logo-polimi
Loading...
Risorse bibliografiche
Risorsa bibliografica obbligatoria
Risorsa bibliografica facoltativa
Scheda Riassuntiva
Anno Accademico 2020/2021
Scuola Scuola del Design
Insegnamento 099412 - LABORATORIO DI DESIGN DEL PRODOTTO INDUSTRIALE
Docente Boni Roberto Domenico , Crea Nicola
Cfu 12.00 Tipo insegnamento Laboratorio

Corso di Studi Codice Piano di Studio preventivamente approvato Da (compreso) A (escluso) Nome Sezione Insegnamento
Des (1 liv.)(ord. 270) - BV (1090) DESIGN DEL PRODOTTO INDUSTRIALEP2AZZZZA099412 - LABORATORIO DI DESIGN DEL PRODOTTO INDUSTRIALE

Obiettivi dell'insegnamento

Il Laboratorio si propone di introdurre gli allievi del secondo anno alle problematiche nodali del design di prodotto, attraverso alcune esercitazioni brevi sui temi della gestione della forma e dell'individuazione dell'utente e una esercitazione progettuale completa su un prodotto industriale di media complessità.


Risultati di apprendimento attesi

Lo studente:

- conosce e comprende le ragioni della forma, le necessità dell’utenza, le specifiche tecniche a supporto della progettazione;

- sa operare su progetti di media complessità trovando soluzioni a problemi progettuali;

- conosce e sa applicare metodologie di sviluppo del progetto relative agli artefatti a media complessità;

- opera scelte progettuali in autonomia e in gruppo;

- visualizza le idee con gli strumenti propri della disciplina del design: disegni tecnici e fotorealistici;

- comunica il progetto attraverso una narrazione che descrive il percorso svolto e mette in evidenza le particolarità delle soluzioni proposte;

- utilizza gli strumenti della comunicazione visiva - statica, animata ed interattiva - per presentare il progetto;

- sviluppa attitudini alla negoziazione, al teambuilding, all'assunzione di responsabilità e alla gestione del conflitto.


Argomenti trattati

Dispositivi per la mobilità.

Il laboratorio ha la finalità di fornire agli studenti le competenze per gestire un processo progettuale di sviluppo prodotto e le capacità di valutarne la fattibilità e l’appropriatezza in funzione al suo contesto d’uso.

L’ambito sperimentale del laboratorio è la mobilità privata del futuro e gli scenari che ne conseguono.

Si farà riferimento allo studio effettuato dalla Comunità Europea nel 2017 con il progetto Mobilty4EU e ai dati raccolti dal Politecnico sulla mobilità della nostra collettività. La ricerca Mobilty4EU, sviluppata sotto la guida del Centro di ricerca MOBI della Vrije Universiteit Brussel (VUB), ha prodotto diversi scenari narrativi per identificare una visione per i trasporti nel 2030 e ideare un piano d'azione conseguente; i dati raccolti dal Politecnico serviranno a definire gli utenti di riferimento e le loro abitudini di spostamento, come caso studio specifico.

Il percorso porterà alla comprensione della natura processuale del design e alla complessità sistemica dei prodotti: il progetto è un ciclo iterativo tra ricerca e sperimentazione pratica, dove la forma del prodotto è la risultante di vincoli tecnologici, di scelte materiche, di funzioni e di prestazioni ma anche di significati, di valori, di identità, di espressività, di nuovi comportamenti e relazioni.

Il risultato finale atteso.

Attraverso la progettazione di un dispositivo per la mobilità ci si propone di fornire agli studenti competenze disciplinari sia di ricerca creativa e speculativa sia di pratica esecutiva. Verranno illustrati strumenti di creatività applicata alla produzione e gestione delle idee, come tecniche per la rappresentazione del progetto. Lo scopo del Laboratorio è di simulare una esperienza progettuale che consenta ai partecipanti di percorrere tutto l’iter progettuale dall’analisi dei dati di Briefing e di Ricerca sino alla verifica di fattibilità tecnica ed economica del progetto. Le fasi esecutive consisteranno in uno sviluppo bidimensionale, tridimensionale e virtuale in una progressione di affinamenti successivi, propri del percorso progettuale professionale.

In particolare, il laboratorio si articola in quattro fasi successive:

Ricerca&analisi > Briefing di progetto, Design Thinking, Ricerca contestuale, individuazione e descrizione dello scenario di riferimento, presentazione di tre alternative per gruppo.

Definizione Concept > Le opportunità di progetto e le possibili soluzioni, elaborazione di soluzioni alternative, presentazione concept definitivo.

Sviluppo Tecnico > Impostazione di progetto e sviluppo prodotto, definizione della forma, delle interazioni, individuazione delle tecnologie di produzione, verifiche ergonomiche.

Esecuzione e Rappresentazione > modellazione, prototipazione, comunicazione;

visualizzazione del concept finale del prodotto attraverso elaborati digitali (moodboard, viste ortogonali e rendering, video).


Prerequisiti

Per accedere alla frequenza del Laboratorio di 2° anno è richiesto il superamento di tutti  i Laboratori di 1° anno.


Modalità di valutazione

Modalità di valutazione:

Durante il semestre sono previste delle valutazioni in itinere in coincidenza con la presentazione degli stati di avanzamento, sia mediante esercitazioni individuali, sia di gruppo. La valutazione finale terrà conto delle valutazioni intermedie, della qualità del progetto finale e della sua comunicazione. Mentre alla presentazione finale del progetto verranno esposti gli elaborati progettuali, sviluppati da squadre di 3 componenti, Mi presento costituisce un ulteriore elaborato, che verrà preparato singolarmente, e che sintetizza le competenze individuali acquisite attraverso le esperienze progettuali del Laboratorio.

Gli elaborati finali, di gruppo ed individuali, insieme alle valutazioni di gruppo intermedie, concorreranno alla formazione della valutazione finale complessiva del singolo studente.

 


Bibliografia
Risorsa bibliografica facoltativaArielli E., Pensiero e progettazione, , Editore: Paravia Mondadori, Milano, Anno edizione: 2003
Risorsa bibliografica facoltativaDe Bono E., Essere creativi, Editore: Milano, Ed. Il Sole 24 ore, Anno edizione: 1996
Risorsa bibliografica facoltativaVan Onck A., Design, il senso delle forme dei prodotti, Editore: Lupetti, Milano, Anno edizione: 1994
Risorsa bibliografica facoltativaVerganti R., Design driven Innovation,, Editore: Rizzoli, Milano, Anno edizione: 2009

Software utilizzato
Nessun software richiesto

Forme didattiche
Tipo Forma Didattica Ore di attività svolte in aula
(hh:mm)
Ore di studio autonome
(hh:mm)
Lezione
80:00
120:00
Esercitazione
20:00
30:00
Laboratorio Informatico
0:00
0:00
Laboratorio Sperimentale
6:00
9:00
Laboratorio Di Progetto
14:00
21:00
Totale 120:00 180:00

Informazioni in lingua inglese a supporto dell'internazionalizzazione
Insegnamento erogato in lingua Italiano
Disponibilità di materiale didattico/slides in lingua inglese
Disponibilità di libri di testo/bibliografia in lingua inglese
Disponibilità di supporto didattico in lingua inglese

Note Docente
Il presente programma è stato elaborato per poter essere erogato in presenza auspicando il superamento dell'emergenza sanitaria legata al COVID 19.
In caso di protrarsi nell'emergenza sanitaria l'orario potrebbe subire variazioni prevedendo l'introduzione (in parte o in toto) di attività didattiche online.
Informazioni più dettagliate sulle modalità di erogazione e di accesso, nonché le indicazioni relative ai protocolli di sicurezza ed al distanziamento sociale, saranno disponibili sul sito di Ateneo e della Scuola. Maggiori dettagli sulla didattica saranno comunicati dai docenti nelle modalità previste.
schedaincarico v. 1.6.8 / 1.6.8
Area Servizi ICT
04/08/2021