logo-polimi
Loading...
Risorse bibliografiche
Risorsa bibliografica obbligatoria
Risorsa bibliografica facoltativa
Scheda Riassuntiva
Anno Accademico 2020/2021
Scuola Scuola di Architettura Urbanistica Ingegneria delle Costruzioni
Insegnamento 056649 - CARATTERI TIPOLOGICI DELL'ARCHITETTURA
Docente Spinelli Luigi Mario Lorenzo
Cfu 6.00 Tipo insegnamento Monodisciplinare

Corso di Studi Codice Piano di Studio preventivamente approvato Da (compreso) A (escluso) Nome Sezione Insegnamento
Arc - Urb - Cost (1 liv.)(ord. 270) - MI (1094) PROGETTAZIONE DELL'ARCHITETTURAMNAAZZZZ056649 - CARATTERI TIPOLOGICI DELL'ARCHITETTURA

Obiettivi dell'insegnamento

Il corso di Caratteri tipologici dell'architettura costituisce il luogo nel quale vengono forniti agli studenti gli strumenti necessari per apprendere le nozioni basilari della disciplina architettonica e per imparare a leggerne e riconoscerne i diversi ambiti tematici, le opere e i protagonisti, il contesto teorico e il dibattito che li ha accompagnati nel tempo.
Il corso riguarda i caratteri distributivi, tipologici e morfologici dell’architettura e pone una particolare attenzione agli aspetti compositivi e distributivi degli edifici come pure a quelli della città. Attraverso lo studio e l’analisi critica di opere significative, di città e parti di città, della ricerca progettuale di noti architetti, il corso intende fornire conoscenze utili alla comprensione dei fondamenti e dei principi del progetto architettonico e urbano in una prospettiva temporale ampia che spazia dall’antichità fino all’epoca contemporanea. Obiettivo principale è la formazione di un bagaglio di conoscenze e di un punto di vista critico e orientato sulla disciplina del progetto di architettura e sulle sue tecniche per affrontare il progetto alle differenti scale di complessità.


Risultati di apprendimento attesi

Il corso propone un ciclo di lezioni attraverso le quali costruire una relazione stretta tra gli aspetti teorici e compositivi e la loro applicazione concreta in fase progettuale. Per questo i risultati attesi riguardano non solo la capacità di apprendimento e comprensione da parte degli studenti dei principi che regolano il complesso rapporto tra architettura, tipo e città, ma anche del modo di impiegarli a fini pratici nel progetto. L’obbiettivo che si pone il corso è quello di affinare la capacità critica dello studente, fornendo una serie di strumenti e tecniche su cui fondare in modo autonomo e consapevole i legami tra le intenzioni teoriche, l’analisi di un’opera a scala urbana e architettonica, e il momento progettuale, secondo un processo di tipo analogico e comparativo.


Argomenti trattati

L’insegnamento di Caratteri tipologici dell’architettura ha lo scopo di formare lo studente ai fondamenti della cultura e dell’esercizio del progetto architettonico. In continuità con la tradizione politecnica nell’insegnamento dell’architettura, il corso esercita alla conoscenza di un metodo di lettura operativo utile all’attività progettuale e ad un approccio critico nell’esperienza personale dello studente del SECONDO ANNO.

I temi trattati dall’insegnamento, attraverso l’analisi comparativa di casi studio, sono: la conoscenza e la critica del concetto di tipologia edilizia e dei comportamenti della forma urbana; i fondamentali della composizione e della corretta organizzazione e dimensionamento degli spazi; la definizione complessiva di un organismo architettonico; la comprensione e il controllo delle condizioni del contesto architettonico, ambientale e culturale; le tecnologie costruttive e la scelta dei materiali; gli aspetti disciplinari, comunicativi, rappresentativi, gestionali del progetto di architettura.

Gli argomenti delle lezioni: Tipo edilizio e forma urbana; La trasformazione dell’isolato urbano; La casa al mare e la casa in montagna: tipo e invenzione; Ferrara di Biagio Rossetti, “la prima città moderna europea”; Tipo e linguaggio. L’architettura della città nel XX secolo; Lo studio dei fenomeni urbani in Italia; La sezione come generatrice del progetto; La distribuzione orizzontale tra architettura e città; Struttura e involucro: l’immagine architettonica; Il rapporto con il contesto; La ricerca e la partecipazione nel progetto; Idea e metafora nel progetto di architettura.

L'attività dell’insegnamento si svolge in aula durante cinque ore con cadenza settimanale, ed è articolata in lezioni teoriche seguite da esercitazioni individuali: verifica della comprensione degli argomenti delle lezioni e ridisegno ragionato di casi-studio.


Prerequisiti
 

Modalità di valutazione

Il colloquio d’esame individuale, in forma orale e con l’aiuto dello schizzo a mano libera, prevede domande volte a evidenziare la capacità dello studente di elaborare collegamenti fra i vari argomenti dell’insegnamento, la conoscenza e capacità di apprendimento e comprensione, di interpretazione critica e rappresentazione del progetto e del contesto fisico e culturale. Lo studente deve dimostrare di possedere la capacità di organizzare discorsivamente la comunicazione, un’autonomia di giudizio critico sulle architetture studiate; un’efficacia e linearità espositiva e competenza nell’uso dei termini della disciplina.

Per lo studente FREQUENTANTE, gli argomenti del colloquio d’esame sono quelli delle lezioni in programma. I risultati delle esercitazioni e gli appunti delle lezioni saranno collezionati dallo studente in un portfolio individuale, che deve essere presentato in sede di colloquio d’esame. Non è prevista una prova d’esame scritta.

Per lo studente NON FREQUENTANTE, e per lo studente che non avrà un numero sufficiente di presenze ed esercitazioni consegnate in aula, il colloquio d’esame si svolgerà sugli argomenti di 3 (tre) libri a scelta tra i sei presenti nella bibliografia del corso, concordati con il docente in anticipo rispetto all’appello d’esame.


Bibliografia
Risorsa bibliografica obbligatoriaRossi Aldo, L'architettura della città, Editore: Il Saggiatore, Milano (ediz. orig. Marsilio, Venezia 1966), Anno edizione: 2018, ISBN: 9788842825081
Risorsa bibliografica obbligatoriaQuaroni Ludovico, Progettare un edificio. Otto lezioni di architettura, Editore: Edizioni Kappa, Roma (ediz. orig. Gabriele Mazzotta, Milano, 1977), Anno edizione: 2001, ISBN: 9788878904120
Risorsa bibliografica obbligatoriaAymonino Carlo, Lo studio dei fenomeni urbani, Editore: Officina Edizioni, Roma, Anno edizione: 1977
Risorsa bibliografica obbligatoriaPanerai Philippe, Castex Jean, Depaule Jean Charles, Isolato urbano e città contemporanea, Editore: CLUP, Milano, Anno edizione: 1981, ISBN: 8870054896
Risorsa bibliografica obbligatoriaMartì Arìs Carlos, Le variazioni dell'identità. Il tipo in architettura, Editore: CittàStudi, Milano, Anno edizione: 1990, ISBN: 9788870059052
Risorsa bibliografica obbligatoriaRowe Colin, La matematica della villa ideale e altri scritti, Editore: Zanichelli, Bologna, Anno edizione: 1990, ISBN: 9788808072306
Risorsa bibliografica obbligatoriaBibliografie specifiche relative ai casi studio esaminati verranno fornite in occasione delle singole lezioni.

Forme didattiche
Tipo Forma Didattica Ore di attività svolte in aula
(hh:mm)
Ore di studio autonome
(hh:mm)
Lezione
45:00
67:30
Esercitazione
15:00
22:30
Laboratorio Informatico
0:00
0:00
Laboratorio Sperimentale
0:00
0:00
Laboratorio Di Progetto
0:00
0:00
Totale 60:00 90:00

Informazioni in lingua inglese a supporto dell'internazionalizzazione
Insegnamento erogato in lingua Italiano

Note Docente
schedaincarico v. 1.6.5 / 1.6.5
Area Servizi ICT
17/06/2021