logo-polimi
Loading...
Risorse bibliografiche
Risorsa bibliografica obbligatoria
Risorsa bibliografica facoltativa
Scheda Riassuntiva
Anno Accademico 2020/2021
Scuola Scuola di Ingegneria Industriale e dell'Informazione
Insegnamento 052491 - FINANZA MATEMATICA I
Docente Barucci Emilio
Cfu 10.00 Tipo insegnamento Monodisciplinare
Didattica innovativa L'insegnamento prevede  2.0  CFU erogati con Didattica Innovativa come segue:
  • Blended Learning & Flipped Classroom
  • MOOC

Corso di Studi Codice Piano di Studio preventivamente approvato Da (compreso) A (escluso) Insegnamento
Ing Ind - Inf (1 liv.)(ord. 270) - MI (365) INGEGNERIA MATEMATICA*AZZZZ052491 - FINANZA MATEMATICA I

Obiettivi dell'insegnamento

L’insegnamento ha l’obiettivo di introdurre gli studenti al funzionamento dei mercati e dell’intermediazione finanziaria e di introdurre loro alle principali metodologie quantitative utilizzate nel mondo della finanza. I temi trattati includono: struttura dei tassi di interesse e valutazione di titoli obbligazionari, scelte di portafoglio, pricing di titoli in condizioni di equilibrio e in assenza di opportunità di arbitraggio, misurazione e gestione del rischio.

L’insegnamento comprende 2 CFU svolti secondo modalità di didattica innovativa quali flipped classroom con l’utilizzo del MOOC (Finanza per tutti) e del materiale presente nel sito www.imparalafinanza.it.


Risultati di apprendimento attesi

Le lezioni e le esercitazioni consentiranno allo studente di

 

Conoscere e comprendere

  • Il funzionamento del sistema finanziario e dell’intermediazione finanziaria
  • Gli strumenti utilizzati per gestire al meglio un patrimonio finanziario in una prospettiva di investimento
  • I metodi utilizzati per la valutazione di titoli obbligazioni, azionari e derivati
  • I metodi per misurare e gestire il rischio finanziario.

 

Il docente si attende una comprensione non limitata all’enunciazione di definizioni e risultati e alla risoluzione di esercizi standard, ma critica ed in grado di compiere scelte consapevoli giustificando i procedimenti seguiti.

Si attende inoltre un’adeguata correttezza nei calcoli e un’esposizione ben argomentata della teoria.


Argomenti trattati

L’insegnamento copre la teoria classica dei mercati finanziari con riferimento a quattro temi: 

 

  1. struttura dei tassi di interesse e valutazione di obbligazioni
  • leggi di capitalizzazione
  • tassi di interesse a pronti e a termine
  • valutazione di obbligazioni
  • rischio di tasso di interesse
  • durtation, indicatori di variabilità
  • teoria dell’immunizzazione
  1. scelte di portafoglio in condizioni di rischio (due istanti di tempo)
  • teoria dell’utilità attesa
  • avversione al rischio
  • funzioni di utilità
  • scelte di portafoglio tra un titolo rischioso e uno privo di rischio
  • esercizi di statica comparata
  • scelte di portafoglio tra un titolo privo di rischio e N titoli rischiosi
  • teorema di separazione tramite due fondi comuni
  • analisi media-varianza: principio di assicurazione e di diversificazione
  • scelta di assicurazione
  • frontiera dei portafogli con titoli rischiosi
  • frontiera dei portafogli con un titolo privo di rischio
  1. asset pricing, modelli di equilibrio e non arbitraggio
  • modelli di equilibrio
  • mercati completi e incompleti
  • Pareto ottimalità dell’equilibrio
  • consumption capital asset pricing model
  • capital asset pricing model
  • teorema fondamentale dell’asset pricing
  • arbitrage pricing theory
  • valutazione di derivati americani e europei su alberi binomiali
  • diseguaglianze di non arbitraggio per derivati
  • principali prodotti strutturati
  1. gestione del rischio
  • mapping del rischio: portafoglio azionario, obbligazionario, derivati
  • Value at Risk
  • Principali metodologie per la stima del VAR (full evaluation e metodo delta-normal)
  • Expected shortfall e misure coerenti di rischio
  • Backtesting del VaR
  • Applicazioni.

 

L’insegnamento propone anche un’introduzione al mondo dei mercati finanziari e dell’intermediazione finanziaria coprendo argomenti quali: strumenti finanziari, teoria dell’intermediazione creditizia, assicurativa e finanziaria, funzionamento della banca centrale, funzionamento della politica monetaria, funzionamento dei mercati dei capitali.

 

L’insegnamento comprende argomenti svolti secondo modalità di didattica innovativa con l’utilizzo del MOOC (Finanza per tutti) e del materiale presente nel sito www.imparalafinanza.it.


Prerequisiti

Allo studente sono richieste le seguenti conoscenze di base: calcolo infinitesimale per funzioni in più variabili (inclusi problemi di ottimo vincolati e non), algebra lineare e geometria euclidea, calcolo integrale, nozioni di base di statistica e di calcolo delle probabilità. Nessun prerequisito è richiesto circa il funzionamento del sistema finanziario.


Modalità di valutazione

Sono previsti cinque appelli d’esame nelle date stabilite dal calendario accademico (due in gennaio-febbraio, due a giugno- luglio, una a settembre).

L’esame si compone di due parti: una prova scritta ed una prova orale. La prova scritta si considera superata se il candidato ha ottenuto una valutazione di 18/30. Se la prova scritta è superata allora il candidato è ammesso al colloquio orale (che è facoltativo) dell’appello in cui ha superato la prova scritta.

Ciascun appello si compone di sei esercizi e/o domande; nel caso di domande il candidato è chiamato a rispondere in modo articolato. Ogni domanda/esercizio viene valutata in una scala da 0 a 5.

La valutazione finale terrà conto sia del risultato conseguito nella prova scritta sia della valutazione dell'eventuale colloquio orale. Verrà inoltrata valutata l'attività svolta nell'ambito delle ore di didattica innovativa.

L’esame ha l’obiettivo di verificare se lo studente ha acquisito in maniera adeguata le seguenti competenze:

la conoscenza

  • del funzionamento del sistema finanziario e del mondo dell’intermediazione finanziaria
  • delle metodologie matematiche e statistiche utilizzate nel mondo della finanza quantitativa
  • delle tecniche per la gestione dei portafogli
  • delle tecniche per la gestione del rischio
  • dei metodi utilizzati per definire il prezzo di un titolo e il premio per il rischio
  • delle tecniche per la valutazione di derivati.

Bibliografia
Risorsa bibliografica obbligatoriaEmilio Barucci, Claudio Marsala, Matteo Nencini, Carlo Sgarra, Ingegneria Finanziaria, Editore: EGEA, Anno edizione: 2009, ISBN: 978-88-238-2095-1
Risorsa bibliografica obbligatoriaFrederic Mishkin, Stanley Eakins, Giancarlo Forestieri, Istituzioni e mercati finanziari, Editore: Pearson

Forme didattiche
Tipo Forma Didattica Ore di attività svolte in aula
(hh:mm)
Ore di studio autonome
(hh:mm)
Lezione
65:00
97:30
Esercitazione
35:00
52:30
Laboratorio Informatico
0:00
0:00
Laboratorio Sperimentale
0:00
0:00
Laboratorio Di Progetto
0:00
0:00
Totale 100:00 150:00

Informazioni in lingua inglese a supporto dell'internazionalizzazione
Insegnamento erogato in lingua Italiano
Disponibilità di libri di testo/bibliografia in lingua inglese
Possibilità di sostenere l'esame in lingua inglese
schedaincarico v. 1.6.5 / 1.6.5
Area Servizi ICT
17/05/2021