liv.)(ord. 270) - BV (1088) DESIGN DELLA COMUNICAZIONE***AZZZZ056395 - TECNICHE DI NARRAZIONE
Des (1 liv.)(ord. 270) - BV (1089) DESIGN DELLA MODA***AZZZZ056394 - TECNICHE DI NARRAZIONE
Des (1 liv.)(ord. 270) - BV (1090) DESIGN DEL PRODOTTO INDUSTRIALE***AZZZZ056394 - TECNICHE DI NARRAZIONE

Obiettivi dell'insegnamento

Una piena capacità di narrare è oggigiorno ormai richiesta non soltanto dalla produzione creativa di invenzione (romanzi, sceneggiature, cinema, format televisivi di fiction ecc.) ma anche dai "racconti di realtà" (narrazione d'impresa, marketing, reportage, saggistica, branding, cultura del progetto, informazione mediatica, pubbliche relazioni, pianificazione politica ecc.).
Nel corso si esaminerà, soprattutto da un punto di vista teorico, come le tecniche narrative vengano utilizzate – in modo più o meno cosciente e creativo - per distinguere, caratterizzare, "emozionare" parti o aspetti delle realtà esistenti o potenziali.


Risultati di apprendimento attesi

Lo studente:
- conosce e comprende nuove formule comunicative;
- sperimenta nuove modalità per veicolare informazioni;
- è in grado di comunicare in modo in modo chiaro e convincente.


Argomenti trattati

Una piena capacità di narrare è oggigiorno ormai richiesta non soltanto dalla produzione creativa di invenzione (romanzi, sceneggiature, cinema, format televisivi di fiction ecc.) ma anche dai "racconti di realtà" (narrazione d'impresa, marketing, reportage, saggistica, branding, cultura del progetto, informazione mediatica, pubbliche relazioni, pianificazione politica ecc.).

Le tecniche narrative infatti vengono ormai sistematicamente utilizzate – in modo più o meno cosciente - per distinguere, caratterizzare, "emozionare", asseverare o falsificare parti o aspetti delle realtà esistenti o potenziali. La virtualità avvolge la realtà quotidiana grazie alle narrazioni che ne vengono fatte.

Il passato, il presente e il futuro si raccontano e si costruiscono con le narrazioni di oggi.

Con le narrazioni si può allargare l'universo delle conoscenze e costruire nuove visioni. Ma è anche possibile deformare, alterare, distrarre. E davanti ai nostri occhi si svolge un continuo confronto tra narrazioni legittime e illegittime, coerenti o incoerenti, "buone" o "cattive".

Per capire tanta parte della contemporaneità occorre quindi tornare a studiare le regole strutturali della drammaturgia e della letteratura elaborate nei secoli. Sono queste che hanno contribuito a produrre il nostro modo di vedere e di pensare.

Per decifrare storytelling, showbusiness e infotaiment, per orientarsi nelle neo-narrazioni della politica, del design e del web, per riconoscere pubblicità virali, seduzioni di massa e scenari scientifici, bisogna ripartire dalle fondamenta delle cosmologie originarie, dalle parabole religiose, dai classici.

Se viviamo in un mondo di narrazioni, e se vogliamo produrre narrazioni o contronarrazioni senza essere schiavi di quelle altrui, dobbiamo studiare le strutture-base del narrare.

In tale prospettiva, la proposta di questo laboratorio si rivolge tutti a coloro che si troveranno a confrontarsi con problematiche di storytelling e che quindi vogliono conoscerne le regole essenziali.

Il corso – inizialmente fondato su un approccio teorico e inseguito caratterizzato da una ricerca pragmatica e operativa - si focalizzerà proprio sulla tematica della "narrazione" come specifica modalità di costruzione, rappresentazione e comunicazione di realtà materiali o virtuali, esistenti o potenziali, fisiche o metafisiche.

Se ne esaminerà la natura, la struttura e le potenzialità, collocandola nel contesto delle altre tecniche che ci permettono di costruire, trasmettere e far conoscere agli altri le più varie immagini della realtà. Le analisi saranno focalizzate soprattutto sulle narrazioni contemporanee.

Durante le lezioni si tratteranno, dunque, le regole essenziali e quelle metodiche di base che rendono possibile da una parte l'analisi di opere narrative già esistenti, dall'altra la progettazione e la creazione di opere narrative future nell'accezione più ampia del termine (di amplissima concezione o di quotidiana fruizione, testuali o visive, multimediali e progettuali, ecc.). Se richiesto si studierà anche un programma informatico di creatività narrativa assistita e il suo uso potenziale.


Prerequisiti
Non sono richiesti pre-requisiti per la frequenza dell'insegnamento.

Modalità di valutazione

Per la prova d'esame è richiesto (salvo possibile diverso accordo con il docente per casi specifici) lo studio di tre testi oltre alla materiale realizzazione in gruppo di un oggetto narrativo (per esempio un video) definito in base ai vincoli da concordarsi con il docente. 


Bibliografia
Risorsa bibliografica obbligatoriaD. Pinardi, Narrare - Dall'Odissea al mondo IKEA, Editore: La Vita Felice, Anno edizione: 2016
Note:

Testo base

Risorsa bibliografica obbligatoriaM. Matrone - D. Pinardi, Narrazione d'Impresa - Per essere e essere visti, Editore: F. Angeli - Milano, Anno edizione: 2013
Note:

Testo base

Risorsa bibliografica obbligatoriaC. Salmon, Storytelling, Editore: Fazi, Anno edizione: 2008
Note:

Testo base

Risorsa bibliografica obbligatoriaF. Stonor Sanders, Gli intellettuali e la CIA, Editore: Fazi - Roma, Anno edizione: 2007
Note:

Testo base

Risorsa bibliografica obbligatoriaA. Dal Lago - S. Giordano, Mercanti d'aura, Editore: Bologna, Il Mulino, Anno edizione: 2006
Note:

Testo base

Risorsa bibliografica obbligatoriaE. L. Bernays, Propaganda, Editore: Lupetti, Anno edizione: 2008
Risorsa bibliografica obbligatoriaE. Goffman, Frame Analysis, Editore: Armando, Anno edizione: 2001
Note:

Testo base - La Presentazione di L. Bovone, l'Introduzione di I. Matteucci e i primi 3 capitoli

Risorsa bibliografica obbligatoriaE. von Glasersfeld, Il costruttivismo radicale, Editore: Società Stampa Sportiva, Anno edizione: 1998
Note:

Testo base

Risorsa bibliografica obbligatoriaG. Kelly, La psicologia dei costrutti personali, Editore: Fabbri - Milano, Anno edizione: 2007
Note:

Testo base

Risorsa bibliografica obbligatoriaF. Accame, Pratica del linguaggio e tecniche della comunicazione, Editore: Soc. St. Sportiva 1996, Anno edizione: 1996
Note:

Testo base

Risorsa bibliografica obbligatoriaF. Ferretti, Alle origini del linguaggio umano - Il punto di vista evoluzionistico, Editore: Laterza - Roma Bari, Anno edizione: 2010
Note:

Testo base

Risorsa bibliografica obbligatoriaH. von Foerster - E. von Glasersfeld, Come ci si inventa, Editore: Odradek - Roma, Anno edizione: 2001
Risorsa bibliografica obbligatoriaF. Martel, Mainstream, Editore: Feltrinelli, Anno edizione: 2010
Risorsa bibliografica facoltativaD. Pinardi, Il mondo narrativo , Editore: Lindau, Anno edizione: 2008
Note:

Possibile testo complementare

Risorsa bibliografica facoltativaAa.Vv., Media come armi, Editore: Quaderni speciali Limes, A. IV N°1
Note:

Possibile testo complementare

Risorsa bibliografica facoltativaP. Watzlawick, (a cura di), La realtà inventata, Editore: Feltrinelli, Anno edizione: 2006
Note:

Possibile testo complementare

Risorsa bibliografica facoltativaA. Curcio, Le Icone di Hiroshima , Editore: Postcart, Anno edizione: 2011
Note:

Possibile testo complementare

Risorsa bibliografica facoltativaF. Truffaut, K, Pratiche, Il cinema secondo Hitchcock, Editore: Pratiche
Note:

Possibile testo complementare (con visione film)

Risorsa bibliografica facoltativaS. Chatman, Storia e discorso, Editore: Saggiatore, Anno edizione: 2003
Note:

Possibile testo complementare

Risorsa bibliografica facoltativaF. Accame, La funzione ideologica delle teorie della conoscenza, Editore: Spirali, Anno edizione: 2005
Note:

Possibile testo complementare

Risorsa bibliografica facoltativaM. Arbib - M. Hesse, La costruzione della realtà, Editore: Mulino - Bologna, Anno edizione: 1992
Note:

Testo base

Risorsa bibliografica facoltativaC.T. Altan, Gli Italiani in Europa, Editore: Mulino, Anno edizione: 1999
Note:

Possibile testo complementare

Risorsa bibliografica facoltativaV. Braitenberg, L'immagine del mondo nella testa, Editore: Adelphi, Anno edizione: 2008
Note:

Possibile testo complementare

Risorsa bibliografica facoltativaL. Forlai, A. Bruni, Come raccontare una grande storia, Editore: Audino, Anno edizione: 1996
Note:

Possibile testo complementare

Risorsa bibliografica facoltativaV. J. Propp, Morfologia della fiaba, Editore: Einaudi, Anno edizione: 2000
Note:

Possibile testo complementare

Risorsa bibliografica facoltativaR. Mc Kee, Story, Editore: International Forum Roma, Anno edizione: 2000
Note:

Possibile testo complementare

Risorsa bibliografica facoltativaC. Vogler, Il viaggio dell'eroe , Editore: Audino, Anno edizione: 1999
Note:

Possibile testo complementare


Software utilizzato
Nessun software richiesto

Forme didattiche
Tipo Forma Didattica Ore di attività svolte in aula
(hh:mm)
Ore di studio autonome
(hh:mm)
Lezione
34:00
68:00
Esercitazione
16:00
32:00
Laboratorio Informatico
0:00
0:00
Laboratorio Sperimentale
0:00
0:00
Laboratorio Di Progetto
0:00
0:00
Totale 50:00 100:00

Informazioni in lingua inglese a supporto dell'internazionalizzazione
Insegnamento erogato in lingua Italiano
Disponibilità di libri di testo/bibliografia in lingua inglese
Possibilità di sostenere l'esame in lingua inglese

Note Docente
Il presente programma è stato elaborato per poter essere erogato in modalità blended, nel rispetto dei protocolli di sicurezza relativi all'emergenza sanitaria COVID-19, disponibili a luglio 2020.
In caso di variazioni dei protocolli di sicurezza l'orario potrebbe subire variazioni: in particolare in caso di superamento dell'emergenza sanitaria, le lezioni potranno tornare ad essere in presenza.
Informazioni più dettagliate sulle modalità di erogazione e di accesso, nonché le indicazioni relative ai protocolli di sicurezza ed al distanziamento sociale, saranno disponibili sul sito di Ateneo e della Scuola. Maggiori dettagli sulla didattica saranno comunicati dai docenti nelle modalità previste.
 
schedaincarico v. 1.6.9 / 1.6.9
Area Servizi ICT
04/12/2021