logo-polimi
Loading...
Risorse bibliografiche
Risorsa bibliografica obbligatoria
Risorsa bibliografica facoltativa
Scheda Riassuntiva
Anno Accademico 2020/2021
Scuola Scuola di Architettura Urbanistica Ingegneria delle Costruzioni
Insegnamento 056161 - WORKSHOP DI TESI
Docente Pistidda Sonia , Ugolini Michele
Cfu 8.00 Tipo insegnamento Laboratorio
Didattica innovativa L'insegnamento prevede  1.0  CFU erogati con Didattica Innovativa come segue:
  • Soft Skills

Corso di Studi Codice Piano di Studio preventivamente approvato Da (compreso) A (escluso) Nome Sezione Insegnamento
Arc - Urb - Cost (Mag.)(ord. 270) - MI (1195) ARCHITETTURA - AMBIENTE COSTRUITO - INTERNI - ARCHITECTURE - BUILT ENVIRONMENT - INTERIORS***AZZZZ056161 - WORKSHOP DI TESI

Obiettivi dell'insegnamento


In questo insegnamento lo studente approfondisce tematiche caratterizzanti, e coerenti con i contenuti del corso di studi, attraverso esperienze transdisciplinari volte a far maturare conoscenza e comprensione sulle modalità di efficace valorizzazione del patrimonio edilizio, del paesaggio e dell'ambiente, intesi come risorse, con attenzione specifica alle problematiche della modificazione e rigenerazione dell’ambiente costruito e di tessuti urbani e insediativi consolidati.

In this Studio, the student explores into the topics that characterize and are coherent with the contents of the study course through transdisciplinary experiences. This experience aims at developing knowledge and understanding on how to effectively enhance the building heritage, the landscape and the environment as resources, with specific attention to the problems of the modification and regeneration of the built environment and of consolidated urban and settlement systems.

 


Risultati di apprendimento attesi

 

Secondo i Descrittori di Dublino (DdD), il superamento dell’esame attesta l’acquisizione dei seguenti risultati.
DdD 2 capacità di applicare conoscenza e comprensione:
- capacità di applicare tecniche adeguate a trasformare, operando a diverse scale, lo spazio abitato nelle sue molteplici configurazioni: morfologiche e tipologiche, ecologiche e ambientali, economiche e sociali, antropologiche e culturali.
DdD 3 (autonomia di giudizio), 4 (abilità comunicative) e 5 (capacità di apprendimento):
- capacità di operare e comunicare in autonomia le scelte progettuali effettuate (DdD 3, 4 e 5).

According to the Dublin Descriptors (DdD), passing the exam certifies the acquisition of the following results:
DdD 2 ability to apply knowledge and understanding
- ability to apply appropriate techniques to transform, operating at different scales, the inhabited space in its multiple configurations: morphological and typological, ecological and environmental, economic and social, anthropological and cultural.
DdD 3 (autonomy of judgment), 4 (communication skills) and 5 (learning ability)
- ability to operate and communicate independently the design choices made (DdD 3, 4 and 5).


Argomenti trattati

Progettazione e Conservazione dell’Architettura, dello Spazio Interno e dell’Ambiente Costruito

 

Docenti proponenti:

Michele Ugolini - Progettazione dell'Architettura, dello Spazio Interno e dell’Ambiente Costruito - (ICAR !6) - 4 cfu

Sonia Pistidda - Conservazione del Patrimonio Costruito - (ICAR 19) - 4 cfu

Docenti afferenti:

Rossana Gabaglio  – Restauro Architettonico - (ICAR 19)

Valentina Dessì - Progettazione Ambientale - (ICAR 12)

Lorenza Petrini – Analisi e Progettazione di strutture - (ICAR 08)

Stefania Varvaro – Architettura deli Interni - (ICAR 16)

Luca Alberto Piterà – Fisica Tecnica e Impianti - (ING-IND 11)

Tutor:

Arch Lisa Astolfi e Arch Francesca Ripamonti

Programma sintetico:

La proposta di un Workshop di Tesi progettuale a carattere multidisciplinare che metta in sinergia e che porti a sintesi le diverse competenze attraverso il progetto, nasce in continuità con un precedente lavoro didattico (di laboratorio e di tesi), costituendo la base di verifica progettuale di alcune linee di ricerca sulle fragilità e le potenzialità dell’ambiente costruito così fortemente sottoposto a spinte trasformative.

In tal senso, il lavoro di progetto si svolgerà nel rapporto diretto con gli attori sociali e istituzionali e i portatori d’interesse di uno specifico luogo (amministrazioni comunali, enti parco, associazioni, ecc.) per porre in essere quelle dinamiche di confronto con la realtà che tali tematiche comportano. 

Il tema e il luogo saranno successivamente proposti dalla docenza del WoT e potrà essere in Italia o all’estero. Trattandosi di lavoro di tesi è richiesto un significativo approfondimento dei temi trattati, sia in termini analitici, sia progettuali. Pertanto il lavoro sarà da svolgersi in gruppo. Sono previste lezioni e contributi di persone esterne su specifici temi, anche in coordinamento con altri laboratori.

 

Il WoT si occuperà, sia per quanto riguarda gli spazi aperti come per gli spazi interni, della valorizzazione di contesti complessi, urbani o paesaggistici, caratterizzati dalla presenza di uno o più edifici (approfondendone lo studio della loro dimensione spaziale, materica, strutturale e ambientale) per arrivarne a definire un progetto d'insieme (masterplan) e un approfondimento di singole parti. I progetti si spingeranno sino alla progettazione di nuove parti edificate in ampliamento a quelle esistenti, quale confronto aperto e compositivamente consapevole tra ciò che gli edifici sono stati, sono ora, e ciò che potrebbero diventare.

 

Obiettivo è coniugare la responsabilità di un progetto attento alle condizioni di vivere dell’uomo che abita gli spazi con le condizioni di sostenibilità ambientale insieme alla capacità di guardare e ascoltare ciò che ci circonda, prestando attenzione ai materiali e ai dettagli, alla storia che in essi è inscritta e che ci impone il rispetto della fitta trama di segni sedimentati dal tempo che, nel loro continuo mutamento, si fanno elementi che arricchiscono il patrimonio esistente stimolando al contempo l’azione progettuale, acquisendo la consapevolezza che l’architettura e il mondo che ci circonda sono corpo costruito vissuto dalle persone che lo abitano. 

Si tratta allora di disvelare potenziali identità inespresse per arrivare a materializzarle nella realtà e farle uscire dal loro stato latente.

Ascoltare, guardare, sentire l’architettura, per comprenderla nella sua anima profonda, per progettare il mutamento, alla ricerca della forma appropriata per gli uomini che la vivono.

Una precisa attenzione ai principi bioclimatici e di fabbisogno energetico in relazione al luogo e al clima, permetterà di riflettere sui temi della sostenibilità in relazione all’ambiente e sulle possibili modalità di controllo e di verifica del confort a livello sia degli spazi aperti, sia degli edifici, per garantire le migliori condizioni di abitabilità degli spazi.  

Il progetto, atto di conoscenza del reale e interpretazione del possibile, partendo da un approfondimento analitico-interpretativo approderà alla ridefinizione critica e consapevole degli elementi architettonici che caratterizzano gli edifici e il loro contesto – elementi che lo rendendolo unico per materia, forma, luogo e condizioni climatiche – attraverso la trasformazione sia dei suoi interni che dello spazio circostante, per arrivare a definire spazi abitabili e confortevoli (all'aperto e al chiuso) completi delle loro attrezzature d'arredo.


Prerequisiti
 

Modalità di valutazione
 

Bibliografia

Forme didattiche
Tipo Forma Didattica Ore di attività svolte in aula
(hh:mm)
Ore di studio autonome
(hh:mm)
Lezione
29:00
31:25
Esercitazione
19:00
20:35
Laboratorio Informatico
0:00
0:00
Laboratorio Sperimentale
0:00
0:00
Laboratorio Di Progetto
48:00
52:00
Totale 96:00 104:00

Informazioni in lingua inglese a supporto dell'internazionalizzazione
Insegnamento erogato in lingua / Italiano / Inglese
Disponibilità di materiale didattico/slides in lingua inglese
Disponibilità di libri di testo/bibliografia in lingua inglese
Possibilità di sostenere l'esame in lingua inglese
Disponibilità di supporto didattico in lingua inglese

Note Docente
schedaincarico v. 1.6.5 / 1.6.5
Area Servizi ICT
15/05/2021